4^ Giornata 25-09-2016
Chieve 2 - 3 Scannabuese

Garbelli (S), Bertolotti (C), Ciliberti (C), Cappa (S), Orofino (S)

Partita da urlo a Chieve tra due delle squadre che potranno ambire legittimamente alla Prima Categoria: a esultare è però solo la Scannabuese, che vince un match dalle mille emozioni e vola in testa alla classifica.

Il primo tempo vede approcciare meglio al match i biancoverdi, più tonici e reattivi, soprattutto sulle seconde palle. Dopo 20 minuti arriva il gol: punizione di Piccolo calciata da posizione molto defilata dalla sinistra, palla rasoterra sul primo palo, dove irrompe Garbelli per la deviazione vincente dello 0-1.

Il vantaggio fa però emergere la voglia e le qualità del Chieve, che prende le redini del gioco e, dopo un gol giustamente annullato agli ospiti per off-side di Cappa, ribalta il match nel finale di tempo, con due reti in cinque minuti.
Bertolotti si inventa un gol da fenomeno vero, scaraventando all'incrocio un pallone rasoterra dai 30 metri. Super Berto fa 280 gol in carriera!
Il 2-1 lo firma invece Ciliberti, la cui conclusione è deviata da un difensore ospite: traiettoria completamente modificata, con la palla che si impenna e scavalca Villa per l'1-2.

In avvio di ripresa, dopo un'occasione non capitalizzata da Cannatà, si infiammano le veementi proteste del Chieve: Shahi è vistosamente strattonato al momento della conclusione in area, ma il direttore di gara non concede la sanzione (rigore ed espulsione).

Accade così che l'unico pallone sbagliato da Bertolotti porti al pareggio biancoverde: il retropassaggio del bomber verso Zoli è tesissimo e a mezza altezza, favorendo così il subentrato Orofino.
Il classe '96 calcia a giro, ma stampa il palo; Piccolo si avventa sulla ribattuta, ma Milani salva, prima che la palla arrivi a Cappa per il 2-2.

Si levano ancor più forti le proteste del Chieve, perché Cappa pare davvero in posizione di off-side: Zoli ne fa le spese, espulso per protese.

Il Chieve è in 10 e vede infortunarsi Ciliberti, che stringe i denti e poi deve lasciare il campo e i compagni in 9, perché mister Gagliardo non ha più cambi a disposizione (quanto è costato il cambio obbligato all'intervallo, per sostituire il febbricitante portiere Ogliari, uscito per Milani).

Il finale vede l'assedio della Scannabuese in 11 vs 9: a risolvere il match ci pensa Orofino, che in girata insacca il definitivo 2-3. Che partita!

Tiramisù