Seleziona la Giornata
Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

04-09-2016

1^

Giornata

Agnadello 0 - 2 Pieranica

Dominelli (P), Patroni (P)

Partita vibrante ad Agnadello, dove il Pieranica vince 0-2 una partita molto intensa, soprattutto nel secondo tempo: quanti episodi!

In avvio di gara il 4-5-1 biancoverde premia gli ospiti in fase di manovra: rispetto al 4-3-3 locale il Pieranica ha due uomini in più e costruisce molte occasioni da rete.
Diverse chances sono chiuse con conclusioni dal limite parate dal numero uno locale Monti, ma le palle-gol più importanti arrivano entrambe sui piedi di Ogliari, innescato entrambe le volte dai in profondità di Patroni: nella prima circostanza è provvidenziale l'uscita di Monti, nella seconda il tiro da fuori è bloccata.
Quello del Pieranica è un buon possesso palla, ma il match resta equilibrato.

Nella ripresa biancoverdi subito pericolosissimi, ancora con Ogliari, ma il suo colpo di testa finisce tra le mani di Monti.
Scampato il pericolo l'Agnadello si sveglia e attacca a testa bassa.

Occasioni in serie per i gialloneri: palla indietro in area per Benzoni, che calcia male il rigore in movimento favorendo il salvataggio sulla linea di un difensore; ripartenza veloce di Essis, fermato in extremis con una trattenuta sanzionata col giallo; sugli sviluppi di una punizione lunga, il controcross di Benzoni vede ancora Essis sfiorare la deviazione vincente.

Il Pieranica arranca, ma proprio nel peggior momento del match trova il gol: Provenzi esegue una rimessa laterale a lunga gittata dal lato corto dell'area di rigore, la difesa giallonera commette l'errore di far rimbalzare il pallone, su cui irrompe Dominelli, che si inventa una grandiosa rovesciata spedita all'angolino. Mamma mia!

Il blitz vincente del Pieranica però non cambia il corso della gara e l'Agnadello produce subito una reazione tosta: Manfredini su un traversone dalla sinistra, a porta praticamente vuota, colpisce incredibilmente la traversa a un metro dalla linea.
Non solo: su un lancio lungo, Essis approfitta dell'incomprensione tra Bonadeo e Grazioni, inserendosi tra i due e al momento del tiro è fermato dal recupero di Bonadeo.
Proteste a gran voce per l'Agnadello, che reclama il penalty, ma il direttore sorvola sull'episodio, così come sul seguente contatto che vede Bolzoni cadere a pochi passi dalla deviazione su un cross: altre proteste giallonere.

Ancora nel momento più difficile, però, il Pieranica trova il gol: break sensazionale di Patroni, che si inventa un grandioso sinistro a giro telecomandato all'incrocio per l'incredibile 0-2!

Ennesima reazione di un Agnadello mai domo: Essis calcia, ma trova solo un traversa-riga (gol-fantasma non assegnato) e un'opportunità per Bolzoni, fermato da Grazioli.

 

Bagnolo 3 - 0 Ombriano Aurora

Vittoria d'ufficio assegnata al Bagnolo per il mancato rispetto della regola degli Under da parte del Bagnolo - CLICCA QUI per ZOOM

Cronaca della Gara Giocata - Ris. 0 - 1

autorete (O)

Partita molto, molto equilibrata: tra Bagnolo e Ombriano la differenza la fa solo un episodio.

In avvio di gara leggermente meglio il Bagnolo: pronti via, Redemagni non impatta bene il pallone a soli 4 metri dalla porta; poi ancora Redemagni calcia alto sul traversone di Barbati, impreziosito dal velo di Guerini.
L'Aurora ci prova in due circostanze: sul tiro da fuori di Michele Ferrari si distende Paolo Bastianoni; la palla resta lì, ma il tap-in di Cavaletti non porta al gol.
Nel finale doppia conclusione di Redemagni che scalda i guanti del reattivo Poloni.

Nella ripresa sempre regna l'equilibrio: Bagnolo pericoloso con il tiro da fuori di Barbati e l'azione di Degli Agosti, che entra bene in area, ma calcia alto.
L'Ombriano si affida a una pregevole azione sull'asse Cirak - Jacopo Bertoli per ispirare Michele Ferrari, il cui tiro è fermato dalla parata col piedone di Paolo Bastianoni.

Al 65' l'epsidio decisivo: grande azione in velocità di Dipilato, che mette al centro un traversone deviato nella propria porta dalla difesa gialloblù.

A seguire il Bagnolo cerca il pari, ma senza successo per merito dell'ottima difesa ombrianese.

Casaletto Ceredano 2 - 1 Palazzo Pignano

Rusconi (P), Merico rig. (C), Merico (C)

Colpo gobbo del Casaletto Ceredano: la matricola granata vince in rimonta sul rinforzato Palazzo Pignano, reo di non aver affondato il colpo in avvio di gara. Errore capitale contro una squadra capace di restare incollata al match come quella granata.

La partenza aveva infatti sorriso agli ospiti: forse per la tensione alla prima nella categoria superiore, il Casaletto Ceredano è contratto e compassato.
Ben più attivo il Palazzo Pignano, che si porta presto in vantaggio: Rusconi si conferma l'uomo più pericoloso dei biancoblu in questo avvio di stagione con un'accelerazione in fascia e con il diagonale vincente per lo 0-1.
Il Casaletto sbanda, il Palazzo sprinta, ma non trova il raddoppio, sprecando grandissime occasioni: Irgoli per due volte, Nardò e Rusconi non capitalizzano ghiotte chances. E la punizione è dietro l'angolo.

I ragazzi di mister Manuel Rossi carburano però come un diesel e rientrano in partita al 30': Merico si procura e trasforma il penalty dell'1-1 con cui si rientra negli spogliatoi.

Nella ripresa i granata si riorganizzano, i biancoblu non graffiano e il match viaggia sui binari dell'equilibrio: nessuna squadra sembra prendere il sopravvento, ma al 75' è ancora Merico a trovare il gol. Sul cross al bacio di Tonani, Merico prende il tempo al difensore e lo anticipa con l'esterno sinistro, trovando l'incrocio dei pali. Ennesimo tagliando sul certificato di "Bomber per tutte le categorie".

Nel finale il Palazzo Pignano reagisce a testa bassa, ma genera solamente occasioni in mischia. Ultimo sussulto allo scadere, ma la punizione di capitan Lucini Paioni si infrange sulla traversa.

Monte Cremasco 2 - 2 C.S.O. Offanengo

Piloni (CSO), Maioli (M), (CSO), Maioli (M)

Partita molto combattuta tra Monte Cremasco e CSO Offanengo: i biancoblu di mister Tomella vanno per due volte in vantaggio con Piloni e per due volte sono rimontati dai muccesi del difensore bomber Maioli.

Il primo gol del CSO Offanengo è opera dell'ex Scannabuese Piloni: la sua punizione deviata dalla barriera diventa imparabile per Cremonesi, costretto a incassare lo 0-1.
La reazione del Monte Cremasco non tarda però ad arrivare: dopo un corner, le torri muccesi restano in area e sul cross di Abondio a svettare coi tempi giusti è Maioli, che firma l'1-1.

In avvio di secondo tempo il CSO Offanengo preme di nuovo sull'acceleratore: il penalty calciato da Coti Zelati è parato da campione da Cremonesi, ma il nuovo vantaggio biancoblu non tarda ad arrivare. Passa solo un minuto e il retropassaggio non perfetto di Maioli verso Cremonesi favorisce ancora Piloni, che insacca l'1-2.

Anche in questo caso, però, il Monte Cremasco non molla un centimetro ed è protagonista della reazione che porterà al pareggio: l'azione sulla destra tra Tabacchi e Abondio porta ancora al cross che vede ancora Maioli giganteggiare in area e insaccare il definitivo 2-2.

Montodinese 1 - 1 Oratorio Sabbioni

Carera (S), Pappone (M)

L'Oratorio Sabbioni ferma la Montodinese sull'1-1: il risultato è lo specchio del match in cui il primo tempo sorride agli ospiti e il secondo ai trasformati padroni di casa.

L'avvio di gara è equilibrato e lo stallo favorisce non poco i giallorossi di mister Fusar Imperatore, che fanno un figurone al cospetto di una Montodinese è impacciata e compassata. Il gol arriva grazie all'istinto del gol di Carera, che approfitta di uno svarione difensivo locale: su un lancio lungo, la palla schizza in aria a seguito di una respinta; Grandini esce, Marieniello e Mosconi non riescono a dare la copertura adeguata e Carera arriva al tiro. Si tratta di una conclusione sporca e di controbalzo, ma prende in controtempo il portiere locale Colombo per lo 0-1 con cui si rientra negli spogliatoi.

La ripresa è di marca spiccatamente montodinese: biancorossi all'attacco e in grado di costruire occasioni in sequenza. Ci provano Longhi, Cappellini e altri, ma il gol del pareggio arriva solo all'85'.

Lancio lungo per Longhi, che fa da sponda per Cappellini, fermato da un rimpallo: la sfera arriva sui piedi di Pappone, il cui tiro è ancora deviato. La parabola scavalca il portiere ospite ed entra in rete per l'1-1. 

Mozzanichese 1 - 1 Doverese

Rinaldi (D)

Doverese rimontata da una Mozzanichese che potrebbe creare grattacapi davvero a ogni squadra.

Partono meglio i ragazzi di mister Martuscelli, che collezionano buone occasioni da rete, su tutte quella di Ivan Frisoli, non trasformata in gol. Con il passare dei minuti la Mozzanichese si organizza e guadagna un penaly, ma l'esecuzione di capitan Rossoni si stampa sul palo.
I locali ci provano anche con Zanelli, fermato dall'uscita coi piedi di Devecchi, e con Uberti, ma la sua conclusione, dopo aver superato il portiere in uscita, è troppo lenta e viene spazzata dalla difesa.

Al 30' ecco quindi il gol della Doverese, che arriva al tiro da fuori con Rinaldi e trova lo 0-1.

Nella ripresa si registra un calo di concentrazione di entrambe le squadre, allungate, che concedono spazi: Giavazzi per due volte manca l'appuntamento con il raddoppio giallonero, che avrebbe chiuso il match; la Mozzanichese trova invece il pareggio con Zanelli, bravo ad arrivare sulla punizione messa al centro da Martinelli per insaccare l'1-1.

Il punteggio non cambierà più: annullato ai locali un gol per fuorigioco; occasionissima per Leone all'85', ma non capitalizzata; chance finale per il mozzanichese Belloni in contropiede.

San Paolo Soncino 1 - 3 Chieve

Gipponi (C), Bertolotti (C), Goisa rig. (S), Cannatà (C)

Che Chieve!
Grande prestazione dei chievesi sul campo di un San Paolo Soncino che comunque mostra cose discrete.

Gli ospiti provano a imporsi sin dai primi minuti e ci vuole una super parata di Giovanni Lanzi per impedire lo 0-1 dopo pochissimi istanti di gioco sulla conclusione di Bertolotti.
Il Soncino prova a imbastire una manovra efficace, ma senza successo: partita sontuosa di capitan Gipponi, che domina in mezzo al campo e trova addirittura il gol dello 0-1, con un colpo di testa a centro area sul corner pennellato da Bertolotti.

I biancorossi accusano il colpo e si espongono alle sortite offensive del Chieve: Bertolotti viene spesso incontro e gioca da centravanti dinamico, smistando spesso sulle fasce.
Il fiuto del gol e il talento sono però immutati: lo 0-2 porta la sua firma ed è una magnifica conclusione di controbalzo, defilato dalla sinistra, da circa 25 metri, con la palla telecomandata all'incrocio. Che gol del Berto!

Il Chieve sembra poter controllare il match a questo punto, ma il Soncino reagisce all'improvviso: prima si vede annullare l'1-2 (punizione di seconda calciata in rete, ma senza trovare alcuna deviazione), poi lo trova con Goisa, che trasforma il penalty concesso per l'atterramento in area di Remedio.

Il punteggio in bilico induce i chievesi nuovamente ad attaccare e prima dell'intervallo ecco l'1-3: Cannatà riceve il pallone da Guerini e calcia non potentissimo, ma estremamente angolato per il tris. L'occasione del poker è fermata invece da Giovanni Lanzi, che mura da campione il tentativo di Acquarelli.

Nella ripresa il San Paolo Soncino resta in inferiorità numerica, ma il Chieve (a dispetto delle numerosissime occasioni da rete) non arrotonda il punteggio. Biancorossi pericolosi con il Kito Lanzi, ma la gara termina 1-3: è già un Chieve da titolo?

 

Scannabuese 4 - 0 Ripaltese

Cappa (S), Viviani (S), Viviani (S), Piccolo (S)

È già super Scannabuese: che poker!
Netta affermazione dei biancoverdi, autori di due gol per tempo e che avrebbero potuto arrotondare ulteriormente il punteggio nonostante diverse assenze, ma per la nuova Ripaltese era prevedibile servissero delle gare di rodaggio.

L'1-0 locale arriva già al 15': Cappa si inserisce in area e appoggia in rete dei sinistro. Gli fa eco Viviani, che già prima dell'intervallo incorna a rete il 2-0 sugli sviluppi di una bellissima e corale azione di squadra.

Nella ripresa Cappa semina il panico tra la difesa avversaria, salta avversari in serie e appoggia al centro per Viviani, che deve solo evitare il portiere e insaccare il 3-0. Il poker è invece opera di Piccolo, che trasforma una punizione perfetta nel definitivo 4-0.

 

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

11-09-2016

2^

Giornata

Pieranica 0 - 1 Bagnolo

Grazioli rig. (B)

Successo importante del Bagnolo, che sbanca Pieranica grazie al rigore trasformato in avvio da Grazioli.
I gialloblù, dopo lo 0-1, continuano a spingere, ma non trovano il raddoppio: Alex Bastianoni e Degli Agosti mancano il gol.
Nella ripresa il Pieranica prova ad alzare ritmo e baricentro alla ricerca del pareggio, ma senza costruire grandi occasioni, eccezion fatta per palle inattive. Il Bagnolo si difende e bene e prova a pungere in ripartenza, ma il punteggio non cambierà più.

Ombriano Aurora 0 - 1 Casaletto Ceredano

Tonani (C)

Tonani risovle per il Casaletto una partita da zero-a-zero: a venti minuti dal termine, un tiro sporco di Merico viene respinto da Poloni, che però non può nulla sul tap-in di Tonani per lo 0-1.

Nel primo tempo si erano solamente registrate due occasioni: palo dell'Aurora con Jacopo Bertoli, chance granata con Alessandro Moretti, fermato dalla parata di Poloni.
Prima del gol-partita, Aurora vicina al gol in contropiede con Cirak, che si ferma sul più bello; nel finale Ombriano sbilanciato in avanti, Casaletto pericoloso in contropiede, ma finisce 0-1.

Chieve 2 - 0 Montodinese

Cannatà (C), Bertolotti (C)

Ancora grande Chieve: che partenza in campionato!
Il primo tempo nel big match di giornata è molto equilibrato: la Montodinese approccia meglio al match, ma sono i chievesi a rendersi più pericolosi.
Punizione a sorpresa battuta da Gipponi, Cannatà entra in area e calcia in diagonale, ma Colombo è attento. Chieve in vantaggio a metà frazione: Gipponi recupera palla a centrocampo e apre sulla destra per Cannatà, che approfitta di un buco, entra in area e spiazza Colombo per lo 0-1.
La reazione della Montodinese arriva con Cappellini, che si esibisce in una grande sforbiciata a centro area, ma il portiere ospite Ogliari è ben piazzato e salva la palla all'angolino.

In avvio di ripresa il Chieve trova subito lo 0-2.
E con avvio e subito intendiamo dopo soli sei secondi.
Calcio d'inizio battuto dietro dalla Montodinese, palla che arriva al centrale biancorosso Grandini, reo di dimenticarsi del pallone, favorendo l'arrivo di Bertolotti, che entra in area e vince un rimpallo con Colombo per poi insaccare lo 0-2.
Incredibile.

I biancorossi di mister Merisio alzano molto il baricentro, ma non costruiscono grandi occasioni. Diversamente, il Chieve è sempre pericoloso e sfiora il tris con Acquarelli (sempre ispirato da Gipponi), Guerini e Shahi.

Doverese 2 - 1 Agnadello

Bianchessi (D), Frisoli (D), Bolzoni rig. (A)

Primo tempo d'autore della Doverese, che si porta sul doppio vantaggio e riesce a conquistare la vittoria del derby giallonero.

La prima frazione è interamente di marca doverese: i locali fanno ballare gli ospiti e al 20' trovano il meritato gol dell'1-0 con Bianchessi, che si fa trovare solo sul cross dalla sinistra di Frisoli; Bianchessi apre il piattone e mette in rete in diagonale.
Black-out totale per l'Agnadello, che incassa anche il raddoppio: su una palla respinta, la difesa ospite tarda a impedire il tiro a Frisoli, che di prima intenzione si inventa un gol a dir poco superlativo a incrociare per il 2-0. I ragazzi di mister Martuscelli girano palla che è un piacere e portano il 2-0 negli spogliatoi.

Nella ripresa arriva però un'ottima reazione dell'Agnadello: la Doverese cala anche fisicamente e i ragazzi di mister Piacentini mettono in seria difficoltà i locali. L'inerzia del match è ora a favore degli ospiti: Essis mette il turbo sulla sinistra e il suo cross è fermato con un braccio, per il penalty trasformato da Bolzoni.
La Doverese è arroccata nella propria metà campo, ma l'Agnadello produce solo conclusioni non pericolose, per quanto numerose. Nel finale Mazzucchetti si conquista un penalty, ma lo calcia alto sopra la traversa.

Oratorio Sabbioni 0 - 1 Scannabuese

Peveralli (S)

La Scannabuese coglie un successo importantissimo al "Dossena", dove i Sabbioni meriterebbero assolutamente il pareggio.
Molto equilibrato il primo tempo, in cui sono i giallorossi ad avere la palla-gol più importante, ma Villa salva da campione in corner sul tiro di Agosti; i biancoverdi recriminano invano un penalty.

In avvio di ripresa meglio la Scannabuese, fermata dalle tempestive uscite di Piva Intrieri (tutt'altro che Molle). Il vantaggio ospite arriva comunque al 70': la difesa sabbionese libera da corner, ma l'immediato lancio lungo beffa la difesa giallorossa; palla a Lupi Timini per la conclusione; Piva Intrieri para, ma la palla resta lì e Peveralli insacca lo 0-1 sulla linea.

Nel finale i Sabbioni si prodigano in un grandissimo forcing: Cotelli scarta tutti, ma non trova la porta; Barca prima sfiora l'eurogol con un pallonetto d'alta scuola (si sprecano paragoni con Bierhoff), mentre poi centra il palo con un colpo di testa; Mazzola chiama ancora Villa a un miracolo, ma finisce 0-1 per la Scannabuese.

Palazzo Pignano 2 - 1 Monte Cremasco

Irgoli (P), Borletti (M), Malusardi (P)

Partita molto combattuta a Palazzo Pignano, dove i padroni di casa centrano un successo prezioso.
Il punteggio si sblocca già al 13': Rusconi in percussione arriva sul fondo e crossa a centro area, dove Irgoli trova il tempo giusto per il colpo di testa vincente.
Il Palazzo prova a raddoppiare, ma senza successo e al 42' ecco il pareggio del Monte Cremasco: Borletti calcia verso la porta una punizione dal limite, trovando un pertugio nella barriera e insaccando l'1-1.

In avvio di ripresa persiste la parità, ma al 67' ecco il 2-1 di capitan Malusardi: cambio di gioco di Zuccotti verso Rusconti, che arriva ancora al crosso. A centro area, Malusardi controlla, dribbla una avversario e insacca il gol-partita.

Ripaltese 2 - 3 Mozzanichese

Cavallanti (R), Cavallanti (R)

Ripaltese fermata sul più bello: Cavallanti è super, ma non basta.
I rossoverdi si portano in vantaggio con la punizione del proprio giovane talento, ma sono riacciuffati sul pareggio mozzanichese di Assanelli, che risolve in rete una situazione concitata in area (mischia furibonda, con parata e traversa).

A metà ripresa Martinelli approfitta di un'incertezza locale sull'avvio dell'azione per anticipare difensore e portiere e insaccare l'1-2, ma la Ripaltese trova il pareggio: grande palla dentro di Bettinelli per Cavallanti, che beffa il portiere in uscita con un pregevole pallonetto, che vale il 2-2.
Il match sembra incanalato verso il pareggio, ma all'85' ecco il gollonzo di Chiapparini: poco dopo centrocampo, il suo cross lungo si trasforma in realtà nel gol-partita, visto che il portiere locale è un po' fuori dai pali e la traiettoria entra incredibilmente in rete per il definitivo 2-3.

C.S.O. Offanengo 0 - 3 San Paolo Soncino

Carlo Scaravaggi (S), Carlo Scaravaggi (S), Carlo Scaravaggi (S)

Cinismo biancorosso e rimpianti biancoblù: lo 0-3 del San Paolo Soncino porta due firme indelebili.
Quelle di Carlo Scaravaggi, autore di una tripletta da 100% di realizzazione, e di Giovanni Lanzi, che si dimostra portiere di categoria superiore.

Il canovaccio della partita vede i ragazzi di mister Tomella giocare molto bene, ma sono i soncinesi a passare in vantaggio con un grande gol di Scaravaggi: pennellata a giro sull'assist di Dario Mazzoleni. Che gol!
Il CSO impreca contro la sfortuna e contro il numero uno ospite, che devia sul palo una gran punizione di Bono e ferma Piloni lanciato a rete.
Anche nella ripersa i biancoblù costruiscono molte occasioni, centrando anche una traversa con Langone, ma è il San Paolo Soncino a trovare altri due gol, sempre con Carlo Scaravaggi: lo 0-2 arriva al termine di una grande ripartenza di squadra, lo 0-3 con il colpo di testa sull'assist di Marco Kito Lanzi.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

18-09-2016

3^

Giornata

San Paolo Soncino 0 - 0 Palazzo Pignano

Salomonico pareggio tra due squadre che nel compresso giovano dal punto in classifica. Match molto equilibrato tra il San Paolo Soncino e il Palazzo del grande ex Rusconi. La gara, spezzettata e con poche occasioni da rete, si porta lentamente verso il triplice fischio del direttore di gara.
Le chances più importanti arrivano da palle inattive, calci di punizione e corner, ma il punteggio non cambierà: finisce 0-0.

Agnadello 1 - 3 Ripaltese

Corrado (R), Freschi Matteo (R), Codegoni (A), Roberto Valdameri (R) 

Grande Ripaltese, con mister Santo Piacentini che vince il derby in famiglia sul figlio Lorenzo, tecnico dell'Agnadello.

I rossoverdi si fanno preferire per intensità e fraseggio sin dalle prime battute: le migliori impressioni sono confermate dal vantaggio a cura di Corrado, che calcia dal limite dopo una respinta della difesa giallonera e insacca lo 0-1. Il match resta molto equilibrato, ma nel finale la Ripaltese trova il pesantissimo 0-2 proprio allo scadere: gol superlativo di Matteo Freschi, che in rovesciata firma lo 0-2 da incorniciare.

In avvio di ripresa mister Piacentini, Lorenzo, si gioca tre cambi e l'Agnadello cambia faccia, spingendo alla ricerca del pareggio: i gialloneri spingono e vedono i propri sforzi premiati all'85' con il gran gol di Codegoni per l'1-2 che riaccende le speranze agnadellesi.
I gialloneri attaccano a testa bassa e si procurano il penalty del possibile pareggio: dagli undici metri, però, Spoldi ipnotizza Bolzoni e salva il risultato con una parata da campione!
L'Agnadello al 93' è pronto per l'ultimo assedio, con anche il portiere in area ospite: la difesa della Ripaltese però libera e Roberto Valdameri può involarsi a rete per insaccare l'1-3 in ripartenza.

Bagnolo 1 - 1 Doverese

Bianchessi (D), Morando rig. (B)

Partita contratta sul campo del Bagnolo, dove le squadre si dividono la posta in palio.
Poche emozioni nel primo tempo e anche nella ripresa, quando si gioca a ritmi più alti.

L'infortunio di Alex Bastianoni al termine del primo tempo rappresenta la condizione naturale per l'esordio del nuovo arrivato Morando, arrivato in gialloblù insieme al gruppo storico di San Benedetto e subentrato a inzio ripresa.
Nel secondo tempo si gioca a ritmi più alti e con più agonismo, ma si registrano poche occasioni da rete. La Doverese passa in vantaggio a metà ripresa: Cicchillitti lavora un buon pallone da dentro l'area, da posizione defilata, e serve al centro per l'accorrente Bianchessi, bravo a concludere in corsa al volo per lo 0-1.
Lo svantaggio scuote ulteriormente i bagnolesi: il subentrato Gasparri si conquista il penalty, della cui esecuzione si incarica proprio Morando, che non sbaglia. Nel finale il Bagnolo prova a completare la rimonta, ma Gasparri e Degli Agosti non trovano il gol-partita.

Casaletto Ceredano 4 - 2 Pieranica

Patroni rig. (P), Manuel Pascuzzi (C), Tonani (C), Paderno (P), Manuel Pascuzzi (C), Tonani (C)

Partita incredibile a Casaletto Ceredano: match rocambolesco e ricco di gol ed emozioni, conquistato dai granata di mister Manuel Rossi, ancora belli e vincenti.

Pronti via e dopo 5 minuti il Pieranica si procura un penalty netto: dal dischetto si presenta il numero 10 biancoverde Patroni, che non sbaglia.
Veemente, immediata ed efficace la reazione del Casaletto Ceredano: il pareggio porta la firma di Manuel Pascuzzi, che in azione solitaria entra in area e calcia di precisione, tra le gambe di un difensore e pescando l'angolino per l'1-1.
La partita è vibrante e apertissima: il Casaletto Ceredano allunga sul 2-1 con una ripartenza da manuale (cinque passaggi di prima e deviazione in rete di Tonani), ma il Pieranica trova il 2-2 direttamente dall'azione di calcio d'inizio, con il lancio lungo spizzato viene trasformato in rete dalla rovesciata capolavoro di Paderno. Un gol fenomenale, da strapparsi i capelli! Mamma mia!

Il primo tempo si chiude sul 2-2, ma si intuisce che non sarà il risultato finale: il Casaletto Ceredano allunga sul 3-2 al 55'. Lancio dalla trequarti di Fabio Vanelli, spizzata di Luca Guerini e inserimento vincente di Manuel Pascuzzi per il tris.
Il Pieranica spinge alla ricerca del pari, ma i granata sono letali in ripartenza: dopo due contropiedi sprecati, i granata insaccano il 4-2 in transizione. Lancio di Luca Guerini, stavolta spizzata di Alessandro Moretti, con con Tonani che cala il poker.

Monte Cremasco 2 - 2 Ombriano Aurora

Fusari (M), Ferrari (O) , Fusari rig. (C), Ferrari (O)

Fattore F a Monte Cremasco, dove va in scena il botta e risposta tra Fusari e Ferrari, autori delle doppiette per i muccesi e gli ombrianesi.

I padroni di casa passano in vantaggio al 27': sul tiro di Annichiarico, il portiere rossoverde Poloni respinge, ma non può nulla sul tap-in di Fusari per l'1-0. Significativa reazionde dell'Ombriano: Jacopo Bertoli, dopo una grande azione, anziché calciare serve Cirak, che non riesce a controllare; lo stesso Cirak conclude poi un'altra azione, fermato dal portiere locale Cremonesi, che si esalta anche sulla respinta a botta sicura di Roby Bertoli.

In avvio di ripresa ecco l'immediato pareggio dell'Aurora: Jacopo Bertoli salta un uomo linea di fondo e serve un ottimo assist rasoterra sul secondo palo, dove arriva Ferrari per la deviazione vincente dell'1-1.
Nemmeno il tempo di esultare, però, che il Monte Cremasco si riporta avanti: rigore generoso assegnato ai locali, con Fusari che però non si fa pregare e insacca il 2-1 al 50'.
Passano quindici minuti ed ecco che il direttore di gara opta per la compensazione, assegnando un altro rigore generoso, stavolta agli ospiti: dal dischetto si presenta Jacopo Bertoli, che però si fa ipnotizzare da Cremonesi, che para il penalty da campione.
Il forcing dell'Aurora non si allenta, alla ricerca del pareggio, che arriva al 75': altra grande percussione di Jacopo Bertoli per vie centrali, che serve Ferrari, bravo a insaccare il definitivo 2-2 d'esterno destro.

Mozzanichese 0 - 2 Oratorio Sabbioni

Cotelli (S), Cicognani (S)

Partita equilibrata sul campo della Mozzanichese, uno dei migliori della categoria: i Sabbioni si riscoprono però incredibilmente cinici e strappano un successo pesantissimo.

Il match non riserva grandissime emozioni, per merito dell'ottima organizzazione delle due squadre in campo: per spezzare l'equilibrio ci vuole una palla inattiva. Cicognani calcia una punizione verso la porta, ma la traiettoria non è esattamente pericolosa: a rendere il pallone velenoso è la deviazione della barriera, che favorisce il tentativo di conclusione di Arpini; la palla schizza in alto e Cotelli è il più lesto di tutti a insaccare in rete lo 0-1 giallorosso. Il match si trascina così sino all'intervallo.

Il avvio di ripresa la Mozzanichese prova a fare qualcosa in più, ma viene trafitta da un contropiede da manuale: i Sabbioni ribaltano l'azione in 30 secondi con una grande azione, a partire da Piva Intrieri, per poi servire Usberghi, a sua volta impeccabile nell'assist per lo 0-2 di Cicognani.
Nel finale la Mozzanichese ci prova più intensamente, con agonismo, ma pochissime idee: arrivano mille conclusioni, ma tutte dalla distanza e nessuna di queste davvero significativa. I Sabbioni portano così a casa tre punti d'oro.

C.S.O. Offanengo 1 - 1 Chieve

Rudy Coti Zelati (O), Cannatà (C)

Ancora una volta ottima prestazione del CSO Offanengo, che passa subito in vantaggio sul Chieve, ma subisce il pareggio ospite nel finale.

Il Chieve mantiene spesso il pallino del gioco, ma arriva poche volte a conclusioni pericolose: il canovaccio del match si materializza tutto dopo soli due minuti, con Langone che ruba palla e innesca la ripartenza vincente, condotta da Bono e finalizzata da Rudy Coti Zelati con l'1-0.
Il CSO Offanengo sfiora il bis con un'azione fotocopia, fermata dalla parata di Ogliari, ma anche con una velenosa punizione di Rancati e un'altra chance per Rudy Coti Zelati. Le occasioni del Chieve portano la firma di Gipponi, che non riesce a ribadire a rete la respinta del portiere locale Sangiovanni sulla punizione velenosa dello specialista Bertolotti. 
Ancora Gipponi sfiora il gol, ma Sangiovanni è reattivo.

Nella ripresa il Chieve è più intraprendente, alza il baricentro alla ricerca del pareggio (Cannatà, servito da Shahi, non trova il guizzo), ma rischia ancora in ripartenza. Romano prima colpisce il palo in transizione, poi manca di un soffio lo specchio; quindi ancora una ghiotta occasione locale, non capitalizzata da Rudy Coti Zelati.
Cotanto spreco, come col Soncino, non resterà però impunito: da una discesa chievese sulla destra con Guerini nasce il traversone che pesca Cannatà sul secondo palo per la conclusione vincente del definitivo 1-1.
Nel finale il Chieve rischia addirittura di ribaltare il match: punizione di Bertolotti dai 25 metri, terminata di pochi millimetri ssopra la traversa. Ultima chance anche per il CSO Offanengo, salvata da Guerini sulla linea.

Scannabuese 2 - 2 Montodinese

Cappellini (M), Cappellini (M), Cappa (S), Piccolo (S)

Si rinnova una sfida dalla grande tradizione e lo spettacolo non tradisce le attese: bel 2-2 tra Scanna e Montodinese.

I biancorossi partono a razzo, complice la vena realizzativa di Cappellini, che buca per due volte la difesa locale nell'arco di 20 minuti: prima ci crede su un pallone apparentemente troppo lungo, approfitta dell'incertezza di Vanazzi (che tergiversa in uscita) e anticipa il portiere locale con la punta per lo 0-1.
Passano pochi minuti e Cappellini firma il raddoppio, sempre con un lancio in profondità: stavolta sono grandi i meriti dell'attaccante, che controlla il pallone, mette a sedere il portiere e insacca lo 0-2.

Sotto di due reti, la Scannabuese inizia a macinare gioco: Cappa prima colpisce la traversa con un colpo di testa, poi al 30' firma l'1-2 sul grande assist di Viviani, sfuggito a un difensore ospite con una magia di suola.
L'inerzia della partita è rovesciata e la Scannabuese affonda in ripartenza: Viviani non riesce a controllare verso la porta, ma resta in area, si gira, alza la testa e serve l'accorrente Piccolo, che scarica al volo in rete un grandissimo gol per il 2-2 al 40'. Che botta!

In avvio di ripresa la Scannabuese parte meglio con Cappa, che sfiora il tris, ma il match resta gradevole. Nel finale, le squadre sono stanche e per gli ultimi dieci minuti si accontentano del pareggio.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

25-09-2016

4^

Giornata

Montodinese 0 - 0 Mozzanichese

Partita equilibrata: lo 0-0 rispecchia l'andamento del match e le qualità di entrambi i numeri uno in campo, davvero super in questa giornata.

Il portiere della Mozzanichese, Premoli, ipnotizza Nigrotti dal dischetto e para un penalty comunque bene calciato. Altrettanto bravo e attento il biancorosso Colombo in più circostanze.
Nella ripresa la Mozzanichese allenta la pressione e la Montodinese si rende pericolosissima con Nigrotti, ma le sue ottime conclusioni sono ancora vanificate dalle parate di Premoli.

Chieve 2 - 3 Scannabuese

Garbelli (S), Bertolotti (C), Ciliberti (C), Cappa (S), Orofino (S)

Partita da urlo a Chieve tra due delle squadre che potranno ambire legittimamente alla Prima Categoria: a esultare è però solo la Scannabuese, che vince un match dalle mille emozioni e vola in testa alla classifica.

Il primo tempo vede approcciare meglio al match i biancoverdi, più tonici e reattivi, soprattutto sulle seconde palle. Dopo 20 minuti arriva il gol: punizione di Piccolo calciata da posizione molto defilata dalla sinistra, palla rasoterra sul primo palo, dove irrompe Garbelli per la deviazione vincente dello 0-1.

Il vantaggio fa però emergere la voglia e le qualità del Chieve, che prende le redini del gioco e, dopo un gol giustamente annullato agli ospiti per off-side di Cappa, ribalta il match nel finale di tempo, con due reti in cinque minuti.
Bertolotti si inventa un gol da fenomeno vero, scaraventando all'incrocio un pallone rasoterra dai 30 metri. Super Berto fa 280 gol in carriera!
Il 2-1 lo firma invece Ciliberti, la cui conclusione è deviata da un difensore ospite: traiettoria completamente modificata, con la palla che si impenna e scavalca Villa per l'1-2.

In avvio di ripresa, dopo un'occasione non capitalizzata da Cannatà, si infiammano le veementi proteste del Chieve: Shahi è vistosamente strattonato al momento della conclusione in area, ma il direttore di gara non concede la sanzione (rigore ed espulsione).

Accade così che l'unico pallone sbagliato da Bertolotti porti al pareggio biancoverde: il retropassaggio del bomber verso Zoli è tesissimo e a mezza altezza, favorendo così il subentrato Orofino.
Il classe '96 calcia a giro, ma stampa il palo; Piccolo si avventa sulla ribattuta, ma Milani salva, prima che la palla arrivi a Cappa per il 2-2.

Si levano ancor più forti le proteste del Chieve, perché Cappa pare davvero in posizione di off-side: Zoli ne fa le spese, espulso per protese.

Il Chieve è in 10 e vede infortunarsi Ciliberti, che stringe i denti e poi deve lasciare il campo e i compagni in 9, perché mister Gagliardo non ha più cambi a disposizione (quanto è costato il cambio obbligato all'intervallo, per sostituire il febbricitante portiere Ogliari, uscito per Milani).

Il finale vede l'assedio della Scannabuese in 11 vs 9: a risolvere il match ci pensa Orofino, che in girata insacca il definitivo 2-3. Che partita!

Doverese 2 - 2 Casaletto Ceredano

Vigorelli (D), Tonani (C), Mazzucchetti (D), Tonani (C)

Bella partita a Dovera, tra due squadre propositive e vivaci, mai dome sino all'ultimo minuto.

La partenza migliore è del Casaletto, che centra subito una traversa con Tonani, ma a passare in vantaggio è la Doverese: filtrante di Robesti per Vigorelli, che solo davanti al portiere insacca l'1-0. I granata tengono il pallino del gioco, ma concludono poco e rischiano grosso sullo schema da punizione, che porta al tiro di Bettini, liberissimo, ma fuori dallo specchio.

Il secondo tempo viaggia sulla falsa riga del primo: Mazzucchetti fallisce il raddoppio in contropiede, ma gli sforzi del Casaletto sono premiati al 75' dal guizzo in mischia di Tonani per l'1-1.
I ragazzi di mister Manuel Rossi continuano a mantenere un atteggiamento offensivo in campo: prima sfiorano il gol con Barbaro, fermato solo da una super parata, poi incassano il 2-1. Grande percussione di Leone, che buca il campo centralmente, poi si defila per il cross a beneficio di Mazzucchetti, che insacca il 2-1 all'89'.

Sembra il gol-partita, ma non sarà così: dopo solo un minuto la difesa locale liscia un lancio lungo e permette a Tonani di involarsi verso la porta per firmare il definitivo 2-2.

Ombriano Aurora 3 - 3 San Paolo Soncino

Remedio (S), Stefano Ferrari (S), Michele Ferrari rig. (A), Cirak (A), Jacopo Bertoli (A), Goisa (S)

Partita scoppiettante a Ombriano: match vibrate tra Aurora e Soncino che si chiude 3-3.

I primi venti minuti sono segnati da un vero domino del Soncino, bravo a capitalizzare il volume di gioco con due gol fotocopia: al 10' lancio lungo, sponda di Lanzi, botta terrificante dell'accorrente Remedio, che mette all'incrocio lo 0-1.
Al 20' lancio lungo, sponda dalla destra di Micheletti e conclusione di Stefano Ferrari: nell'occasione Poloni è forse un passo fuori dai pali, ma la palla, pur centrale, si insacca appena sotto la traversa.

I due gol hanno l'effetto di addormentare il Soncino e svegliare l'Aurora, che addirittura pareggia prima dell'intervallo.
Dopo una paratona di Giovanni Lanzi su Cirak, Michele Ferrari trasforma il penalty del 2-1 (concesso per un fallo di mano in area).
Prima dell'intervallo Cirak firma il 2-2 con una conclusione da fuori: non irreprensibile nell'occasione Giovanni Lanzi, cui il pallone sfugge di mano.

Nella ripersa l'equilibrio sembra regnare sovrano, ma a rompere l'impasse è Jacopo Bertoli, che pennella una punizione a scavalcare la barriera per il 3-2.

Clamoroso quel che accade nel finale: il Soncino resta prima in dieci, per l'espulsione Stefano Ferrari, e poi in nove, per l'infortunio occorso a Zenunaj a cambi esauriti, ma i biancorossi trovano il 3-3 con l'incornata di testa di Goisa, sugli sviluppi di una punizione vicino alla bandierina del calcio d'angolo.

Nel finale Aurora sbilanciata in avanti, ma Soncino vicinissimo a un clamoroso successo con Kito Lanzi, che però non trova la porta.

Oratorio Sabbioni 4 - 0 Agnadello

Cicognani (S), Carera (S), Cotelli (S), Cicognani (S)

Poker da grande squadra per i Sabbioni, che stendono 4-0 un Agnadello in difficoltà, già reduce dal ko 1-3 con la Ripaltese.

Partenza a razzo dell'Oratorio Sabbioni: dopo tre minuti ecco la traversa di Carera, preludio del gol al 7': azione impostata da manuale, con il cross di Usberghi che serve Cicognani a centro area per il meritato 1-0.
Dal 20' all'intervallo, però, i giallorossi restano un po' adagiati sul risultato: pur senza concedere palle-gol all'Agnadello, sono i gialloneri a farsi preferire e recriminare a gran voce per un penalty non concesso.

In avvio di ripresa, però, i Sabbioni tornano quelli gagliardi dell'avvio di gara e chiudono i conti: dopo pochi minuti dalla ripresa del gioco ecco il 2-0 firmato da Carera con un pallonetto d'alta scuola (colpo del bagaglio tecnico dell'attaccante - provato e riprovato in allenamento); portiere beffato in uscita con una traiettoria alta e vincente.

Sul 2-0, piove sul bagnato per l'Agnadello, che perde tre giocatori per infortunio: prima Besozzi rimedia un colpo appena sotto al ginocchio (rischio frattura, attualmente al Pronto Soccorso in attesa della radiografia), poi Andrea Facchinetti è costretto al trasporto in Ambulanza verso l'Ospedale: si teme una distorsione al ginocchio.

Alla ripresa del gioco assist illuminante di Kakà Agosti, che d'esterno mette Cotelli davanti al portiere giallonero per il 3-0.

A cambi esauriti ecco l'infortunio per Codegoni, che costringe l'Agnadello a giocare in dieci per gli ultimi dieci minuti: allo scadere Cicognani pennella all'incrocio la punizione del definitivo 4-0.

Palazzo Pignano 0 - 2 C.S.O. Offanengo

Rudy Coti Zelati (O), Stringhi (O)

Il CSO Offanengo sbanca Palazzo Pignano con un gol per tempo e trova una vittoria preziosa per morale e classifica.

I ragazzi di mister Tomella impiegano soli 40 secondi per trovare il gol: dopo il calcio d'inizio battuto dai locali, azione fulminante del CSO, che ribalta il fronte d'attacco con un contropiede da manuale e Rudy Coti Zelati conclude in gol, scavalcando il portiere per lo 0-1. Il Palazzo tiene il possesso palla, ma costruisce poco; il CSO punge in ripartenza e potrebbe raddoppiare con Romano, ma la palla non entra.

Nella ripresa occasionissima per Rusconi, ben parata da Tartaglia, ma il canovaccio è lo stesso: locali con il pallino del gioco, ma incapaci di affondare il colpo. 
All'80' ecco quindi il raddoppio del CSO: Tolasi serve un pallone d'oro al rientrante Stringhi, subentrato a partita in corso e all'esordio stagionale. L'attaccante insacca il definitivo 0-2 e castiga il proprio mentore Ivo Sacchi (che lo volle fortemente al CSO tre anni fa), stavolta seduto sulla panchina opposta.

Pieranica 1 - 0 Monte Cremasco

Patroni (P)

I biancoverdi tornano al successo dopo due sconfitte consecutive e ritrovano i tre punti, più grazie a una prova di carattere, che non di bel gioco.

Grinta e agonismo animano il match nel primo tempo: dopo l'immediato infortunio di Marco Lombardo per il Monte, le conclusioni più pericolose prima dell'intervallo sono proprio dei muccesi, con Borletti ma la palla termina alta sopra la traversa; risposta pieranichese affidata a Patroni, che si gira bene, ma conclude a lato.

Nella ripresa il Monte perde anche Casorati per infortunio e a centrocampo si fa leggermente preferire il Pieranica, nonostante regni l'equilibrio, ma solo fino al 60': a rompere gli indugi ci pensa Patroni, che calcia in diagonale; Cremonesi è un po' sorpreso dal tiro deviato; dopo aver sfiorato il pallone, lo insegue e prova a intervenire, ma la sfera ha già superato interamente la linea per l'1-0.
Nel finale è vano il forcing del Monte Cremasco e il match vede i tre punti andare al Pieranica.

Ripaltese 1 - 5 Bagnolo

Bergamaschini (B), Roccatagliata rig. (R), Pizzetti (B), Fusaro (B), Grazioli (B), Gasparri (B)

Grande Bagnolo sul campo della Ripaltese: dopo un primo tempo equilibrato, i gialloblù spaccano il match in due con tre reti in avvio di ripresa.

La prima frazione vede l'immediato vantaggio dei gialloblù con Bergamaschini: gol piuttosto fortunoso, dato che pare più un tentativo di cross, ma la traiettoria si infila all'incrocio e batte il portiere per lo 0-1. Il Bagnolo prova a legittimare il vantaggio con un'occasione importante, ma Degli Agosti non trova il gol e la Ripaltese pareggia i conti: allo scadere del primo tempo, Roccatagliata trasforma il penalty dell'1-1.

L'inizio di secondo tempo scava un solco tra le due squadre: il Bagnolo va a segno per tre volte, nell'ordine con Pizzetti (in spaccata), Fusaro (conclusione dal limite, sporcata da una deviazione) e Grazioli (che si libera in area e insacca l'1-4).
Moto d'orgoglio rossoverde con Giavaldi, ma Paolo Bastianoni fa buona guardia e il Bagnolo cala la manita nel finale: Degli Agosti innesca Guerini, bravo nel servire l'assist del definitivo 1-5 a Gasparri.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

02-10-2016

5^

Giornata

Agnadello 0 - 1 Montodinese

Brazzoli (M)

Prima vittoria della Montodinese, che trova il primo successo: tre punti brutti, ma buoni per la classifica biancorossa, mentre quella giallonera resta ancora nefasta.

Gli ospiti hanno il merito di approfittare di uno dei pochi veri sussulti del match, approfittando di un errore locale: Marco Facchinetti sbaglia un retropassaggio verso Marelli, servendogli una palla troppo lenta, intercettata da Nigrotti, bravo a lanciare per Brazzoli, che si inserirsi centralmente al limite dell'area, scavalcare il portiere Stefano Facchinetti in uscita con un tocco morbido e raccoglie il pallone più avanti per depositare in rete il gol-partita.

Poco altro da segnalare del match: pallino del gioco nelle mani dei biancorossi, che pure non brillano per incisività, collezionando solo un'altra occasione nella ripresa con Pappone; qualche rischio di troppo per la Montodinese, ma si tratta per lo più di occasioni potenziali, poche volte di pericoli reali a cura dell'Agnadello.

Bagnolo 1 - 1 Oratorio Sabbioni

Grazioli (B), Mandelli (S)

Pareggio in rimonta per l'Oratorio Sabbioni, ma nel match con il Bagnolo ne succedono di tutti i colori.

Dal fischio d'inizio sino all'intervallo è sono i padroni di casa a farsi preferire sul piano della manovra: Bagnolo ben messo in campo e insidioso con le conclusioni di Fusaro, Degli Agosti e Morando, tutte senza successo; un po' di errori per i Sabbioni, però pericolosi con Carera in ripartenza.

Nella ripresa gli ingressi di Cadregari e Barca portano nuova linfa alla manovra sabbionese, finalmente apprezzabile, ma proprio nel miglior momento degli ospiti, dopo l'occasione fallita da Barca, arriva il gol del Bagnolo: grande assist di Degli Agosti per Grazioli, che sigla l'1-0. Passano soli pochi minuti e i Sabbioni riacciuffano il pareggio: sempre decisivo Cicognani, che con una punizione tagliata dalla sinistra pesca Mandelli, sorprendente nello trovare la deviazione a mo' di scorpione, impattando il pallone con i tacchetti, per l'incredibile l'1-1.

I padroni di casa si riversano nuovamente in avanti e si guadagnano un penalty, ma Grazioli fallisce l'esecuzione: San Bonara, alla prima stagionale, conferma la fama di pararigori e salva il risultato col piedone.
Nel finale occasionissime da entrambe le parti, ma sia Gasparri, sia Barca (che cerca il tacco), sprecano e il risultato non cambierà più. 

Casaletto Ceredano 3 - 2 Ripaltese

Cavallanti (R), Nichetti (C), Braguti (C), Guerini (C), Cavallanti (R)

Il derby si tinge di granata e il Casaletto continua a volare: animi bollenti, tifosi scoppiettanti e scintille dal primo all'ultimo minuto, con ogni Casaletto-Ripaltese che si rispetti.

Partenza a ritmi elevatissimi, in cui qualche cartellino in più della direttrice di gara non avrebbe guastato. Nella concitazione dei primi minuti, il Casaletto regala letteralmente il vantaggio agli ospiti: una rimessa laterale battuta frettolosamente dai locali (pronti a salire e freddati in uscita) innesca il traversone per Cavallanti, che a centro area è liberissimo per l'incredibile 0-1. Il Casaletto accusa il colpo e fatica ad alzare subito i ritmi. I granata di mister Rossi carburano nella seconda metà della frazione e trovano il gol grazie al penalty conquistato da Stefano Moretti, che aveva messo il turbo, entrando in area dal lato corto dell'area, e trasformato da Agostino Nichetti per l'1-1.

Non passa un minuto dall'inizio della ripresa, che i blaugrana di casa raddoppiano: su un lancio lungo, Braguti salta di testa contrastato da un difensore. Dall'impatto rimpallato, la traiettoria a palombella diventa imprendibile, bacia la parte inferiore della traversa e attraversa la riga per il fortunoso 2-1.
Il gol subito fa spegnere la luce della Ripaltese e fa volare il Casaletto: corner pennellato da Barbaro e incornata da vero ariete di Luca Guerini, oggi nelle vesti di centravanti, e abile a firmare il 3-1.
Nel finale da segnalare l'espulsione di Porchera tra le fila degli ospiti, per somma di ammonizioni, e il fantastico gol di Cavallanti: punizione magistrale la sua, che vale la soddisfazione della doppietta personale, ma è vana ai fini della classifica rossoverde.

 

Monte Cremasco 1 - 3 Doverese

Mazzucchetti (D), Mazzucchetti (D), Robesti (D), Rossi (M)

Inizia a carburare la Doverese, che ancora una volta offre un match ricco di gol ed emozioni: ne fa le spese il Monte, ko 1-3.

La partita equilibrata fino al 25', quando Mazzucchetti incorna a rete sugli sviluppi di un corner. Colta impreparata, nell'occasione, la retroguardia muccese, anche per via del cambio obbligato per l'infortunio occorso a Mario Severgnini, con la sostituzione che fa perdere una marcatura di troppo.
La difesa locale non è impeccabile anche in occasione del raddoppio giallonero: un controllo difettoso su un retropassaggio permette a Mazzucchetti di involarsi a rete e firmare lo 0-2 con cui si rientra negli spogliatoi.

Il Monte Cremasco esce dagli spogliatoi con buona determinazione e attacca con incisività, colpendo una traversa con Gregorio Tabacchi, ma la Doverese è cinica e Robesti trasforma la punizione dello 0-3.
I padroni di casa trovano il gol all'85' con Rossi, protagonista di una bella azione dalla destra, innescato da Pozzoli. I muccesi attaccano ancora e all'89' serve una grande uscita di Devecchi per impedire ai locali di riaprire definitivamente il match.

Mozzanichese 0 - 1 Scannabuese

Peveralli (S)

Vittoria da grande squadra per la Scannabuese, che continua a volare: imbattuta e in testa alla classifica.

Il successo sulla Mozzanichese arriva ancora una volta grazie al difensore goleador Peveralli: un vero attaccante quando si sgancia sui calci piazzati e al 15' del primo tempo trova un'incornata poderosa, su cui il portiere locale non può davvero nulla.
Nella ampie praterie del campo della Bassa, i ritmi di gioco non decollano e non si registrano grandi occasioni da rete: prima dell'intervallo si segnalano solo palle-gol potenziali.

In avvio di ripresa, dopo cinque minuti, la Scannabuese si vede annullare il gol di Cappa per fuorigioco: botta dai trenta metri di Aiolfi, traversa, ribattuta a rete dell'attaccante, forse partito oltre la linea dei difensori locali. Dal 60' i biancoverdi cercano con più insistenza il raddoppio, ma mancano sempre nell'ultimo passaggio. Ultimi minuti con il baricentro più basso per la Scannabuese, che però rischia pochissimo e porta a casa altri tre punti preziosi.

C.S.O. Offanengo 2 - 1 Ombriano Aurora

Piloni (CSO), Scaravaggi (CSO), Michele Ferrari rig. (A)

Bel match sul campo n.2 del Comunale a Offanengo: tutti i gol arrivano nel primo tempo e il CSO Offanengo centra un altro prezioso successo. Che i biancoblù si siano sbloccati?

Pronti via e gli ospiti non capitalizzano una buona occasione: sponda di Cirak per l'accorrente Jacopo Bertoli, che incrocia di poco a lato dello specchio. Con il passare dei minuti, però, il CSO Offanengo cresce vistosamente e trova un gol del Fantastico Piloni: controllo di destro su un lancio lungo e botta terrificante di sinistro per l'imparabile 1-0. Che gol!
I ragazzi di mister Tomella volano sulle ali dell'entusiasmo: azione corale dei biancoblù, con cinque giocatori che toccano il pallone di prima, servendo poi Scaravaggi per il super-gol del 2-0. Che azione!
Nel finale della frazione arriva però la reazione dell'Aurora: i rossoverdi si procurano un penalty (contestato dai locali) con Cirak, trasformato da Michele Ferrari nel 2-1.

Nell'intervallo, mister Perolini è costretto a giocarsi due cambi per sostituire gli infortunati Michele Ferrari (stiramento) e Fuso Nerini (affaticamento), ma la partita è apertissima e offre numerosi capovolgimenti di fronte. Con il passare dei minuti, il match si fa più spezzettato e il CSO Offanengo, ancora pericolosissimo con Rudy Coti Zelati, centra una vittoria pesantissima.

Palazzo Pignano 2 - 3 Chieve

Rusconi (P), Malusardi rig. (P), Bruschi (C), Gipponi (C), Bertolotti (C)

Grande rimonta del Chieve, che vince 2-3 dopo un primo tempo opaco, complice la super partenza del Palazzo Pignano.

I padroni di casa puniscono gli ospiti con una riaprtenza finalizzata da Rusconi e trasformando lo 0-2 dal dischetto con Malusardi.
Dagli spogliatoi esce un Chieve trasformato: l'eurogol di Bruschi riapre le ostilità e apre la strada al forcing chievese.
Silvestro neutralizza il pessimo penalty di Gipponi, ma lo stesso capitano gialloblù pareggia con un tiro piazzato dal limite. Sul 2-2 il Chieve ci crede e solo pochi minuti più tardi è Bertolotti a completare la rimonta, spaccando la porta sull'assist di Rancati, impreziosito dallo splendido velo di Shahi.

Altro super gol per il Berto, che aggiorna puntualmente il suo record di gol in categoria.

San Paolo Soncino 3 - 2 Pieranica
Ogliari (P), Rossi (P), Goisa (S), Kito Lanzi (S), Viviani (S)
 
Il Soncino supera nella ripresa in rimonta il Pieranica, che con un gol per tempo era riuscito addirittura a portarsi sullo 0-2.
Vantaggio lampo di Ogliari, che supera Lanzi su un lancio dai 30 metri di Rossi. Il Soncino domina il palleggio, ma di fatto non costruisce alcuna seria palla gol e nella ripresa un'altra disattenzione difensiva locale vede il pieranichese Ogliari travolto in area: Bruno si fa ipnotizzare da Giovanni Lanzi che para il rigore, ma Rossi arriva per primo sulla respinta e sigla il raddoppio.
 
Sotto di due reti nel secondo tempo, il Soncino tenta il tutto per tutto e schiera ben 4 punte, soluzione tattica a cui il Pieranica non saprà porre rimedio. Capitan Goisa si inserisce alla perfezione su un cross dalla bandierina e accorcia le distanze con l'1-2, mentre è il Kito Lanzi a bucare sulla destra la retroguardia ospite e a depositare il 2-2 alle spalle di Ponzoni.
Il Pieranica non riesce a reagire e incassa anche il goal del sorpasso, a cura del neoentrato Viviani, che regala 3 punti d'oro ai biancorossi.
Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

09-10-2016

6^

Giornata

Chieve 3 - 1 Mozzanichese

Bertolotti (C), Zoli (C), Cannatà (C)

Show del Chieve del primo tempo: i gialloblù danno spettacolo e chiudono avanti 3-0 con le reti di Bertolotti, splendido destro a giro dai 25 metri, Cannatà, botta sotto la traversa, Zoli, zuccata sugli sviluppi di un corner.
Nella ripresa i padroni di casa si rilassano e permettono agli ospiti di accorciare su rigore e creare alcune buone chance per rientrare in partita, ma il punteggio non cambierà più.
Doverese 0 - 0 San Paolo Soncino

Gran bella partita a Dovera, si registrano molte occasioni da rete: lo 0-0 non si schioda, ma le emozioni non mancano.

I padroni di casa partono con il piede sull'acceleratore: Leone colleziona subito due occasioni da rete, ma prima è fermato da una gran parata di Giovanni Lanzi, poi manca la porta di un soffio.

I ragazzi di mister Martuscelli si fanno preferire dal punto di vista del palleggio avvicinandosi al gol anche con Foglia, fermato sulla linea di porta, ma le squadre sono molto ben messe in campo. La Doverese si trova molto più a suo agio in fase di manovra, ma, rispetto alla prima frazione, gli ospiti crescono nella ripresa e si rendono pericolosi con il Kito Lanzi, Scaravaggi e Remedio 

Proteste giallonere per due situazioni in area soncinese non sanzionate dal direttore di gara: entrambe le volte protagonista Bianchessi, entrambe le volte non viene assegnato il penalty.

 

Montodinese 2 - 1 Bagnolo

Nigrotti (M), Morando rig. (B), Pappone (M)

Bellissima partita a Montodine, dove si gioca a ritmi vertiginosi per tutti e 90 i minuti di gioco: da questa girandola di emozioni trionfano i biancorossi, nel segno di Nigrotti e Pappone. I locali macinano gioco e si portano in vantaggio nella prima frazione di gioco: dopo soli pochi minuti Cappellini mette in area, Nigrotti insacca con il piattone. La reazione ospite porta la firma di Morando, che trasforma un penalty concesso dal direttore di gara.

Nella ripresa la Montodinese scende in campo con maggior convinzione e dopo una bella azione orchestrata, Mosconi innesca in profondità Brazzoli, a sua volta bravo nel servire Pappone a centro area, da dove non può sbagliare il 2-1.

Poco dopo fallo di Mosconi in area su Degli Agosti: secondo penalty per il Bagnolo ma Colombo è super su Morando! Il portierone classe '93 prosegue in campo la festa di laurea!

Forcing finale degli ospiti (traversa di Redemagni), con i giallorossi chiusi e compatti, che però terminano la partita in dieci uomini per l'espulsione diretta di Longhi, subentrato, la cui partita è durata meno di un minuto.

Ombriano Aurora 0 - 1 Palazzo Pignano

Malusardi rig. (P)

Preziosa vittoria del Palazzo ai danni dell'Aurora Ombriano: partita nervosa, la posta in palio condiziona la gara.
 
Aurora vicinissima al gol in due circostanze, entrambe su calcio d'angolo, con i colpi di testa di Cirak e Roberto Bertoli, ma sempre Milanese a respingere miracolosamente sulla riga. Al primo affondo, il Palazzo passa: penalty conquistato e trasformato da Malusardi, che insacca lo 0-1.
 
Partita maschia anche nella ripresa: la traversa nega per bene due volte, una per tempo, il raddoppio a Rusconi (conclusione deviata nel primo tempo, punizione dalla distanza nel secondo). Gli ultimi assalti dell'Aurora, in mischia con Hategekimana e di Magarini di testa, sono velenosi, ma non sortiscono effetti. Dopo ben sette minuti di recupero, il Palazzo può festeggiare
Oratorio Sabbioni 1 - 1 Casaletto Ceredano

autorete Bastici (S), Fabio Vanelli (C)

Partita vivace al "Dossena", dove si affrontano due squadre gagliarde e in condizione: il Casaletto acciuffa l'1-1 nel finale, ma il pareggio è il giusto specchio del match.

Primo tempo di marca sabbionese: locali in vantaggio con un autorete su una punizione crossata al centro dal solito piede fatato di Cicognani, deviata da Bastici nella propria porta, nel tentativo di anticipare un attaccante. Giallorossi pericolosi con altre occasioni, ma Mandelli e Agosti non trovano il guizzo vincente su altrettanti cross.

Il Casaletto si scrolla di dosso l'atteggiamento remissivo della prima frazione e nella ripresa schiera tre punte. Il numero di palle-gol aumenta, da una parte e dall'altra: San Bonara è mostruoso e para un penalty a Merico, con il portierone che poi compie un altro autentico miracolo su Manuel Pascuzzi, fermato sulla riga. 

I padroni di casa cercano il raddoppio con Uberghi, Carera e Cicognani di testa, ma al 75' arriva l'espulsione di Usberghi (per proteste e/o frasi blasfeme), spianando la strada al forcing del Casaletto. All'80' una bella azione porta a un cross, con un pallone deviato preda di Fabio Vanelli, bravo a prendere la mira e insaccare di giustezza l'1-1 finale.

Pieranica 2 - 3 C.S.O. Offanengo

Benelli rig. (O), Ogliari (P), Bonadeo (P), Piloni (O), Raffaele Rizzetti (O)

Colpo esterno del CSO Offanengo, che centra il terzo successo consecutivo con un Pieranica pur determinato e agguerrito a fare bene.

Il primo gol è di marca offanenghese, firmato da ??, che trasforma un penalty in seguito ad un fallo di mano in area su una punizione dalla trequarti: Ponzoni spiazzato.
Reazione d'orgoglio del Pieranica che trova un eurogol con Ogliari, che trafigge il numero uno ospite con una conclusione imparabile dai 25 metri. Il raddoppio pieranichese arriva grazie a Bonadeo, che sfrutta una punizione di Paderno per insaccare sul primo palo. Clamorosa occasione per il Pieranica, dove Patroni spara alto davanti alla porta il possibile tris.

Nella ripresa il CSO non solo pareggia, ma addirittura ribalta il risultato: gli ospiti approfittano dell'atteggiamento un po' troppo attendista del Pieranica e alzano il baricetro. Piloni pareggia i conti ad un quarto d'ora dalla fine, approfittando di una spizzata su un lancio lungo, facendo perno col corpo e insaccando il 2-2.
Il finale è un forcing incredibile dei biancoblù, che trovano il gol-partita con Raffaele Rizzetti, alla prima da titolare, sugli sviluppi di una rimessa laterale.
Che rimonta!

Ripaltese 4 - 0 Monte Cremasco

Cavallanti (R), Giannini (R), Roccatagliata (R), Giavaldi (R)

Poker Ripaltese al Monte Cremasco: che vittoria!

Dopo il primo squillo muccese di Sebastiano Tabacchi, ecco il fenomenale gol di Cavallanti, che strappa applausi a scena aperta, a locali e ospiti: azione in fascia, movimento ad accentrarsi e missile a giro, scoccato con il sinistro e spedito all'incrocio. Che gol pazzesco!

Nella ripresa pallino del gioco sempre in mano ai locali, che affondano il colpo al 75' con il 2-0: a firmarlo è il classe '99 della Juniores, Giannini, che ribadisce a rete una respinta del portiere ospite.
Sotto di due reti, il Monte è costretto a scoprirsi e viene infilzato altre due volte nel finale: prima Roccatagliata firma il tris (impreziosito dal velo di Cavallanti), poi tocca a Giavaldi calare il poker in contropiede. Al 93' è 4-0 rossoverde!

Scannabuese 2 - 1 Agnadello

Cappa (S), Viviani (S), Polgati (A)

Missione compiuta per la Scannbuese, capolista solitaria, match globalbmente positivo per il fanalino di coda Agnadello, che tiene botta per 70 minuti ai locali.

I gialloneri si presentano nella tana biancoverdi con un intento chiaro: undici uomini dietro la linea della palla, linee di passaggio coperte, grande reattività sulle seconde palle e nei contrasti.

Il piano di mister Piacentini riesce alla perfezione. Partita poco gradevole per gli spettatori con l'Agnadello che sfiora addirittura il gol allo scadere: Garbelli incespica sul pallone a metà campo, Stombelli si invola a rete e, chiuso dai difensori locali, serve Essis, che però si vede fermato dall'ottima parata di Vanazzi.

Nella ripresa il copione non cambia: locali in continuo controllo del gioco, ma senza trovare nitide occasioni. Il gol arriva al 70': super conclusione di Viviani, deviata dal portiere ospite e raccolta da Cappa per la correzione a rete dell'1-0.
L'Agnadello fatica a reagire e incassa il 2-0: punizione telecomandata da Piccolo sulla testa di Viviani, che incrocia di testa con maestria sul palo lungo. Proteste giallonere nell'occasione per un fallo di mano non sanzionato ai locali nella stessa azione.

I gialloneri provano a riaprire il match all'88': Polgati fa a sportellate con la difesa gialloverde, protegge palla con esperienza e insacca il diagonale del 2-1, ma il punteggio non sarà mai più in discussione.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

16-10-2016

7^

Giornata

Casaletto Ceredano 0 - 3 Montodinese

Brazzoli (M), Cappellini (M), Lucchetti (M)

Colpaccio esterno della Montodinese nel derby con il Casaletto: uno 0-3 da urlo!

Tantissime le occasioni per gli ospiti, che si portano in vantaggio con Brazzoli su assist di Cappellini. Poco dopo i ruoli si invertono ed è il centravanti biancorosso a siglare il 2-0.
Nella ripresa è Pappone ad inventarsi l'assist per Lucchetti che deve solo appoggiare in rete lo 0-3 di un successo pesantissimo, che rilancia prepotentemente le ambizioni biancorosse.

Agnadello 0 - 2 Mozzanichese

Vittoria meritata per la Mozzanichese, che espugna il campo dell'Agnadello con il più classico degli 0-2 all'inglese.

Primo tempo inizialmente equilibrato tra Agnadello e Mozzanichese: nessuna conclusione pericolosa da entrambe le parti, fino al penalty ospite del vantaggio al 20', firmato da capitan Rossoni.

Nella ripresa l'Agnadello fallisce due ghiotte chance con Codegoni, in area piccola, e Bolzoni, conclusione fuori dallo specchio da dentro l'area. Gli ospiti rimangono in inferiorità numerica per l'espulsione di Cella (doppio giallo), ma i gialloneri non ne approfittano.

Prima i locali restano in dieci (espulso Besozzi per somma di ammonizioni), poi incassano l'immediato 0-2 a cura di Lonetti, subentrato a Martinelli, quindi l'Agnadello resta addirittura in nove contro dieci (espulso anche Marco Facchinetti per somma di ammonizioni), con gli ospiti che gestiscono il vantaggio e portano a casa i tre punti.

Bagnolo 2 - 3 Scannabuese

Piccolo (S), Viviani (S), Bergamaschini (B), Grazioli (B), Cappa (S)

Fuoco e fiamme a Bagnolo, dove la Scannabuese risolve un match spettacolare all'ultimo respiro!

Partita incredibile al Comunale, dove partono meglio gli ospiti: Lupi Timini si vede annullare un gol e poi Piccolo pennella in rete lo 0-1 direttamente da punizione. Reazione locale con le occasioni non capitalizzate da Galmozzi e Grazioli prima dell'intervallo.

In avvio di ripresa Viviani firma lo 0-2 dopo soli cinque minuti, colpendo al volo, incrociando sul secondo palo. Mamma mia, gol pazzesco!
Immediata e stavolta efficace la reazione del Bagnolo: la punizione di Alex Bastianoni è deviata in rete da Bergamaschini per l'1-2 che riapre il match. I locali acciuffano il pareggio poco dopo: Grazioli raccoglie una corta respinta della difesa ospite e insacca il 2-2, con un tiro deviato. Che rimonta!

Il Bagnolo prova addirittura a vincerla, ma al 92' arriva il 2-3 della Scannabuese: Cappa risolve in gol una mischia furibonda dopo una punizione di Labò.
Boato degli Ultras Scanna: biancoverdi sempre più primi!

Numerose e da ambo le parti, proteste per la direzione arbitrale: i locali lamentano gravi spintoni e trattenute a liberare l'attaccante biancoverde nell'azione del gol-partita; gli ospiti lamentano il gol annullato e un fallo in avvio dell'azione dell'1-2 bagnolese.

Monte Cremasco 2 - 1 Oratorio Sabbioni

autorete Vigo (S), Casorati (M), Casorati (M)

Vittoria pesantissima del Monte Cremasco, che rialza la testa in classifica e per il morale; scivolone inaspettato per i ragazzi di mister Fusar Imperatore, reduce da un buon momento di forma.

I giallorossi passano subito in vantaggio con l'autorete di Vigo, che insacca di testa nella propria porta. I Sabbioni sembrano poter gestire il match e mantenerne il controllo, ma si fanno sorprendere dalla reazione locale, con Casorati che pareggia sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

Nella seconda frazione, il rosso ad Arpini spinge i padroni di casa a cercare i tre punti: Casorati trova una fantastica conclusione da fuori area e regala tre punti al Monte Cremasco, che rinsalda la propria posizione in classifica.

C.S.O. Offanengo 2 - 2 Doverese
Robesti (D), Stringhi (O), Foglia (D), Benelli (O)
 
Finisce in parità un match dalle mille emozioni, che non accontenta nessuno viste le innumerevoli occasioni sciupate. Che spettacolo, però, tra CSO Offanengo e Doverese, due delle formazioni più toniche del campionato.
 
Pronti, via ed è subito Stringhi a mancare l'appuntamento con il vantaggio, mentre poco dopo Romano da calcio di punizione stampa il palo. Su punizione, stavolta per la Doverese, è Robesti a trovare il vantaggio: che gol!
Il pareggio del CSO arriva sull'asse Rudy Coti Zelati - Stringhi, con quest'ultimo che fredda l'estremo difensore doverese. Nella ripresa Foglia su corner riporta avanti i suoi, agguantati però dal penalty trasformato da Richi Benelli per fallo su Coti Zelati, il quale nel finale è stato espulso per un fallo di reazione.
Ombriano Aurora 0 - 3 Chieve

Cannatà (C), Shahi rig. (C), Rancati (C)

Il Chieve ribalta un match estremamente complicato solamente nella ripresa, trovando tutte e tre le reti dopo l'intervallo.

Nel primo tempo l'Ombriano Aurora domina letteralmente in lungo e in largo: il pressing asfissiante dei rossoverdi e le combinazioni palla a terra dei ragazzi di mister Perolini creano numerose difficoltà agli ospiti. Unico neo dei locali: non concretizzare le buone chance collezionate per andare in gol. Chieve pericoloso solo con la punzone di Acquarelli.

Nella ripresa gli ospiti emergono e ribaltano l'inerzia del match: filtrante splendido di Militello per Cannatà, che insacca con freddezza lo 0-1. I locali provano a reagire dopo il gol, ma incassano il raddoppio di Shahi su penalty, conquistato dal solito Cannatà. Nel recupero Rancati arrotonda il punteggio con un personale contropiede.

Palazzo Pignano 1 - 3 Pieranica

De Maestri (Pier.), Battaglia (PP), Bruno (Pier.), Patroni (Pier.)

Torna alla vittoria il Pieranica di mister Cereda, che sbanca nel finale il campo del Palazzo: mister Tessadori incassa un risultato negativo alla prima sulla panchina biancoblù.

Biancoverdi avanti dopo soli 6' con De Maestri, che chiude in rete una bella azione sulla sinistra di Ogliari e Paderno con una conclusione sporca, deviata da un difensore. I padroni di casa reagiscono e affidano la propria risposta a Rusconi, che su punizione costringe Ponzoni agli straordinari.

Palazzo più concreto nei secondi 45': De Maestri, ancora protagonista, salva un goal già fatto sulla riga di porta, ma sul susseguente calcio d’angolo Battaglia svetta più in alto di tutti e fa 1-1.
Lo stesso n°10 non porta avanti i suoi solo per un autentico miracolo di Ponzoni, che coi piedi sventa il pericolo e lancia la sveglia i suoi. La partita é decisa nel finale dai cambi: Bruno prende il posto di Paderno e in mischia all'80' la infila sul secondo palo. I biancoblù tentano l'assedio finale, ma al 5' di recupero Bruno in contropiede apparecchia per Patroni la palla del definitivo 1-3, sul quale arriva il triplice fischio del direttore di gara.

 

San Paolo Soncino 2 - 2 Ripaltese

Lanzi (S), autorete Danieli (R),  autorete Cira (R), Scaravaggi (S)

Succede di tutto tra San Paolo Soncino e Ripaltese, dove sono i locali a fare e disfare il match!

Grande approccio dei biancorossi al match: dopo soli 11 minuti ecco il vantaggio firmato dal Kito Lanzi, che recupera palla al centro, si defila sulla sinistra e insacca l'1-0. Passano però solo cinque minuti e la Ripaltese avrebbe la chance del pareggio: fallo di Cira e penalty calciato da Cavallanti, ma bloccato da un intervento super di Mensi.
Al 20' la Ripaltese pareggia i conti: su un cross dalla sinistra il soncinese Danieli, credendo di avere alle spalle un attaccante, colpisce di testa e insacca nella propria porta lo 0-1.
Altra beffa biancorossa al 44' già prima dell'intervallo ecco la seconda autorete dei padroni di casa: stavolta è Cira, svirgolando in mischia, a mettere il pallone nella propria porta.

Sotto di una rete, nella ripresa arriva la nuova reazione biancorossa, confortata dalla rete di Scaravaggi, slalom speciale al 55' che trafigge l'estremo difensore ripaltese e chiude il match sul 2-2.
Al 60' Danieli conclude ed è pronto a esultare: il portiere ripaltese con un guizzo felino toglie la palla dalla porta, ma i locali protestano, chiedendo l'assegnazione del gol-fantasma, non concesso. Nell'occasione, per proteste, viene espulso il soncinese Stefano Ferrari; nonostante l'inferiorità numerica, il Soncino prova a cercare i tre punti: Scaravaggi viene fermato sul più bello; Daniel Ferrari colpisce il palo all'80', con la palla ribattuta a rete da Remedio, ma ancora salvata da una stoica difesa ospite.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

23-10-2016

8^

Giornata

Chieve 2 - 1 Agnadello

Polgati rig. (A), Militello (C), Rancati (C)

Importantissimo successo in rimonta per il Chieve di mister Gagliardo, che centra i tre punti allo scadere.
Approfittando del pareggio tra Scannabuese e Casaletto, i gialloblù accorciano a un solo punto della vetta.

Il primo tempo è dominato dai padroni di casa, che però sprecano troppo e vengono puniti su calcio di rigore, trasformato da Polgati al 34' (penalty concesso per fallo di mano Pozzi).
Nella ripresa l'Agandello resta sempre compatto dietro la linea della palla, ed è un vero e proprio assedio chievese: Militello pareggia i conti con un sinistro a incrociare dal limite dell'area, Rancati completa l'opera al 90' con un tap-in ravvicinato dopo una clamorosa traversa di Bertolotti, che aveva stampato la traversa con una maledetta dai 30 metri.

Doverese 2 - 1 Palazzo Pignano

Foglia (D), Bianchessi (D), Lucini Paioni (P)

Bella partita tra Doverese e Palazzo Pignano: altri tre punti per i ragazzi di mister Martuscelli, che volano al 4° posto; secondo ko consecutivo per mister Tessadori, con il Palazzo che non si sblocca.

I biancoblù mantengono una leggera prevalenza per fraseggio e possesso palla, ma le occasioni più importanti sono per i padroni di casa: dopo la chance fallita da Mazzucchetti, alla mezz'ora arriva il gol di Foglia, che ribadisce in rete dopo un batti-e-ribatti in area; Pedrini stampa il palo.

In avvio di ripresa la Doverese parte con un piglio migliore: occasioni ancora per Mazzucchetti e Bianchessi, che al 70' firma il 2-0 sugli sviluppi di un cross di Mazzucchetti non trattenuto da Silvestro.
Il Palazzo ha quindi una grande reazione e all'80' Lucini Paioni firma un gol capolavoro direttamente da calcio di punizione. Che bordata!
Nel finale forcing biancoblù, Doverese a ranghi serrati e linee strette: tra l'attacco ospite e la difesa locale è quest'ultima ad avere la meglio e portarsi a casa la vittoria.

Montodinese 1 - 1 Monte Cremasco

Casorati (Monte Cr.), Agazzi (Montod.)

Grandissimo match disputato dagli uomini di mister Marrazzi che, seppur non riuscendo a chiuderla, strappano un punto prezioso agli uomini di Merisio.

Dopo una prima frazione equilibrata, in cui gli ospiti creano qualche occasione in più, il punteggio si sblocca nella ripresa: è Casorati (ancora a segno dopo la doppietta di settimana scorsa) a siglare il vantaggio del Monte Cremasco. Punizione messa in area, stacco imperioso del numero 8 e pallone imparabile per Colombo.

Pochi minuti più tardi, in seguito ad un miracolo dell'estremo difensore ospite su Ogliari, Pappone calcia un corner in area, dove Agazzi torna a essere l'olandese volante: mezza rovesciata da incorniciare e palla in rete per l'1-1. Che gol!

Mozzanichese 2 - 1 Bagnolo

Redemagni (B)

Brutta battuta d'arresto per il Bagnolo, ko a Mozzanica per 2-1.

Eppure la gara si era messa bene per i ragazzi di mister Spinelli: sul rilanci di Paolo Bastianoni, Redemagni approfitta di un'incertezza difensiva e insacca lo 0-1. I bagnolesi sfiorano più volte il bis prima dell'intervallo: errori pagati a caro prezzo nella ripresa.

La Mozzanichese del secondo tempo è ben più determinata e trova meritatamente il pareggio. Rabbiosa la reazione del Bagnolo, che però non trova il nuovo vantaggio e, anzi, a dieci minuti dal termine subisce il 2-1: la punizione locale è respinta dal palo, ma il capitano locale ribadisce a rete il gol-partita.
Nel finale espulsione di Morando per somma di ammonizioni.

Oratorio Sabbioni 2 - 2 San Paolo Soncino

Kito Lanzi 2 (Son.), Agosti (Sabb.), Cotelli rig. (Sabb.)

Classica partita dalle due facce al "Dossena", dove le squadre si spartiscono un tempo e un punto a testa.

Primi 25 minuti da urlo per i biancorossi e di shock per i Sabbioni, in competa balia del palleggio ospite: il Soncino che colpisce bene due volte con Kito Lanzi, che approfitta di un rinvio sbagliato

Nel secondo tempo, l'ingresso di Carera cambia la partita: i padroni di casa crescono e accorciano le distanze con un'azione da manuale: Mazzola per Cotelli, sponda per Carera, che di prima manda in porta Agosti, a sua volta bravissimo nel concludere con un pallonetto dolcissimo. Poco dopo, il forcing casalingo viene premiato: fallo del portiere soncinese Mensi, che nel tentativo di riprendere il pallone stende l'attaccante locale, con Cotelli che trasforma con freddezza il penalty del definitivo 2-2.
Proteste ospiti per il gol annullato a Remedio all'ultimo minuto di recupero.

Pieranica 0 - 1 Ombriano Aurora

Ferrari (A)

Colpo esterno dell'Ombriano, che supera di misura il Pieranica e risolleva la propria situazione di classifica.

Occasionissima per i padroni di casa per sbloccare l'incontro dopo 2': Poloni stende Patroni in area, ammonizione per il n.1 biancoverde e penalty per i locali. L'Aurora però si salva, perché Patroni calcia il rigore sul palo.

Partita combattuta da ambo i lati, con Cirak e Dario Fois che si divorano due goal clamorosi a tu per tu con i due portieri. Il primo tempo si chiude con la traversa centrata da Michele Ferrari, che si rifarà nella ripresa.
Il Pieranica si rianima sulle fiammate del neoentrato Ogliari, che per due volte si vede negare il goal da uno strepitoso Poloni, che si rimedia alla grandissima dell'errore del primo tempo.

Una gara così incerta può essere decisa solo da un episodio: fallo contestato dai locali al limite dell'area per l'Aurora, Jacopo Bertoli la tocca per Michele Ferrari che con una rasoiata non lascia scampo a Grazioli. Il nervosismo generale dei minuti finali spezzetta la gara fino al limite della giocabilità: non accade più nulla fino triplice fischio, i 3 punti sudatissimi vanno all'Aurora.

Ripaltese 2 - 1 C.S.O. Offanengo

Tolasi (C), Cavallanti (R), Lubrino (R)

Vittoria pesantissima in rimonta per la Ripaltese, che centra tre punti d'oro per la classifica.

Il CSO Offanengo passa in vantaggio Tolasi, entrato al posto dell'infortunato Benelli al 15' e andato a segno al 25': bella azione dei biancoblù, con Piloni che scarica palla dietro per l'ex Castelleone, bravo a insaccare lo 0-1.
La reazione della Ripaltese arriva prima dell'intervallo: è il minuto 51 del primo tempo quando il guizzo di Cavallanti permette ai rossoverdi di siglare il pareggio.

Nella ripresa i biancoblù di mister Tomella provano a cercare il gol-vittoria, ma sono puniti dalla bella azione in velocità finalizzata dalla Ripaltese: Lubrino coglie di sorpresa gli ospiti e insacca il 2-1 della vittoria.

Scannabuese 2 - 2 Casaletto Ceredano

Peveralli (S), Barbaro (C), Nichetti rig. (C) Peveralli (S)

Super partita a Scannabue!
Il Casaletto rialza subito la testa dopo il pesante ko con la Montodinese e mostra di poterci assolutamente stare ai vertici del torneo.

La Scannabuese approccia bene al match e il vantaggio arriva ancora una volta grazie a Peveralli: stacco di testa imperioso sulla punizione crossata da Piccolo, per l'1-0 di testa.
La reazione del Casaletto è propiziata da un errore in fase di impostazione dei locali: Barbaro è bravissimo a infilarsi tra le maglie della difesa locale per insaccare l'1-1 con cui si chiude la prima frazione.

Pronti via e la ripresa si apre con lo spunto di Merico, steso in area: Nichetti trasforma il penalty dell'1-2 per i ragazzi di mister Manuel Rossi.
Stavolta è la Scannabuese a inseguire: il pareggio dei locali porta ancora la firma di Peveralli. Lo sanno tutti, ma non lo ferma nessuno: punizione messa in mezzo da Labò, colpo di testa poderoso per il 2-2.

La partita diventa bellissima ed entrambe le squadre hanno occasioni per vincerla: numerosi i ribaltamenti di fronte e le occasioni da gol. Scannabuese pericolosissima con Familari e Vigani, il Casaletto sfiora il gol con l'incornata di Merico e non solo: si gioca senza fermarsi un attimo, ma finisce 2-2: che partita!

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

30-10-2016

9^

Giornata

Bagnolo 2 - 0 Agnadello

Bergamaschini (B), Gasparri (B)

Dopo tre sconfitte consecutive, il Bagnolo torna al successo con l'Agnadello con un gol per tempo.

A metà della prima frazione, sugli sviluppi di un corner, il colpo di testa di Bergamaschini vale l'1-0 gialloblù.
Nella ripresa arriva il raddoppio di Gasparri, che concretizza in rete una bellissima iniziativa di Alex Bastianoni.
I padroni di casa avrebbero anche le occasioni per il tris, ma prima Spoldi sfiora l'incrocio con un colpo di testa, poi la punizione di Guerini si stampa sul palo.

La reazione dell'Agnadello c'è, ma è vanificata dall'ottima parata di Paolo Bastianoni.
Nel finale gol annullato a Fusaro (assist di Grazioli) per posizione di fuorigioco.

Casaletto Ceredano 0 - 2 Mozzanichese

Rota (M), Cella (M), Nichetti rig. (C)

La Mozzanichese sbanca il campo del Casaletto, che non riesce a rimontare il doppio svantaggio maturato prima dell'intervallo.

Pronti via e il Casaletto si ritrova subito sotto: al 15' una palla persa dai granata favorisce il passaggio in avanti di Merisio per Tassi, che serve di prima Rota, scattato sul filo del fuorigioco e bravo a insaccare lo 0-1.
A una manciata di istanti dall'intervallo ecco quindi lo 0-2 mozzanichese, ancora una volta propiziato da una difesa locale stranamente non impeccabile: Rota salta due uomini e serve Cella, che calcia a rete appena dentro l'area per il raddoppio.

Nella ripresa scende in campo un Casaletto determinato più che mai a provare la rimonta: i ragazzi di mister Manuel Rossi iniziano un fraseggio tamburellante, ma non sfondano.
Fabio Vanelli colpisce la traversa con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner al 65', ma il gol è solo rimandato di pochi minuti: al 70' Nichetti trasforma il penalty concesso per l'atterramento in area di Tonani.

Il Casaletto attacca alla ricerca del pari e colleziona altre occasioni, tra cui la traversa colpita dalla punizione di Tonani all'85', ma il gol non arriva.

Monte Cremasco 0 - 5 Scannabuese

Vigani (S), Peveralli (S), Cappa (S), Familari (S), Familari (S)

Grande Scannabuese a Monte Cremasco: ruggito biancoverde per la testa della classifica.

Già al 10' Vigani si presenta a tu-per-tu con il portiere locale, innescato da un pallone servito col contagiri di Francavilla, e insacca lo 0-1.
Al 20' arriva il raddoppio è a cura di Peveralli, sempre più bomber della Scannabuese: stavolta non è un colpo di testa, bensì una bordata direttamente da calcio di punizione.
Ma che giocatore è?!
Prima dell'intervallo c'è addirittura il tempo per il tris biancoverde, insaccato da Cappa dopo uno slalom speciale; dopo lo 0-3 lo stesso Cappino stampa un palo cinque minuti più tardi.

Anche nella ripresa la Scannabuese macina gioco e presto: triangolazione bellissima sulla fascia con cross al centro, capitalizzato nello 0-4 dal colpo di testa da Familari di testa.
I biancoverdi arrotondano il punteggio al 90': Familari si invola a rete palla al piede per 50 metri e insacca il definitivo 0-5.

C.S.O. Offanengo 2 - 4 Oratorio Sabbioni

Carera (S), Stringhi rig. (CSO), Stringhi (CSO), Carera (S), Agosti (S), Cotelli (S)

Remuntada incredibile dell'Oratorio Sabbioni, che sotto 2-1 nella ripresa ribalta il match sino al definitivo 2-4: punti pesantissimi per i ragazzi di mister Fusar Imperatore, delusione e un po' di acque turbolente in casa CSO Offanengo.

Il primo tempo vede l'Oratorio Sabbioni farsi preferire ai locali: il vantaggio ospite arriva sugli sviluppi di una punizione calciata da Cicognani e deviata da un difensore biancoblù; Tartaglia compie un miracolo, ma non può nulla sulla correzione a rete di Carera.

L'1-0 con cui si chiude il primo tempo è ribaltato in avvio di ripresa da bomber Stringhi: l'attaccante del CSO è l'autentico trascinatore dei suoi.
È lui a conquistarsi e trasformare il penalty del pareggio dopo soli cinque minuti: fallo di Mazzola e cucchiaio morbidissimo di Stringhi per l'1-1.
Lo stesso attaccante gonfia ancora la rete poco più tardi: retropassaggio troppo debole di Barca verso Bonara, intercettato da Stringhi, che deposita in rete il 2-1.

Il doppio colpo avrebbe steso chiunque, ma non i Sabbioni, che hanno il merito di reagire subito e trovare presto il gol del 2-2: nella sfida tra bomber, anche Carera firma la doppieta personale, insaccando ancora una rete da vero opportunista, sempre sugli sviluppi di un piazzato.

 

Prova super per Carera, decisivo anche nei panni di assist-man: Carera si guadagna il fondo sulla destra e crossa al centro per Agosti; pallone al bacio, trasformato nel 2-3 con il piattone sinistro.
Nel finale grandi ribaltamenti di fronte, ma sono ancora i Sabbioni a trovare il gol: un pasticcio difensivo locale propizia il definitivo 2-4 di Cotelli.

Ombriano Aurora 0 - 3 Doverese

Marzagalli (D), Cicchillitti (D), Bianchessi (D)

La Doverese sbanca l'insidioso campo di Ombriano e vola ai piani alti di classifica.
Che campionato quello della Doverese: a piccoli step, grazie al gioco offensivo di mister Martuscelli, i gialloneri stanno costruendo il loro sogno playoff.

Ospiti avanti dopo soli 3': Marzagalli è il più lesto di tutti a far sia una palla spiovente da corner e a sbloccare l'incontro. I gialloneri si contraddistinguono per cinismo e raddoppiano su una palla rubata in area ombrianese e trasformata in goal da Cicchillitti. Veementi le proteste locali, che contestano nella circostanza un fallo su Dipilato. Il direttore di gara, redarguito da entrambe per la parti per una cattiva gestione del match, vedrà il match sfuggire dalle sue mani.

L'Ombriano prova a riaprire l'incontro ad inizio ripresa, ma il colpo di testa di Cremascoli sbatte sulla traversa. La Doverese gestisce l'incontro e attende il momento giusto per infierire il colpo del ko. L'occasione si presenta su calcio da fermo: punizione dal limite battuta velocemente e Bianchessi in solitaria cala il tris.
Esplode nella circostanza la rabbia dei locali, sia per la posizione di battuta (qualche metro più avanti), sia per la posizione di Bianchessi (di offside a detta dei padroni di casa). A farne le spese è Poloni con il rosso diretto, mentre piovono cartellini gialli su tanti giocatori del furibondo Ombriano.
Rossoverdi pericolosi nel finale con Ferrari (palla a lato di un soffio), ma gioisce al triplice fischio la Doverese.

Palazzo Pignano 1 - 1 Ripaltese

Cavallanti (R), Mainas (P)

Mattone prezioso per la salvezza dei rossoverdi, primo punto in tre gare per il Palazzo di mister Tessadori: l'inizio della risalita?

Il primo tempo, equilibrato e con poche emozioni, vede la Riplatese trovare il vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione: la palla calciata dal gioiellino locale Cavallanti attraversa una selva di gambe e si infila all'angolino per l'1-0 con cui si rientra negli spogliatoi.

Nella ripresa il Palazzo spinge alla ricerca del pareggio: grossa chance sciupata da Ferrari, prima del pareggio firmato Mainas, ribadisce in rete una corta respinta del portiere locale.
Nel finale arriva il forcing degli ospiti: Battaglia avrebbe l'occasione per completare la rimonta, ma calcia debolmente e troppo centralmente.

Pieranica 2 - 1 Chieve

Rossi (P), Shahi (C), Patroni (P)

Colpo gobbo del Pieranica: nel match che l'anno scorso vedeva entrambe le formazioni in Prima Categoria, si gioca a gran ritmo e si registra la notizia di giornata.
Gli ospiti optano per far riposare alcuni elementi della rosa, mentre i padroni di casa giocano per inseguire il sogno playoff: la spuntano i ragazzi di mister Cereda per 2-1.

Nel primo tempo il match è molto equilibrato: il Chieve tiene il pallino della manovra, ma gli spazi del campo di Pieranica non sono quelli ideali per la manovra ospite, orchestrata da Bertolotti, vertice alto di un 4-2-1-3 che ha visto gli interpreti offensivi cambiare posizioni più volte durante il corso del match.

Il Pieranica tiene botta con la superlativa coppia di centrali difensivi: tra Provenzi e Blini non passa nulla e il Chieve dirotta l'azione sulle corsie laterali.
Acquarelli ci prova a destra, Shahi arriva per due volte al tiro da buona posizione, ma in una avrebbe sicuramente dovuto servire il libero Bertolotti. Chievesi pericolosi anche con la punizione di Cannatà, che scavalca la barriera e spiove all'angolino basso, dove però Ponzoni si distende da manuale e devia in corner; buona chance anche per il Berto, che calcia di prima intenzione, ma alto.

Locali tutt'altro che statici, però, e in grado di collezionare due grandi occasioni da rete: una con Patroni, che sparacchia alle stelle dal vertice dell'area (anziché aspettare compagni), e con Paderno, che si invola a rete, ma angola troppo la conclusione.

Primo tempo bloccato, ripresa di fuoco: Rossi si infila tra le maglie della difesa ospite e si guadagna una punizione calciata da Paderno. 
Ogliari respinge sia la punizione, sia la ribattuta-bomba di Bonadeo (miracoloso!); la palla però schizza in alto e Rossi riesce a mettere in rete dopo due respinte.

L'1-0 sveglia definitivamente il Chieve, che attacca con ancor più insistenza: gli sforzi ospiti sono premiati dall'inserimento di Shahi, che arriva con timing perfetto su un corner e insacca l'1-1 col piattone.

I ragazzi di mister Gagliardo provano a ribaltare addirittura il match: occasionissima per Cannatà, fermato dal provvidenziale recupero in extremis Provenzi, che lo ferma con un super tackle da dietro; ci prova anche Bertolotti, fermato da Ponzoni.

La partita si decide all'ultimo respiro: il Chieve protesta per una punizione battuta velocemente addosso a un avversario (con l'intento di guadagnarsi un giallo);
come accaduto nel primo tempo in una situazione analoga, però, il direttore di gara corre senza guardare l'esecuzione e vede solo il pallone in movimento;
il Chieve sta protestando e il Pieranica ne approfitta: lancio lungo per Patroni, che si invola a rete e firma il 2-1 che fa esplodere il Comunale.

San Paolo Soncino 1 - 1 Montodinese
Danieli (S), Cappellini (M)
 
Pareggio un po' stretto per entrambe le squadre che avrebbero meritato sicuramente di più per il gioco espresso.
Pronti, via ed è subito vantaggio soncinese: sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Danieli infila Colombo da fuori area.
La Montodinese reagisce con efficaia: una spizzata di Longhi imbecca Cappellini, che fredda l'estremo difensore locale per l'1-1.
Nella ripresa l'espulsione di capitan Goisa condiziona il match per il San Paolo Soncino e il gioco diventa più aggressivo, ma il risultato non cambia.
Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

06-11-2016

10^

Giornata

Agnadello 4 - 1 Casaletto Ceredano

Codegoni (A), Bolzoni (A), Barbaro (C), Bolzoni (A), Bolzoni (A)

L'Agnadello risorge e centra il primo successo in classifica!

Non passa un minuto e i gialloneri trovano subito il vantaggio: Nichetti svirgola un rinvio e favorisce la velocità di Codegoni, che si invola a rete per l'1-0 Agnadello.
Il Casaletto prova a rimettersi in carreggiata, ma viene infilzato ancora dopo pochi minuti: al 7' Marelli mette il turbo in fascia e scarica il pallone per Bolzoni, che insacca l'incredibile e immediato 2-0.
I granata di mister Manuel Rossi si rimettono in carreggiata nella seconda metà della frazione e accorciano proprio allo scadere del tempo: sulla traversa colpita da Manuel Pascuzzi, il più lesto ad avventarsi sulla palla è Barbaro, che insacca il 2-1.

In avvio di ripresa il Casaletto attacca a testa bassa, collezionando corner e punizioni velenose, ma nessun gol. L'Agnadello agisce cinicamente in ripartenza: transizioni devastanti quelle dei gialloneri, che prima sprecano il penalty del tris (calcia Bolzoni al 55', para Cremonesi), ma Bolzoni avrà modo di rifarsi con le reti del 3-1 e del 4-1.
Da segnalare l'infortunio occorso a Luca Guerini al 20' del primo tempo: un taglio per cui è stato trasportato al Pronto Soccorso.

Chieve 3 - 0 Bagnolo

Militello (C), Piccolini (C), Bertolotti (C)

Rotondo e meritato successo del Chieve nel derby con il Bagnolo: i ragazzi di mister Gagliardo accorciano nuovamente sulla vetta Scannabuese, ora tallonata a soli due punti di distanza.

I padroni di casa beneficiano della superiorità numerica già dal 10' del primo tempo: il rosso mostrato a Bergamaschini condiziona in maniera pesante la gara. I padroni di casa impongono presto il proprio ritmo al match: nella prima frazione Paolo Bastianoni para il possibile e anche di più, negando con due interventi fenomenali il gol a Bertolotti e Shahi.
Nella ripresa il copione non cambia: Chieve all'assalto e sprecone, Bagnolo dietro la linea della palla e determinato in una fase difensiva stoica.

Il break decisivo arriva dal 75': il Chieve affonda il colpo e sigla tre gol nell'arco di circa cinque minuti.
A un quarto d'ora dalla fine i gialloblù trovano il vantaggio: imbucata di Shahi, liscio di Pizzetti, appoggio di Bertolotti per l'accorrente Militello, che con il piattone pesca l'incrocio dei pali. Gli ospiti accusano il colpo e subiscono quindi altre due reti: Piccolini raddoppia con uno stacco imperioso sull'angolo di Cannatà (2-0), Bertolotti salta con maestria ed eleganza due difensori e buca nuovamente Paolo Bastianoni per il definitivo 3-0.

Doverese 2 - 1 Pieranica

Ogliari (P), Marzagalli (D), Bianchessi (D)

Continua il magic moment della Doverese, che supera in rimonta l'osso duro Pieranica.

Gara decisa nella ripresa, dopo che nella prima frazione i padroni di casa erano andati a più riprese vicini al goal. L'occasionissima si presenta tra i piedi di Cicchillitti, che scarica una bomba verso la porta, ma addosso a Ponzoni. Il Pieranica si fa vedere in avanti nel finale di tempo, quando prima Paderno e poi Patroni non sfruttano due grosse chance da buona posizione.

Mister Cereda pesca dalla panchina il jolly Ogliari e il bomberino si rivela subito una spina nel fianco per la difesa a tre giallonera: ripartenza velocissima da metà campo e diagonale chirurgico prima sul palo e poi in rete. A soli 5' dallo 0-1, però, un errore in disimpegno di Provenzi regala un fallo dal limite alla Doverese: Marzagalli ha il destro caldo e supera la barriera perfettamente per l'1-1. Il match si vivacizza nonostante il pesante terreno di gioco: l'ingresso di Leone da più fluidità alla manovra d'attacco locale. Proprio da una bella combinazione con Mazzucchetti (fermato poco prima da un autentico miracolo di Ponzoni), nasce il goal partita: la palla sfila sul secondo palo e Bianchessi non può sbagliare il comodo appoggio in fondo al sacco.
Nel finale, palo di Vigorelli e punizione di Ogliari su cui De Vecchi è attento coi pugni. La Doverese esce dal campo col sorriso di chi ha solo iniziato a stupire.

Montodinese 2 - 1 C.S.O. Offanengo

Romano (CSO), Cappellini (M), Cappellini (M)

Vittoria importantissima della Montodinese e marcia verso le posizioni nobili della classifica, centrando i tre punti contro il nuovo CSO di mister Riboni.

Partenza super dei biancoblù, che passano subito in vantaggio con Romano: azione superlativa del classe '95 del CSO, che salta tre uomini, sia accentra e conclude a rete; traiettoria tesa, resa ancor più imparabile da una leggera deviazione di un difensore.
Immediata ed efficace la reazione biancorossa: padroni di casa subito vicini al pareggio con Cappellini, che calcia una bomba da oltre 30 metri, ma centra il palo; l'appuntamento con l'1-1 è pero solo rimandato, perché lo stesso Cappellini arriva di giustezza  e insacca in rete.

Nella ripresa si gioca a fasi alterne: sugli scudi il portiere montodinese Colombo, che ferma da campione i tentativi di Romano e Stringhi, sia Cappellini, che firmerà il gol partita.
L'attaccante classe '93 ex Salvirola arriva infatti coi tempi giusti sulla punizione crossata al centro da Nigrotti, apre il piattone e insacca il definitivo 2-1.
Nel finale il CSO Offanengo prova il forcing alla ricerca del pareggio, ma senza successo.

Mozzanichese 2 - 1 Monte Cremasco

Tassi (Mozz.), Rota (Mozz.), Sebastiano Tabacchi rig. (Monte)

Rialza la testa la Mozzanichese, protagonista di una buonissima prestazione: i locali approfittano della partenza col freno a mano tirato del Monte, che incappa ancora in un avvio di gara negativo.

Due brutti errori della retroguardia muccese costano subito il 2-0 firmato da Tassi e Rota.
Il Monte Cremasco prova a reagire solo nel finale di tempo con Abondio, che però non centra la porta, e nella ripresa, ma la Mozzanichese gioca una gran partita e controlla il match.
I locali allentano i ritmi solo nel quarto d'ora finale: il Monte ci prova, ma trova il penalty del 2-1 solo a tempo praticamente scaduto.

Oratorio Sabbioni 0 - 1 Palazzo Pignano

Zuccotti (P)

Partita equilibrata al "Dossena", con squadre più attente a contenere che affondare, ma a gioire è il Palazzo Pignano, che centra il primo successo dell'era Tessadori.

I biancoblù trovano il gol-partita al 25' del primo tempo: Malusardi vola sulla sinistra, incursione in area e assist preciso per Zuccotti, che riceve un pallone solo da spingere in porta. Galvanizzato dal vantaggio, il Palazzo sfiora il raddoppio: Malusardi, a tu per tu con Piva Intreri, calcia proprio in bocca all'estremo difensore di casa.

Nel secondo tempo è ancora il Palazzo a farsi preferire per intraprendenza e occasioni da rete: Piva Intreri nuovamente decisivo sulla conclusione a botta sicura di Rusconi. I padroni di casa crescono con il passare dei minuti e nel finale i Sabbioni si lanciano nell'assedio alla porta ospite: palloni messi al centro dalla dalla trequarti, numerose mischie in area e un paio di tentativi di terminati sopra la traversa non si traducono però nel gol del pareggio.

Ripaltese 2 - 2 Ombriano Aurora

Jacopo Bertoli (O), Roccatagliata (R), Giavaldi (R), Roberto Bertoli (O)

Fuoco e fiamme nel match salvezza a tinte rossoverdi: tra Ripaltese e Aurora finisce 2-2.
Le squadre provano a superarsi dal primo all'ultimo minuto: grandi emozioni e spettacolo, anche se entrambe le formazioni lamentano a gran voce una direzione di gara inadeguata.
Il sano agonismo del match, scivola presto nel nervosismo, fomentato da decisioni contestate da entrambe le parti.

Si parte forte ed è l'Aurora a passare in vantaggio: il bel tiro da fuori area di Marcello Bocca si stampa sul palo, ma Jacopo Bertoli si avventa sulla palla e ribadisce in rete lo 0-1. La gara vive quindi di fasi alterne di gioco: manovra ombrianese, aggressività e ripartenze della Ripaltese, che troverà il pareggio al 40' con una super conclusione di Roccatagliata da oltre 30 metri. La palla schizza davanti al giovane portiere classe '96, all'esordio con la maglia ombrianese e autore di una buona prova (al posto dello squalificato Poloni), insaccandosi in rete per l'1-1.

 

Nella ripresa è la Ripaltese a farsi preferire in avvio: Lorenzetti (per tre volte) e Cavallanti non riescono a capitalizzare buone occasioni da rete, ma il gol arriverà lo stesso. Errore in uscita dell'Aurora, che perde palla a centrocampo e innesca il ribaltamento di fronte orchestrato da Roccatagliata: palla dentro per Giavaldi, che si invola verso il portiere ospite e firma il 2-1.

Il finale è al cardiopalma.
Il direttore di gara concede cinque minuti di recupero e al 92' assegna una punizione agli ospiti: veementi proteste locali, due espulsioni (una per parte, Radavelli e Jacopo Bertoli per presunte reciproche scorrettezze).
Fatto sta che la punizione ombrianese è trasformata in oro dalla magistrale esecuzione di Roberto Bertoli: la palla bacia la traversa ed entra in rete per il 2-2.

Ma non è ancora finita!
Al 93' occasionissima per l'Aurora: bella azione di prima dei ragazzi di mister Perolini, che mettono Dennis Cantoni tu-per-tu col portiere locale; a fermare l'ombrianese un contestato intervento. Gli ospiti recriminano il penalty (non concesso) e il corner (anche quello negato): proteste furenti di Michele Ferrari, espulso.

Al 94' il match-point è invece per la Riplatese: Marchesi arriva solo di fronte al portiere ospite, ma calcia fuori.

Termina 2-2: un punto salvezza a testa.

Scannabuese 0 - 0 San Paolo Soncino

La rievocazione della sfida playoff di due anni fa esalta il San Paolo Soncino, che costringe la Scannabuese a sudare le proverbiali sette camicie: punto che sta stretto ai biancorossi; punto sudato per i biancoverdi.

Leggermente meglio la Scananbuese nei primi dieci minuti, ma senza vere conclusioni; il Soncino tiene botta e cresce con il passare dei minuti: punizione di Scaravaggi e tiro di Kito Lanzi fermati dal portiere locale Villa; così come il cross di Paderno, che invece ha rischiato di trasformarsi in un gol non cercato.

Nella ripresa i locali non riescono a reagire e il San Paolo Soncino prende le redini del gioco: tre ghiotte occasioni per i biancorossi, due volte con Paderno e una volta con Kito Lanzi, tutte fermate dagli interventi tempestivi e provvidenziali di Villa, a volte in uscita, a volte coi piedi, ma sempre decisivo.
Le azioni non nascono da errori difensivi locali, ma da buone trame soncinesi, con i centrocampisti bravi a mandare in profondità le proprie punte. Per una domenica non brillano la mediana e l'attacco dei biancoverdi.
Proteste del Soncino per un intervento ritenuto da rigore su Scaravaggi in area, ma il direttore non assegna il penalty e il match finisce 0-0.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

13-11-2016

11^

Giornata

Palazzo Pignano 0 - 0 Montodinese

Match a reti bianche a Scannabue: entrambe le squadre esprimono un gioco aggressivo e tattico, ma la rete non si gonfia. Già dopo 20' Rusconi rimedia il rosso diretto e va sotto la doccia per proteste, ma anche in 10 uomini i ragazzi di mister Tessadori si chiudono bene e non lasciano spazi alla Montodinese.
Nonostante l'inferiorità numerica, Malusardi è una vera spina nel fianco della difesa biancorossa: il capitano biancoblù fa reparto da solo e costuisce moltissimo, senza però riuscire a trascinare i compagni a una stoica vittoria.

Casaletto Ceredano 1 - 0 Bagnolo

Nichetti rig. (C)

Match molto equilibrato in cui le squadre si affrontano a viso aperto a Casaletto Ceredano: bello ritrovare in Seconda due delle squadre che hanno mostrato le migliori cose la scorsa stagione in Terza.
Si gioca a buon ritmo, ma in realtà le occasioni da rete non sono così numerose.
Nella prima frazione Stefano Moretti centra il palo dopo pochi minuti di gioco, mentre a metà del primo tempo il direttore di gara ravvisa un penalty in favore dei locali, concesso per l'atterramento in area di Tonani, tra le proteste bagnolesi: dagli undici metri Nichetti non fallisce l'appuntamento col gol e trasforma lo 0-1.

Nella ripresa il Bagnolo si riversa in attacco, aumentando il forcing offensivo e sfiora a più riprese il pareggio: ghiotta l'occasione capitata tra i piedi di Spoldi, che manca la rete da buona posizione.
Il Casaletto contiene le giocate degli ospiti e si distende in contropiede, provando a chiudere i conti, ma Paolo Bastianoni nega il raddoppio ai granata.
Sino al triplice fischio, però, non si registreranno altre reti: il Casaletto torna in zona playoff.

Doverese 0 - 1 Chieve

Guerini (C)

Vittoria di carattere del Chieve di mister Gagliardo in quel di Dovera: si tratta di un vero scontro al vertice!
Grazie al successo 0-1, il Chieve si assicura tre punti pesantissimi e aggancia la Scannabuese in vetta: che campionato!

Partita maschia, zeppa di contrasti e interventi al limite: la posta in palio è altissima. Prima frazione molto equilibrata, con due sussulti degli ospiti: punizione straordinaria di Bertolotti dai 30 metri, che si stampa sulla traversa; colpo di testa di Manclossi, fuori dallo specchio per questione di centimetri.
Nella ripresa, stesso copione: match spezzettato e avaro di occasioni. Miracolo di De Vecchi sulla conclusione da fuori di Bertolotti e occasioni fallita da Gipponi sul traversone di Acquarelli.

La partita si accende in un finale infuocato: al 80' Guerini estrae dal cilindro una staffilata di controbalzo da posizione defilatissima, con la palla che incoccia il palo e finisce in rete.

Reazione immediata dei padroni di casa: Mazzucchetti coglie la traversa sugli sviluppi di un calcio da fermo.
È l'ultima emozione del match: Doverese sconfitta di misura, Chieve in testa alla classifica.

Monte Cremasco 3 - 3 Agnadello

Bolzoni (M), Sebastiano Tabacchi (A), Casorati (M), autorete Vigo (A), Sebastiano Tabacchi (M), Bolzoni (A)

Girandola di gol ed emozioni a Monte Cremasco: pirotecnico 3-3 con l'Agnadello!

Meglio l'Agnadello in avvio, con gli ospiti in vantaggio grazie al colpo di testa di Bolzoni sul cross dalla destra di Codegoni.
Bravi però i locali a trovare l'immediato pareggio con Sebastiano Tabacchi bravo ad approfittare di una respinta del portiere ospite, superato con un pallonetto a porta sguarnita.

Nella ripresa muccesi in vantaggio con Casorati, che firma un grandissimo gol in girata al volo da fuori. Che rete!
L'Agnadello riacciuffa però il pareggio sugli sviluppi di un corner: la difesa muccese prova a liberare, ma la palla carambola addosso a Vigo, che devia il 2-2 nella propria porta.

Le emozioni non sono però ancora finite: Sebastiano Tabacchi pennella una bella punizione per il 3-2 che sembra regalare il successo al Monte, ma il direttore di gara prolunga il recupero, vista la sostituzione di Sebastiano Tabacchi, in cui i locali cercano di guadagnare molti, troppi secondi.
E proprio all'ultima azione, in pieno recupero, e forse oltre, Bolzoni si inventa un gol a dir poco fenomenale. 
Azione travolgente e sinistro al volo da posizione impossibile, potentissimo, spedito in rete per il definitivo 3-3. Che spettacolo!

C.S.O. Offanengo 1 - 1 Scannabuese
Peveralli (S), Benelli (CSO)
 
Partita bella e vivace, giocata a ritmi altissimi a Offanengo: ne esce un frizzante pareggio per 1-1, con il pareggio al 92' del CSO, che permette al Chieve di agganciare i biancoverdi in testa alla classifica.
 
Nella prima frazione arriva il gol ospite con Peveralli, che colpisce al volo di destro sulla punizione di Piccolo e mette il pallone all'angolino per il vantaggio ospite. La reazione locale è timida, con due tiri dalla distanza che non impensieriscono l'estremo difensore scannabuese. Prima dell'intervallo segnaliamo comunque un bel tiro di Stringhi (terminato di poco alto sopra la traversa), le punizioni ospiti sempre pericolosissime con Peveralli in agguato, una posizione di off-side di Lupi Timini, involato a rete.
Nella ripresa partita nervosa e combattuta a centrocampo: la gara si accende e la Scannabuese ci prova in velocità. I biancoverdi beneficiano di tre contropiedi che generano situazioni di superiorità numerica, ma in tutte e tre le circostanze la difesa del CSO chiude bene.
All'ultimo respiro, proprio al 92', arriva il gol del pareggio: lancio lungo di Benelli per Romano, che si avventa su un pallone apparentemente innocuo; tra una leggera indecisione della difesa ospite, Romano che non riesce a toccare la sfera e un rimbalzo anomalo del pallone su una zolla, la sfera si insacca lentamente all'angolino per il definitivo 1-1.
Ombriano Aurora 1 - 0 Oratorio Sabbioni

Cirak (A)

Il derby non è mai una gara banale e in questo caso è anche una bellissima partita: occasioni da una parte e dall'altra per tutto il match, che si decide al 91' con il piattone di Cirak che regala i tre punti all'Aurora.

Avvio decisamente di marca ombrianese: i rossoverdi prendono le redini del gioco con Venturelli e si rendono pericolosi con Cirak, che prima calcia fuori di potenza, poi prova il diagonale di precisione, fuori di un soffio.
I Sabbioni crescono con il passare dei minuti, ispirati dal lavoro di Cotelli e dalle incursioni di Usberghi e Agosti. Nel finale di frazione sale in cattedra Poloni, miracoloso in tre circostanze: parata super su Agosti (conclusione dal limite dell'area di porta), su Carera (parata con i piedi a chiudere lo specchio) e sugli sviluppi di una mischia nata da un piazzato. Super parate!

A inizio ripresa il match non cambia: tante occasioni da entrambi i lati del campo. Agosti rinnova il duello con Poloni, ancora una volta insuperabile. Anche dall'altra parte del campo c'è però un portierone fenomenale: Bonara vola all'incrocio per salvare la porta dalla punizione fantastica di Jacopo Bertoli, potente e precisa, ma vanificata dal grande intervento.
Nell'occasione proteste locali: Cirak era stato fermato dal tocco con la mano di Fabrizio Barca, ammonito, mentre i rossoverdi chievedano l'espulsione.

Emozioni in serie fino al 91', quando si decide il match: Cantoni serve un buon pallone a Venturelli, bravo a entrare in area e scaricare il pallone all'altezza del dischetto sui piedi di Cirak, che apre il piattone e insacca il gol-partita allo scadere. Che derby!

Pieranica 2 - 1 Ripaltese

Giavaldi (R), Rossi (P), Rossi (P)

Il Pieranica è più forte anche della sfortuna e degli infortuni, centrando un super successo in rimonta la Ripaltese.

Gara sfortunatissima per i biancoverdi dal punto di vista degli infortuni: dopo solo 3', Manzaro e Dominelli si scontrano in un contrasto aereo ed entrambi hanno la peggio. Il primo risulta stordito anche nei minuti successivi all'impatto, il terzino rimedia invece un profondo taglio alla testa: entrambi trasportati in ambulanza al Pronto Soccorso, sono tutt'ora là per gli accertamenti del caso.

I padroni di casa giocano meglio della Ripaltese nei primi 45' e per due volte vanno vicinissimi al vantaggio con Cerri, che prima centra il palo dalla sinistra e poi spara alto a pochi passi dal portiere. Ospiti pericolosi solo su una palla persa dai biancoverdi, con Ponzoni attento comunque nel far suo con sicurezza il tentativo ravvicinato

Ripresa decisamente più frenetica dei primi 45', con la Ripaltese che sembra aver ritrovato la quadratura, e il Pieranica che perde anche Paderno per un infortunio alla caviglia: era dentro da appena 10'.
Una vera maledizione per i biancoverdi!
Gli ospiti riescono a portare maggiori difficoltà alla retroguardia locale e passano in vantaggio al 70' con Giavaldi, che anticipa Colombo di testa e, grazie anche alla deviazione del difensore, riesce a superare Ponzoni.

Il Pieranica appare stanco per poter reagire, ma un'ingenuità difensiva degli ospiti regala il pari ai biancoverdi: la difesa rossoverde non spazza via il pallone, che è preda di Rossi, bravo da pochi passi a imbucare nell'angolino.
Galvanizzati dal pareggio, i padroni di casa ritrovano il proprio spirito combattivo e dopo 5' ribaltano l'incontro ancora con Rossi: cross di Patroni sul secondo palo e incornata vincente del ricciolo classe '94. Il Pieranica gestisce con ordine gli ultimissimi minuti, in cui Ponzoni è impegnato in una sola uscita alta, un compito facilitato ai padroni di casa dell'espulsione per proteste di Roccatagliata, che lascia i suoi in dieci.
Al triplice fischio i tre punti vanno ai biancoverdi, che salgono a 15 punti in classifica.

San Paolo Soncino 2 - 1 Mozzanichese

Goisa (S), autorete Goisa (M), Paderno (S)

Termina la pareggite del San Paolo Soncino, che torna al successo con la Mozzanichese, al termine di una partita vibrante.

Biancorossi in vantaggio già al 9': sul corner di Scaravaggi arriva il colpo di testa di Goisa per l'1-0. Padroni di casa in controllo del match, Mozzanichese in difficoltà, ma il capitano soncinese si ripeterà al 38', gonfiando la rete... Della propria porta: su una punizione calciata lunga dagli ospiti, Lanzi non chiama il pallone e Goisa appoggia di testa all'indietro, per poi scoprire che il numero uno suo compagno era alle sue spalle. Il pallone entra in rete per l'autorete dell'1-1.

Nella ripresa si rovescia l'inerzia del match: Soncino in difficoltà e Mozzanichese arrembante.
Gli ospiti si avvicinano per tre volte al gol, fermati dalle straordinarie parate di Lanzi e dal direttore di gara, che annulla un gol a Defendi.
La contesa si risolve all'80': punizione dal limite per i biancorossi, calciata forte e radente da Paderno, che insacca il definitivo 2-1.
Tensione nei sette minuti di recupero concessi, ma il punteggio non cambia e il Soncino si riaffaccia ai playoff.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

20-11-2016

12^

Giornata

Agnadello 2 - 3 San Paolo Soncino

Remedio (S), Bolzoni (A), Paderno (S), Stombelli (A), Remdio rig. (S)

Girandola di gol ed emozioni ad Agandello, dove il San Paolo Soncino la spunta nel finale. Che partita!

Il primo tempo si chiude sullo 0-0: parità giusta per quanto visto in campo, ma già numerose occasioni. Al 4' grande punizione calciata da Bolzoni, ben parata da Giovanni Lanzi; al 5' proteste ospiti per una trattenuta ai danni di Kito Lanzi in area; Agnadello nuovamente pericoloso con il diagonale di Codegoni sul cross di Bolzoni; San Paolo Soncino vicino al gol con il salvataggio sulla linea di Lanceni.

Nella ripresa le mille emozioni si traducono presto in gol: al 65' Soncino avanti sugli sviluppi della punizione di Paderno, con il tocco morbido di Remedio sul portiere Monti in uscita.
Passano soli tre minuti e al 68' Bolzoni, scattato sul filo del fuorigioco, si invola a rete per l'1-1 agnadellese.
Gol a grappoli: al 73', su un errato disimpegno della difesa giallonera, nasce un intervento che vede il Soncino beneficiare di una punizione. Si incarica della battuta Paderno, che bissa il gol di domenica scorsa: anziché rasoterra, stavolta lo specialista biancorosso calcia all'incrocio del secondo palo, dritto per dirtto, e insacca l'1-2 soncinese.
All'80 nuovo pareggio dell'Agnadello: punizione velenosa di Bolzoni respinta dalla traversa, con la palla che finisce sui piedi di Stombelli per il 2-2.

La contesa si risolve all'86': la Sig.rina Doldi assegna un penaly al San Paolo Soncino.
Sul corner calciato da Scaravaggi, capitan Goisa viene trattenuto in area: tra le proteste locali e le convinzioni ospiti, non perde la calma Remedio, che trasforma in rete il penalty del definitivo 2-3 biancorosso.
Super partita!

Bagnolo 3 - 3 Monte Cremasco

Sebastiano Tabacchi rig. (M), Degli Agosti rig. (B), Annichiarico (M), Luciano (B), Spoldi (B), Abondio (M)

Pareggio pirotecnico a Bagnolo, dove il Monte Cremasco colleziona il secondo 3-3 consecutivo: incredibile!

Il primo tempo si chiude 0-1 in favore dei muccesi: l'unico sussulto prima dell'intervallo è il penalty trasformato da Sebastiano Tabacchi.

La ripresa si apre con i fuochi d'artificio: Degli Agosti trasforma subito il penalty dell'1-1, ma il portiere locale Paolo Bastianoni sbaglia un disimpegno e offre ad Annichiarico il pallone dell'1-2 per il Monte Cremasco.
I ragazzi di mister Spinelli pareggiano però di nuovo, stavolta sugli sviluppi di un corner con il gran colpo di testa di Luciano per il 2-2.

I gialloblù passano per la prima volta in vantaggio con il 3-2 firmato da Spoldi, bravo ad anticipare portiere e difensore ospiti, ma in pieno recupero, dopo la beffa subita sette giorni fa, il Monte Cremasco stavolta punisce gli avversari con il 3-3 firmato in mischia da Abondio.

Chieve 2 - 0 Casaletto Ceredano

Gipponi (C), Shahi (C)

Chieve capolista! I ragazzi di Gagliardo soffrono nel primo tempo un Casaletto estremamente organizzato, ma crescono alla distanza e conquistano tre punti pesantissimi nella corsa al titolo.
I chievesi superano la Scannabuese, ko 2-0 nel derby.

Nella prima frazione, meglio gli ospiti, che coprono bene il campo e sfiorano il vantaggio con Tonani: miracoloso nella circostanza Milani.
Nella ripresa, sale di tono il Chieve: angolo di Bertolotti e tuffo di testa vincente di Gipponi per l'1-0.
Poco più tardi, la spizzata di Bertolotti premia l'inserimento di Bruschi, che calcia da limite: la respinta di Cremonesi arriva proprio sui piedi di Shahi, che non fallisce tap-in del 2-0.
Nel finale i gialloblù controllano fino al triplice fischio e gioiscono per il primo posto.

Montodinese 3 - 1 Ombriano Aurora

Agazzi (M), Agazzi (M), Cappellini (M), Jacopo Bertoli (A)

Non c'è storia al Comunale di Montodine, dove i ragazzi di Merisio si impongono con un netto 3-1 sulla formazione ombrianese.

Dopo una prima fase di studio, sugli sviluppi di un corner, Agazzi insacca alle spalle di Poloni. Nella ripresa gol fotocopia: Torza calcia l'angolo con il contagiri, Agazzi anticipa tutti e realizza la doppietta personale.
Poco più tardi, Cappellini da posizione defilata, beffa l'estremo difensore ospite con un velenoso tirocross rasoterra per il 3-0.
La Montodinese sciupa altre buone occasioni per il poker con Nigrotti e Longhi, ma nel finale l'Aurora Ombriano sfrutta un'incertezza della difesa biancorossa e accorcia grazie a Jacopo Bertoli.

Mozzanichese 2 - 3 C.S.O. Offanengo

Emanuele Confortini (O), Stringhi (O), Stringhi (O), Defendi (M), autorete Ferla (M)

Preziosissimo successo per il CSO Offanengo di mister Riboni, che si fa subito valere nella prima frazione: dopo le parate del numero uno locale e una chance mozzanichese per Sergio Rossini, al 12' arriva il grandissimo gol di Emanuele Confortini, che insacca in mezza rovesciata lo 0-1 sugli sviluppi di un corner.

Dopo il buonissimo primo tempo del CSO Offanengo, la Mozzanichese prova una reazione in avvio di ripresa, ma viene punita da azioni ben orchestrate dai biancoblù, che affondano il colpo in velocità: doppietta letale di Stringhi che al 55' e al 65' finalizza da vero bomber due ottime azioni per lo 0-3.

Mister Riboni chiede il massimo ai suoi, ma viene allontanato dal direttore di gara e i locali accorciano con il super gol di Defendi: conclusione fantastica all'incrocio per l'1-3.
La Mozzanichese prova a crederci e trova il rocambolesco 2-3: su un lancio da 35 metri, la deviazione di testa di Ferla si insacca per la più sfortunata delle autoreti.
I padroni di casa provano il forcing, ma l'espulsione di Rossini condizionerà la Mozzanichese: vince il CSO Offanengo.

Oratorio Sabbioni 1 - 2 Pieranica

De Maestri (P), Cicognani (S), Ogliari (P)

Buona la prima per mister Raimondi sulla panchina del Pieranica, che supera di misura l'Oratorio Sabbioni.
Al "Dossena" gli ospiti sono autori di un ottimo avvio di gara e premiati dall'immediato vantaggio: azione biancoverde tutta palla a terra, iniziata a centrocampo e conclusa da De Maestri con un perfetto appoggio in rete per lo 0-1.
I Sabbioni si rimettono subito in carreggiata ed approfittano di un errato rinvio difensivo ospite per riequilibrare immediatamente la gara: la palla giunge tra i piedi di Cicognani, che castiga Ponzoni sotto le gambe. I padroni di casa gestiscono maggiormente la sfera, il Pieranica prova a sorprendere in contropiede. Non si registrano occasioni nitide prima dell'intervallo.

A decidere la gara è Ogliari in avvio di secondo tempo: altra azione corale biancoverde che vede come destinatario l'ex Trescore, che lascia sul posto un uomo e batte Bonara sul secondo palo.
Da qui in avanti i Sabbioni tenteranno in tutti i modi di scardinare la retroguardia ospite, ma Ponzoni sarà costretto ad intervenire solo due volte: la prima blocca comodo a terra un colpo di testa avversario, la seconda allunga il pallone lateralmente.
Occasionissima Pieranica prima del triplice fischio: Patroni, protagonista di un gara di grande sacrificio, prova a sorprendere Bonara da fuori area: la palla sbatte sulla parte bassa della traversa ed il n.1 ospite si salva in qualche modo sulla riga di porta.
Al Pieranica va bene anche così: il colpaccio domenicale gli vale la seconda vittoria consecutiva per la prima volta in stagione.

Ripaltese 2 - 2 Doverese

Bianchessi rig. (D), Polastri rig. (R), Mazzucchetti (D), Polastri rig. (R)

Partita vibrante a Ripalta Cremasca, dove i rossoverdi fanno sudare le proverbiali sette camicie a tutti gli avversari e ottengono in extremis il 2-2 che rallenta la Doverese.

Match ricco di emozioni, già nel primo tempo, con la Doverese che passa in vantaggio con il penalty conquistato da Vigorelli e trasformato da Bianchessi per lo 0-1 con cui si rientra negli spogliatoi.
Nella ripresa la Ripaltese pareggia i conti dal dischetto grazie al penalty conquistato da Marchesi e trasformato da Polastri per l'1-1.
La partita si infuoca e le occasioni fioccano, da una parte e dall'altra: il gol lo trova ancora la Doverese, che capitalizza al meglio una delle sue letali ripartenze con bomber Mazzucchetti.
I gialloneri sembrano potersi portare a casa i tre punti, ma in pieno recupero sale in cattedra Cavallanti, che salta tre difensori e viene atterrato in area di rigore: terzo penalty di giornata e Polastri non sbaglia l'esecuzione del definitivo 2-2.

Scannabuese 0 - 2 Palazzo Pignano

Malusardi (P), Battaglia (P)

Colpo grosso: Palazzo reale, leoni biancoverdi domati dal principe del gol Malusardi.

Non è il racconto di una favola, ma la vera storia del derby andato in scena al Comunale "Italo Sangiovanni", dove il Palazzo si impone per 0-2 con un gol per tempo.
La Scannabuese perde la testa della classifica e deve al più presto invertire un trend negativo, che nelle ultime cinque giornate ha visto i biancoverdi rimediare tre pareggi e la sconfitta di oggi.

L'approccio migliore al match ce l'hanno i ragazzi di mister Tessadori: anche senza lo squalificato Rusconi, il 4-3-3 biancoblù si rivela efficace, grazie ispirato in regia da un Lucini Paioni ricco di idee e qualità.
Palazzo vicino al gol da subito in almeno due circostanze, ma il vantaggio è questione di minuti e arriva con uno dei numerosi spunti del centravanti del Palazzo: Malusardi prende palla da oltre venti metri, si libera in un fazzoletto e scarica in rete un radente sul secondo palo che non lascia scampo al portiere scannabuese per lo 0-1.
I biancoverdi faticano a far arrivare palloni giocabili in avanti e, oltre a un traversone di Cappa, l'unica occasione locale di rilievo del tempo è la staffilata di Lupi Timini, sventata dal plastico volo di Silvestro.

Anche nella ripresa la Scannabuese fatica terribilmente ad arrivare al tiro: Viviani è isolato in avanti e sono pochi i palloni giocabili che arrivano dalle sue parti. Anche nel secondo tempo il Palazzo ha il predominio del campo, forte del vantaggio, e gestisce con oculatezza, trovando anche il raddoppio: Zuccotti taglia dall'esterno verso il centro del campo, servendo il taglio opposto di Battaglia, implacabile per il definitivo 0-2.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

27-11-2016

13^

Giornata

Doverese 2 - 3 Oratorio Sabbioni

Marzagalli (D), Manzoni (S), Cotelli rig. (S), Agosti, (S), Broglia (D)

Partita spumeggiante a Dovera, disputata a ritmi alti: match mai banali quelli in cui scendono in campo i gialloneri, stavolta sconfitti dagli arrembanti Sabbioni.

I ragazzi di mister Martuscelli passano presto in vantaggio con la botta di Marzagalli: la traiettoria buca Bonara con un tiro potente fuori area, nettamente deviato da uno sfortunato Arpini.
Reazione prepotente dei giallorossi: dopo aver segnato un (auto)goal regolare, ma ingiustamente annullato, gli ospiti ribaltano la partita. Prima un'uscita maldestra del portiere ospite sul cross di Manzoni indirizza il pallone verso Manzoni, che trova la coordinazione in equilibrio precario e insacca con una gran mezza rovesciata. Gran gol, l'1-1!
Più tardi Cotelli trasforma l'1-2 su calcio di rigore, procurato da Usberghi, atterrato nettamente da uno sciagurato De Vecchi in uscita.

Nel secondo tempo, la Doverese cerca di alzare il ritmo trovando pochi sbocchi e i Sabbioni colpiscono nuovamente: Agosti è bravo a insaccare con la punta, a pochi metri dalla porta, sulla punizione tagliata di Cicognani.
Sotto 1-3, la Doverese si riversa in avanti con orgoglio e trova il 2-3 con il giovane Broglia, che sbuca sul secondo palo dopo una spizzata e scaraventa in rete il goal della speranza.
Nel finale gialloneri in avanti: traversa su punizione e San Bonara è miracoloso in un paio di circostanze, regalando i tre punti ai Sabbioni.

Monte Cremasco 1 - 0 Casaletto Ceredano

Marco Severgnini (M)

Tre punti importanti per il Monte Cremasco, che dopo le scorpacciate di gol (fatti e subiti), nonostante molte assenze, ottiene la vittoria col punteggio di 1-0 sul Casaletto.

Il match si decide al 40' del primo tempo: azione impostata da Borletti, palla al centro per Annichiarico, bravo a sua volta a trovare il corridoio giusto per Marco Severgnini, glaciale nell'insaccare l'1-0 a tu per tu col portiere ospite.

Il Casaletto ci prova nel primo tempo con la gran punizione di Stefano Moretti (ben parata da Cremonesi) e con Barbaro, che impatta male il pallone da buona posizione.
Nella ripresa chance ospite per Tonani, mentre i locali vanno vicini al raddoppio con Sebastiano Tabacchi (che manca l'ultimo controllo) e Borletti.

Partita senza numerose emozioni, decisa dal primo gol del match.

C.S.O. Offanengo 1 - 1 Agnadello

Marco Facchinetti (A), Benelli rig. (C)

Nella ripresa nebbia del Comunale, la partita di Offanengo si decide tutta nella ripresa.

Primo tempo (con visibilità maggiore) di marca biancoblù: occasioni per Rancati, Piloni, Rudy Coti Zelati, ma senza che la palla entri in rete.
Non male i locali anche nella ripresa, ma al 70', sugli sviluppi di un corner, Marco Facchinetti colpisce il pallone in rovesciata, impatto non pulito: situazione confusa in area, con il pallone che rotola lentamente in rete per lo 0-1 giallonero.

Reazione dei biancoblù nel finale e proprio al 90' il CSO Offanengo si guadagna con Scaravaggi il calcio di rigore trasformato da Benelli per il definitivo 1-1.
Nel recupero il CSO recrimina per un altro penalty, non assegnato, e il match termina in parità.

Ombriano Aurora 0 - 2 Scannabuese

Peveralli (S), Lupi Timini (S)

La Scannabuese riprende a correre: vittoria all'inglese a Ombriano. 
I biancoverdi ritrovano i tre punti, i rossoverdi incappano nel secondo ko consecutivo.

Il vantaggio ospite arriva già al 10': punizione-bomba di Peveralli, che firma lo 0-1 Scannabuese con una conclusione imparabile per Poloni.
Immediata la reazione dell'Aurora: al 15' occasione clamorosa per i locali, vanificata dal doppio miracoloso intervento di Vanazzi prima sul potente diagonale di Ciark, poi sulla ribattuta di Boccù altro miracolo, con la palla ferma nei pressi della linea per istanti da brivido, prima della nuova presa del numero uno biancoverde.
Aurora ancora pericolosa con Marcello Valdameri che spizzica di testa, ma trova ancora la risposta di Vanazzi in corner.
Match vibrante e apertissimo Cappa approfitta di un errore locale in disimpegno e serve a Viviani un buon pallone al 30': bomba poderosa, traversa-riga e gol-fantasma non assegnato agli ospiti.
Il raddoppio è però solo rimandato di cinque minuti: Cappa veste ancora i panni dell'assit-man, stavolta pennellando un gran sulla testa di Lupi Timini il cross incornato in rete per lo 0-2.

Nella ripresa gara molto meno pimpante da parte di entrambe le squadre.
L'Aurora prova a infilare per due volte la difesa ospite una volta con Cirak, una volta con il sinistro di Michele Ferrari ma senza successo; gli ospiti centrano un palo all'80' con Viviani e sfiorano il tris nel finale con una conclusione di Francavilla.

Palazzo Pignano 1 - 3 Mozzanichese

Tassi (M), Rota (M), Defendi (M), Rusconi rig. (P)

Il Palazzo non riesce a dare seguito alla super prova del derby: partita a senso unico e vittoria meritata della Mozzanichese.

Il pressing alto degli ospiti viene ripagato con due gol nel primo tempo: due palloni recuperati nella metà campo biancoblù ed entrambi capitalizzati in rete. Prima una spizzata di testa di Tassi, con l'attaccante ospite solo davanti a Robustelli per lo 0-1, mentre un errore di Crespiatico apre le porte allo 0-2 ospite.
Episodio da censurare nella prima frazione: Malusardi, eroe della scorsa domenica, rimedia il rosso diretto per un insulto razzista terzino mozzanichese.

Nella ripresa, sugli sviluppi del corner di Tassi, arriva il tris ospite col piattone di Defendi.
Quindi partita sospesa per 10' a causa della nebbia, ma poi si riprende.
Nel finale un rigore di Rusconi vale l'1-3 che accorcia le distanze, ma è vano ai fini dell'esito finale.

Pieranica 0 - 1 Montodinese

Cappellini rig. (M)

La Montodinese sbanca Pieranica e centra tre punti pesantissimi nella rincorsa ai playoff!
La partita è divisa esattamente in due: primo tempo biancorosso e secondo tempo biancoverde.

Gli ospiti partono a mille e sfiorano il più volte il gol con Cappellini e Brazzoli, ma l'occasione che assegna i tre punti arriva alla mezz'ora: Porchera entra in area, viene atterrato fallosamente e per il direttore di gara è rigore. Dal dischetto si presenta Cappellini, che spiazza l'estremo difensore locale, insaccando lo 0-1 che non cambierà più.

La reazione locale è timida e bisogna aspettare la ripresa per vedere i ragazzi di Raimondi combattere con il coltello tra i denti. I biancoverdi ci provano in tutti i modi, ma la palla non entra.
La Montodinese si chiude, soffre ma il risultato non cambia.

Ripaltese 0 - 1 Chieve

Shahi (C)

Soffertissima, e immeritata, vittoria di misura della capolista sul campo di una tostissima Ripaltese.

I padroni di casa asfissiano gli ospiti con una gara di incredibile corsa e determinazione e recriminano, a ragione, per alcune decisioni penalizzanti.
I rossoverdi iniziano a tavoletta e solo un super Ogliari evita l'1-0: ci provano Giavaldi, Roccatagliata e Cavallanti, ma sempre invano. La reazione del Chieve è affidata a Cannatà: pallonetto morbidissimo dai venti metri con il destro che scheggia la traversa.

Al 25', il match si sblocca: gran lancio di Bruschi che pesca Shahi a tu per tu con l'estremo difensore di casa (approfittando scivolone di un difensore ospite): controllo ed esterno destro all'angolino. I gialloblù, prima dell'intervallo, sfiorano anche il raddoppio con Bertolotti: sinistro a incrociare che si infrange sulla traversa.

Nella ripresa, un Chieve passivo subisce l'aggressività della Ripaltese: occasioni a ripetizione per i padroni di casa, con Ogliari costretto a mettere una pezza in più di una occasione. Miracoli su Confortini (parata strepitosa) e Roccatagliata.

I locali, inoltre, protestano veemente per un rigore solare negato dal direttore di gara, con Zoli che "para" sulla linea. Espulso Corrado e recupero esiguo, rispetto agli eventi del match, prima del triplice fischio.
Il Chieve mantiene la vetta, ma che fatica!

San Paolo Soncino 1 - 3 Bagnolo

Pastorino (B), Remedio (S), Degli Agosti (B), Degli Agosti (B)

Successo esterno del Bagnolo, che esce vincitore nel secondo tempo di un duello infinito con i biancorossi. Che partita!

Nel primo tempo la gara è equilibrata, con i padroni di casa che riescono a gestire maggiormente la manovra. Tra il possibile goal del vantaggio e il Soncino si pone sempre però un grande Paolo Bastianoni, che alla mezz'ora neutralizza anche un calcio di rigore a Remedio.

Il Bagnolo riesce ad esprimere maggiormente le proprie capacità nella ripresa: su tutte l'arma micidiale del contropiede.
Proprio da una ripartenza su un calcio d'angolo a favore dei locali nasce lo 0-1 gialloblù: Grazioli è indemoniato e si fa tutto il campo palla al piede, fino ad arrivare in area soncinese e servire al classe '97 Pastorino il goal del vantaggio.
Ottima la risposta dei padroni di casa, che in meno di 10' pareggiano i conti con Remedio, che si fa perdonare il penalty fallito correggendo in rete di testa il cross dalla sinistra di Scaravaggi.
Paolo Bastianoni sarà ancora mostruoso nel duello con gli attaccanti soncinesi, come in attacco sarà mostruoso anche Degli Agosti, che sale in cattedra nell'ultimo quarto d'ora con ladoppietta che vale tre punti pesantissimi per la classifica del Bagnolo.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

04-12-2016

14^

Giornata

Agnadello 2 - 3 Palazzo Pignano

Pedrini (P), (A), Stombelli rig. (A), autorete Stella (P), Rusconi (P)

Mille incroci in una gara tutt'altro che amichevole: da una parte Ivo Sacchi, nuovo collaboratore giallonero dopo l'esonero da Palazzo; dall'altra l'ex Battaglia e il ds Miglio (e altri dirigenti), che con la società biancoblù aveva valutato l'esonero del tecnico ex palazzese poche settimane fa.
Al termine del match si impongono i ragazzi di mister Tessadori, corsari ad Agnadello in un 2-3 ricco di emozioni!

Inizio di fuoco dei biancoblù, che trovano subito lo 0-1 firmato da Pedrini con un gran destro dal limite dell'area. I gialloneri, però, ribaltano il punteggio con una reazione d'autore: al 18' Radaelli, sugli sviluppi di una mischia nata in seguito a un corner, trova l'1-1; al 25' ecco quindi il penalty del sorpasso dell'Agnadello, trasformato da Stobmelli dopo l'atterramento in area di Bozzuto.

Nella ripresa, però, ecco la contro-reazione del Palazzo Pignano, che prima pareggia i conti grazie a un'autorete causata da un'incursione dell'ex Battaglia, il cui traversone è deviato nella propria porta da Stella per il 2-2. Poi, al 62', i biancoblù trovano il gol-partita con il sigillo di Rusconi, con il 2-3 che fa esplodere i palazzesi, ora lanciatissimi nel morale e in classifica.

Bagnolo 3 - 3 C.S.O. Offanengo

Benelli (O), Stringhi (O), Degli Agosti (B), Degli Agosti (B), Degli Agosti (B), Benelli rig. (O)

CSO Offanengo sempre di rigore, sempre nel finale: pareggio a Bagnolo!
I biancoblù di mister Riboni si portano sullo 0-2 prima dell'intervallo, ma nella ripresa arriva la sontuosa tripletta di Degli Agosti, che vale il 3-2 e sembra regalare il successo ai locali; allo scadere ecco però il penalty di per il definitivo 3-3.

Primo tempo mal giocato dal Bagnolo: gialloblù pericolosi con Morando e pronti a recriminare per due penalty non concessi, ma il CSO Offanengo è molto più in partita e trova meritatamente il gol.
I biancoblù prima approfittano di uno svarione difensivo locale, trasformato in rete con una bellissima conclusione di Benelli per lo 0-1, poi trovano il gol con una bella azione, nata sfruttando i centrocampisti del 4-2-4 di mister Riboni, che innescano la velocità di Stringhi, bravo a concludere a rete con il sinistro.

Nella ripresa arriva un clamoroso black-out del CSO Offanengo, che incassa tre reti nell'arco di circa un quarto d'ora, e la luce abbagliante di Degli Agosti: come la scorsa settimana, il rinato attaccante bagnolose si erge a MVP del match con una sontuosa tripletta.
Prima approfitta di un errore in fase di impostazione del CSO Offanengo per involarsi a rete (1-2), poi si incunea tra le maglie della difesa ospite per insaccare il bis (2-2), infine incorna di testa su un calcio piazzato crossato in area per il vantaggio gialloblù (3-2): Deglia is on fire!
Il CSO Offanengo, però, riesce incredibilmente a rientrare in gara: nuove occasioni per i biancoblù, che prima si avvicinano al pareggio e poi lo trovano, ancora una volta, grazie a un penalty conquistato nel finale.
Nell'occasione arriva l'espulsione di Aiolfi (schierato al posto di Paolo Bastianoni): dal dischetto Benelli non sbaglia e fissa il risultato sul definitivo 3-3.
 
Casaletto Ceredano 1 - 3 San Paolo Soncino

Scaravaggi (S), Nichetti rig. (C), Andrea Lanzi rig. (S), Scaravaggi (S)

Vittoria importantissima del San Paolo Soncino, che continua la propria rincorsa ai playoff con il successo 1-3 sul campo del Casaletto.

La prima frazione si chiude sullo 0-1 grazie alla punizione insaccata dallo specialista Scaravaggi; ospiti vicini al raddoppio ancora con lo stesso Scaravaggi, ma un super salvataggio di Marco Moretti sulla linea evita il bis biancorosso.
Nella ripresa il Casaletto Ceredano scende in campo con il piglio giusto per ribaltare il match: al 51' il penalty trasformato da Agostino Nichetti vale l'1-1 e scatena i granata.
I padroni di casa ci provano in tutti i modi, ma vedono i propri tentativi infrangersi sull'ottima difesa ospite.

È così che al 70' Marco Lanzi insacca il penalty del sorpasso soncinese per l'1-2. Per il Casaletto arriva un doppio colpo pesantissimo, visto che al 75' arriva addirittura l'1-3 di Scaravaggi: ottima triangolazione nello stretto con Kito Lanzi e conclusione vincente per il tris.

Incredibile quel che accade poi al 77': il neo entrato Barnabò insacca il quarto gol per il San Paolo Soncino; nell'esultanza si spoglia la maglietta e rimedia il (primo) cartellino giallo, scoprendo poi che il direttore aveva annullato la sua rete; richiesta di spiegazioni giudicata eccessivamente vigorosa e altro giallo all'indirizzo di Barnabò: seconda ammonizione e rosso da record!

Nel finale, con l'uomo in più, il Casaletto attacca nuovamente alla ricerca del gol per riaprire il match: l'occasione giusta ce l'ha Tonani, che si incarica dell'esecuzione di un penalty assegnato ai granata all'85'; la conclusione è però imprecisa e fuori dallo specchio, con il Soncino che si porta a casa i tre punti.

Monte Cremasco 0 - 1 Chieve

Piccolini (C)

Vittoria di carattere del Chieve sul campo del Monte Cremasco, maturata grazie a una ripresa di grande intensità.

Il primo tempo è infatti complicato per la capolista: il Monte difende basso e intasa ogni spazio. Gli ospiti sfiorano il vantaggio con la girata di Shahi sugli sviluppi di un corner, ma faticano a impensierire Cremonesi.
Nella ripresa, invece, è tutt'altra musica: i gialloblù schiacciano il piede sull'acceleratore e a un quarto d'ora dal fine trovano il vantaggio. Lancio illuminante di Bertolotti per Piccolini, scattato sul filo del fuorigioco, che trafigge Cremonesi con un preciso sinistro a incrociare.
Il Chieve potrebbe chiudere definitivamente la contesa, ma prima Cremonesi nega il raddoppio a Gipponi, poi Piccolini non inquadra la porta per centimetri con un colpo di testa.

Montodinese 2 - 1 Doverese

Capellini (M), Bianchessi (D), Nigrotti (M)

Montodinese on fire!
Nonostante numerose assenze e molti giovani in campo, i biancorossi di mister Merisio continuano a vincere e si prendono l'intera posta in palio anche nel match ad alta quota contro la Doverese.

Il match è bloccato sin dai primi minuti, ma alla mezz'ora, su un lancio lungo di Mariniello, Capellini stoppa di petto e dal limite fredda l'estremo difensore ospite. Che gol quello dell'1-0!
Nella ripresa la reazione della Doverese spaventa i biancorossi: Bianchessi pareggia i conti ad un metro dalla porta in seguito ad una mischia in area.
Sulle ali dell'entusiasmo, i ragazzi di mister Martuscelli continuano a spingere alla ricerca della vittoria, fermati da un super Colombo, che compie due autentici miracoli e salva la Montodinese dai colpi del KO.
Su un ribaltamento di fronte, però, ecco il colpo vincente della Montodinese: Longhi recupera palla e serve Nigrotti in area, con l'attaccante locale che non sbaglia il colpo della vittoria locale.
Nel finale forcing giallonero alla ricerca del pareggio, ma il risultato non cambia.

Mozzanichese 2 - 3 Ombriano Aurora

Nichetti (O), Dipilato (O), Bocca (C), Allevi (M), Rossoni rig. (M)

Grande prestazione dei ragazzi di mister Perolini, che vincono sulla Mozzanichese al termine di un match di fuoco: il successo 2-3 rilancia le ambizioni di salvezza dei rossoverdi, su un campo per nulla facile, anzi.

Nell'occhio del ciclone la direzione di gara: proteste locali ed ospiti per molti episodi.
I primi a recriminare sono i mozzanichesi, per un rigore non concesso ad Allevi, che poi si vedrà annullare anche un gol.
Ecco quindi il vantaggio ombrianese arriva al 20': cross di Jacopo Bertoli in mezzo all'area, con Francesco Nichetti che si inventa una rovesciata DA APPLAUSI all'altezza del dischetto del rigore. Che bellezza!
Il fantastico gol esalta l'Aurora, che trova il raddoppio dopo solo un minuto di gioco': scambio tra Cirak e Jacopo Bertoli, bravo a mandare in profondità Dipilato che, a tu-per-tu col portiere ospite, non fallisce l'appuntamento con lo 0-2. Resta più di qualche dubbio sulla posizione del laterale rossoverde, come confermato dagli stessi ospiti.
La reazione mozzanichese nella prima frazione è affidata ad Allevi, che fa il suo esordio con la maglia gialloblù, ma la sua conclusione esce di un soffio.

L'Aurora di oggi, però, è semplicemente perfetta e già al 55' arriva lo 0-3 ombrianese: da una rimessa laterale Jacopo Bertoli, oggi assist-man da urlo, salta due avversari e serve un pallone rasoterra perfetto per Bocca, che arriva in corsa bocca Marcello e riesce a tenere basso il pallone, insaccato in rete.
Sotto di tre reti, la Mozzanichese ci prova lanciando palloni lunghi per le punte: la soluzione paga, perché Allevi bagna il suo esordio con il gol dell'1-3 che riaccende le speranze locali.
I gialloblù continuano a spingere e al 90' il direttore di gara assegna un penalty ai locali (anche questo molto dubbio, per stessa ammissione locale): dal dischetto capitan Rossoni non sbaglia e trova il 2-3 che apre un finale di fuoco.
Nei 4 minuti di recupero succede di tutto, tra cui l'espulsione di Belloni. Il punteggio, però, non cambia più: colpo Aurora a Mozzanica!

Oratorio Sabbioni 3 - 1 Ripaltese

Cotelli rig. (S), Mandelli (S), Cavallanti (R), Carera (R)

Successo importantissimo dei ragazzi di Mister Fusar Imperatore, maturato grazie a un primo tempo da manuale.

La prima frazione è infatti a spiccate tinte giallorosse: gli ospiti falliscono subito due chances con Cavallanti e Marchesi, poi i padroni di casa dominano letteralmente il primo tempo.
I Sabbioni, scampato il pericolo, attaccano subito con un forcing iniziale e trovano il vantaggio grazie al calcio di rigore, guadagnato e segnato in scioltezza, da bomber Cotelli. Poco dopo i padroni di casa trovano anche il 2-0: palla con i contagiri di capitan Barca per Mandelli, che si accentra e trova l'angolino basso per il raddoppio.

La mai doma Ripaltese, però, torna a farsi vedere nella ripresa: i rossoverdi sono pericolosissimi e più agguerriti che mai nel secondo tempo. Giavaldi, dopo un'azione personale, trova l'assist vincente per Cavallanti, che a pochi passi da Bonara non sbaglia l'appuntamento con il 2-1 che riapre il match.
I ragazzi di mister Piacentini ci credono e spingono alla ricerca del pari, fermati solamente da un palo clamoroso, colpito da Valdameri. Rossoverdi ancora pericolosi con il nuovo arrivato Fabio Gallarini, ma poi arriva la doppia espulsione per gli ospiti: doppio cartellino rosso per Staffini e Radavelli, che lascia la Ripaltese in 9 uomini.
Nel finale, i Sabbioni si riprendono dallo sbandamento e trovano la rete del 3-1 con Carera, subentrato a Cotelli, bravo a chiudere i conti a pochi istanti dalla fine con un semplice tap-in.

Scannabuese 1 - 0 Pieranica

Familari (S)

Lo Scanna si impone di misura nel derby biancoverde con il Pieranica e si mantiene in scia del Chieve capolista.

Nel primo tempo sono gli ospiti a farsi preferire, aggredendo alti gli avversari e presentandosi in diverse iniziative nella loro area: peccato per la squadra di mister Raimondi che la mira sia sempre sballata nell'ultimo passaggio o nel momento della conclusione. Lo Scanna chiede invano a fine primo tempo che l'arbitro sanzioni l'intervento di Manzaro in area su Familari, ma sembra giusta la scelta del direttore di gara, che sanziona un precedente fallo in attacco di Familari.

L'attaccante scannabuese avrà modo di rifarsi ad inizio ripresa, quando su una palla recuperata da Garbelli a centrocampo su rinvio del portiere, ha l'opportunità di involarsi solitario in porta e siglare il goal partita dell'1-0.
L'inserimento di Piccolo dalla panchina porta più idee nella mediana di casa e proprio il nuovo entrato impegna Ponzoni in una parata da tergo.
Il Pieranica rimane in dieci per il doppio giallo rimediato da Colombo in pochi minuti e protesta veementemente per un atterramento in area di Ogliari su cui l'arbitro lascia proseguire.
Nonostante l'inferiorità numerica, gli ospiti tentano l'assedio finale, senza però mai trovare ancora una volta qualcuno che sia in grado di rendersi pericoloso negli ultimi sedici metri.
Lo Scanna passa così con il minimo sforzo e mantiene intatto il secondo posto in campionato.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

11-12-2016

15^

Giornata

Chieve 1 - 2 Oratorio Sabbioni

Cotelli (S), Usberghi (S), Bertolotti (C)

Sorpresa natalizia a Chieve: l'Oratorio Sabbioni espugna il campo della capolista! Che impresa per i giallorossi!
Distanze immutate in vetta, visto il KO della Scannabuese, ma ora Montodinese, Soncino e Doverese rientrano in corsa!

Primo tempo di clamoroso atletismo e ottima organizzazione degli ospiti, che mettono alle corde i ragazzi di mister Gagliardo. I giallorossi passano in vantaggio con la deviazione vincente di Cotelli sul sinistro strozzato di Usberghi e sfiorano più volte il raddoppio.
Il Chieve ribatte colpo su colpo: Bertolotti, dopo un triangolo con Gipponi, manca l'appuntamento con il gol; Piccolini calcia sopra la traversa da buonissima posizione; Guerini colpisce il palo con un bolide dai 30 metri.

Nella ripresa, la capolista assedia la metà campo ospite: occasioni in serie per i gialloblù, troppo sciuponi, e la beffa si materializza alla mezz'ora: magnifico assist di Cadregari, esterno sinistro delizioso a pescare il taglio di Usberghi, che dribbla Ogliari e deposita in rete il più classico dei gol dell'ex.

Il direttore di gara nega un rigore per parte, a Cicognani e Gipponi: il match si infiamma.
Nel recupero, il Chieve accorcia le distanze con Bertolotti, splendido sinistro a incrociare su filtrante di Gipponi per l'1-2 che accende una speranza chievese per l'ultimo assedio.
E all'ultimo respiro ecco quindi la clamorosa occasione per il nuovo arrivato Bergamaschini: il suo pallonetto a scavalcare Bonara, però, scheggia la traversa e termina 1-2.

Doverese 3 - 2 Scannabuese

Bianchessi (D), Garbelli (S), Robesti (D), Peveralli rig. (S), Vigorelli (D)

Impresa Doverese!
Dopo un periodo sfortunato, i gialloneri si rifanno alla grande chiudendo col botto il girone d'andata: prova maiuscola con la Scannabuese e vittoria 3-2 che riaccende la lotta al titolo e la lotta playoff.

Sul campo di Dovera si gioca a ritmi altissimi: al 15' Rinaldi si avventa su un pallone destinato al fondo, lo sfila a Peveralli e mette il cross al centro per Bianchessi, che calcia forte e di prima intenzione; la leggera deviazione di un difensore ospite non cambia l'esito del tiro: palla in rete per l'1-0 giallonero.
Prima dell'intervallo tante situazioni di mischia ed equilibrio dinamico: che intensità!

Nella ripresa le tante corse si traducono in una girandola di gol: la Scannabuese pareggia dopo pochi istanti grazie al corner pennellato da Piccolo sulla testa di Garbelli per l'1-1.
Non passano dieci minuti e arriva il nuovo vantaggio della Doverese, che si distende in velocità: il cross di Vigorelli è respinto sul palo, con la palla che arriva a Robesti, bravo a girare in rete il 2-1 giallonero alle spalle di Zigliani (titolare con Scandelli).
Scannabuese di nuovo avanti e capace di arrivare al pareggio dopo un solo minuto: a onor del vero, generoso il penalty concesso ai biancoverdi per il contatto Familari-Giavazzi.
Nell'occasione allontanato dalla panchina giallonera Zagheni per proteste, mentre Peveralli non perde lucidità nei lunghi istanti che passano tra l'assegnazione e l'esecuzione del penalty: portiere spiazzato e 2-2.

Il direttore di gara allontana anche il dirigente Donida dalla panchina ospite, mentre il match si infiamma: Scanna pericoloso con Lupi Timini, Doverese con Leone. A cambiare il match è il secondo giallo comminato a Lupi Timini: Scannabuese in inferiorità numerica nel finale e mister Martuscelli inserisce Mazzucchetti, terza punta, per cercare la vittoria.

La scelta paga: i gialloneri si distendono in velocità e la palla arriva a Vigorelli per vie centrali: conclusione di sinistro e palla in rete per il definitivo 3-2.
Al 93' Rilaldi sfiora il poker, ma alla Doverese va benissimo così: che vittoria!

C.S.O. Offanengo 2 - 0 Casaletto Ceredano

Piloni rig. (O), Stringhi (O)

Vittoria importante per il CSO Offanengo, che chiude con un sorriso il suo 2016.

Il primo tempo è molto equilibrato: lo 0-0 è specchio fedele del match, anche se i padroni di casa giocano un po' sottoritmo e il Casaletto Ceredano si fa leggermente preferire. 

La partita cambia al 10' della ripresa: il direttore di gara concede un penalty ai locali, conquistato da Piloni tra le proteste ospiti, dopo l'uno-due con Luca Riboni. Dal dischetto si presenta proprio l'ex Scannabuese (Benelli squalificato), ma l'esito non cambia: palla in rete e 1-0 CSO.

I locali cercano il raddoppio e lo trovano con bomber Stringhi: palla filtrante di Dario Mazzoleni a pescare nello spazio l'attaccante, che si può involare a lunghe falcate verso la porta per il definitivo 2-0.
Proteste granata per la posizione di partenza dell'attaccante biancoblù, ma il direttore di gara non ravvisa irregolarità.
Nel finale i ragazzi di mister Agostino Riboni non riescono ad arrotondare il punteggio, ma festeggiano comunque per i tre importanti punti.

Ombriano Aurora 2 - 1 Agnadello

Cavaletti (O), Cirak (O), Bolzoni (A)

Vittoria di misura sull'Agnadello per l'Ombriano di mister Perolini, che forse avrà respirato po' di aria di derby visti i suoi trascorsi in gialloblù, sponda Agnadellese.

Il primo tempo di questa autentica sfida salvezza è equilibrato per tutti i 45', con poche occasioni da registrare sul taccuino davanti al the caldo.
Dopo i tentativi di Cirak e Bocca, prova a rendersi pericoloso Jacopo Bertoli dal limite, ma Monti in bello stile sventa il pericolo.
Per l'Agnadello l'uomo più pericolo è sempre Bolzoni, che prima dell'intervallo scalda i guantoni con la calamità di Poloni.

A rientrare meglio dalla pausa sono i padroni di casa, che aumentano il loro pressing e alzano i ritmi di gioco. Il cambio di mentalità frutta l'1-0 di Cavaletti, calcia una punizione dai 25 metri e trova la fortunosa deviazione della barriera, che non lascia margine d'intervento a Monti.
L'estremo difensore giallonero si oppone sulla seguente occasione avuta da Cirak, che poi sfiora il gol con un pallonetto (rimbalzato sulla parte inferiore della traversa e spazzato sulla linea da un difensore).
L'attaccante di origini bosniache, però, farà centro al terzo tentativo: lancio lungo di Roberto Bertoli e pallonetto vincente dell'attaccante di Cirak per il 2-0 dell'Aurora.

La gara sembra ormai chiusa, ma a 10' dalla fine Bolzoni riapre le ostilità bucando Poloni al secondo tentativo. Gli ospiti provano il tutto per tutto nell'assedio finale, ma al 92' Bolzoni si divora il goal del pari: palla che giunge nella zona del dischetto, ma indirizzata clamorosamente sul fondo. Non c'è più tempo per riprovarci: l'Ombriano allunga in classifica nei confronti dell'Agnadello, che resta all'ultimo posto.

Palazzo Pignano 2 - 2 Bagnolo

Mainas (B), Lucini Paioni (P), Degli Agosti (B), Battaglia (P)

Spettacolare pareggio in quel di Scannabue! Gol ed emozioni a grappoli tra Palazzo e Bagnolo: ne esce un divertente e frizzante 2-2, denso di episodi e contenuti tecnici.

Già a metà del primo tempo, la partita è condizionata dal fallo da ultimo uomo di Miori: chiara occasione da rete, rosso ineccepibile e Palazzo in inferiorità numerica.
Il Bagnolo non tarda a capitalizzare l'uomo in più: la punizione di Spodi arriva sulla testa di Mainas, nuovo arrivato in casa gialloblù, che firma lo 0-1 per il più classico dei gol dell'ex. Incredibile, proprio lui!

Gli ospiti danno la sensazione di poter gestire il match, ma qualche minuto più tardi la magistrale punizione a giro di Lucini Paioni ristabilisce la parità.
Lo scoppiettante primo tempo, tuttavia, non è ancora finito: prosegue il momento magico di Degli Agosti, che a tu per tu con Silvestro sigla il 2-1 incrociando alla perfezione in rete.

Nella ripresa parte forte il Palazzo: prima Rusconi sfiora il gol, poi lo stesso ex soncinese sfonda con una percussione sulla fascia sinistra e crossa al centro, trovando la deviazione vincente in mischia di Battaglia.

Nel finale, occasioni clamorose: prima Bagnolo vicino alla vittoria con Fusaro (gol annullato per un pallone forse non uscito), Guerini (punizione stampata sul palo) e Degli Agosti (fermato da un difensore sulla linea); vicinissimo al gol anche Rusconi, che dal limite sfiora il palo, poi viene espulso allo scadere.
Esordio da titolare con la maglia biancoblù per Cavalli.

Che partita!

Pieranica 1 - 0 Mozzanichese

Ogliari (P)

Vittoria sofferta e combattuta per il Pieranica, che supera per 1-0 la temibile Mozzanichese dell'ex Allevi.

Proprio il bomber che l'anno scorso vestiva il biancoverde va vicinissimo nel primo tempo al vantaggio, ma Ponzoni è superlativo e con la manona aperta alza il pallone sopra la traversa.
La risposta pieranichese è affidata a Patroni, ma l'attaccante di Arzago, defilato sulla destra, strozza troppo la conclusione che si spegne sul fondo.

La sfida si fa ancora più maschia nella ripresa, con il Pieranica che riesce finalmente a sfruttare maggiormente la velocità di Ogliari. Dopo il tiro sull'esterno della rete, l'ala destra ex Trescore trova il varco giusto sul cross calibrato di Bruno: stop e tiro in un soffio e pallone in fondo alla rete per l'1-0 che non cambierà più.

La Mozzanichese prova a reagire inserendo un attaccante dopo l'altro, ma il più pericoloso è sempre Allevi. L'ariete bergamasco sfugge via ai due centrali al 75', ma scarta Ponzoni con un braccio e l'arbitro ferma il suo tentativo.
Il finale è apertissimo e regala emozioni su entrambi i lati del campo. Patroni viene atterrato con un fallo da ultimo uomo a tu per tu con il portiere, ma l'arbitro non concede la massima punizione con annesso rosso.
In pieno recupero, Ponzoni mette in ghiaccio i tre punti per il Pieranica con una parata a dir poco pazzesca: Allevi si sistema il pallone sul sinistro e tiro dritto verso l'incrocio dei pali, ma il n°1 biancoverde vola fino alle stelle allungando la palla sulla traversa. Parata mostruosa che vale come un goal e festeggiata come tale al seguente triplice fischio.
Il Pieranica chiude il suo d'andata con la settima vittoria stagionale e supera in classifica proprio la Mozzanichese, volando a 21 punti.

Ripaltese 0 - 1 Montodinese

Capellini (M)

Il derby si colora di biancorosso!
Successo pesantissimo per i ragazzi di mister Merisio che superano un'indomita Ripaltese: che partita!
Grazie al gol di Capellini, i biancorossi si portano a casa tre punti e accorciano su Chieve e Scannabuese, entrambe KO con Or. Sabbioni e Doverese. Campionato riaperto?

Il match è teso e bloccato, come da pronostico, ma nella prima frazione di gioco sono i padroni di casa ad essere più pericolosi con Cavallanti e Gallarini, che impegnano a più riprese Colombo, autore di un miracolo proprio sull'ex Montodinese.

Nella ripresa gli ospiti scendono in campo con un piglio diverso; la Ripaltese si distende e concede più spazi. Forcati fallisce da due metri il vantaggio biancorosso e poco dopo è lo stesso Forca a servire l'assist vincente per Capellini, che incorna in rete il gol-partita.

Su un ribaltamento di fronte, protagonista è ancora Colombo, che compie un altro autentico miracolo sul colpo di testa di Giavaldi.
Nel finale i locali recriminano un calcio di rigore e il match si infiamma ancora di più: Capellini e Cavallanti vengono espulsi dal direttore di gara per aver scatenato una piccola rissa.

San Paolo Soncino 3 - 2 Monte Cremasco

Marco Lanzi (S), Casorati (M), Remedio (S), Annichiarico (M), Paderno (S)

Che partita spettacolare!
Sul campo di Soncino, si impongono i padroni di casa di misura contro un Monte Cremasco che dimostra di non meritare la posizione in classifica che ha.

Dopo una prima fase di studio, il vantaggio è biancorosso, ad opera di bomber Kito Lanzi, che fredda l'estremo difensore ospite. Il Monte Cremasco reagisce in modo eccellente, pareggiando i conti al 36' con Casorati. Il San Paolo Soncino non ci sta e si riversa in attacco, trovando la rete del vantaggio con Remedio, ad appena un minuto dal doppio fischio arbitrale.

In vantaggio 2-1, nella ripresa i padroni di casa concedono qualcosa di troppo ai ragazzi di mister Marazzi, che trovano nuovamente il pari con Annachiarico.
Tra fuoco e fiamme, però, il San Paolo Soncino trova il gol vittoria: Paderno a 10' dalla fine insacca il gol che vale tre punti e il quarto posto in classifica, davanti alla Doverese!

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

15-01-2017

16^

Giornata

Chieve 1 - 2 San Paolo Soncino

Paderno (S), Cannatà (C), Remedio (S)

Il 2017 si apre chiude esattamente come si era chiuso il 2017: Chieve ko tra le mura amiche, Soncino vincente e ora approdato a -6 dal primo posto. Che risalita per i ragazzi di mister Gallina!

Sul campo della capolista le squadre preferiscono aspettarsi reciprocamente: poche le occasioni della prima frazione, sostanzialmente equilibrata.
La conclusione a botta sicura di Bertolotti è deviata da Goisa, con Giovanni Lanzi che si esibisce in un prodigioso colpo di reni e salva la porta soncinese; ospiti molto pericolosi in due circostanze: la conclusione a giro di Scaravaggi si spegne di un nulla a lato del palo, così come il diagonale di Paderno al 44'.

La ripresa sarà invece molto più emozionante: Soncino in vantaggio già al 52', con Paderno che taglia alle spalle di Guerini e supera Ogliari con un pregevole palllonetto.

Immediata la reazione del Chieve, che arriva al pareggio al 67': azione simile, con il lancio di Shahi a innescare Cannatà, bravo a eludere l'uscita di Lanzi con un tocco morbido e depositare in rete di testa per l'1-1.

La partita si apre e il Soncino torna subito in vantaggio: già al 70' Remedio insacca l'1-2 con un calcio di punizione dal limite; la traiettoria è respinta dalla traversa, ma si insacca sulla schiena dello sfortunato Ogliari ed entra in porta.

Nel finale il Chieve si lancia all'assedio, ma il forcing finale produce solo molti pericoli potenziali e poche conclusioni dirette verso lo specchio: termina 1-2, con il secondo ko consecutivo della capolista, ma Scanna e Montodinese rosicchiano solo un punto.

Doverese 0 - 0 Mozzanichese

Bianchessi (D), Allevi (M), Rinaldi (D), Allevi (M)

Partita frizzante, come sempre, a Dovera: i padroni di casa partono forte e si rendono subito pericolosi con Rinaldi, Zanetti e Bianchessi.
Il miglior piglio dei locali è quindi premiato dal gol del vantaggio: errore difensivo ospite, Bianchessi in agguato e bravo a insaccare l'1-0 da opportunista.

Passa però solo un minuto e a sbagliare è la difesa giallonera: Allevi non perdona l'errore di Giavazzi e insacca l'1-1. Le squadre sembrano destinate a rientrare negli spogliatoi in parità, ma al 40' Robesti dà il La all'azione giallonera che porta al raddoppio firmato da Rinaldi.

 

In avvio di ripresa, la Doverese ha diverse occasioni per incrementare il 2-1 e chiudere i conti, ma spreca molto. Al 65', invece, dopo un primo salvataggio di Devecchi sul palo, Allevi ribadisce il pallone in rete per il 2-2 al 65'.

Al 70' i gialloneri restano in inferiorità numerica per l'espulsione comminata a Grasselli (somma di ammonizioni) e la Mozzanichese si lancia nel forcing alla ricerca della vittoria.
Gli sforzi ospiti risulteranno vani e, allo scadere, la Doverese recrimina a gran voce per un mancato penalty, non assegnato per l'atterramento di Mazzucchetti in area.

C.S.O. Offanengo 1 - 1 Monte Cremasco

Stringhi rig. (O), Casorati (M)

Partita equilibrata a Offanengo: nella prima frazione le squadre rientrano negli spogliatoi sullo 0-0. Locali un po' bloccati in fase di manovra, ma pericolosi con Piloni, Stringhi e Scaravaggi; Monte Cremasco più reattivo e vicino al gol con Zanini e Cozzolino.

Nella ripresa i biancoblù passano in vantaggio con un rigore molto contestato: sul filtrante di Stringhi, il direttore punisce un contatto in area ai danni di Piloni; il tocco c'è, ma l'episodio resta al limite. Dal dischetto Stringhi non sbaglia e insacca l'1-0 al 70'.

Il match sembra destinato a chiudersi così, ma il CSO si fa sorprendere al 90': sugli sviluppi di una punizione dalla trequarit, la palla arriva a Fusari, il cui cross arriva sulla testa di Casorati per il definitivo 1-1.

Ombriano Aurora 2 - 5 Bagnolo

Degli Agosti (B), Degli Agosti (B), Degli Agosti (B), Cirak (O), Cremascoli (O), Degli Agosti (B), Degli Agosti (B)

U-R-A-G-A-N-O   D-E-G-L-I  A-G-O-S-T-I  ! ! ! 

L'uragano Degli Agosti si abbatte sull'Ombriano Aurora: l'attaccante, bagnolese doc, firma addirittura cinque reti e si conferma in una stagione straordinaria.

Tutto ciò che tocca Degli Agosti diventa oro: al termine del primo tempo, condizionato dalle espulsioni di Venturelli per l'Ombriano (a seguito delle proteste per un penalty negato ai locali) e di Mainas per il Bagnolo, segnali di una direzione contestata da entrambe le parti gore non dato, sono già tre i gol del Deglia, che porta i gialloblù sullo 0-3.

I primi due gol arrivano entrambi sugli sviluppi di rimesse laterali avanzate gialloblù: assist con spizzata di testa di Gasparri per lo 0-1; lancio a lunga gittata, non intercettato dalla difesa locale e preda di Degli Agosti per lo 0-2. Il tris arriva direttamente dal rinvio lungo di Paolo Bastianoni coi piedi: i difensori rossoverdi mancano il pallone di testa, con la sfera preda del Deglia per lo 0-3.

Allo scadere della frazione, però, l'Aurora si desta dal torpore: Dennis Cantoni sfiora il gol, calciando addosso al portiere ospite, poi Cirak firma l'1-3 della speranza rossoverde.

Nella ripresa il match si trascina senza grandi emozioni, sino all'80', quando divampa il fuoco ombrianese: Cremascoli incorna in rete il corner di Dennis Cantoni per il 2-3.

Per i locali, però, arriva un Bagnolo freddo a spegnere facili entusiasmi: dopo solo un minuti, arriva il 2-4 ancora firmato da Degli Agosti, incontenibile in ripartenza. Dopo aver saltato due avversari, ecco il diagonale vincente.
Nel finale ci sarà anche tempo per il definitivo 2-5, seppur con timide proteste locali (risultato già acquisito) per una posizione di off-side.

Oratorio Sabbioni 1 - 1 Montodinese

Roberto Dalipaj (S), Nigrotti (M)

L'Oratorio Sabbioni, dopo il colpaccio a Chieve, si conferma anche nel 2017, fermando sul pareggio la lanciatissima Montodinese.

Primo tempo di marca locale: su un errore difensivo ospite, Roby Dalipaj ne approfitta prontamente per insaccare di testa, anticipando Colombo in uscita. La reazione della Montodinese è affidata a Longhi e Nigrotti, che mancano le occasioni per il pareggio.

Il gol però arriva prima dell'intervallo: sulla verticalizzazione di ogliari, Nigrotti stoppa e si gira bene, insaccando l'1-1 alle spalle di Piva Intrieri.

Nel secondo tempo la Montodinese mostra qualcosa in più a livello di manovra e controllo del gioco (Longhi sfiora il gol su punizione e Brazzoli spreca da pochi passi), ma i Sabbioni sono sempre in agguato (Cicognani non riesce a capitalizzare una bella azione di contropiede, concludendo centralmente; Usberghi sguscia via agli avversari, me non insacca).

Palazzo Pignano 1 - 0 Casaletto Ceredano

Lucini Paioni (P)

Successo pesantissimo del Palazzo Pignano che supera 1-0 il Casaletto e si rilancia in chiave playoff, visti i risultati di giornata.

Buon primo tempo da parte dei locali, che sbloccano il risultato al 20': magistrale punizione di capitan Lucini Paioni, che firma il gol-partita con una pregevole trasformazione.
Il Casaletto reagisce e manovra alla ricerca del pareggio, ma il Palazzo prova a raddoppiare in contropiede con Cavalli, Malusardi e Irgoli.

Nella ripresa i ritmi scendono e il match è instradato verso i binari di casa dalle due espulsioni comminate agli ospiti al 75' e all'85'. Biancoblù ancora pericolosi con Battaglia, che al centro dell'area piccola conclude centralmente, e con Cavalli.

Pieranica 2 - 1 Agnadello

Patroni rig. (P), Patroni (P), Bolzoni (A)

Ricomincia da dove aveva interrotto il proprio cammino il Pieranica, vincendo di misura sul proprio campo contro l'Agnadello Calcio, al termine di una gara giocata con i nervi a fior di pelle.

Padroni di casa in vantaggio al 14': Dominelli entra in contatto in area con un difensore giallonero e il direttore di gara, tra le proteste ospiti, indica il dischetto. Patroni si incarica della battuta e batte Monti per l'1-0.
La doppietta del capitano biancoverde si concretizza dopo soli 2': sinistro chirurgico sul secondo palo ed è già 2-0 Pieranica.

I ragazzi di mister Raimondi sembrerebbero aver già chiuso l'incontro, ma un'ingenuità difensiva locale al 21' permette a Bolzoni di riaprire le ostilità.

L'Agnadello ci crede e si proietta all'attacco fino al duplice fischio, ma le occasioni più nitide nella ripresa saranno ancora a tinte biancoverdi.
Ogliari coglie il palo con una conclusione volante; Patroni sul lancio del rientrante Moreschi sfiora di testa il bersaglio grosso di un soffio.

Da qui in poi si andrà avanti solo a singhiozzi, con l'arbitro incapace di gestire l'eccesso di nervosismo sfociato tra le due squadre. A farne le spese é per primo Stombelli, espulso per fallo di reazione. Poi fino al 90' ci saranno più calci e proteste che calcio giocato. Vince il Pieranica 2-1, ripetendo il successo di misura in casa giallonera dell'andata.

Ripaltese 1 - 1 Scannabuese

Andrea Confortini (R), Martino (S)

Bella partita a Ripalta, dove i rossoverdi fermano sul pareggio la Scannabuese: rimpianti da entrambe le parti, ma il punto è positivo per entrambe le formazioni.

Nella prima frazione si fa leggermente preferire la Scannabuese: Vigani recrimina per un penalty non concessogli dopo un contatto in area locale, mentre Viviani è pericolosissimo, solo davanti a Spoldi, senza trovare il gol; locali attendisti e insidiosi con i piazzati di Fabio Gallarini.

Nella ripresa si fa invece preferire la Ripaltese: Marchesi centra il palo dopo una straripante azione sulla sinistra, poi tocca a Corrado sfiorare il gol con una pregevole conclusione a giro di poco fuori. Gli sforzi locali sono quindi premiati dal gol: bel cross di Roccatagliata e deviazione vincente di Andrea Confortini per l'1-0.

La Scannabuese reagisce nel finale: vicinissimi al gol sia Familari (all'85'), sia Angelo Valsecchi (all'88', occasione clamorosa).
La Ripaltese resiste e sembra poter portare a casa i tre punti, ma al 90' arriva il pareggio biancoverde: un gollonzo, a dir la verità, con Martino che devia in mischia (forse con lo stinco) e la palla che entra in rete con una traiettoria morbida e beffarda a scavalcare tutti.

Ultimo respiro rossoverde: occasione per Andrea Confortini, non capitalizzata.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

22-01-2017

17^

Giornata

Agnadello 1 - 3 Doverese

Bianchessi rig. (D), Bozzutto (A), Mazzucchetti (D), Leone (D)

Partita da Over, come sempre, quando c'è di mezzo la Doverese: il derby giallonero se lo aggiudicano i ragazzi di mister Martuscelli, mentre l'Agnadello resta ancorato al fondo della classifica.

Ospiti in vantaggio già al 7', con il rigore trasformato da Bianchessi (concesso per un fallo su Rinaldi), e presto vicini al raddoppio.
Ancora Bianchessi (due volte) e Rinaldi sfiorano il gol, trovato invece a sorpresa dall'Agnadello: il classe '97 Bozzutto è il più lesto di tutti ad approfittare di una mischia in area e a insaccare l'1-2.

I locali si avvicinano incredibilmente al pareggio quando un rinvio errato della Doverese non si trasforma per poco in autogol: il palo salva gli ospiti e fa imprecare i locali.

Nella ripresa l'Agnadello non riesce a reggere l'onda d'urto ospite, con una difesa condizionata dalle assenze di Lanceni e Besozzi, oltre che del dinamico Stombelli.

La Doverese schiaccia subito sull'acceleratore: dopo un'occasione mancata da Bianchessi, l'1-2 arriva per merito di Mazzucchetti, che sul corner calciato da Robesti insacca in rete al 65'.
Gli spazi si aprono e al 73' Leone chiude i conti: bravo il talento classe '95 a intercettare un pallone a centrocampo e involarsi centralmente verso la porta locale per firmare l'1-3.

Bagnolo 2 - 4 Pieranica

Patroni (P), Bruno (P), Fusaro (B), autogol Bergamaschini (P), Patroni (P), Fusaro (B)

Successo pirotecnico per il Pieranica in casa del Bagnolo, un 2-4 che proietta gli uomini di Raimondi a -1 dalla coppia Soncino-Doverese, appaiata al quinto posto.

Dopo una prima mezz'ora equilibrata, in cui gli ospiti sfiorano la rete con Ogliari, i biancoverdi passano avanti con Patroni, che con un diagonale mancino supera Paolo Bastianoni. Il Bagnolo conquista due calci piazzati dal limite, non sfruttati a dovere per ribattere al goal subito.
É così che il Pieranica raddoppia al 44': cross perfetto di Dominelli dalla sinistra e Bruno di testa porta le squadre negli spogliatoi sul parziale di 0-2.

I padroni di casa hanno una buona reazione alla ripresa dei giochi, accorciando le distanze con Fusaro, che dopo aver mancato il gol precedentemente, è abile nel far sua in area una palla vagante e a battere Ponzoni.
La verve gialloblù è certificata dalla nuova occasione per Fusaro, che si avvicina al pareggio, ma è spenta in dieci minuti dal ritorno del Pieranica, bravo a mettere a segno in pochi minuti un uno-due micidiale.
Prima Ogliari induce Bergamaschini all'autorete con un potente cross in area piccola (1-3), poi Patroni trova la doppietta personale depositando in rete una corta respinta di Paolo Bastianoni (1-4); nell'occasione da segnalare le proteste locali per una posizione di off-side dell'attaccante.

Sull'1-4 non c'è praticamente più gara, neanche quando Fusaro sorpendere nuovamente la difesa ospite con un'imbucata vincente sul centro-destra.
Nel finale si registrano la quinta rete pieranichese annullata a Cerri e un cartellino rosso tra le fila bagnolesi, due episodi che comunque non stravolgono la trama di un film che non riserva più colpi di scena.
Seconda vittoria consecutiva in questo 2017 per il Pieranica, che sale così a quota 27 punti in classifica.

Casaletto Ceredano 3 - 1 Ombriano Aurora

Stefano Moretti (C), Stefano Moretti (C), Stefano Moretti (C), Cirak (A)

Vittoria meritatissima per il Casaletto Ceredano, che risolve in match in 24 minuti di fuoco: tripletta MA-GI-CA del frecciarossa Stefano Moretti.

L'esterno granata conferma ancora una volta le proprie doti da categoria superiore, trasformandosi per una volta in bomber di razza, lui che è solito a un costante lavoro di abnegazione e qualità sulle corsie laterali.

Stefano Moretti regala ai ragazzi di mister Manuel Rossi una mezz'ora da antologia,
mentre la retroguardia dell'Ombriano vive ancora una volta un incubo:
nelle tre marcature granata, oltre ai meriti dei locali, ci sono evidenti distrazioni rossoverdi.

I ragazzi di mister Perolini riaprono il match con orgoglio nel finale di frazione grazie al gol di Cirak, che permette agli ospiti di rientrare negli spogliatoi sul 3-1.

Nella ripresa si gioca su ritmi meno intensi: l'Ombriano, sornione, prova a graffiare con Cremascoli e Nichetti: tiri fuori di poco, che avrebbero potuto riaprire il match.
Casaletto però sempre in agguato e vicino al poker nel finale: decisive le parate di Poloni sempre su Stefano Moretti e sul colpo di testa di Maksuti.

Monte Cremasco 0 - 3 Palazzo Pignano

Cavalli (P), Cavalli (P), Ferrari (P)

Bella partita a Monte Cremasco, dove il Palazzo vince 0-3 e mette nel mirino il 5° posto: la doppietta decisiva di Cavalli accende la bagarre per i playoff!

Parte fortissimo il Monte Cremasco, che colleziona tre occasioni in dieci minuti: Silvestro para da campione su Cozzolino e Annichiarico, prima che Annichiarico manchi il bersaglio.
I biancoblù sono però in partita e sbloccano il punteggio al 10': il primo sigillo di Cavalli in biancoblù arriva in mischia e vale lo 0-1.
Il Monte non rinuncia a impostare, ma la velocità degi avanti del Palazzo è letale e un contropiede perfetto dei ragazzi di mister Tessadori porta al raddoppio, ancora firmato da Cavalli: decisivo!

Anche nella ripresa la partenza migliore è dei locali, ma il buon gioco locale si traduce in una manovra senza conclusioni nitide: tante occasioni potenziali, tanti traversoni, ma Silvestro non è chiamato a interventi straordinari.

La partita è indirizzata nettamente verso i binari di Palazzo: il tris arriva allo scadere, con il subentrato Ferrari che capitalizza un'altra ripartenza nel definitivo 0-3.

Montodinese 4 - 3 Chieve

Nigrotti (M), Cannatà (C), Bertolotti rig. (C), Longhi (M), Agazzi (M), Brazzoli (M), Brazzoli (M)

Match folle in quel di Montodine! 
I biancorossi se lo aggiudicano per 4-3 e agganciano proprio il Chieve, alla terza sconfitta consecutiva e scalzato dalla vetta dalla Scannabuese, nuova capolista.

Primo tempo spumeggiante e disputato a ritmi altissimi: subita botta e riposta con la punizione di Bertolotti neutralizzata da Colombo e la traversa colpita da Longhi.
Il gol è nell'aria è lo firma Nigrotti con uno splendido sinistro al volo: 1-0 da urlo!
La reazione del Chieve è degna di una capolista: i gialloblù dominano il resto della prima frazione, mostrando delle pregevoli manovre palla a terra. Prima trovano il pareggio con Cannatà e poco dopo ribaltano il punteggio con il penalty di Bertolotti.
Il Chieve sembra avere il controllo della partita, ma proprio allo scadere della prima frazione Longhi trova su punizione, deviata dalla barriera, l'inatteso 2-2.

L'episodio che cambia l'inerzia della partita: la capolista rientra dagli spogliatoi con la mente appannata e la Montodinese ne approfitta con Agazzi, che sugli sviluppi di un corner sigla il controsorpasso.

Sulle ali dell'entusiasmo i padroni di casa trovano anche il 4-2: Longhi serve a Brazzoli un cioccolatino: conclusone che Manclossi respinge, ma l'arbitro concede comunque il gol. Il Chieve balla paurosamente, ma Longhi si divora il 5-2.
Gli ospiti accorciano le distanze con Pozzi, ma l'assalto finale non produce effetti.

Mozzanichese 5 - 1 Ripaltese

Rota (M), Rota (M), Giavaldi (R), Martinelli rig. (M), Allevi (M), Allevi (M)

La Mozzanichese si impone nettamente sulla Ripaltese: il 5-1 finale avrebbe potuto essere anche molto più netto.
Nulla da fare per i rossoverdi di mister Piacentini che, nonostante molte defezioni, restano in partita sino al 70', ma solo con il punteggio, che si decide negli ultimi minuti del match.

La partenza migliore è proprio della Ripaltese, ma dopo dieci minuti di fuoco, cresce la Mozzanichese, che prende la partita per mano e non la lascia più: i locali macinano gioco e sbloccano il punteggio al 30' con Rota, che insacca l'1-0 sugli sviluppi di un corner.

La partita resta a favore dei locali anche nella ripresa: la Mozzanichese trova il 2-0 al 60', ancora sugli sviluppi di un corner calciato da Martinelli e ancora con la rete di Rota (stop-e-tiro di sinistro), ma al 70' la Ripaltese trova il gol della speranza con il colpo di testa di Giavaldi.

L'illusione ospite dura però solo un minuto: il match si chiude subito con il penalty del 3-1, trasformato da Martinelli.
Negli ultimi minuti la Ripaltese viene punita da altri due gol: li firma entrambi Allevi, il primo su un bel passaggio in profondità, il secondo approfittando di un errato retropassaggio, che fissa il punteggio sul definitivo 5-1.

San Paolo Soncino 2 - 3 C.S.O. Offanengo

Piloni (O), Romano (O), Goisa (S), Goisa (S), Stringhi (O)

Colpo esterno del CSO Offanengo, che sbanca il Comunale di un San Paolo Soncino in gran forma: che vittoria!

Nei primi trenta minuti i biancorossi assistono inermi a un monologo degli ospiti: il CSO è padrone del campo da subito.
Al 2' il portiere locale Giovanni Lanzi salva il risultato sul colpo di testa di Piloni, che si rifarà solo tre minuti più tardi: al 5' i biancoblù sfoggiano un fantastico schema da calcio di punizione, con una triangolazione che porta al cross-laser per Piloni, bravo a insaccare lo 0-1.
Che bella trovata, che bella esecuzione!

Il match è sempre a tinte biancoblù: Stringhi stampa la traversa a portiere battuto, mentre l'occasione di Marco Kito Lanzi salvata da Sangiovanni è solo un acuto estemporaneo.

Il CSO trova infatti il raddoppio al 26': Romano trova il tempo giusto sugli sviluppi di un corner e insacca di testa lo 0-2.

Il bis, però, ha l'effetto di svegliare il San Paolo Soncino dal torpore: l'asse Paderno-Goisa si rivela superlativo.
Al 32' corner di Paderno e gol in tuffo di testa di capitan Goisa.
Al 36' punizione crossata al centro da Paderno e altro gol di testa di Goisa.
Che intesa vincente!

Nella ripresa il San Paolo Soncino parte con il piede sull'acceleratore per cercare il vantaggio, ma il CSO Offanengo è letale in contropiede: lancio illuminante di Romano, Stringhi mette il turbo e firma il gol-partita del 2-3.

Da lì in avanti, infatti, i biancorossi proveranno a cercare di riacciuffare almeno il pareggio, protestano al 90' per un atterramento in area di Remedio, ma senza successo: vince il CSO Offanengo.

Scannabuese 1 - 0 Oratorio Sabbioni

Viviani (Scannabuese)

Non scintillanti, ma preziosi come non mai: la Scannabuese conquista tre punti pesantissimi contro l'Oratorio Sabbioni, ko a testa alta.

I biancoverdi di mister Barbieri approfittano del terzo ko consecutivo del Chieve e agguantano la testa della classifica: che duello per la vetta!

Poco spettacolo in campo: i Sabbioni provano a fare la partita con una manovra insistente, la Scannabuese cerca verticalizzazioni per accendere le proprie punte. Agli ospiti manca sempre l'ultimo passaggio e la retroguardia di casa riesce a liberare.
 
La prima frazione sembra destinata a chiudersi senza nitide occasioni da rete e invece arriva il gol-partita al 35': ripartenza letale della Scannabuese, con Omar Viviani che sale in cattedra e firma un gol CA-PO-LA-VO-RO!
Viviani prende palla sulla trequarti, salta due avversari tagliando il campo in orizzontale, per poi compiere un avvitamento e lasciar partire un missile all'incrocio dei pali dai trenta metri: che magia!
Il gol più bello e forse uno dei più importanti della stagione!
 
Nel secondo tempo i Sabbioni alzano ritmo e baricentro alla ricerca del pari: la Scannabuese rincula pericolosamente verso la propria area e fatica ad uscire, ma ai giallorossi manca sempre la zampata decisiva. I biancoverdi ci provano in ripartenza con Familari, contrastato da un difensore, e con Vigani, il cui assist non trova la deviazione vincente di Orofino.
La partita si accende anche a livello agonistico con interventi al limite, ne fa le spese Brindani, costretto a lasciare il campo, ma il punteggio non cambierà più.
 
Le ultime mischie accese in area locale vedono Barca e Cotelli rendersi pericolosi, ma la palla termina sempre tra le mani del portiere locale.
Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

29-01-2017

18^

Giornata

Ripaltese 0 - 0 Agnadello

Partita a onor del vero non spettacolare a Ripalta Cremasca: zero gol e un punto per parte muovono la classifica per Ripaltese e Agnadello.

La posta in palio è elevata: entrambe le squadre partono con l'intenzione di vincere il match, ma la gara scivola su contenuti più agonistici che tecnici.

Poche, pochissime le occasioni da rete: Ripaltese pericolosa con una punizione di Fabio Gallarini nel primo tempo e con due colpi di testa di Giavaldi nella ripresa; Agnadello insidioso con una punizione di Bolzoni.
Per il resto, poco altro: il match termina a reti bianche.

Chieve 2 - 4 C.S.O. Offanengo

autorete Milani (O), Stringhi (O), Stringhi rig. (O), Gipponi (C), Acquarelli (C), Coti Zelati (O)

Impresa CSO Offanengo: vittoria sul campo del Chieve, al 4° ko consecutivo, e aggancio playoff ai danni del San Paolo Soncino.
Che campionato esaltante!

Partita equilibrata nella prima mezz'ora: il Chieve mantiene spesso il pallino del gioco, gli ospiti preferiscono affidarsi alle ripartenze. I gialloblù hanno due buone occasioni per sbloccare il vantaggio, ma Tartaglia neutralizza le conclusioni di Acquarelli e soprattutto Cannatà, che calcia a botta sicura, ma trova una risposta superlativa del numero uno ospite!

Lo 0-1 matura a sorpresa: il calcio d'angolo a rientrare di Piloni sorprende Milani che, nel tentativo di respingere la palla, colpisce il palo; carambola incredibile che premia gli ospiti.
I padroni di casa accusano il colpo e vengono nuovamente trafitti: sinistro chirurgico di Stringhi dal limite che si infila all'angolino per lo 0-2 con cui si chiude la frazione.

A inizio ripresa, piove sul bagnato per il Chieve: un banale errore in disimpegno innesca Stringhi: Pozzi lo aggancia per evitare lo 0-3 inducendo il direttore di gara a fischiare l'estrema punizione ed estrarre il rosso. Dal dischetto lo steso Stringhi firma il clamoroso 0-3 con un cucchiaio dolcissimo.

L'ex capolista reagisce con tutto l'orgoglio possibile: nel giro di cinque minuti, prima Gipponi su calcio di punizione (1-3), poi Acquarelli con un preciso sinistro dal limite (2-3), riaprono la contesa.
Nonostante l'inferiorità numerica, il Chieve si tuffa in avanti alla ricerca di un clamoroso pareggio: diverse potenziali occasioni, ma nessun vero pericolo corso da Tartaglia.
In pieno recupero, un altro errore sanguinoso in fase di impostazione consente a Coti Zelati di siglare il definitivo 2-4 che esalta il CSO Offanengo.

Doverese 1 - 0 Bagnolo

Bianchessi rig. (D)

Ancora Doverese: gialloneri da sballo!
Quarto posto in classifica e -6 dalla Montodinese capolista!

Per una volta, gara da Under al "Felice Arpini" a Dovera: primo tempo equilibrato, giocato a ritmi altissimi, ma con poche nitide occasioni da rete.

A inizio ripresa il match viene deciso dal penalty trasformato da Bianchessi, che vale l'1-0.
Evidente il contatto tra Alex Bastianoni e Mazzucchetti, con gli ospiti che lamentano però il fallo avvenuto fuori dall'area, anche se l'arbitro era molto vicino all'azione.

Gli ospiti provano quindi a cercare il pareggio, ma senza fortuna: la punizione di Guerini attraversa tutta l'area senza trovare correzione vincente; le azioni personali di Gasparri e Fusaro non portano al gol.
La Doverese contiene e gioca di rimessa sfruttando le grandi qualità dei propri interpreti e sfiorando il raddoppio con Giorgio Pretalli.

Montodinese 1 - 0 Scannabuese

Capellini (M)

MONTODINESE NUOVA CAPOLISTA

I biancorossi balzano in testa al campionato: la vittoria nel big match vede terminare il momenaneo interregno della Scannabuese, con la Montodinese nuova capolista del torneo. Che campionato!

La partita si decide letteralmente a tempo di record: già all 3', infatti, gli uomini di mister Merisio passano grazie alla zampata di Capellini, che porta a 11 il suo bottino personale in stagione e mette la gara a favore dei biancorossi.
Dopo il vantaggio acquisito, la Montodinese rincula sotto i tentativi di assalto della Scannabuese (nonostante l'infortunio occorso a Orofino e lo spostamento di Familari da mezzala nel centrocampo a rombo), che si traduce in molte situazioni favorevoli, ma mal sfruttate.
In mezzo al campo si lotta su ogni pallone, ma il punteggio non cambia più: si va al riposo con la Montodinese in vantaggio.

Nella ripresa sono i locali ad alzare il baricentro e cercare con insistenza la via del raddoppio e della tranquillità: l'indomito Longhi (tra i migliori in campo), ancora Capellini e infine Nigrotti non trovano però fortuna nelle rispettive conclusioni.

Dall'altra parte una Scannabuese poco incisiva in avanti: ospiti non pericolosi se non con qualche mischia da palla inattiva.
Al triplice fischio scoppia la gioia dei padroni di casa: Montodinese prima in classifica!

Ombriano Aurora 3 - 1 Monte Cremasco

Nicholas Dossena (O), Nicholas Dossena (O), Nicholas Dossena (O), Marco Severgnini (M)

Dopo due domeniche in cui l'Aurora assiste ai tripudi di bomber avversari, stavolta i rossoverdi celebrano una domenica da eroe di un proprio giocatore: la vittoria sul Monte porta la firma di Nicholas Dossena, che firma una tripletta d'autore.

Il classe '91 arrivato a novembre dal Romanengo (insieme al classe '97 Fabio), sigla tre reti in mezz'ora.
L'1-0 arriva al termine di una bella azione di squadra, ispirata da Jacopo Bertoli, con il traversone di Dennis Cantoni preda di Nicholas Dossena, che anticipa tutti, salta un difensore e incrocia in rete.
Poco dopo il raddoppio: altro diagonale, stavolta dopo l'ingresso in area, e 2-0 all'angolino.
Il tris arriva con il colpo di testa sulla punizione dalla trequarti calciata testa: spizzata vincente e 3-0 Aurora.

Il Monte reagisce con orgoglio allo shock e trova il 3-1 prima dell'intervallo: pregevole la ripartenza muccese, nata da un intercetto del passaggio Bocca-Cremascoli, con Annichiarico che conclude a rete; Poloni riesce solamente a toccare e il pallone entra in rete.

Prima dell'intervallo altre emozioni: il Monte sfiora il clamoroso 3-2 con Marco Severgnini e l'Aurora il poker con Bocca.
Nella ripresa Monte all'assedio e Ombriano in difesa: gli ospiti provano a riaprirla definitivamente, i locali a chiuderla, ma il punteggio non cambierà più.

 

Oratorio Sabbioni 1 - 3 Mozzanichese

Panfilo (M), Tassi (M), Piergiorgio Barca (F), Rota (M) 

Partita non elettrizzante al "Dossena", ma i gialloblù della Mozzanichese gestiscono meglio il match e meritano globalmente il successo.

Nei primi 15' meglio i Sabbioni, più intraprendenti, ma poco incisivi davanti; con il passare dei minuti cresce però la Mozzanichese: la partita diventa più equilibrata, fino al vantaggio ospite di Panfilo, con un pregevole calcio di punizione a giro sopra la barriera.
La prima frazione si chiude così, sullo 0-1.

Nella prima parte del secondo tempo, caratterizzato da parecchi errori da entrambe le parti, si fa preferire la Mozzanichese, che raddoppia con il neoentrato Tassi, che gira in porta al volo da pochi passi concludendo un azione confusa, sull'assist di Martinelli.
L'ingresso nelle fila locali di Piergiorgio Barca scuote i padroni di casa: il stacco imperioso di testa, sul cross teso del sempre ottimo Mandelli, vale l'1-2 che riapre il match.
Poco dopo, tuttavia, gli ospiti riescono prontamente ad approfittare di una svista difensiva per chiudere i conti con l'1-3 di Rota.
Nel finale si registrano una buona occasione sciupata da Carera per i locali e un paio di contropiedi sfumati per gli ospiti, ma finisce 1-3.

Palazzo Pignano 3 - 2 San Paolo Soncino

Rusconi (P), Cavalli (P), Rusconi (P), Remedio (S), Goisa (S)

Dura lex, sed... Ex!

Vittoria di prestigio del Palazzo Pignano di mister Tessadori: i biancoblù vincono 3-2 contro il San Paolo Soncino e agganciano proprio i biancorossi al 5° posto in classifica, in un torneo davvero scoppiettante.

Partita disputata a ritmi notevoli da entrambe le squadre, tra le più in forma del campionato.
Il match si decide nella prima mezzora dei padroni di casa, letteralmente devastanti e capaci di andare in gol per ben tre volte: prima Rusconi, che da due passi incoccia il cross di Ferrari per l'1-0, poi Cavalli sbuca dal nulla sugli sviluppi di un angolo per il 2-0, infine nuovamente Rusconi, assistito da uno scatenato Cavalli, firma la doppietta dell'ex per il 3-0.

Sotto di tre reti, però, arriva la reazione orgogliosa del San Paolo Soncino: che ancora una volta prova a rimediare al clamoroso black-out in avvio di gara.
Già prima dell'intervallo, infatti, arrivano le reti di Remedio (lancio lungo di Paderno, controllo-e-gol col piattone) e Goisa (corner di Scaravaggi e colpo di testa vincente del capitano biancorosso) che valgono un clamoroso 3-2 all'intervallo.

Nella ripresa, il San Paolo Soncino si riversa in avanti alla ricerca del gol del pareggio, ma la fase difensiva del Palazzo concede poche conclusioni verso la porta.
La difesa locale è agevolata dalle due espulsioni ospiti nel finale: rossi mostrati a Stefano Ferrari al 75' (un giallo per proteste e poi rosso diretto per fallo da dietro) e Scaravaggi all'85' (due gialli per proteste).
Ripartenze locali vedono Cavalli sfiorare il poker, ma il risultato non cambia: 3-2 Palazzo e aggancio playoff.

Pieranica 2 - 3 Casaletto Ceredano

Tonani (C), Merico (C), Ogliari (P), Patroni rig. (P), Merico (C)

Casaletto d'autore a Pieranica!

Grande vittoria dei granata, che fermano una delle squadre più in forma del momento.
Match ricco di emozioni e spettacolo: i locali provano a fare la partita, ma a ma i tre punti se li portano a casa i granata, che in inferiorità numerica agguantano la vittoria nel finale su rigore.

Partono meglio i biancoverdi, ma su una punizione dalla trquarti la difesa del pieranica è sorpresa dall'imbucata di Tonani, che batte Ponzoni con un pregevole inserimento per lo 0-1.
Il Pieranica attacca a testa bassa, ma è ancora colpevolmente sorpreso, stavolta dall'acuto di bomber Merico, che è bravo ad agganciare un pallone difficilissimo, a vincere un rimpallo con Manzaro e a scaraventare in rete lo 0-2 che chiude la frazione.

A inizio secondo tempo il registro non cambia, con i locali pronti a cercare di riaprire il match e i granata bravi a difendersi e ripartite, ma il Pieranica sembra crederci di più: al 48' Ogliari colpisce l'incrocio su punizione.
Dopo aver fatto le prove generali, al 58' però la punizione è vincente: ancora Ogliari, stavolta gol per l'1-2.
I biancoverdi continuano a cercare il gol e al 63' Bruno cade in area per una trattenuta commessa da Moretti: seconda ammonizione e rosso per lui, Casaletto in dieci e penalty per il Pieranica trasformato da Patroni per il 2-2.

Match ribaltato!

4 che viene ammonito ed in seguito espulso (rosso diretto) x insulti. Dal dischetto patroni non sbaglia.

Il Pieranica crede alla remuntada e nel giro di 10 minuti va in goal con Bruno e Ogliari, ma l'arbitro annulla entrambe le marcature: contestato il primo annullamento per offside.

Quando tutto sembra pronto il vantaggio locale, però arriva il colpaccio ospite: Colombo che in scivolata atterra l'attaccante ospite lanciato a rete ed è ancora calcio di rigore, stavolta per il Casaletto.
Ponzoni para il penalty, ma sulla ribattuta Merico insacca il 2-3. Che partita!

C'è ancora tempo per il forcing finale locale, per le proteste per un rigore non concesso a Bonadeo, ma il risultato non cambia.
Vince il Casaletto, che compie una super impresa!
Ogliari espulso nel finale per proteste

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

05-02-2017

19^

Giornata

Agnadello 1 - 2 Oratorio Sabbioni

Marelli (A), Usberghi (S), Cotelli rig. (S)

Partita di fuoco ad Agnadello, dove l'Oratorio Sabbioni si prende l'intera posta in palio in un match ad altissima tensione.

Prova di carattere per l'Agnadello, combattivo per provare a risollevare la propria classifica, ma rimontato dai giallorossi di mister Fusar Imperatore in una ripresa molto tesa.

Il primo tempo è interamente di marca locale: sul campo pesante non funziona il giropalla degli ospiti, che non trovano alternative, mentre i gialloneri sono bravissimi a sfruttare le proprie qualità.
Un paio di occasioni di Bolzoni sono sventate dalle parate Bonara, ma il vantaggio locale, meritato, non tarda ad arrivare.

Ottima ripartenza ispirata da Bolzoni che favorisce il tap-in di Marelli, bravo a ribadire in rete dopo un altro miracolo di San Bonara.
Il finale di tempo è contraddistinto da un paio di calci d'angolo degli ospiti, ma si rientra negli spogliatoi sul parziale di 1-0 per l'Agnadello, che rimpiange per le occasioni mancate.

La partita cambia faccia nella ripresa: i Sabbioni rientrano in campo completamente trasformati, ma il match si trasforma per la tensione in campo.

I locali recriminano a gran voce per un penalty non assegnato per un intervento in chiara occasione da reti: dal potenziale rosso più rigore invocati, arriva il giallo per simulazione.

In campo tensione alle stelle: i Sabbioni si lanciano in un lungo assedio, che porterà al risultato sperato, con un letale uno-due.

 

Prima arriva un goal da attaccante vero di Usberghi: caparbio e bravo nel finalizzare una bella azione corale dei giallorossi per l'1-1.

Esultanza sfrenata, con i locali che chiedono invano provvedimenti per gesti ai danni della tribuna locale.

A seguire arriva quindi il penalty assegnato agli ospiti e trasformato con eleganza da bomber Cotelli: partita ribaltata!

L'Agnadello non ci sta e prova a riaprire il match: la gara diventa piuttosto nervosa (espulsione di Bianchi tra le fila dei locali), ma il punteggio non cambierà più, anche per merito di un grande intervento salva risultato di capitan Fabrizio Barca, che ferma Bolzoni lanciato a rete.

Bagnolo 0 - 3 Ripaltese

Lubrino (R), Fabio Gallarini (R), Roccatagliata (R)

Grande Ripaltese a Bagnolo, dove i locali confermano lo scarso feeling con le mura amiche, mentre i rossoverdi di mister Piacentini comandano il match e si prendono tre punti tanto meritati quanto importanti nella rincorsa alla salvezza.

Gli ospiti sono più determinati che mai a riscattare la prova opaca di Mozzanica: Fabio Gallarini fa il diavolo a quattro, ci prova più volte con azioni e conclusioni velenose, ma senza trovare la rete.
Il Bagnolo sfiora il vantaggio con Mainas, ma trova davanti a sé le parate in serie di Spoldi, che salva la porta con interventi in serie nella stessa azione.
E la Ripaltese trova lo 0-1 sul capovolgimento di fronte con un bel lancio a pescare l'ex Romanengo Lubrino per il gol del vantaggio.

Nella ripresa parte forte il Bagnolo, ma senza trovare il gol del pari in più circostanze.
La Ripaltese è però sempre in agguato e, dopo il gol annullato a Polastri, ci pensa Fabio Gallarini a insaccare lo 0-2 (sul lancio di Porchera), che spegne le speranze locali e scrive la parola fine al match.
Nel finale un'incomprensione della difesa locale permette e Roccatagliata di arrotondare il punteggio con il gol del definitivo 0-3.

Casaletto Ceredano 3 - 4 Doverese

Mazzucchetti (D), Moretti (C), Merico (C), Guerini (C), Mazzucchetti (D), Giavazzi (D), Grasselli (D)

Doverese spettacolare: l'Over è d'obbligo con i gialloneri, che stavolta ribaltano un match con una clamorosa remuntada.
Sotto 1-3 all'intervallo, i ragazzi di mister Martuscelli propongono un calcio bello e vincente: vittoria 3-4 al 93' e sogni che prendono forma: il 3° posto dista solo un punto!

La partita si sblocca subito, col vantaggio ospite al 5': punizione di Robesti respinta dal portiere locale e palla preda del falco Mazzucchetti per lo 0-1.

L'infortunio di Vanelli diventa per mister Manuel Rossi l'occasione per cambiare atteggiamento alla squadra: dentro un attaccante e Casaletto all'arrembaggio.
I granata attaccano a testa bassa e trovano il meritato pareggio al 35' con Moretti.

L'1-1 esalta i locali e manda in crisi gli ospiti: i padroni di casa affondano il colpo prima dell'intervallo con il 2-1 di Merico e il 3-1 di Guerini. Che partita!

La partita sembra poter esser controllata dai locali, ma mister Martuscelli richiama Zanetti e dà spazio al talento di Leone: altra mossa decisiva della panchina, che ribalta l'inerzia del match.

 

La Doverese attacca da subito: Bianchessi spreca due volte, ma il gol arriva grazie a Mazzucchetti, che appoggia in rete il cross di Vigorelli e accorcia sul 3-2.
I gialloneri ci credono e al 70' trovano il pareggio: sul corner di Leone irrompe Giavazzi, che incorna in rete il 3-3.

Il Casaletto non ci sta e prova a riprendersi la gara, ma deve fare i conti con un immenso Devecchi: decisive le parate del numero uno giallonero, che ferma Merico lanciato a rete nell'uno-contro-uno e poi si supera sulla punizione pennellata di Moretti.

La partita sembra destinata al pareggio, ma al 93' la Doverese trova il gol decisivo: sul più classico dei palloni buttati in mezzo, arriva la deviazione vincente di Grasselli per il definitivo 3-4. 

Complimenti a tutti: che partita!

Monte Cremasco 1 - 1 Pieranica

Fusari (M), Provenzi (P)

Finisce con un goal per parte la gara pomeridiana tra muccesi e biancoverdi.

I padroni di casa sono autori di una gara di grande carattere e riescono a infastidire con efficacia il palleggio biancoverde. Per il Monte nel primo tempo è Tabacchi l'uomo più pericoloso, anche se le conclusioni dell'esterno biancorosso arrivano entrambe da calcio piazzata, senza creare grossi grattacapi a Ponzoni.
Il Pieranica riesce a trovare spazi solo nell'ultima parte della prima frazione: il tentativo di Moreschi sibila di un nulla a lato dal palo sinistro di Cremonesi, che poi si esalta per due volte su Patroni e Bruno.

Gara combattuta anche nella ripresa: serve dunque un episodio per sbloccarla.
Al 60' Manzaro regala palla a Tabacchi sulla linea di fondo, cross per Fusari, che sbuca alle spalle di Provenzi e infila di testa Ponzoni.
Il Pieranica non sembra trovare una reazione al goal subìto, ma al 75' arriva l'insperato pari biancoverde: Patroni scarica sulla destra per Moreschi, che pesca in area Provenzi, bravo in spaccata a correggere la sfera sotto le gambe del portiere.

Gli ultimi 10' di gara sono apertissimi e il Monte è stoico nel restare in partita nonostante l'inferiorità numerica per il doppio giallo rimediato da Vigo.
I padroni di casa in contropiede sfiorano il colpaccio con Cozzolino, ma Ponzoni abbassa la saracinesca.
Strepitoso anche il collega Cremonesi, che mura da due passi un tiro di Patroni che sembrava destinato in rete.
L'espulsione per proteste di Annicchiarico spezza nel recupero la fiammata delle due squadre, che chiudono il match con un meritato punto a testa.

Mozzanichese 1 - 5 Montodinese

Nigrotti (Mon.), Longhi (Mon.), Longhi (Mon.), Brazzoli (Mon.), Capellini (Mon.)

LA MONTODINESE VOLA!

Su un campo ostico, la formazione di mister Merisio scende in campo più determinata che mai.

La prima frazione è tutta di marca biancorossa: in seguito ad un contrasto, Longhi mette palla in mezzo e Nigrotti di testa deve solo appoggiare in rete lo 0-1.
Nigrotti centra la traversa, ma il raddoppio non tarda ad arrivare: combinazione da manuale tra Capellini e Nigrotti, lancio per Longhi che a tu per tu con l'estremo difensore non sbaglia: che Montodinese!

Purtroppo la capolista perde Nigrotti per infortunio prima della ripresa, proprio nel momento dell'esultanza del gol dello 0-2.

Nella ripresa, però, i Merisio Boys non cambiano atteggiamento ed entrano in campo per chiudere i conti.
Longhi raccoglie un rimpallo, si invola verso la porta e fulmina il portiere con un diagonale imparabile per lo 0-3.

Poco più tardi, con la Mozzanichese moralmente KO, Longhi lancia Capellini che serve Brazzoli a centro area: 0-4!
La Montodinese si rilassa un po' troppo e in mischia il direttore di gara concede un penalty per i bergamaschi, puntualmente trasformato da capitano.
Il match sembra essersi riacceso, ma Longhi si autolancia verso la tripletta, anticipato dall'estremo difensore che rilancia male di piede: palla sui piedi di Capellini che dai 40 metri scavalca tutti e segna un gol pazzesco!

C.S.O. Offanengo 5 - 2 Palazzo Pignano

Cavalli (P), Piloni (O), Romano (O), Michele Ballarini (O), Michele Ballarini (O), Cavalli (P), Stringhi (O)

Nel match dal sapore playoff a tinte biancoblù, a prevalere è il CSO di mister Riboni, che stende 5-2 il Palazzo Pignano e resta agganciata alla 5^ posizione, allungando a +3 su Pieranica e proprio sui diretti avversari di giornata.

Partita superlativa dei locali, nonostante i ragazzi di mister Tessadori avessero trovato presto il vantaggio.
Palazzo subito avanti con Cavalli, che prima a concludere al volo e poi si riprende la sfera dalla respinta di Tartaglia per lo 0-1, in una situazione confusa.

I padroni di casa, però, si esibiscono in una vera prova di forza: Stringhi viene atterrato da Silvestro (ammonito) si guadagna il penalty che però lui stesso fallisce (niente cucchiaio stavolta).
L'appuntamento con il pareggio, però, è solo rimandato alla ripresa per il CSO, che ribalterà il match.

Secondo tempo devastante dei locali, che trovano tre gol in meno di venti minuti.
CSO super sulla sinistra con Scaravaggi, che ispira il pareggio di Piloni, bravo a concludere al volo sull'assist di Stringhi (1-1).
Romano ribalta il punteggio con una bella azione personale (2-1), prima che si scateni Michele Ballerini: doppietta d'autore a coronamento di una prova magnifica, con punizione pennellata in rete (3-1) e scorribanda in contropiede verso il 4-1. Che impatto del CSO sulla ripresa!

Il match rischia di cambiare con l'espulsione di Mattia Ballerini al 70' per somma di ammonizioni e Cavalli accorcia le distanze con un destro da fuori area per il 4-2.

I locali però difendono il vantaggio e a tempo scaduto Stringhi sigla il definitivo 5-2.

San Paolo Soncino 3 - 1 Ombriano Aurora

Marco Lanzi (S), Remedio (S), Nicholas Dossena (A), Goisa (S)

Vittoria importantissima del San Paolo Soncino: grandi emozioni nel match con l'Ombriano Aurora, ko 3-1 in una gara dai molti episodi.

Pronti via e Remedio sfiora il gol per due volte nella stessa azione: al 12', sul suo tiro in porta, il portiere ombrianese Glionna ci mette il piedone; il pallone si impenna, Remedio colpisce di testa e ancora Glionna para alla grande.
Grandi interventi del portiere rossoverde, classe '96, che ha sostituito egregiamente un monumento come Poloni, oggi infortunato.

Il Soncino, però, attacca ancora sull'asse Paderno-Remedio: cross del primo, deviazione del secondo sulla traversa; altro cross, sforbiciata di Remedio, ma gol annullato per fuorigioco.

Occasioni anche per l'Aurora: prima Nicholas Dossena, da posizione invitante, trova l'opposizione di Giovanni Lanzi; poi Roberto Bertoli sfiora il gol da un calcio di punizione da fuori area.
Quindi l'occasione più ghiotta: sul cross di Jacopo Bertoli, il colpo di testa di Nicholas Dossena è fermato da un vero e proprio miracolo del numero uno soncinese, che respinge il pallone, arrivato sui piedi di Marcello Valdameri, che prova lo scavetto, alto di un nulla sopra la traversa.

 

Nel secondo tempo, l'equilibrio si spezza in occasione di un episodio molto contestato dagli ospiti: il direttore di gara concede un penalty ai locali per un doppio intervento su Remedio, che prima cade, si rialza e prosegue, cadendo poi al secondo tocco.
Dal dischetto Marco Kito Lanzi al 49' insacca l'1-0.

Il Soncino resta quindi in inferiortà numerica dal 60', per il secondo giallo comminato a Consolandi: l'Ombriano prova a cercare il pari, ma sono i padroni di casa a sfiorare il bis in ripartenza con Paderno, che al 75' colpisce il palo.

Con l'uomo in più l'Aurora reagisce e sfiora il pareggio con Borgo, che conclude a botta sicura sul cross rasoterra di Jacopo Bertoli (azione devastante sulla sinistra), ma trova il salvataggio sulla linea.
Salvataggio decisivo, perché all'80' ecco quindi il 2-0: intesa vincente confermata con il cross di Paderno e il gol di Remedio.
Proteste ospiti per fuorigioco, con i locali che sostengono che l'attaccante fosse dietro la linea della palla al momento del passaggio.

In qualsiasi caso la partita si innervosisce e sfugge dal controllo dell'arbitro, che sbaglia da una parte e dall'altra: allontanato dalla panchina mister Gallina.

L'Aurora non molla e accorcia le distanze con una bella azione: sul lancio di Cavaletti, arriva il cross al volo di Jacopo Bertoli; il pallone sembra preda di Giovanni Lanzi, ma sguscia via e viene deviato in gol da Nicholas Dossena per il 2-1.

La partita si riapre e succede di tutto: il San Paolo Soncino beneficia di un altro calcio di rigore, concesso per fallo su Kito Lanzi; calcia Paderno, ma Glionna para in tuffo.
L'Aurora è ancora in gara e si sbilancia in avanti per l'ultimo assedio, ma viene infilzata ancora in contropiede: Paderno vola in avanti all'85' e dalle retrovie sbuca Goisa, servito per il gol del definitivo 3-1.

Scannabuese 1 - 2 Chieve

Zoli (C), Peveralli (S), Gipponi (C)

Vittoria di carattere pesantissima, su un campo ai limiti della praticabilità, del nuovo Chieve targato Riccardo Biella.

Primo tempo molto equilibrato: i gialloblù provano a manovrare palla a terra, mentre i padroni di casa giocano di rimessa. Poche occasioni da una parte e dall'altra: la posta in palio è altissima per le due squadre, che stanno attraversando un momento molto delicato della stagione e, dopo aver comandato per mesi la classifica, devono ora fare i conti con una Montodinese lanciatissima.

A Scannabue succede tutto nella ripresa: gli ospiti approfittano di una punizione a due in area di rigore per sbloccare il punteggio; calcia Bertolotti e Zoli devia in porta con grande opportunismo.

Lo Scanna trova il pareggio qualche minuto più tardi: mischia furibonda in area di rigore risolta in gol dal solito Peveralli per l'1-1.

Altro avvincente botta e risposta tra capitani: punizione pennellata dalla trequarti di Bertolotti per Gipponi che, dimenticato da tutti, colpisce al volo e sigla l'1-2.

Nel finale arriva la reazione rabbiosa dei padroni di casa: riflesso paz-zes-co di Milani sulla conclusione ravvicinata di Familari.

I padroni di casa ci provano soprattutto con mischie e calci da fermo, ma il Chieve resiste e torna a esultare dopo un mese di digiuno.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

12-02-2017

20^

Giornata

Chieve 2 - 0 Palazzo Pignano

Bertolotti rig. (C), autorete Nardò (C)

Altro successo per il Chieve di mister Biella: i gialloblù, dopo tre sconfitte interne consecutive, tornano a esultare sul campo di casa.

Compatti e cinici i chievesi, che devono ancora assorbire i dettami del nuovo Mister.
Primo tempo combattuto con occasioni da una parte e dall'altra; il Chieve trova il vantaggio con Bertolotti su calcio di rigore procurato da Shahi tra le proteste veementi degli ospiti.

ella ripresa i padroni di casa chiudono presto la contesa: cross dalla sinistra di Bertolotti e deviazione sfortunata nella propria porta di Nardò. I gialloblù sfiorano il 3-0 con Militello (riflesso decisivo di Silvestro) e Cannatà (palo con conclusione da fuori).
Per il Palazzo due grosse opportunità con Battaglia, miracolo di Milani, e Nardò, che da pochi passi ha calciato clamorosamente alto.

Doverese 1 - 2 Monte Cremasco

Bianchessi rig. (D), Damiano Zanini (M), Mario Lombardo (M)

Un Monte d'orgoglio: i muccesi rialzano la testa proprio nel derby con la Doverese, conquistano tre punti d'oro per la salvezza e rallentano la corsa dei ragazzi di mister Martuscelli.

Monte subito pericolosissimo con Fusari, che spreca una ghiotta occasione, ma la Doverese si riprende subito e attacca sempre di più con il passare dei minuti: al 25' arriva l'1-0 dei locali, con Bianchessi che trasforma il penalty concesso per la spinta di Balduzzi ai danni di Mazzucchetti sul cross di Frisoli.

Immediata ed efficace, però, la reazione del Monte, che dopo soli cinque minuti trova il pareggio: al 30' azione personale di Damiano Zanini, che conclude a rete, si vede rimpallare il tiro da un difensore, ma è lui stesso ad avventarsi sul pallone in area e insaccare in mischia, tra tre avversari.

Nella ripresa la Doverese attacca per provare a vincerla (chances per Mazzucchetti e Leone), ma un pallone perso da Vigorelli innesca il contropiede muccese, che Mario Lombardo capitalizza nell'1-2 con un gran tiro da fuori al 70'.

Negli ultimi venti minuti forcing assoluto dei gialloneri con Bianchessi, Croce e Mazzucchetti, ma il punteggio non cambia: riscatto Monte nel derby!

Montodinese 2 - 1 Agnadello

Agazzi (M), Nigrotti (M), Codegoni (A)

La Montodinese vince di misura contro l'Agnadello, che pure spaventa la capolista: i gialloneri sfiorano il pareggio nel finale.

Certo, la partita era stata ben approcciata dai ragazzi di mister Merisio: biancorossi bravi a comandare da subito le operazioni e a chiudere il primo tempo in vantaggio 1-0 grazie al gol firmato da Agazzi al 38'. Deviazione vincente in mischia, dopo il palo colpito da Lucchetti di testa.
Poco prima i biancorossi avevano sfiorato il pari con Longhi due volte: la prima con una botta pazzesca dai 30 metri conclusasi di poco fuori, la seconda con un super miracolo dell'estremo difensore agnadellese che devia sul palo un pallonetto del numero 11 locale.

Nella ripresa Nigrotti trova presto il raddoppio: grande conclusione al volo sugli sviluppi di un calcio d'angolo e 2-0 che sembra mettere il risultato in cassaforte.
Bianchessi potrebbe chiudere definitivamente i conti, ma la Montodinese manca il tris e assiste all'orgoglioso ritorno dei gialloneri.

L'Agnadello accorcia le distanze con un gran contropiede condotto da Bolzoni, sul cui tirocross irrompe Codegoni per il tap-in vincente del 2-1.

Dopo aver subito il gol, la Montodinese trema e l'Agnadello prova il colpaccio: Marelli non arriva di un soffio su un invitante traversone e Manfredini non trova il pareggio di testa.
Tre punti ai biancorossi, ma gran carattere dell'Agnadello.

Da segnalare il brutto infortunio accorso a Torza, sanguinante dal sopracciglio sinistro in seguito ad un testa contro testa molto violento con un difensore giallonero.

Ombriano Aurora 1 - 1 C.S.O. Offanengo

Raffaele Rizzetti (C), Nicholas Dossena (A)

Partita equilibrata a Ombriano: match apertissimo, che entrambe le squadre avrebbero potuto vincere o perdere; al triplice fischio dell'arbitro ne esce un pareggio che consegna un punto a testa a entrambe le squadra.

Prime fasi di gioco in favore del CSO Offanengo: i biancoblù trovano il vantaggio, anche se in maniera un po' fortunosa. La conclusione di Piloni è deviata dall'intervento di Bosio, che cambia la traiettoria a beneficio di Raffaele Rizzetti, che sbuca sul secondo palo nell'area piccola e insacca lo 0-1.
Gli ospiti potrebbero affondare il colpo con un fantastico tiro al volo da fuori area di Romano, ma Glionna vola all'incrocio dei pali e toglie il pallone dal sette. Che parata!

L'Aurora cresce con il passare dei minuti e, dopo un diagonale fuori di poco, Nicholas Dossena insacca l'1-1, proprio allo scadere della frazione.
Buona manovra dei locali, con Jacopo Bertoli a innescare Dennis Cantoni sulla fascia; cross al centro e deviazione di punta di Dossena.

Nella ripresa match equilibrato: prova molto positiva per l'Aurora, un po' spento il CSO Offanengo.
Due grandi occasioni nel secondo tempo, una per parte: Roby Bertoli vicino al gol con una deviazione da rapace; Romano conclude a botta sicura e trova il secondo superlativo intervento di Glionna, che salva l'Aurora con un'altra prodezza.

Oratorio Sabbioni 1 - 0 Bagnolo

Cotelli (S)

Diego Cotelli show!

Il match tra giallorossi e gialloblù è deciso dalla prodezza dell'attaccante sabbionese, che a metà del primo tempo si inventa un gol fenomenale: conclusione al volo dal limite dell'area, potente e insaccata all'angolino basso per l'1-0 capolavoro! Giù il cappello!

Gli ospiti erano partiti meglio e proveranno invano a raddrizzare il match, mentre i Sabbioni si difendono e giocano di rimessa, con contropiedi pericolosi. Ci provano Vanini e Alex Bastianoni (conclusioni sventate da Bonara), così come Spoldi, che recrimina per un contatto in area. 
Per i locali vicino al raddoppio Robj Dalipaj, il cui rasoterra mancino si spegne di un soffio a lato del palo.

Pieranica 1 - 2 San Paolo Soncino

Scaravaggi (S), Scaravaggi (S), Moreschi (P)

È stata una gara lottata fino all'ultimo secondo tra Pieranica e Soncino: un plauso al triplice fischio va fatto ad entrambe le formazioni, che hanno dato vita per 90' ad un bellissimo e corretto duello.

Ad uscirne vincitrice è la squadra di mister Gallina, trascinata da due autentiche prodezze di Scaravaggi. Il Pieranica prova a tenere il pallino del gioco, ma gli ospiti quando ripartono sanno far male. È proprio da un cambio campo al 22' per Scaravaggi, che l'esterno biancorosso aggiusta la mira appena dentro l'area e, grazie anche ad una deviazione di Dominelli, spedisce il pallone nel sette.

Dopo lo 0-1, i padroni di casa non demordono e costruiscono un tris di occasioni in 10': Ogliari, per due volte a tu per tu con il portiere, prima scheggia il palo e poi manda a lato di un nulla. Al 30' serve invece un grande Giovanni Lanzi per alzare la conclusione di Patroni in angolo. Il Soncino regge all'urto e con due ripartenze fa ancora malissimo ai biancoverdi: Marco Kito Lanzi trova il palo dopo un rapido uno-due con Remedio, ma il protagonista assoluto è ancora Scaravaggi, che dai 25 metri lascia partire una bomba che colpisce il palo e poi gonfia la rete. Uno 0-2 da applausi: che bellezza!

Nella ripresa la gara è condotta per quasi tutto il tempo dal Pieranica, che prova disperatamente a rientrare in partita. A ridare speranza ai biancoverdi è l'1-2 di Moreschi, che sugli sviluppi di un corner (contestato dagli ospiti) batte Lanzi con una spettacolare rovesciata in area piccola.

L'ex Luisiana potrebbe pareggiare i conti 3' dopo, ma sul cross basso di Colombo non trova l'impatto col pallone a porta sguarnita per una questione di millimetri. Il peso dell'attacco soncinese è tutto sulle spalle di Remedio, che al 75' centra un'incredibile traversa con un sensazionale pallonetto.

Le ultimissime occasioni pieranichesi capitano sulla testa di due difensori: Provenzi sbaglia al'appoggio comodo per Moreschi in area, consegnando la sfera alle braccia di Lanzi, poi Manzaro incorna con troppa precisione una punizione calciata verso il dischetto, mandando la sfera di un nulla sul fondo. Proteste veementi del Pieranica nell'ultimo dei 4' di recupero: Patroni viene scalciato in area da Goisa, ma per l'arbitro (prova giudicata insufficiente da entrambe le squadre) non sembrano esserci gli estremi per un calcio di rigore. Il Soncino esce così indenne dal fortino pieranichese dopo una prova di grande carattere e grande sofferenza, proseguendo diretto la sua corsa per i playoff.

Ripaltese 0 - 2 Casaletto Ceredano

Barbaro (C), Merico (C)

Derby infuocato tra Ripaltese e Casaletto, ma ancora una volta la spuntano i granata di mister Manuel Rossi!

Prima frazione equilibrata: leggermente meglio gli ospiti, ma la fase di stallo non si sblocca fino al 40'. Gran conclusione dal limite dell'area di Guerini, deviata sull'esterno, ma l'azione prosegue: palla rimessa al centro da Tonani, che con un cross rasoterra pesca Barbaro, bravissimo a insaccare con un piattone a giro, tutt'altro che facile, spedito in buca d'angolo per lo 0-1.

Nella ripresa la Ripaltese cambia faccia: Roccatagliata in mezzo al campo fa salire di tono i rossoverdi, che cercano il pareggio con insistenza. Non moltissime le occasioni nitide, ma gli sforzi locali sembrano poter esser premiati al 70', quando si vedono assegnare un penalty netto: dagli undici metri Polastri incrocia molto bene (palla a 15 centimetri dal palo), ma Davide Cremonesi si esalta con una parata incredibile e salva la porta del Casaletto.

La Ripaltese insiste ancora, ma il gol lo trova il Casaletto: capitan Vanelli stampa la traversa con una punizione da distanza siderale; la sfera è preda del rapace Merico, che chiude i conti e ribadisce in rete lo 0-2 granata.

Scannabuese 2 - 1 Mozzanichese

Cappa (S), (M), Lupi Timini (S)

Buona la prima anche per mister Carlo Sangiovanni: la Scannabuese supera 2-1 un avversario ostico come la Mozzanichese.

Partono bene i biancoverdi, che per 20 minuti mantengono il possesso, ma senza costruire nitide palle-gol, poi crescono e sbloccano il punteggio: grande azione di Bellanda, che taglia bene il campo e serve a Cappa un pallone che chiede solamente di esser spinto in rete per l'1-0.
La Mozzanichese non riesce a reagire e la Scannabuese prova ad approfittarne: occasionissima per Viviani allo scadere della frazione, ma il numero uno ospite ipnotizza l'attaccante nell'uno-contro-uno.

Nel primo quarto d'ora della ripresa ancora meglio Scannabuese: i biancoverdi sfondano sulle corsie laterali, ma non trovano deviazioni vincenti al centro; chances anche dai piazzati.
La Mozzanichese, però, è ottima squadra e resta in gara, trovando all'80' un gol fenomenale: rovesciata maestosa in mezzo all'area locale e palla in rete per l'1-1 da cineteca. Che gol!

Mister Sangiovanni chiede uno sforzo a Lupo Timini, in panchina per pubalgia: il talento classe '91 entra in campo e ricambia con il gol-partita, firmato al 90', con una conclusione da fuori, leggermente deviata e insaccatasi per il definitivo 1-2.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

19-02-2017

21^

Giornata

Agnadello 0 - 2 Scannabuese

Piccolo (S), Familari (S)

La Scannabuese supera solo nel finale un Agnadello che bissa la prova gagliarda sfoggiata con la Montodinese, ma anche stavolta esce a mani vuote dal campo.

Tre punti importanti per i biancoverdi di mister Sangiovanni, che scavalcano il Chieve in ottica playoff e allungano a +6 sul 4° posto condiviso da Soncino, CSO Offanengo e Doverese.

Il primo tempo è vivace e vede i gialloneri costruire tre nitide occasioni da rete: al 10' Zigliani compie un miracolo sulla conclusione di Bolzoni; al 20' Codegoni prova il pallonetto, ma la palla, con il portiere battuto, scheggia la parte superiore della traversa e si spegne sul fondo; Agnadello pericoloso anche con Marelli, che però conclude d'esterno destro e non sceglie il sinistro. Che Agnadello!

Scannabuese un po' in ombra e in grado di costruire solo una vera occasione prima dell'intervallo: al 30' il portiere Marco Facchinetti, subentrato all'infortunato monti, compie una super parata su Orofino.

Nella ripresa la Scannabuese cambia faccia: entra Viviani a dar supporto all'attacco biancoverde e gli ospiti iniziano a spingere per davvero.
Il forcing della Scannabuese diventa ancor più intenso quando subentra anche Piccolo, che porta geometrie e qualità alla manovra.
Sarà proprio lui a trovare il gol dello 0-1 al 70': punizione beffarda la sua, deviata dalla gamba di Zanoncelli e insaccatasi per il vantaggio biancoverde.

La rete manda al tappeto l'Agnadello, che pure sperava di portare a casa almeno un punto: i gialloneri devono sbilanciarsi nel finale, ma la qualità della Scannabuese porta a ripartenze ben manovrate: una di queste, all'82' porta allo 0-2, con la conclusione di Piccolo respinta da Facchinetti e preda di Familari, bravo nel dribbling ai danni del numero 12 e a depositare in rete il raddoppio.

Gialloneri comunque orgogliosi negli ultimi minuti, per cercare di riaprire il match, ma sul traversone di Manfredini, né Bolzoni, né altri arrivano per la correzione a rete.

Bagnolo 0 - 0 Montodinese

Un Bagnolo dal cuore grande ferma la capolista sul pareggio a reti bianche.

La partita non è delle migliori, ma i biancorossi partono a mille con qualche occasione sbagliata da Longhi e Brazzoli, con il palo colpito da Capellini e la traversa di Lucchetti. Il Bagnolo pian piano prende le misure e annulla qualsiasi tentativo offensivo ospite, lanciandosi in avanti e provando a passare in vantaggio: locali vicini al gol con il colpo di testa di Luciano, terminato di poco alto sopra la traversa.

Nella ripresa il gioco ristagna ancora a centrocampo e non ci sono grosse palle-gol.
L'espulsione di Bianchessi lascia in inferiorità numerica Montodinese, ma il match cambia in favore degli ospiti, che in dieci vanno ancora vicini al vantaggio; ci provano Agazzi, che su calcio d'angolo devia fuori, e Capellini allo scadere, il cui colpo di testa esce alto di poco, ma il Bagnolo difende bene e il match si chiude in parità.

Casaletto Ceredano 3 - 2 Oratorio Sabbioni

Dalipaj (S), Tonani (C), Luca Guerini (C), Agostino Nichetti (C), Piergiorgio Barca (S)

Gara spumeggiante a Casaletto: mille episodi, cinque gol, tre espulsi, due rigori sbagliati.
Che partita!

Nei primi minuti meglio i giallorossi, bravi a capitalizzare il buon avvio di gara con il gran tiro dal limite di Dalipaj: ben servito da Manzoni, il sabbionese lascia partire un bel diagonale per lo 0-1 al 15'.

Con il passare dei minuti, però, cresce il Casaletto che pareggia con un tiro dal limite di Tonani: al 25' grande azione dell'attaccante granata, che dopo una bella serie di dribbling arriva al tiro in scivolata per l'1-1.
Tonani è scatenato: lo stesso attaccante granata si procura il penalty calciato benissimo a incrociare da Agostino Nichetti, ma neutralizzato da Piva Intrieri con un intervento da campione. Grande!

Si rientra negli spogliatoi sul parziale di 1-1; partita caratterizzata da molti lanci lunghi in entrambi i tempi.
A inizio ripresa, altro rigore per la squadra di casa: il tocco di mano di Arpini gli costa il secondo giallo, ma arriva un altro errore.
Nichetti azzarda il cucchiaio: portiere spiazzato, ma la palla termina di poco alta sopra la traversa. Un (momentaneo) -6 al fantacalcio per lui!

Il Casaletto trova quindi i due gol decisivi in sequenza: Luca Guerini, sull'assist di Stefano Moretti, insacca il 2-1; mentre Agostino Nichetti insacca una punizione dal limite, calciata sul primo palo per il 3-1.

I Sabbioni restano in inferiorità numerica per il rosso comminato anche a Mandelli per proteste, recriminano per un penalty non concesso su Piergiorgio Barca, che avrà però modo di firmare il gol dell'ex: sassata su punizione all'ultimo minuto.

Chiusura ancora con malus per Agostino Nichetti, espulso nel recupero (di sei minuti).

Monte Cremasco 2 - 0 Ripaltese

Marco Severgnini (M), Mario Lombardo (M)

Successo che vale doppio, anzi, triplo per il Monte Cremasco: dopo la vittoria nel derby, arrivano anche tre punti nello scontro diretto con la Ripaltese.

Grazie al successo, i ragazzi di mister Marazzi scavalcano proprio la Ripaltese e arrivano a -1 dall'Aurora, ko con il Palazzo: salvezza diretta possibile!

Fasi di gioco equilibrate in avvio, con i muccesi però attenti e accorti in fase difensiva; la Ripaltese non arriva al tiro e il Monte buca gli ospiti in velocità: al 28' ecco l'1-0 nato dal cross di Borletti e dalla deviazione vincente di Marco Severgnini per il vantaggio locale.

Anche nella ripresa i padroni di casa concedono gli oneri di impostare il gioco ai rossoverdi, che però non riescono a costruire nulla di significativo e restano anche in inferiorità numerica da metà secondo tempo per il rosso comminato a Marchesi.

Il Monte sfiora il bis in ripartenza con Casorati, ma chiude comunque i conti all'88': assist di Marco Lombardo per Mario Lombardo (che non sono né fratelli, né cugini, né parenti) per il definitivo 2-1.

Mozzanichese 1 - 0 Chieve

Rota (M)

Primo passo falso del Chieve targato mister Biella, ko 1-0 in terra bergamasca.
I gialloblù disputano un match sottotono e recriminano a gran voce per un episodio arbitrale.

Primo tempo scialbo e avaro di emozioni: i padroni di casa sono più pimpanti e impensieriscono più volte un attento Milani, che neutralizza una conclusione potente, ma centrale. Gli ospiti, al contrario, creano pochissimo e subiscono il meritato 1-0: al 30' un lancio dalle retrovie innesca Rota, partito sul filo del fuorigioco (oltre?), per l'allungo e l'incrocio a rete con il sinistro per la conclusione vincente.

Nella ripresa, il Chieve alza il baricentro, ma continua a faticare tremendamente negli ultimi venti metri. Nel finale, episodio dubbio: Zanasi, all'ingresso dell'area di rigore, viene affossato da un difensore bergamasco, ma il direttore di gara lascia incomprensibilmente correre.

Altro episodio dubbio da segnalare: un difensore locale si alza il pallone e lo passa di testa al portiere locale, che lo prende con le mani; sarebbe cartellino giallo per comportamento antisportivo (tentativo di aggirare la norma sul retropassaggio) e punizione per gli ospiti, ma il direttore di gara lascia correre.

C.S.O. Offanengo 5 - 1 Pieranica

Stringhi (O), Romano (O), Stringhi (O), Emanuele Confortini (O), Michele Ballerini (O), Ogliari (P)

Un CSO Offanengo in versione ZemanLandia cala il pokerissimo sul Pieranica e alimenta ancor di più le proprie speranze playoff con un successo super.

Decisamente meglio i padroni di casa nei primi minuti, pericolosi con la punizione calciata tesa dall'ex biancoverde Bono. Quando il match sembra equilibrarsi (occasione di Ogliari per gli ospiti, terminata di poco a lato), ecco il vantaggio di Stringhi, che finalizza una bella azione dei suoi sulla destra.

L'1-0 accende i locali, che trovano anche il raddoppio con Romano alla mezz'ora: scatto sul filo del fuorigioco e conclusione glaciale nel superare Ponzoni per il 2-0.
Prima dell'intervallo Bruno si divora la palla per accorciare le distanze, mentre nel secondo tempo si assisterà al dominio del CSO Offanengo.

Al 50' Stringhi realizza il suo 15° centro stagionale, mentre il 4-0 è a cura di Emanuele Confortini, che capitalizza il cross di Rancati.
Il neo entrato Michele Ballerini arrotonda ulteriormente il punteggio in favore dei locali, fissato sul definitivo 5-1 dal goal della bandiera di Ogliari.
Espulso nel finale Dominelli, autore di un'entrata dal dietro in prossimità del 90'.

Palazzo Pignano 4 - 2 Ombriano Aurora

Borgo rig. (A), Zuccotti (P), Cavalli (P), Jacopo Bertoli (A), Rusconi (P), Cavalli (P)

Poker del Palazzo all'Aurora in un match ricco di gol ed emozioni!
Tanti gli episodi in una gara molto tesa, con i locali a lottare per i playoff e gli ospiti per la salvezza.

Avvio di gara in favore degli rossoverdi, bravi a capitalizzare l'approccio al match con lo 0-1: Borgo trasforma il penalty concesso all'Aurora, che però protesta per l'accaduto.
Michele Ferrari viene fermato in chiara occasione da gol da un tocco di un difensore alle sue spalle; cadendo impatta sul portiere del Palazzo in uscita, Mario Silvestro. Il direttore di gara, oltre al penalty, anziché sanzionare lo sgambetto del difensore con il rosso, commina il giallo al numero uno locale.

Immediata e veemente, però, arriva la reazione del Palazzo, che ribalta il punteggio in pochi minuti: il bolide di Zuccotti da dentro l'area vale l'1-1. Un gol bellissimo e pesantissimo, che ha l'effetto di rovesciare l'inerzia del match.
Il Palazzo, infatti, raddoppia: il lancio di Rusconi trova la gran correzione al volo di Cavalli per il 2-1.

Le emozioni prima dell'intervallo, però, non sono ancora finite: Aurora nuovamente a segno!
Sugli sviluppi di una rimessa laterale contestata, i rossoverdi si guadagnano una punizione dal limite: della battuta se ne incarica il talentuoso Jacopo Bertoli, che con una pregevole traiettoria a giro sopra la barriera insacca il 2-2 con cui si rientra negli spogliatoi. 

Nella ripresa il Palazzo mette il turbo e sfrutta la velocità dei propri interpreti per trovare due gol in ripartenza (uno addirittura sugli sviluppi di un corner dell'Aurora): il tocco morbido di Rusconi vale il 3-2, mentre Cavalli insacca il definitivo 4-2 con una correzione vincente in area.

Che partita!

San Paolo Soncino 0 - 0 Doverese

Bella partita, ben giocata da entrambe le squadre, ma zero gol tra San Paolo Soncino e Doverese, appaiate al 4° posto e ora agganciate dal CSO Offanengo nella lotta playoff.

L'avvio di gara è in favore della Doverese, che non capitalizza tre buone occasioni da rete nei primi venti minuti.
Su un corner deviato da Mazzucchetti, Foglia manca il tap-in da un metro dalla linea di porta. Poco più tardi Robesti serve Foglia sul taglio: palla per Rinaldi, che calcia fuori da posizione favorevolissima. Ancora un lancio di Robesti innesca Foglia, che entra in area, ma calcia fuori.

Il San Paolo Soncino cresce però con il passare dei minuti e non sta certo a guardare: occasioni anche per i tonici biancorossi. La più importante è la conclusione dai 25 metri di Paderno: una stoccata fantastica, terminata sul fondo di un soffio. Sarebbe stato un super gol!

Anche nella ripresa le squadre si fanno apprezzare per la qualità del giropalla e della manovra, ma stavolta le occasioni da gol latitano: il match si chiude a reti bianche.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

26-02-2017

22^

Giornata

Chieve 2 - 0 Ombriano Aurora

Acquarelli (C), Canidio (C)

Convincente successo casalingo del Chieve: i gialloblù controllano il match e, con un gol per tempo, ottengono tre punti preziosissimi.
Grazie a questa vittoria, infatti, il Chieve controsorpassa la Scannabuese e accorcia a -2 dalla Montodinese capolista.
Che campionato esaltante in vetta!

I padroni di casa approcciano la gara con determinazione e dinamismo, creando diverse potenziali occasioni da rete. Il risultato si sblocca alla mezz'ora: splendida ripartenza dei ragazzi di mister Biella viene finalizzata sotto porta da Acquarelli, ben assistito da Canidio.

I gialloblù chiudono la pratica a inizia ripresa: altra pregevole azione di squadra, con Bertolotti a pescare l'inserimento di Canidio con un servizio al bacio; pallonetto dolcissimo del terzino di casa a beffare Glionna per il 2-0 che non cambierà più.
La reazione degli ospiti è affidata al destro di Ferrari, deviato in angolo dall'intervento di Milani. Nel finale, Bertolotti vicinissimo al tris su punizione: strepitosa la parata di Glionna

Doverese 2 - 3 C.S.O. Offanengo

Piloni (O), Rinaldi (D), Piloni rig. (O), Dario Mazzoleni (O), Broglia (D)

Colpo playoff del CSO Offanengo, che espugna il campo di Dovera, dove si gioca una delle gare più belle dell'intero campionato: bravi tutti!
Altro grande successo biancoblù, ma è comprensibile la rabbia dei gialloneri che protestano per le due espulsioni e il penalty subito.

Al "Felice Arpini" si fronteggiano due delle squadre più belle e in forma del torneo: grande equilibrio e bello spettacolo.
L'equilibrio si spezza all'ultimo minuto della prima frazione: CSO Offanengo in vantaggio con la botta di Piloni, che scaraventa all'incrocio lo 0-1 sugli sviluppi di una respinta da corner.

In avvio di ripresa la Doverese pareggia subito i conti con un eurogol di Rinaldi: botta terrificante dai 30 metri e palla nel sette per l'1-1 che infiamma il match.
I gialloneri restano in inferiorità numerica per l'espulsione comminata a Mazzucchetti, ma la partita è apertissima.
Per rompere la fase di stallo ci vuole un episodio ed è il contestatissimo penalty assegnato al CSO Offanengo per il contatto su Scaravaggi: dal dischetto Piloni trasforma l'1-2.

La Doverese si lancia in avanti con orgoglio alla ricerca del pareggio: ci vuole un monumentale Sangiovanni per impedire il pareggio, con parate salva-risultato su Bianchessi e Robesti.
Il CSO Offanengo affonda il colpo in ripartenza con il colpo dell'1-3: azione corale che porta al tiro Dario Mazzoleni per la terza rete biancoblù.
La Doverese, però, non è mai doma: nonostante giochi in 9 per il rosso comminato anche a Vigorelli, la squadra giallonera accorcia al 92' con il colpo di testa di Broglia.l 2-3, però, farà seguito il triplice fischio del direttore di gara: che partita di fuoco!

 

Montodinese 2 - 2 Casaletto Ceredano

Tonani (CC), Moretti (CC), Capellini (M), Longhi (M)

Un grande Casaletto stoppa la capolista Montodinese: che partita!

Mai banale il ritorno a Montodine di mister Manuel Rossi e degli altri ex biancorossi, ora protagonisti in granata!
Il match è avvincente e veramente spettacolare, come pochi altri in stagione: complimenti a tutti!

I padroni di casa provano a gestire sin da subito il possesso palla, ma qualche errore difensivo condiziona la gara. Pronti via ed arriva subito un'occasione locale, con Lucchetti che incrocia da dentro l'area ma trova una deviazione e il pallone finisce in angolo.
Su un ribaltamento di fronte, però Colombo gioca un pallone a Porchera sulla sinistra: Tonani recupera il pallone salta Grandini e calcia: Colombo devia con il piede sul palo, ma la palla entra in porta per lo 0-1 granata.

Il Casaletto entra più in partita rispetto alla capolista e trova anche il raddoppio: Grandini appoggia di testa a Colombo, ma la palla è troppo corta e vi si avventa Stefano Moretti, che la raccoglie e la deposita in rete per il 2-0 alle spalle dell'incolpevole portiere.

Nella ripresa mister Merisio cambia faccia alla squadra biancorossa: dentro Mariniello e Piacentini, fuori Grandini e Forcati. La Montodinese inizia a macinare gioco e costruire occasioni, con Longhi che spara sul fondo e spreca clamorosamente una buona chance.

Tuttavia, il gol locale è nell'aria e arriva sugli sviluppi di un'angolo: Agazzi spizza di testa, rimpallo e Capellini da due passi deposita in rete l'1-2.
Il dominio locale si conferma anche poco dopo, con Mariniello che centra la traversa da pochi passi.
A 10' dalla fine punizione dai 25 metri per i biancorossi: sulla palla si presenta lo specialista Longhi, che la mette a giro sopra la barriera e infila l'estremo difensore con una perla sotto l'incrocio. Che goooolazo!

La Montodinese prova a completare la remuntada, ma giovanissimo Marco Hubner, figlio del Tatanka Dario, non trova il gol del tris.

Mozzanichese 4 - 0 Agnadello

Lonetti (M), Merisio (M), Allevi (M), Cappellari (M)

Sul campo della Mozzanichese, l'Agnadello cade solamente nella ripresa e provando comunque a giocare il pallone.

Il primo tempo, infatti, si chiude sullo 0-0: accorti e quadrati i gialloneri, mentre la Mozzanichese non trova il varco giusto.
I bergamaschi, però, passano dopo solo 4 minuti nella ripresa con il gol di Lonetti.
Al 52' capitan Rossoni fallisce il penalty del possibile raddoppio e la partita resta aperta.
L'Agnadello colleziona buone occasioni con Codegoni, Manfredini e non solo, ma la palla non entra mai.
Le palle-gol giallonere, però, sono inframezzate dall'ingresso in campo di Allevi e dai gol della Mozzanichese, che non perdona nulla: Allevi serve l'assist del 2-0 a Merisio, mentre lo stesso Allevi cala il 3-0 al 65'.
Il 4-0 porta la firma di Cappellari, che corona con il gol il rientro in campo dopo la rottura dei legamenti.

Oratorio Sabbioni 0 - 3 Monte Cremasco

Fusari (M), Borletti (M), Casorati (M)

Altro colpo salvezza del Monte Cremasco, che dopo il derby non si ferma più: 0-3 in casa dell'Oratorio Sabbioni!

Il risultato è troppo penalizzante per i locali, ma rende merito al cinismo dei muccesi, in grado di capitalizzare al meglio le occasioni create.

Nel primo tempo, meglio i padroni di casa, che cercano di gestire il match con il possesso palla; gli ospiti giocano in ripartenza, ma sono più concreti e passano in vantaggio con una veloce azione sulla destra di Annichiarico, che si conclude con una deviazione vincente di Fusari a pochi passi dalla porta. I Sabbioni provano a reagire, ma Cremonesi si esalta con una gran parata e nega con un balzo felino il pareggio a Cicognani.

Nel secondo tempo, i giallorossi provano a spingere sempre più, ma non riescono a creare occasioni pericolose. Il Monte Cremasco è invece quadrato e letale nel portarsi prima sul 2-0, con la splendida punizione di Borletti sopra la barriera, e poi sul 3-0, con il colpo di testa di Casorati sul calcio d'angolo crossato da Borletti.

Pieranica 2 - 4 Palazzo Pignano

aut. Provenzi (PP), Cavalli (PP), Rusconi rig. (PP), Rusconi (PP), Ogliari (Pier.), Bruno (Pier.)

Stra Palazzo!
Prosegue il magic moment dei biancoblù, che sbancano Pieranica con un'altra vittoria 2-4.

Gara equilibrata nel primo tempo, ma quando il Palazzo aziona i tre là davanti, sono dolori per ogni retroguardia, quella pieranichese inclusa di casa.
I biancoverdi sono anche sfortunati in occasione del vantaggio palazzese: Lucini Paioni calcia un bel corner, teso sul primo palo, e Provenzi devia malamente il pallone, indirizzandolo verso la propria porta per lo 0-1 ospite.

Il Pieranica ha una buona reazione sul piano del gioco, ma di fatto le occasioni negli ultimi sedici metri latitano. Non per il Palazzo, che attende gli avversari ordinato e negli ultimi 10' della prima frazione ne fa ben altri due: il raddoppio è a cura di Cavalli, che raccoglie e insacca la respinta della traversa; lo 0-3 arriva al 45' con Rusconi, che dagli undici metri castiga un errore in fase di impostazione di Blini.

Il copione della gara si ripeterà nella ripresa: avanti 0-3, un Palazzo quadratissimo aspetta il Pieranica e riparte, calando il poker ancora con Rusconi.
Le reti pieranichesi di Ogliari e Bruno servono allora solo a rendere meno pesante il passivo: il Palazzo passa con merito e continua a macinare punti.

Ripaltese 2 - 4 San Paolo Soncino

Remedio (S), Giavaldi (R), Giavaldi (R), Scaravaggi (S), Scaravaggi (S), Remedio (S)

Il Soncino rischia con la nuova Ripaltese di mister Zucchetti, promosso dalla Juniores, ma i biancorossi si impongono 2-4 con una letale rimonta nel finale.

I rossoverdi approcciano bene al match e si fanno preferire, ma il gol lo trovano gli ospiti: a firmare lo 0-1 soncinese ci pensa Remedio, che chiude in gol la bella azione dell'uno-due con Marco Kito Lanzi.
La Ripaltese, però, continua a giocare una buona partita e, dopo due occasioni mancate, Giavaldi non sbaglia la terza volta e insacca l'1-1 sugli sviluppi di un corner.

L'avvio di ripresa è equilibrato e ben giocato da entrambe le squadre, ma soprattutto a centro campo.
Il match cambia al 72', quando il Soncino resta in dieci per l'espulsione comminata a Cira e di cui i rossoverdi approfittano prontamente: grande azione di Porchera, che serve a Giavaldi l'assist del 2-1.

Avanti di un gol e con l'uomo in più, però, la Ripaltese crolla nei minuti finali, sotto i dardi scoccati da Stefano Ferrari a favore dei compagni: tre assist in sette minuti per il centrocampista soncinese, tra i migliori in campo, per interdizione e riproposizione dell'azione.

All'87' il primo lancio di Stefano Ferrari innesca Scaravaggi, che approfitta dell'incertezza dei due difensori locali per insaccare il 2-2.
Il Soncino ci crede e all'89' trova un gol fotocopia, sempre sull'asse Ferrari-Scaravaggi: lancio in profondità e palla in rete per il clamoroso 2-3.
Nel finale Ripaltese sbilanciata in avanti per cercare il pareggio e ancora punita: terzo assist di Ferrari, stavolta a beneficio di Remedio, che insacca il definitivo 2-4 per i soncinese, che puntano dritti ai playoff.

Scannabuese 1 - 2 Bagnolo

Familari (S), Spoldi (B), Bergamaschini (B)

Colpo gobbo del Bagnolo! 
I gialloblù di mister Spinelli, oggi in versione All Blacks, violano il campo di Scannabue rimontando nella ripresa lo 0-1 dell'intervallo trovando l'1-2 che fa infuriare i locali, perché scaturito da una rimessa contestata.

Biancoverdi più pimpanti in avvio di gara e bravi a capitalizzare il miglior approccio con l'1-0 a cura di Gigio Familari, che sceglie la deviazione di punta per anticipare Paolo Bastianoni e insaccando il pallone in rete.
Pronti via, in avvio di ripresa Spoldi trova subito l'1-1 concludendo a centro area una bella manovra ospite nata sulla destra.
La Scannabuese si riversa in massa in avanti, alla ricerca di tre punti che sarebbero fondamentali nella rincorsa al titolo, ma in pieno recupero arriva il diagonale vincente di Bergamaschini sugli sviluppi di una rimessa laterale di dubbia assegnazione, battuta velocemente dai bagnolesi, arrivati al tiro e al gol partita proprio allo scadere.
Che beffa per la Scannabuese!

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

05-03-2017

23^

Giornata

Monte Cremasco 0 - 1 Montodinese

Capellini (Montodinese)

Tre punti vitali per la prima della classe, che si rialza dopo un momento negativo e contro una delle squadre più in forma del campionato.

I ragazzi di Merisio partono in sordina, rischiando a più riprese di subire il gol con innumerevoli occasioni e belle azioni di Casorati e Borletti, ma la traversa e Colombo dicono di no ai muccesi.
Su un ribaltamento di fronte, Montodinese vicinissima al vantaggio, che sarebbe clamoroso per quanto visto fino a quel momento, con Longhi che spara alto dal limite dell'area piccola.

Viene fuori pian piano la capolista, ancora vicina al vantaggio con Capellini, che non arriva sul pallone per pochi millimetri.
La Montodinese preme definitivamente sull'acceleratore nella ripresa e passa in vantaggio con bomber Capellini, lanciato a rete da Pappone. Che stagione per il Cappe!

Il Monte di mister Marazzi non ci sta e attacca a più riprese, meritando anche il pareggio, ma la difesa capolista resiste. Nel finale Brazzoli fallisce il raddoppio, ma il match termina così: biancorossi ancora in testa.

Bagnolo 1 - 3 Mozzanichese

Lonetti (M), Spoldi (B), Allevi (M), Allevi (M)

Continua a macinare punti la Mozzanichese, che espugna Bagnolo con un convincente 1-3.

Si parte subito a ritmi altissimi: gli ospiti trovano presto lo 0-1 con il pallonetto dal limite di Lonetti, che scucchiaia in gol.
Il vantaggio bergamasco, però, dura solo pochi minuti, perché Spoldi incrocia all'angolino con un bel radente per l'1-1.
Il punteggio cambia ancora prima dell'intervallo: sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra, bomber Allevi insacca in rete l'1-2 Mozzanichese con cui si rientra negli spogliatoi.

In avvio di ripresa Bagnolo determinato alla ricerca del pari, ma senza nitide occasioni. La Mozzanichese, invece, cala il tris prima di metà secondo tempo: il tiro-cross, apparentemente innocuo, di Allevi si insacca per il definitivo 1-3.
Nel finale, infatti, non ci saranno molte altre emozioni e vince la Mozzanichese.

Agnadello 1 - 2 Chieve

Bertolotti rig. (C), Cannatà (C), Bolzoni (A)

Successo meritato in trasferta per il Chieve di mister Biella: i gialloblù comandano le operazioni, ma mancano di cinismo nella prima frazione: occasioni in serie per Cannatà, Bruschi e Bertolotti.
L'Agnadello conferma le proprie qualità di grinta e temperamento, provando a non mollare mai e insidiando anche le formazioni più attrezzate del campionato.

Tuttavia, nei primi quindici minuti della ripresa, gli ospiti archiviano la pratica: prima il rigore procurato e trasformato da Bertolotti, poi il sinistro all'angolino di Cannatà assistito dal neoentrato Shahi valgono il break dello 0-2 che porta i tre punti verso Chieve.
L'1-2 dell'Agnadello, gol della bandiera, arriva solo in pieno recupero, firmato di testa da Bolzoni.

C.S.O. Offanengo 3 - 1 Ripaltese

Staffini (R), Piloni (O), Michele Ballerini (O), Benelli rig. (O)

Vittoria per il CSO Offanengo, ma l'indomita Ripaltese fa sudare i biancoblù nella ripresa: il 3-1 finale, però, proietta i biancoblù sempre più in alto.

Partenza equilibrata, con la Ripaltese brava a trovare il gol dopo soli dieci minuti: il retropassaggio di Confortini verso il portiere Sangiovanni rimbalza male sul terreno e termina in corner; l'angolo rossoverde viene calciato da Roccatagliata, che pesca in area Staffini, bravissimo nel coordinarsi per una mezza rovesciata da urlo! È 0-1 Ripaltese!

Il CSO Offanengo prova a reagire, ma fatica a trovare spazi: il pareggio locale arriva solo al 30', firmato dalla punizione magistrale di Piloni, che pennella in gol l'1-1.
I biancoblù calano quindi un letale uno-due: virbanti proteste ospiti, perché il direttore di gara assegna al CSO un corner a seguito di un possibile fallo in attacco e anche di una deviazione locale.
Dalla bandierina si presenta però Michele Ballerini, che la mette tesa sul primo palo: portiere ospite sorpreso e palla in rete per il 2-1 già al 32'.

La prima frazione si chiude senza altre emozioni, ma nella ripresa la Ripaltese gioca da grande squadra e mette in difficoltà i padroni di casa: grandissima azione personale del classe 2000 rossoverde Lanzoni, che dopo ottimi dribbling, calcia fuori di un centimetro; ospiti pericolosi anche con il colpo di testa di Lubrino e la punizione di Roccatagliata, ma senza fortuna.
Il CSO Offanengo si affida sempre a bomber Stringhi, fermato però nell'uno-contro-uno dal portiere ospite Spoldi.
In pieno recupero, però, i biancoblù chiudono i conti: proteste ospiti per il penalty assegnato ai locali e trasformato dal subentrato Benelli per il definitivo 3-1.

Palazzo Pignano 1 - 1 Doverese

Giavazzi (D), Cavalli (P)

Pari e patta nel match dal sapore playoff tra Palazzo e Doverese: tre i due litiganti, però, ne approfitta il CSO Offanengo, che continua a volare.

Il canovaccio del match sarà lo stesso per tutti e 90 i minuti di gioco: Palazzo Pignano in controllo del possesso palla, Doverese accorta in fase difensiva, impegnata a evitare che i locali attivino le frecce Rusconi e Cavalli.
Il piano di mister Martuscelli riesce alla perfezione: prima dell'intervallo si registrano poche occasioni da rete, con i locali che trovano solo un cross di Rusconi non capitalizzato da Irgoli e gli ospiti una punizione di Marzagalli ben parata da Silvestro.

Nella ripresa il copione non cambia, ma i contropiedi della Doverese diventano progressivamente più efficaci: dopo un'occasione mancata da Bianchessi, che alza sopra la traversa solo da dentro l'area, arriva il vantaggio giallonero. Al 65', sugli sviluppi di un corner, Giavazzi insacca lo 0-1.
Il Palazzo prova a reagire con la punizione di Rusconi, parata da Devecchi, bravo anche su Barbieri, ma la fase difensiva giallonera ha la meglio sul fraseggio ospite.
La Doverese sfiora il raddoppio in ripartenza, infilzando i biancoblù riversatisi in avanti, ma il Palazzo trova il pareggio allo scadere.

Quella di Cavalli è una vera prodezza balistica: conclusione a giro dai 25 metri e palla all'incrocio dei pali per il talento classe '95, che si conferma ancora una volta di categoria superiore.

Ombriano Aurora 1 - 1 Pieranica
Hategekimana (O), Patroni (P)
 
Si chiude in parità la sfida tra Ombriano e Pieranica: un 1-1 che, per mole di gioco e occasioni costruite, va stretto agli ospiti.
La prima frazione è equilibrata: Moreschi scheggia il palo a Poloni battuto, l'estremo difensore locale respinge poi il tiro centrale di Patroni. Nel finale di prima tempo, Dossena, poi infortunatosi, sfiora il palo di Ponzoni.
 
Nella ripresa è Poloni show: l'estremo difensore di casa si conferma giocatore di almeno una categoria superiore e para di tutto!
Due volte sensazionale su Moreschi, Poloni tiene a galla i suoi prima del vantaggio improvviso dell'Ombriano, che su punizione trova il vantaggio grazie al colpo di testa vincente di Hategekimana.
Un goal che sembrerebbe tagliare le gambe al Pieranica, che impiega diversi minuti prima di rialzarsi.
Quando arriva la reazione biancoverde, tra gli ospiti e il goal si frappone ancora un grande Poloni, reattivissimo sulle chance avute da Provenzi, Bruno e Ogliari.
Patroni trova il meritato pari al 75' con un eurogoal su cui stavolta Poloni non può far nulla: tiro dal limite, palla che scheggia l'incrocio e poi si insacca sul palo opposto. Nel finale Ogliari si divora il possibile sorpasso, mentre Ferrari sfiora l'incrocio da fuori. Non ci saranno più occasioni: Ombriano e Pieranica si dividono la posta in palio.
Casaletto Ceredano 2 - 3 Scannabuese

Familari (S), Merico (C), Viviani (S), Agostino Nichetti rig. (C), Viviani rig. (S)

Partita incandescente a Casaletto Ceredano: dalla girandola del gol ne esce vincente la Scannabuese, che si impone in un 2-3 ricco di mille episodi.

Pronti via e subito Familari stampa l'incrocio dei pali; equilibrio sovrano per 30 minuti, fino al vantaggio biancoverde.
Palla messa da Bellandi in area, pregevole stop-e-tiro di Familari per lo 0-1 Scannabuese alla mezz'ora.

Il vantaggio ospite, però, dura solo due minuti: gran passaggio filtrante di Tonani a pescare Merico in area per il piattone dell'1-1 con cui si chiude la frazione.

Nella ripresa succede veramente di tutto.

Peveralli gira di destro in area una punizione di Piccolo, ma la palla sorvola di un nulla la traversa; veemente risposta granata, affidata a Tonani, Stefano Moretti e Agostino Nichetti, che prova la rovesciata.
Sul flipper di Casaletto, l'equilibrio con una situazione nata direttamente dal rilancio del portiere biancoverde: la palla spiove in area locale, dove, dopo due colpi di testa, Viviani sbuca in mezzo a tutti e insacca l'1-2.
Proteste locali per la posizione dell'attaccante ospite.

Scannabuese vicina al tris con Viviani lanciato a rete, ma fermato da un grande intervento di Davide Cremonesi, che salva il Casaletto, nuovamente all'arrembaggio.
I locali si vedono negare un rigore per il fallo di mano in area di Labò, ma si vedono assegnare poco dopo un penalty per il tocco di mano di Weger (che però stava proteggendosi il viso).
Dal dischetto Agostino Nichetti non cerca cucchiai e insacca di giustezza il 2-2.

La partita rischia di cambiare in occasione di un episodio arbitrale: il direttore di gara sta per sventolare a Peveralli il secondo cartellino giallo (ha in mano anche il rosso), ma viene circondato dai giocatori biancoverdi, che riescono nell'intento di fargli ravvedere la decisione; cartellini riposti nei rispettivi taschini e assegnata ai locali solo la punizione.

Casaletto inferocito, anche perché dall'azione seguente nasce il gol-partita della Scannabuese: Familari, lanciato a rete, viene steso dall'uscita di Davide Cremonesi. Rigore netto, trasformato da Viviani all'80' per il 2-3.

Finale di fuoco: i granata si vedono annullare due gol nel finale.
Al 90' la rete di Stefano Moretti viene annullata per un presunto fuorigioco; al 92' Stefano Moretti gonfia ancora la rete, ma a gioco fermo per una sospetta trattenuta di Barbaro in area.

Finisce tra mille polemiche e mille emozioni: che partita!

San Paolo Soncino 1 - 2 Oratorio Sabbioni

Usberghi (Sabb.), Marco Lanzi rig. (Sonc.), Carera (Sabb.)

Grande partita e colpo gobbo dei ragazzi di mister Fusar Imperatore, che sbancano 1-2 la tana del San Paolo Soncino: biancorossi sottotono e sorpresi dai sabbionesi, ma sempre in zona playoff.

Partita giocata a ritmi molto alti fin dall'inizio, da entrambe le squadre: i Sabbioni passano in vantaggio già al 14', a seguito di un'azione tambureggiante; Cadregari ispira e Usberghi finalizza con un pregevole pallonetto per lo 0-1. Il Soncino prova a reagire, ma l'occasione principale prima dell'intervallo è ancora a cura degli ospiti, pericolosi con Dalipaj.

Nella ripresa, il Soncino cambia faccia e alza il baricentro alla ricerca del pareggio: conclusione da fuori di Remedio e respinta di Bonara, che poi stende Marco Lanzi, pronto alla ribattuta, causando il calcio di rigore che lo stesso Kito Lanzi trasforma per l'1-1.
San Bonara cade nella sfida dagli undici metri, ma avrà modo di riprendersi ali e aureola pochi minuti più tardi: parata miracolosa sulla conclusione da fuori di Paderno (destinata al gol) e altro intervento fondamentale sul tiro di Danieli.
Il collega soncinese, Giovanni Lanzi, però, partecipa anche lui al processo di beatificazione, con una parata decisiva su Cadregari.
L'azione riparte e i Sabbioni si salvano sulla linea dopo la conclusione di Barnabò.
Nuovo contrattacco, stavolta ospite. Ed è quello vincente: il filtrante di Cicognani serve il neo entrato Carera, glaciale in zona gol e bravo a insaccare il definitivo 1-2; proteste dei locali, che invocano invano l'annullamento per la posizione di fuorigioco dell'attaccante.

Nel finale la premiata ditta Manzoni-Bonara salva i Sabbioni all'ultimo respiro sul forcing soncinese e regala la vittoria ai giallorossi.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

12-03-2017

24^

Giornata

Agnadello 3 - 0 Bagnolo

Bolzoni (A), Bolzoni (A), Marelli (A)

Orgoglio Agnadello: dopo aver fatto sudare tutte le avversarie, i gialloneri raccolgono quanto seminato nell'ultimo mese con una grande vittoria.

Partita subito frizzante: al 10' cross Marelli e colpo di testa di Codegoni, fermato da Paolo Bastianoni in corner.
Risposta bagnolese affidata a Fusaro, che non trova il gol sugli sviluppi di una punizione.

L'Agnadello però è carichissimo e trova l'1-0 a metà frazione: palla scodellata in area da Manfredini per l'incornata vincente di Bolzoni.
Il Bagnolo cerca il pari con la gran punizione di Gasparri, ma il portiere locale Monti si esalta e salva la porta. Nel finale di tempo ancora Agnadello pericoloso con Bolzoni e il colpo di testa di Bianchi.

I gialloneri compiono lo strappo decisivo in avvio di ripresa: al 57' sul corner di Codegoni arriva il colpo di testa vincente di Bolzoni, ancora in gol.
Passano pochi minuti e arriva il tris: al 60' i gialloneri si avventano su un retropassaggio sbagliato, con Bolzoni che dialoga bene con Marelli, servito per il 3-0, tra le proteste ospiti per una posizione di off-side.

Nel finale il Bagnolo si lascia andare e l'Agnadello ha almeno quattro ghiotte chance per arrotondare il punteggio.
Non è ancora dato sapere se per i gialloneri sia troppo tardi, ma con questo spirito l'Agnadello proverà certamente a fare più punti possibili.

Chieve 3 - 0 Pieranica

Cannatà (C), Cannatà (C), Bertolotti (C)

Il Chieve regola un coriaceo Pieranica con un netto 3-0 e aggancia la Montodinese in vetta alla classifica. Che colpo!

Primo tempo equilibrato e molto intenso: Chieve presto in vantaggio con Cannatà che, smarcato da Piccolini, dribbla Ponzoni e deposita in rete l'1-0.
Padroni di casa vicini al raddoppio ancora con Cannatà, stavolta fermato da un super Ponzoni, e Bertolotti, che strozza troppo la conclusione da buona posizione.

A inizio ripresa, gli ospiti approfittano di un Chieve distratto e sfiorano il pareggio: miracoloso Ogliari nella circostanza. Il Chieve incassa, resiste e poi colpisce: filtrante di Gipponi per il solito Cannatà, che scatta sul filo del fuorigioco, difende palla e incrocia con il destro per il 2-0.
Ormai in controllo, i gialloblù calano il tris: lancio di Gipponi per Bertolotti che fulmina Ponzoni con un sinistro a incrociare. Locali vicini anche al poker con Shahi e Cannatà in un paio di circostanze.

Doverese 1 - 1 Ombriano Aurora

Cirak (A), Bianchessi rig. (O)

Una buona Aurora viene recuperata da un penalty al 90': 1-1 il finale tra Doverese e Ombriano.

I locali sentono troppo la partita e non riescono a esibire il consueto buon gioco, colpiti subito dall'Aurora: su un retropassaggio avventato di Robesti irrompe Cirak, che protegge palla da ritorno di un difensore e insacca lo 0-1 con una gran girata all'incrocio.

La Doverese prova a reagire Rinaldi (due volte) e Bianchessi, ma Poloni fa buona guardia e l'Aurora sfiora il bis con il pallonetto neutralizzato a Cirak.

Nella ripresa la Doverese attacca con costanza, ma la manovra giallonera si rivela sterile e troppo spesso caratterizzata da lanci lunghi, preda della riorganizzata difesa ombrianese.
Nel finale due episodi decidono il match: proteste rossoverdi per un penalty non assegnato a Dennis Cantoni, mentre sul ribaltamento di fronte l'arbitro assegna il calcio di rigore ai locali per l'atterramento di Mazzucchetti in area.
Dagli undici metri Bianchessi non sbaglia e fissa il risultato sull'1-1 che fredda l'Aurora.

Montodinese 2 - 2 San Paolo Soncino

Pappone (M), Remedio (S), Capellini (M), Remedio (S)

Il San Paolo Soncino rimedia, anzi Remedio, un punto importantissimo in chiave playoff in casa della capolista Montodinese, che si conferma in un periodo non esaltante.

Il match è da subito altamente spettacolare e ricco di occasioni, sebbene nella prima mezz'ora i due portieri non corrano grandi rischi.
Su una punizione, il risultato è sbloccato da Pappone, che trova una deviazione vincente di Forcati, ma il gol è comunque da assegnare al giovane '97 visto che il tiro era diretto nello specchio.

Nella ripresa il San Paolo preme sull'acceleratore e trova il gol del pareggio con il neo-entrato Remedio, che in mischia beffa Colombo per l'1-1.
La reazione esemplare della capolista, ora agganciata in vetta dal Chieve, porta la firma del solito Capellini, che infila dal limite l'estremo difensore soncinese con la rete del 2-1. Un autentico golazo!
La gara sembra chiusa a 5' dalla fine, ma ancora Remedio in area beffa la difesa biancorossa

Mozzanichese 3 - 2 Casaletto Ceredano

Allevi (M), Martinelli (M), Merico (C), Merico (C), Allevi (M)

Lunch match anche in Seconda Categoria: la gara giocata alle ore 11.00, visto il concomitante impegno della formazione femminile di Serie A, sorride ai bergamaschi, che si impongono 3-2 in un match dalle mille emozioni.

Partenza a razzo della Mozzanichese, che trova il vantaggio al primo minuto di gioco: dopo soli 40 secondi, Allevi lascia rimbalzare due volte un lancio in profondità e colpisce con una gran botta di collo, da sinistra verso destra per l'1-0 lampo. Che gol!

Il miglior approccio dei gialloblù è certificato anche dal raddoppio al 20': bell'azione Allevi-Rossini-Allevi, palla dietro per Martinelli che insacca il 2-0 all'angolino.

Il Casaletto, però, si scuote nella seconda metà del primo tempo: Barbaro scende in fascia in solitaria e stampa l'incrocio con una bordata.
È il preludio al gol: al 40' Merico trasforma in rete il bel passaggio filtrante di Tonani per il 2-1.

La ripresa vede il canovaccio rovesciato: Mozzanichese spenta e Casaletto arrembante.
I granata trovano quindi il meritato 2-2: gran cross del subentrato Fiengo, che al primo pallone toccato serve il pallone per il sinistro vincente di Merico.

Il Casaletto prova a completare la rimonta, ma trova due fenomenali parate del portiere gialloblù, che salva il risultato sul colpo di testa di Talwinder e sul tiro di Fiengo.

Nel finale, invece, arriva il gol-partita della Mozzanichese: direttamente dal rinvio del portiere, Mariani e Nichetti si fanno sorprendere troppo alti e Allevi trova il corridoio vincente che lo proietta verso il definitivo 3-2.

Oratorio Sabbioni 2 - 4 C.S.O. Offanengo

Stringhi (CSO), Scaravaggi (CSO), Benelli rig. (CSO), Rancati (CSO), Usberghi (S), Arpini (S)

Continua il volo del CSO Offanengo, che punta sempre più in alto dopo il successo 2-4 sul campo dell'Oratorio Sabbioni.

Grande primo tempo dei ragazzi di mister Riboni: nonostante il campo in condizioni non ottimali renda complicato il palleggio delle due squadre, il CSO si conferma una macchina da gol, tra l'immenso potenziale offensivo biancoblù e alcuni errori di impostazione locali.
Lo 0-1 porta la firma di bomber Stringhi, mentre lo 0-2 quella di Scaravaggi. Sabbioni in difficoltà e costretti a incassare il tris con il rigore trasformato da Benelli per lo 0-3.
Una buona parata di Piva Intrieri su Stringhi evita il poker.
I giallorossi provano con orgoglio a riaprire il match nel finale di frazione con Manzoni, Cotelli e Carera, ma il punteggio non cambia prima dell'intervallo.

Nella ripresa i giallorossi continuano la ricerca del gol per riaprire il match, ma il CSO Offanengo chiude i conti con la ripartenza dello 0-4: ancora superbo Stringhi, che serve l'assist a Gazza Rancati per la finalizzazione a rete.

Biancoblù in inferiorità numerica nel finale, perché dopo i tre cambi di mister Riboni, si registra l'infortunio allo stesso Rancati, che lascia i suoi in dieci per 20 minuti.

I Sabbioni si lanciano quindi in un generoso forcing finale, lottando fino alla fine: Usberghi, servito astutamente da Manzoni in area, accorcia le distanza con il gol dell'1-4; il CSO sfiora la manita in ripartenza, ma nel finale arriva la rete sabbionese di Arpini, bravo ad insaccare il definitivo 2-4 su un cross dalla destra.

Ripaltese 0 - 1 Palazzo Pignano

Rusconi (P)

Sudata vittoria del Palazzo Pignano contro una Ripaltese che sta facendo faticare tutti: l'arrivo di mister Zucchetti ha dato la scossa alla squadra, che però non riesce ancora a raccogliere punti pesanti.

La posta in palio se l'aggiudicano i biancoblù, che capitalizzano un buon primo tempo e resistono nella ripresa.

Sono infatti i ragazzi di mister Tessadori ad avere il miglior approccio al match: il punteggio si sblocca a metà della prima frazione, quando al 22' Cavalli serve un assist delizioso per Rusconi, che può involarsi verso la porta locale e insaccare lo 0-1 nell'uno-contro-uno col portiere.
Il Palazzo potrebbe chiudere i conti prima dell'intervallo, ma le due buone occasioni per Cavalli e Irgoli non si trasformano in gol.

La Ripaltese si scuote nel finale di primo tempo con la mezza rovesciata di Staffini (vicino al bis dopo il gol al CSO Offanengo) e col tiro al volo di Giavaldi, alto di un soffio.

Questo è il preludio a una ripresa interamente di marca rossoverde: la Ripaltese attacca con costanza e da subito nella ripresa, ma senza fortuna.
Il Palazzo aspetta e prova a ripartire, ma le occasioni sono per i locali: gran tiro di Valdameri, gran punizione di Fabio Fallarini e forcing con mille cross negli ultimi dieci minuti, ma il pallone non entra e finisce 0-1 Palazzo.

Scannabuese 1 - 1 Monte Cremasco

Cappa (S), Borletti (M)

Non decolla la Scannabuese, fermata sull'1-1 dal Monte Cremasco.

Partita globalmente brutta, in particolar modo in un primo tempo di basso livello: zero occasioni da rete da ambo le parti, squadre lente e prevedibili, in ritardo anche sulle seconde palle.

Nella ripresa la Scannabuese parte forse leggermente meglio, ma fino al 60' la gara non decolla.
Per sbloccarla ci vuole un episodio casuale, che porta al gol: al 63' Viviani converge verso il centro e calcia, sulla traiettoria ci sono Cappa e il difensore ospite Balduzzi, che devia il pallone, spiazzando l'incolpevole Cremonesi per l'1-0 Scannabuese.

I biancoverdi sfiorano il raddoppio pochi istanti più tardi: Viviani lanciato a rete si presenta davanti a Cremonesi, ma calcia fuori di un centimetro dal palo.
Al 75' la Scannabuese recrimina per una trattenuta in area di Maioli su Cappa, ma l'arbitro vede e lascia correre.

Il Monte è però in partita e all'80' trova il pareggio: sugli sviluppi di calcio d'angolo di Mario Lombardo, deviato dalla difesa, la palla arriva a Borletti, che conclude di prima intenzione per l'1-1.

Nel finale la Scannabuese si gioca cambi offensivi per provare a vincerla, ma è il Monte Cremasco ad andare più vicino al gol: decisive le parate di Villa, che prima neutralizza la punizione di Borletti con un super intervento e poi ferma Mario Lombardo.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

19-03-2017

25^

Giornata

Bagnolo 0 - 2 Chieve

Shahi (C), Bertolotti (C)

Sorpasso Chieve!

I gialloblù espugnano Bagnolo con merito e volano in testa alla classifica, approfittando del ko della Montodinese sul campo dello scatenato CSO Offanengo.

Primo tempo dominato dagli ospiti: Bertolotti scalda i guantoni di Bastianoni su punizione e poco più tardi Shahi apre le macature con un pregevole sinistro a incrociare imbeccato ottimamente da Bruschi. Il Chieve gioca bene e sfiora il raddoppio con Cannatà. Dal nulla, il Bagnolo ottiene un calcio di rigore per fallo di Zoli ai danni di Bastianoni; Donati si incarica della battuta, ma calcia alto di parecchio.

Nella ripresa, i gialloblù controllano la gara e raddoppiano: filtrante di Cannatà per Bertolotti che scavalca Bastianoni con un pallonetto dolcissimo. Il Chieve potrebbe dilagare, ma Bertolotti calcia sul palo a tu per tu con Bastianoni, mentre Cannatà si guadagna ma fallisce il penalty del possibile 0-3

Casaletto Ceredano 1 - 2 Agnadello

Merico (C), Stombelli (A), Marelli (A)

Orgoglio Agnadello: sotto 1-0 all'intervallo, i gialloneri ribaltano il match in una ripresa di anima, cuore e qualità.
La salvezza non è impossibile continuando così: la squadra ci crede per davvero.

Sul flipper di Casaletto Ceredano partono meglio gli ospiti: Bolzoni fa a sportellate con la difesa ospite, Marelli sfonda con continuità sulla destra, ma la difesa granata può contare sul granitico Vanelli.
I ragazzi di mister Manuel Rossi attaccano spesso sulla sinistra con il propositivo Talwinder, ma il gol arriva direttamente dal rinvio del portiere: controllo "alla Baggio" di Merico (avete presente il gol in Juve-Brescia? Ecco) che addomestica un campanile, serve Tonani per l'ingresso in area e chiude in gol l'uno-due.
L'Agnadello rischia di incassare il secondo gol, ma cresce di pari passo con il ritmo dettato da Codegoni (bel confronto tra registi con Agostino Nichetti).

Nella ripresa l'Agnadello getta il cuore oltre l'ostacolo e arriva al pareggio con una prova di carattere: al 75', sugli sviluppi di un corner, Stombelli insacca l'1-1 della speranza.
Il match si accende: il Casaletto cerca di riportarsi in vantaggio, ma sbatte sui legni; l'Agnadello trova invece il gol-partita all'85': prima conclusione di Bolzoni fermata sulla linea, ma Marelli ribadisce in rete di testa il gol da tre punti per l'1-2.
Salvezza non facile, ma oggi più possibile.

Monte Cremasco 2 - 1 Mozzanichese

Allevi (Mozz.), Casorati rig. (Monte), Borletti (Monte)

Remuntada all'ultimo respiro del Monte, che negli ultimi cinque minuti ribalta il match! Che finale!

Muccesi subito pericolosi nel primo tempo con Fusari e Casorati, che sprecano ghiotte occasioni, mentre gli ospiti ci provano con Allevi: dopo una buona chance, l'ex Pieranica e Romanengo lascia partire un grandissimo tiro da fuori area che vale lo 0-1 bergamasco. Che gol!

I ragazzi di mister Marazzi provano a reagire prima dell'intervallo con il colpo di testa di Maioli, salvato sulla riga, ma è nella ripresa che attaccheranno con più convinzione, recriminando per una rete annullata a Fusari e trovando un clamoroso colpo di coda all'ultimo respiro.

All'85' il fallo in area su Borletti vede assegnare ai locali il penalty trasformato da Casorati nell'1-1, mentre in pieno recupero, al 92' arriva il gol-partita: dopo l'azione di Cozzolino, ecco il cross al centro, dove Borletti devia in rete il 2-1 che vale tre pesantissimi punti nella rincorsa alla salvezza.

C.S.O. Offanengo 2 - 0 Montodinese

Stringhi (CSO), Tolasi (CSO)

Colpo clamoroso del CSO Offanengo in casa con l'ormai ex capolista Montodinese!

Il risultato è un po' bugiardo per quanto riguarda le occasioni da rete: tante e per nulla sfruttate dai biancorossi; poche, ma capitalizzate in modo ottimale dai bianco-azzurri.

Dopo pochi secondi Longhi ha l'occasione di siglare il vantaggio ospite, ma il colpo di testa è debole e centrale. Sempre Longhi poco più tardi sfiora l'eurogol su punizione: palla di poco alta sopra l'incrocio.
Il CSO si risveglia nel cuore della frazione e, sugli sviluppi di una punizione deviata, trova il gol del vantaggio con Stringhi, al sedicesimo sigillo in campionato: che bomber!

Nella ripresa la Montodinese scende in campo ancora più aggressiva: ci prova ancora Longhi, che sfrutta una verticalizzazione di Ogliari, ma il suo tiro a giro di sinistro finisce alto di poco.
Ribaltamento di fronte ed ecco la svolta: Tolasi batte il calcio d'angolo, palla che torna sui suoi piedi, ancora cross che finisce sotto l'incrocio da posizione impossibile: che golazo, signori!
Sotto 2-0, la Montodinese sparisce dal campo e rimane anche in dieci per l'espulsione di Longhi.

Ombriano Aurora 2 - 1 Ripaltese

Fabio Gallarini (R), Borgo (A), autorete (A)

Partita molto tesa: il derby rossoverde mette in palio pesantissimi punti per la salvezza e non potrebbe essere altrimenti.
A prenderseli è l'Aurora, con una rimonta dai mille episodi.

Nel primo tempo la Ripaltese parte meglio e va vicina al gol con Giavaldi: gran tiro da fuori area, ma terminato sul fondo di un soffio. La risposta locale arriva con la punizione di Jacopo Bertoli: dalla trequarti la palla arriva in area, dove viene deviata da Bocca: rimbalzo e traversa.

Poco più tardi ecco quindi il vantaggio della Ripaltese: sugli sviluppi di un lancio lungo, vanno al contrasto aereo Dipilato e Giavaldi; la palla resta lì e Giavaldi è lesto nel servire Fabio Gallarini in profondità: ingresso in area e colpo vincente a battere Poloni in uscita per lo 0-1 con cui si chiude il primo tempo.

Il secondo tempo è ancor più combattuto: Aurora subito vicino al gol dopo due minuti con il neo entrato Pavesi, pericolosissimo anche a metà ripresa: dopo aver saltato due avversari in area, calcia in porta, ma arriva solo l'illusione del gol, con il pallone che termina sull'esterno della rete.
Il pareggio è nell'aria e l'Ombriano trova l'1-1: corner battuto con una traiettoria velenosa da Jacopo Bertoli, la palla arriva nell'area piccola dove il più lesto di tutti è Borgo, che incorna in rete il pareggio.

I padroni di casa volano sulle ali dell'entusiasmo e trovano addirittura il gol del sorpasso: ancora superlativo Jacopo Bertoli, che mette il turbo sulla sinistra e mette un cross teso per Pavesi; l'attaccante è anticipato dal difensore ospite, che devia nella propria rete il 2-1.

Nel finale la Ripaltese ci ha provato in tutti i modi, ma il forcing ospite ha portato a una sola nitida occasione: conclusione da ghiotta posizione per Fabio Gallarini, ma la mira termina alta.
Ultimi istanti di gioco in contropiede per l'Ombriano: Cirak innesca Bocca, fermato da un miracolo di Spoldi.

Palazzo Pignano 2 - 2 Oratorio Sabbioni

Cavalli (P), Cavalli (P), Usberghi (S), Arpini (S)

Classica partita a due facce tra Palazzo Pignano e Oratorio Sabbioni: primo tempo biancoblù, secondo tempo giallorosso, con l'esito finale che rispecchia l'andamento del match.

Dopo il palo colpito da Irgoli con una bella incornata, il Palazzo passa in vantaggio con Cavalli, bravo e fortunato a sfruttare l'assist in verticale di Irgoli per l'1-0. I Sabbioni provano a rispondere, ma non creano occasioni e, anzi, subiscono il 2-0, sempre ad opera di un Cavalli sempre decisivo, anche di testa: incornata sul cross di Rusconi, palla sulla traversa per un possibile gol fantasma, ma lo stesso Cavalli spazza ogni dubbio mettendo in rete con un tap-in.

I Sabbioni però hanno voglia di riscatto e lo dimostrano nella ripresa: Brindani sale in cattedra a metà campo, ma la scossa la dà l'ingresso in campo di un indemoniato Piergiorgio Barca. Partitone per lui!
I giallorossi prima accorciano le distanze con il solito Usberghi, servito proprio da Barca con un pallone delzioso, insaccato a sua volta con un tocco pregevole, dopo essersi districando in un fazzoletto di campo.
Il 2-1 vede i sabbionesi continuare ad attaccare: siluro di Arpini su punizione e 2-2 a cinque minuti dal termine.

Nel finale, entrambe le squadre provano a vincerla: Irgoli calcia alto da buona posizione, mentre il giovane sabbionese Aliprandi viene anticipato sul piu bello in area. 

Pieranica 4 - 4 Doverese

Bianchessi (D), Paderno (P), Frisoli Ivan (D), Paderno (P), Grasselli (D), Dominelli (P), Mazzucchetti (D), Ogliari (P)

È successo di tutto, ma davvero DI TUTTO a Pieranica oggi pomeriggio!

Dopo un primo tempo scialbo, nella ripresa le due squadre hanno dato vita ad una gara pirotecnica per numero di occasioni, complici anche le due difese, a dir poco "ballerine" su entrambi i fronti del campo.
Doverese per quattro volte in vantaggio e per quattro volte recuperata da un mai domo Pieranica, anche nel finale in dieci.

I primi 20' volano via velocemente, senza che nessuna delle due squadre provi a far male veramente all'altra.
A rompere la fase di studio è Bianchessi alla mezz'ora: ricevuta palla dai 25 metri, lascia rimbalzare la sfera, si coordina e trova una bellissima conclusione, che si insacca dopo aver baciato il palo alla destra di Ponzoni per lo 0-1.
La Doverese potrebbe raddoppiare prima della chiusura del primo tempo, ma una punizione velenosa dalla trequarti è salvata sulla linea di porta da Provenzi.

Il Pieranica si ridesta subito ad inizio ripresa: Grasselli sbaglia il retropassaggio di testa e Paderno è il più lesto di tutti nel recuperare palla e superare Devecchi con un morbido colpo sotto per l'1-1.
Non c'è neanche il tempo di esultare per i biancoverdi, che gli ospiti puniscono di nuovo in contropiede: Mazzucchetti allarga sulla destra per Bianchessi, che pesca Frisoli Ivan sul secondo palo. Da li non si può sbagliare, è 1-2.
L'entusiasmo del Pieranica è riacceso ancora da Paderno, quest'oggi titolare complici la squalifica di Patroni e l'infortunio di Bruno in settimana: sull'angolo di Ogliari, l'ex Agnadello Calcio è tutto solo in area piccola e di testa supera nuovamente Devecchi per il 2-2.

Chi di corner ferisce. di corner perisce e 5' dopo capitan Grasselli incorna in rete la palla del nuovo vantaggio giallonero, rimediando all'errore precedente, per il 2-3. La faccia presidiata da Dominelli e Ogliari brucia nel secondo tempo e proprio su quell'asse il Pieranica riesce nuovamente a pareggiare i conti: Ogliari fa passare il pallone sotto le gambe di un difensore, Dominelli rientra sul sinistro e sigla il 3-3 con il suo piede non amico. Che match!

Ponzoni è miracoloso per due volte nell'uno contro uno con Bianchessi e, fallite le due chance, la Doverese sembra voler tirare il fiato, abbassandosi troppo nella propria metà campo. Il Pieranica aggredisce alto, ma l'espulsione diretta di Provenzi per proteste complica i piani della banda di Raimondi. All'80' Mazzucchetti scatta sul filo dell'offside e timbra il cartellino che vale il 3-4.

Gara conclusa? Neanche un po'!
Sotto di una rete e di un uomo, i padroni di casa hanno un'ultima grande reazione d'orgoglio e ricevono un calcio di rigore per l'atterramento in area di Dominelli: Devecchi intuisce il brutto penalty di Ogliari, ma sulla respinta lo stesso n.10 biancoverde ribadisce il pallone in rete.

In pieno recupero la Doverese prova il tutto per tutto: altro miracoloso intervento di Ponzoni, che salva con il piede, poi i gialloneri protestano per un atterramento in area su un proprio giocatore parso palese, ma il direttore di gara, spesso distratto come le due difese quest'oggi, non rinviene nulla di irregolare e fischia la fine di questo infinito incontro.

San Paolo Soncino 1 - 1 Scannabuese

Viviani (Sc.), Scaravaggi (Son.)

Un tempo e un punto a testa nella sfida dal sapore playoff tra Soncino e Scannabuese: meglio gli ospiti nel primo tempo, i biancorossi nel secondo.

La prima frazione, infatti, è un monologo biancoverde: sull'assist di Labò, Orofino non riesce a capitalizzare una ghiotta occasione dopo soli 3 minuti di gioco, ma su un'azione fotocopia Viviani al 20' insacca lo 0-1 con la punta, approfittando di una marcatura non impeccabile della retroguardia di casa.
La Scannabuese potrebbe raddoppiare, ma spreca molto: Aiolfi alza sopra la traversa un colpo di testa da buona posizione, Familari si lancia in una gran ripartenza, ma stampa la traversa con la sua conclusione.

Nella ripresa il San Paolo Soncino si scuote grazie all'ingresso in campo di Marco Lanzi: il Kito guida un'azione in velocità dei biancorossi, servendo a Scaravaggi l'assist per l'1-1.
Il match rischia di diventare a tinte sempre più biancorosse dopo l'espulsione diretta comminata ad Aiolfi, per un brutto fallo da dietro su Marco Lanzi.
I padroni di casa cercano il gol, ma invano: sale in cattedra Vanazzi, portiere biancoverde, che abbassa la saracinesca e salva i biancoverdi dal gol.

Proteste ospiti e locali per episodi in area: Viviani cade in area locale, Remedio in area ospite, con l'attaccante soncinese che rimedia però anche il giallo per simulazione: è il secondo e porta al rosso che ristabilisce la parità numerica negli ultimissimi minuti del match, che si chiude sull'1-1.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

26-03-2017

26^

Giornata

Agnadello 0 - 1 Monte Cremasco

Borletti (M)

Colpo salvezza del Monte, che spegne l'entusiasmo giallonero con una vittoria pesantissima.

Nel primo tempo grande equilibrio e pochissime occasioni da rete: il punteggio si sblocca al 30' con la punizione di Borletti, esecuzione potente e precisa tra palo per portiere per lo 0-1 muccese.

Subito a inizio ripresa ghiotta chance per i gialloneri: il fallo di Balduzzi su Bolzoni costa il penalty agli ospiti, ma nella sfida dal dischetto Cremonesi ipnotizza Stombelli; esecuzione dagli undici metri non impeccabile e parata del numero uno del Monte.

La partita potrebbe cambiare al 75' con il rosso diretto al difensore ospite Vigo per fallo in chiara occasione da rete: Cremonesi salva con il piedone su un'occasione locale, ma i gialloneri si sbilanciano e rischiano tantissimo in due contropiedi degli ospiti non capitalizzati.

Finisce 0-1 e con i tre punti salvezza al Monte.

Bagnolo 0 - 1 Casaletto Ceredano

Talwinder (C)

Vittoria importante per i granata di mister Manuel Rossi, corsari 0-1 a Bagnolo.

Nella prima frazione occasioni da una parte e dall'altra: locali vicini al gol con i colpi di testa di Bergamaschini e con Degli Agosti; gli ospiti rispondono con il tentativo di Meazzi, deviato sulla traversa da Paolo Bastianoni, e con la chance per Merico.

Il match si decide in avvio di ripresa: sugli sviluppi di una punizione messa in mezzo da Agostino Nichetti, il pallone arriva a Talwinder, che si trova solo davanti al portiere locale; conclusione non pulitissima, ma vano è il tentativo di spazzare di Rimoldi, che entra in porta col pallone; è 0-1 Casaletto.

Il Bagnolo prova a reagire, ma senza efficacia: è il Casaletto ad andare più vicino al raddoppio con Merico (conclusione alta) e Stefano Moretti (conclusione a lato), ma finisce 0-1 per i granata.

Chieve 1 - 1 Doverese

Bertolotti (C), Bianchessi (D)

Gioia Doverese all'ultimo respiro: Chieve, che beffa!

I gialloblù di mister Biella, avanti di un uomo e di una rete, vengono raggiunti al 90', quando sembravano aver aver i tre punti in tasca.

Primo tempo dominato dai padroni di casa: De Vecchi nega il gol a Bertolotti con un gran intervento, Acquarelli colpisce il palo da posizione defilata, ma il gol è nell'aria e il Chieve passa alla mezz'ora: Bertolotti viene affondato in area di rigore e il direttore di gara concede il penalty ed estrae il cartellino rosso all'indirizzo di .

Dal dischetto lo stesso Bertolotti si fa ipnotizzare da De Vecchi, ma realizza la respinta: 290° gol in carriera e una rete che potrebbe rivelarsi pesantissima in un turno dai mille incroci pericolosi.

Nella ripresa, il Chieve ha forse il demerito di accontentarsi di gestire la partita e colleziona infatti un'unica occasione; la traversa colpita da Shahi.

Le avvisaglie di un finale rocambolesco ci sono tutte, perché la Doverese, sino a quel momento sorniona, schiaccia sull'acceleratore nel finale, nonostante l'uomo in meno: Bianchessi, a tu per tu con Ogliari, viene bloccato dall'estremo difensore gialloblù; Leone impegna il numero uno di casa con un tiro dalla distanza.

Al 90', si materializza il gol del pareggio giallonero: sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Bianchessi, lasciato colpevolmente solo, trafigge Ogliari con il colpo di testa dell'1-1.

Montodinese 1 - 2 Palazzo Pignano

Cavalli (P), Forcati (M), Barbieri (P)

Colpo gobbo del Palazzo Pignano: prevale la fame playoff dei ragazzi di mister Tessadori a Montodine, dove i biancorossi rallentano ancora e vengono addirittura scavalcati dal CSO Offanengo, nuova seconda forza del torneo.

Poche emozioni, ma episodi decisivi in questo match.
Pronti via e subito ospiti in vantaggio: sugli sviluppi di un lancio lungo, Irgoli è bravo a vincere un contrasto con Agazzi; il pallone arriva al centro dell'area, dove Cavalli apre il piattone e sigla lo 0-1.
La reazione della Montodinese, però, porta al pareggio prima dell'intervallo: bellissima azione manovrata dei biancorossi, con l'inserimento centrale di Forcati chiuso con un dolce pallonetto per l'1-1 con cui si rientra negli spogliatoi.

 

In avvio di ripresa i padroni di casa avrebbero la chance per l'allungo: Danzi serve un grande assist per Pappone, fermato dal piedone di Silvertro.
Non perdona, invece, il Palazzo: sugli sviluppi di un corner, il tiro al volo di Barbieri vale il gol partita del definitivo 1-2.

Non ci saranno infatti più altre emozioni, né parate: il Palazzo spinge per i playoff, la Montodinese vede la vetta scappare.

Mozzanichese 4 - 3 San Paolo Soncino

Rota (M), Scaravaggi (S), Cella (M), Lonetti (M), Marco Lanzi rig. (S), Scaravaggi (S), Allevi (M)

Partita SCOPPIETTANTE a Mozzanica: le due squadre sono consapevoli di giocarsi punti che valgono doppio nella rincorsa playoff.
Ne esce un match fantastico e avvincente: vince la Mozzanichese allo scadere, ma applausi anche al Soncino.

La partenza migliore è quella dei gialloblù nel primo tempo: sull'assist di Rossini, Rota insacca l'1-0 che corona il miglior avvio locale al 13'.
Al 28' allontanato mister Gallina per le proteste in occasione di un penalty non concesso a Scararaggi.
Dalla mezz'ora, però, il Soncino entra deciso in gara e al 35' trova il pareggio con la magistrale punizione trasformata da Scaravaggi per l'1-1.
Prima dell'intervallo due gol annullati alla Mozzanichese: uno per il fuorigioco di Allevi, uno per il netto fuorigioco di Lonetti.

Nella ripresa succede letteralmente di tutto.
Ancora una volta il miglior approccio è quello della Mozzanichese: locali da subito all'attacco e a segno con Cella, sugli sviluppi di un batti-e-ribatti da corner già al 47'-
Il 2-1 fa volare i locali, che trovano anche il 3-1: Lonetti si inventa un tirocross sorprendente, trasformatosi in una parabola imparabile, che termina all'incrocio dei pali.

Sotto di due gol, però, il Soncino si desta nuovamente ed alza ritmo e baricentro per riaprire il match: sugli sviluppi di un lancio in profondità di Stefano Ferrari, i biancorossi si guadagnano il penalty trasformato da Marco Kito Lanzi per il 3-2 della speranza.
Speranza di rimonta che diventa realtà, anzi, legge: Scaravaggi è una sentenza da calcio di punizione e dopo soli cinque minuti insacca il 3-3 con un'altra esecuzione balisticamente perfetta. Che mirino!

Sul 3-3, però, è la Mozzanichese a spingere più forte e ad approfittare di una difesa ospite distratta: due occasionissime per Allevi, la prima fermata dalla traversa, la seconda da un miracolo mostruoso di Giovanni Lanzi.
Allo scadere, il terzo tentativo di Allevi si rivela però vincente: palla in profondità, allungo ad evitare il numero uno ospite e palla in fondo al sacco all'81' per il 4-3.

Il Soncino ci prova, ma all'83' resta in dieci: Consolandi e Tassi vengono ammoniti entrambi per reciproche scorrettezze, ma per il soncinese è il secondo giallo, con conseguente rosso.
I biancorossi cercano il pareggio, ma al 2' dei 5' di recupero restano addirittura in 9: rosso diretto al subentrato Barnabò per un fallaccio da dietro a un giocatore locale.

Finisce 4-3 per la Mozzanichese: vittoria e sogno playoff gialloblù!

Oratorio Sabbioni 3 - 1 Ombriano Aurora

Agosti (S), Cotelli rig. (S), Usberghi (S), Bertoli (A)

Il derby si tinge di giallorosso: i ragazzi di Mister Fusar Imperatore vendicano la sconfitta dell'andata con una prima frazione davvero super.

Il primo tempo vede infatti i padroni di casa in controllo totale del match: grande partenza dei sabbionesi, che già al 15' passano in vantaggio. Sugli sviluppi di una rimessa laterale, nasce una pregevole azione dalla sinistra, impreziosita dal cross di Cotelli e conclusa dal duo di destra: velo principesco di Agosti a liberare Manzoni al tiro; Poloni respinge la palla che torna sulla testa di Agosti che ribadisce in rete nonstante il tentativo di Dipilato di salvare sulla linea.
Difesa ospite colpevolmente lenta e distratta, con l'Aurora che accusa il colpo: poco più tardi arriva il rigore procurato (contatto con Dipilato) e trasformato dall'evergreen Cotelli per il 2-0 sabbionese. Intramontabile!

Nella ripresa, l'Aurora si presenta in campo più determinata e pericolosa, vicina più volte al gol della speranza: Jacopo Bertoli, arrivato in area, viene fermato sul più bello da un difensore; Cirak, sul lancio di Roberto Bertoli, conclude fuori da buona posizione; il colpo di testa di Nicholas Dossena, arrivato liberissimo sul dischetto sul cross di Nichetti, è impattato male e sfuma.

È così che i Sabbioni tengono botta e trovano il 3-0 della sicurezza con un vero capolavoro.
Da una palla intercettata dai giallorossi, nasce la gemma di Usberghi, che suggella una prova super con un dribbling d'autore e un destro !alla Del Piero", da fuori area a girare sul palo più distante. Che perla!

Jacopo Bertoli, nel finale, rende il passivo meno pesante con un chirurgico sinistro a incrociare da fuori per il 3-1.
L'Aurora ci prova con convinzione blaugrana, visto che i Sabbioni sono nel frattempo rimasti in 9 per le espulsioni comminate a Cadregari e Brindani, per somma di ammonizioni.

In area giallorossa arrivano un paio di palloni pericolosi che avrebbero potuto tramutarsi nel 3-2, ma il recupero di 3' si chiude senza sussulti e vincono i Sabbioni!

Da segnalare l'infortunio muscolare occorso a Bocca: un possibile strappo significativo, anche se ci auguriamo che gli esami scongiurino danni di entità rilevante. In bocca al lupo!

Ripaltese 1 - 1 Pieranica

Valdameri (R), Patroni (P)

Un punto a testa, che fa più felice il Pieranica: i biancoverdi mantengono le distanze di sicurezza dalla zona playout, in cui resta invece la Ripaltese.

Partono fortissimo i rossoverdi, che collezionano occasioni in serie con Lubrino, Fabio Gallarini e Roccatagliata, ma ha del clamoroso il palo colpito da Ogliari per il Pieranica: conclusione super, a giro, da circa venti metri, fermata solamente dal legno.

Nella ripresa partono ancora forte i rossoverdi: subito pericoloso Lubrino, il cui colpo di testa da pochi metri termina alto sopra la traversa. Il Pieranica si affida a veloci ripartenze, ma Patroni sfiora solamente il gol e riprende il forcing della Ripaltese, che stavolta porta al gol.

Botta terrificante dai 30 metri di Valdameri, che spedisce il pallone all'incrocio dei pali per l'1-0 capolavoro e punisce gli ospiti, colpevolmente sorpresi fermi per una sostituzione ritardata. Che stangata, che gol!

La gioia rossoverde, però, dura solo un minuto: sul tirocross di Patroni arriva la deviazione di Staffini, che vede il pallone insaccarsi nella porta locale per l'1-1.

Nel finale la Ripaltese cerca con insistenza il gol-partita, ma senza successo: ci provano ancora Fabio Gallarini (punizione), Lubrino e Roccatagliata, ma invano.

Negli ultimi minuti un'espulsione per parte: rosso al ripaltese Merisio, per il battibecco con Oldoni; rosso per Moreschi, reo di aver allontanato il pallone, già ammonito.

Scannabuese 1 - 2 C.S.O. Offanengo

Confortini (O), Cappa (S), Stringhi (O)

Colpo gobbo del CSO: per la corsa al titolo c'è ufficialmente anche il CSO Offanengo!
Grazie al gol di Stringhi nel finale, i biancoblù piombano a -3 dal Chieve capolista: che momento per il CSO!

Partita sentita e molto spigolosa a Scannabue: migliore l'approccio dei biancoblù che sfondano sulle corsie esterne; super la catena di sinistra targata Tolasi (super anche oggi)-Rizzetti; bene anche a destra l'ex biancoverde Piloni e Ferla.
Pressing asfissiante del CSO Offanengo, che non lascia spazi di manvora al 4-3-3 della Scannabuese: non molte le nitide occasioni da reti per gli ospiti, ma nella prima frazione emerge una miglior gamba degli ospiti, premiati dal gol.
Corner di Piloni e colpo di testa vincente di Lello Confortini per lo 0-1: gran partita per il centrale biancoblù.

Mister Sangiovanni ridisegna la squadra con Familari alle spalle di Cappa e Viviani, ma il CSO Offanengo non risente di un centrocampo sorretto dai soli Benelli e Bono, perché sulle fasce sono sempre sostenuti da appoggi e inserimenti perfetti.

La partita cambia allo scadere della frazione: un pallone rimbalza nei pressi della linea di centrocampo e ci si avventano Peveralli e Piloni, che ruba il tempo al capitano biancoverde; intervento irruente e secondo giallo per Peveralli, con la Scannabuese costretta in dieci nella ripresa.

Nonostante l'inferiorità numerica, però, sono proprio i biancoverdi ad approcciare meglio alla ripresa: su una punizione dalla trequarti, la sponda di testa di Viviani è una perla di rara bellezza e favorisce il gol dell'1-1 di Cappa, ben appostato sul secondo palo per la deviazione vincente.

Il CSO soffre l'impeto di una Scannabuese finalmente destatasi dal torpore, ma i padroni di casa non trovano il raddoppio.

Con il passare dei minuti, sono i cambi a fare la differenza: la Scannabuese non attraversa un gran momento a livello di infortuni, mentre per il CSO fanno il loro ingresso in campo Riboni, Coti Zelati e Bellandi; 4 punte biancoblù per il forcing finale degli ospiti, premiato a dieci minuti dalla fine.

Palla in profondità di Piloni per Stringhi, fino a quel momento non in gran luce, ma che nel momento più importante non sbaglia: allungo perfetto, protezione palla e palla in rete per l'1-2 che vale oro.

Che vittoria!

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

02-04-2017

27^

Giornata

Doverese 0 - 0 Ripaltese

La fase difensiva della Ripaltese permette ai rossoverdi di uscire con un punto dalla tana della Doverese: lo 0-0 sul campo giallonero è una notizia.

Non un grandissimo spettacolo per gli spettatori: poche le vere occasioni da rete del match, tra cui spiccano una conclusione di Bianchessi al 20', parata da Spoldi, e un colpo di testa di Grasselli al 30', salvato sulla riga da un difensore ospite.

Il match non decolla nemmeno nella ripresa: tante, tante situazioni insidiose di mischia da palla inattiva, ma nessun gol.

Casaletto Ceredano 2 - 3 Chieve

Stefano Moretti (CC), Cannatà (C), Cannatà (C), Cannatà (C), Nichetti rig. (CC)

L'uragano Cannatà decide un derby intensissimo e lancia il Chieve in un allungo forse decisivo nella rincorsa al titolo: a tre gare dal termine i ragazzi di mister Biella sono a +4 sulla Montodinese e a +5 sul CSO Offanengo.

Partita vibrante in quel di Casaletto: i padroni di casa, nonostante la salvezza ormai in cassaforte, affrontano con il proverbiale "coltello tra i denti" la gara, dando parecchio filo da torcere alla capolista.

Primo tempo estremamente equilibrato: gli ospiti, a dispetto delle misure del, campo tentano di manovrare palla a terra, ma soffrono il pressing costante dei granata. Il match si sblocca alla mezz'ora: un tentativo di rinvio di Milani viene rimpallato da Stefano Moretti e si trasforma nel rocambolesco 1-0.

L'infortunio occorso allo Stefano Moretti (in bocca al lupo!), costretto al cambio, è un colpo duro da digerire per i locali e il Chieve ne approfitta: splendida azione in verticale Acquarelli-Bertolotti-Acquarelli, cross di quest'ultimo per l'appoggio in rete di Cannatà.

Nella ripresa, il Chieve mette il turbo: i gialloblù tengono il pallino del gioco e colpiscono di nuovo con Cannatà: sugli sviluppi di un lungo rinvio di Milani, Bertolotti mette al centro un pallone apparentemente perso, che Cannatà è invece bravo a raccogliere e depositare in rete in estirada.

Il classe '94 gialloblù, poco dopo, firma la personale tripletta con un gol da cineteca: riceve palla all'altezza del centrocampo, punta la porta e scarica un sinistro poderoso all'incrocio dei pali. Tecnica, potenza e precisione; che golazo!

Il Chieve potrebbe arrotondare il punteggio con Acquarelli e Shahi, ma nel finale, alcune decisioni dubbie del direttore di gara infiammano la partita: Agostino Nichetti accorcia le distanze con un calcio di rigore concesso tra le proteste chievesi, Cannatà lascia i compagni in 10 con un'ingenuità.

Nei 6 minuti di recupero, però, il Casaletto non riesce a costruire occasioni, il Chieve sfiora il 2-4 ancora con Acquarelli. Al triplice fischio, il Chieve si ritrova a 

Monte Cremasco 1 - 0 Bagnolo

Bettini (M)

Tre punti d'oro per il Monte, che allunga proprio sui Bagnolesi e centra tre punti d'oro nella rincorsa alla salvezza.

Partita equilibrata per tutti e i 90 minuti di gioco: poche occasioni nitide, con il gol-partita muccese che arriva allo scadere della prima frazione: grandissima incornata di Bettini, che con un perentorio colpo di testa regala l'1-0 e il successo al Monte.

Nella ripresa il Bagnolo prova a riacciuffare il pareggio, ma a metà frazione la direttrice di gara annulla il gol di Marazzi per una posizione di off-side, tra le furenti proteste gialloblù. Il Monte gestisce bene il finale di gara e il risultato non cambierà più.

C.S.O. Offanengo 1 - 1 Mozzanichese

Piloni (O), Martinelli (M)

Un punto giusto per CSO Offanengo e Mozzanichese, che si spartiscono la posta in palio.

Partita dal sapore playoff tra due degli attacchi più prolifici e due delle squadre più in forma del torneo.

Il CSO prova una clamorosa rincorsa al titolo e trova il vantaggio con un'incertezza del portiere locale: la punizione da centrocampo di Piloni rimbalza in area e si insacca beffardamente per lo 0-1 biancoblù.

I locali, però, pareggiano i conti con un altro calcio di punizione: proteste ospiti per l'assegnazione della stessa, posizionamento della barriera forse non impeccabile da parte di Tartaglia, ma grande esecuzione di Martinelli per l'1-1 con cui si rientra negli spogliatoi.

Nella ripresa l'importanza della posta in palio e la direzione scadente del direttore di gara fanno sì che i binari del match scivolino più su contenuti agonistici che non tecnici: un paio di occasioni significative per parte, match duro e punteggio che non cambierà più.

Ombriano Aurora 0 - 2 Montodinese

Danzi (M), Capellini (M)

La Montodinese torna in versione macchina da guerra e lo fa giocando molto bene, specialmente nella prima frazione di gioco, in cui raccoglie quanto seminato.

Pronti via e subito palo clamoroso di Capellini da fuori area: che missile! Poco più tardi Lucchetti verticalizza splendidamente per Danzi, che stoppa e al volo di piattone scavalca Poloni dai 20 metri: che gol per il giovane Juniores biancorosso!

Dopo il vantaggio la Montodinese continua a macinare gioco, l'Aurora Ombriano accusa il colpo: è Capellini, su assist al bacio di Forcati, ad infilare l'estremo difensore con un diagonale mancino chirurgico per lo 0-2 con cui si rientra negli spogliatoi.

Nella ripresa esce dalla tana l'Aurora Ombriano, che attacca a testa bassa e costringe nella metà campo i biancorossi.

Jacopo Bertoli centra il palo da pochi passi, con i rossoverdi pericolosi con molte verticalizzazioni a innescare i propri attaccanti, ma non molte altre ghiotte occasioni: Colombo neutralizza tutto e riporta la Montodinese al secondo posto.

Palazzo Pignano 2 - 2 Scannabuese

Malusardi (P), Labò (S), Irgoli (P), Orofino (S)

Partita spumeggiante a Scannabue, dove il derby tra il Palazzo e i biancoverdi si chiude con un 2-2 ricco di gol ed emozioni.

Dopo 20 minuti di gioco ecco subito il vantaggio del Palazzo: Malusardi vince un rimpallo, entra in area e insacca sul secondo palo il bel gol dell'1-0.
La partita ristagna a centrocampo nel resto della prima frazione, ma la Scannabuese recrimina a gran voce (e a ragion veduta) per un penalty non concesso in occasione dell'atteramento in area di Colla.

La ripresa si apre con un miglior approccio palazzese, ma Cavalli oggi non è cinico come suo solito e spreca due occasioni a porta vuota: la prima dopo l'assist di Malusardi, che aveva saltato il portiere biancoverde e servito un ghiotto pallone all'attaccante classe '95; la seconda dopo aver saltato lui stesso il numero uno scannabuese, ma mettendo fuori a porta sguarnita.

La legge non scritta del calcio impiega pochi istanti a diventare sentenza inappellabile: sale in cattedra Labò, che si prende il podio del Best Gol di giornata con una fucilata all'incrocio dai 30 metri per l'1-1. Che bomba!

Il Palazzo reagisce subito e in un minuto si riporta subito avanti: il 2-1 porta la firma di Irgoli, bravissimo a calciare di prima in occasione di un'incertezza difensiva della difesa scannabuese.

Il match cambia al 77': il portiere biancoblù Mario Silvestro esce in uscita disperata su Viviani lanciato a rete; intervento fuori dall'area, ma chiara occasione da rete e rosso diretto al numero uno palazzese.

Da quel momento inizia il forcing della Scannabuese, con una direzione che compensa l'errore del primo tempo a danno stavolta dei biancoblu.
I biancoverdi fanno paura e dopo un palo colpito da Cappa pareggiano i conti all'83' con Orofino.

Sul 2-2 potrebbe accadere di tutto: entrambe le squadre hanno un'occasione per vincere la partita, ma nessuna la capitalizza e il match si chiude in parità.

Pieranica 3 - 2 Oratorio Sabbioni

Bonadeo (P), Arpini (S), Davide Fois (P), Barca (S), Bruno (P)

Successo nel finale del Pieranica, che supera i Sabbioni a pochi minuti dalla fine grazie ad un fortunoso cross di Bruno, che si infila all'incrocio dei pali.

Un colpo che vale oro: con questi 3 punti il Pieranica si assicura la matematica salvezza.

In avvio di gara, dopo l'occasione di Davide Fois e un calcio di rigore reclamato dagli ospiti, vantaggio biancoverde al 13', con Bonadeo che supera Bonara di testa sul cross dalla bandierina di Rossi.
La reazione dei Sabbioni è immediata e Arpini pareggia sempre di testa, lasciando Ponzoni a metà strada. Bonadeo miracoloso anche in fase difensiva, salvando due goal quasi fatti sulla riga di porta.

A dir poco rocambolesco il finale di frazione: Cotelli si fa ipnotizzare dagli undici metri da Ponzoni e sul cambio di fronte Davide Fois buca Bonara con un tocca beffardo di punta.

Nella ripresa il Pieranica sembra poter gestire il punteggio: a provarci per i Sabbioni è il solo Usberghi, che non è mai lucido però negli ultimi metri. Mister Fusar Imperatore azzecca il cambio Usberghi-Barca e l'ariete Sabbionese trova il pareggio con un bel diagonale sul secondo palo, al termine di una bella palla da rimessa laterale protetta e accompagnata fino al goal del 2-2. La gara sembra destinata a chiudersi sul risultato di parità, ma a pochi scampoli dal 90' il neoentrato Bruno trova un cross fortunoso che sorprende Bonara e si insacca all'incrocio.

I Sabbioni cercano il forcing finale nonostante le poche energie rimaste, ma è ancora il Pieranica ad andare vicino al goal, con Bonara che alza sulla traversa un tiro potente di Ogliari. È l'ultimo flash di una gara piacevole e combattuta da ambo le parti.

San Paolo Soncino 1 - 0 Agnadello

Remedio (S)

Non basta un Agnadello d'orgoglio a Soncino, dove dopo un primo tempo a tinte giallonere, i padroni di casa vincono il match nella ripresa.

Il primo tempo vede le squadre battagliare e l'Agnadello giocare meglio dei locali, ma soprattutto costruire due occasioni da rete con il nuovo arrivato Migliarese e protestare a gran voce per un gol annullato a Stombelli, che era entrato in area da dietro, sugli sviluppi di un cross rasoterra di Codegoni dopo un cambio di campo.

Nella ripresa si desta dal torpore il Soncino: gran cross di Scaravaggi dalla destra, colpo di testa perentorio di Davide Paderno, a botta sicura, ma Stefano Facchinetti si esalta con una parata sontuosa. Un vero miracolo!

I miglioramenti biancorossi portano a un'altra occasione per Davide Paderno e anche al gol: al 75' un pallone liberato dalla difesa giallonera è rimesso in area dal colpo di testa a lunga gittata di Ferrari (che colpisce poco dopo centrocampo); il pallone arriva in area, sui piedi di Remedio, che insacca l'1-0 dopo un attimo di esitazione dell'arbitro, che convalida la rete.

L'Agnadello recrimina ancora per un penalty non concesso (intervento su Marelli), ma il match si chiude all'81': espulsi Marco Lanzi e Codegoni per reciproche scorrettezze; in 10 vs 10 il punteggio non cambierà più.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

09-04-2017

28^

Giornata

Montodinese 1 - 0 Pieranica

Capellini (M)

Un eurogol del Cappe decide la sfida con il Pieranica e mantiene la Montodinese al secondo posto.

Partita a tratti lenta, complice anche il grande caldo, ma dopo qualche scialba occasione, Capellini stoppa al limite dell'area e girandosi scaraventa un destro pazzesco in rete: un gol fantastico.  Il Pieranica reagisce e colpisce una traversa clamorosa.

Nella ripresa ancora il Pieranica insiste con Ogliari (migliore in campo dei suoi) e Provenzi, che sfiora l'eurogol dal limite dell'area, ma il suo tiro a giro finisce fuori di poco. Soffrendo la Montodinese prova qualche timida ripartenza, ma il risultato non cambia.

Agnadello 1 - 4 C.S.O. Offanengo

Tolasi (O), Bellandi (O), Bono (O), Stringhi (O), Bolzoni rig. (A)

AGNADELLO RETROCESSO IN TERZA CATEGORIA

Il CSO Offanengo vince ad Agnadello, che con il ko di oggi è aritmeticamente retrocesso in Terza.
Un verdetto non meritato per quanto visto nella seconda metà di stagione, in cui i gialloneri hanno battagliato alla pari con tutti, ma figlio di un avvio negativo.

Anche oggi, l'Agnadello tiene testa al CSO Offanengo, che passa solamente con uno schema da calcio di punizione allo scadere del primo tempo: Michele Ballerini batte sopra la barriera, pallone morbido per Stringhi, che crossa sul secondo palo, dove Tolasi si fa trovare prontissimo per lo 0-1.

Anche in avvio di ripresa match equilibrato, ma al 65' il direttore di gara non sanziona il tocco di mano di Coti Zelati, che serve Bellandi per la conclusione in area dello 0-2.

Il raddoppio spacca in due il match: il CSO dilaga con il tris di Bono (tiro in corsa sull'assist di Piloni dalla destra) e con il poker di Stringhi (colpo di testa a incrociare, ancora sul cross di Piloni dalla destra).

Nel finale Bozoni trasforma il penalty del definitivo 1-4.

Bagnolo 0 - 2 San Paolo Soncino

Scaravaggi (S), Scaravaggi rig. (S)

Partita divertente a Bagnolo, dove il San Paolo Soncino si prende tre punti e continua la rincorsa ai playoff.

I locali mettono in campo tutto l'orgoglio per provare a salvarsi in anticipo e approcciano meglio il match, ma non arrivano a costruire nitidissime occasioni da rete. Gli ospiti, invece, cresciuti con il passare dei minuti, capitalizzano al massimo un'imbucata di Scaravaggi tra la difesa locale: dopo aver saltato Paolo Bastianoni in uscita, ecco l'appoggio in rete dello 0-1.

Nella ripresa ci riprova il Bagnolo attacca con costanza alzando il ritmo, ma in modo poco ordinato e il Soncino ci prova maggiormente in contropiede. A fine partita da un corner per i locali, scaturisce il contropiede che porta al penalty assegnato ai biancorossi, per un contatto tra Spoldi e Remedio: dagli undici metri Scaravaggi non sbaglia e trasforma lo 0-2.

Gialloblù orgogliosamente avanti anche negli ultimi minuti di gioco e vicini al gol con una punizione di Bergamaschini respinta dal palo.

Casaletto Ceredano 1 - 3 Monte Cremasco

Marco Lombardo rig. (M), Zanini (M), Merico (C), Marziali (M)

Dopo il Casaletto, anche il Monte Cremasco festeggia in anticipo la salvezza diretta!

Il successo muccese proprio sul campo dei granata vale la permanenza in Seconda Categoria anche per i ragazzi di mister Marazzi, più motivati nel cercare il gol: dopo diverse occasioni mancate, gli ospiti trovano il penalty trasformato da Marco Lombardo nello 0-1 al 44'.

Ospiti sempre insidiosi e bravi nella ripresa a capitalizzare con Zanini una bella azione nello 0-2.
Il Casaletto, però, non ci sta a fare da comparsa e accorcia le distanze all'80' con Merico.

Nel finale, però, Marziali corona l'addio al calcio con il gol del definitivo 1-3 al 90'. Ancora un colpo da campione!

Chieve 2 - 1 Ripaltese

Bertolotti (C), Gipponi (C), Nichetti (R)

Chieve sempre più vicino alla promozione in Prima Categoria!

I gialloblù superano l'ostacolo Ripaltese per 2-1, trascinati da un immenso Bertolotti, top player chievese.

Nella prima frazione, il Berto sblocca il risultato con l'ennesima gemma stagionale: sinistro dai 25 metri a fil di traversa: una perla fantastica e un gol pesantissimo!

Lo stesso dieci gialloblù sfiora il raddoppio con una conclusione simile, che si infrange sulla traversa.

Nella ripresa, la capolista soffre poco e raddoppia: punizione pennellata dalla sinistra da Bertolotti per il colpo di testa vincente di Gipponi.

Sul 2-0, padroni di casa vicini al tris con Bertolotti, al quale un difensore ospite nega la doppietta sul 3-0. All'improvviso, sugli sviluppi di un calcio piazzato, gli ospiti accorciano le distanze con Nichetti.

I ragazzi di Mister Biella potrebbero chiudere la gara in tre circostanze: Piccolini colpisce il palo, Spoldi sbarra la porta a Shahi e Bruschi.

Al fischio finale, il Chieve ha una certezza: vincendo la prossima gara, sarebbe di nuovo Prima Categoria.

Mozzanichese 2 - 5 Palazzo Pignano

Rossoni rig. (M), Malusardi (P), Cavalli (P), Rossini (M), Rusconi (P), Rusconi (P), Rusconi (P)

Il Palazzo mette le ali nello scontro diretto per i playoff e resta al 5° posto, appaiato al Soncino in un testa a testa esaltante.

Partita da subito vibrante: dopo 5' rigore per i locali, trasformato per l'1-0; ma il Palazzo ribalta incredibilmente il match in dieci minuti, prima con il piazzato di Malusardi (1-1), poi con il tap-in di Cavalli sul cross di Rusconi per l'1-2.
Che reazione!

La Mozzanichese, però, pareggia i conti prima dell'intervallo: un cross di è letto male da Tassetto (che sostituisce lo squalificato Silvestro), abbagliato dal sole, che vede il pallone insaccarsi in rete per il 2-2 con cui si rientra negli spogliatoi.

Nella ripresa succede veramente di tutto: Cavalli spreca una clamorosa occasione da due passi, ma anche la Mozzanichese si divora un gol con Rota, il cui colpo di testa a porta vuota termina a lato.

Dopo mille emozioni, gli ultimi 15 minuti sono ancor più pirotecnici: Mozzanichese in avanti, ma infilzata dal contropiede letale biancoblù, trasformato nel 2-3 da Rusconi, che spacca il match in due.

Incandescenti proteste mozzanichesi, con il rosso diretto a Panfilo, che recrimina per un fallo non concesso prima del ribaltamento di fronte decisivo.

Nonostante l'uomo in meno, locali in avanti per cercare il pareggio, ma la superiorità numerica ospite vede gli spazi ampliarsi e il Palazzo affonda il colpo, sempre con Rusconi: prima il penalty del 2-4, poi la punizione pennellata del definitivo 2-5 fanno sognare i biancoblù.

Oratorio Sabbioni 2 - 1 Doverese

Robesti (D), Cotelli rig. (S), Carera (S)

Bella partita nel secondo tempo al "Dossena", dove i Sabbioni si impongono in rimonta sulla Doverese, rallentata nella sua rincorsa playoff.

In avvio sono i sabbionesi ad avere un piglio più intraprendente, ma il pallino del gioco non porta a occasioni nitide ed è così alla mezz'ora la Doverese a trova il vantaggio: palla messa in mezzo dalla destra, deviazione sulla traversa, la palla rimane lì e Robesti è lesto a ribadire in rete lo 0-1.

Nel secondo tempo i Sabbioni provano a reagire subito e colpiscono un palo clamoroso con il colpo di testa di Cotelli da corner; risposta giallonera affidata a Broglia, che colpisce la traversa a sua volta.

Bonara si esalta sulla punizione di Robesti, Devecchi si supera sulla punizione di Brindani.
Nella girandola di emozioni, il gol lo trovano i Sabbioni: il fallo di Zanetti su Fabrizio Barca costa il penalty trasformato da Cotelli nell'1-1.

Doverese ancora in avanti e fermata dal palo, colpito da Vigorelli, dalle parate di piede di Bonara e da un salvataggio di Raimondi Toro Cominesi su Mazzucchetti.

Sabbioni vicini al gol con Usberghi, che calcia a lato da buona posizione, poi i due nuovi entrati giallorossi confezionano il gol partita al 90': cross al volo di Aliprandi e colpo di testa vincente di Carera per il 2-1 sabbionese.

 

Scannabuese 3 - 1 Ombriano Aurora

Viviani (S), Viviani rig. (S), Cappa (S), Venturelli (A)

Torna a vincere la Scannabuese, che si impone 3-1 sull'Aurora in una gara che si accende nella ripresa.

Pronti via, nel primo tempo, punizione da 30 metri per l'Aurora, con Cavaletti che centra una traversa clamorosa con una bordata!
Equilibrio sottile, spezzato al 20' dal vantaggio locale: Viviani incorna in rete un cross di Bellanda, palla sul palo, rimbalzo verso Poloni e 1-0 biancoverde.
Il punteggio non cambia sino all'intervallo: si gioca a centrocampo, con il caldo che condiziona il match.

In avvio di ripresa meglio la Scannabuese, che dopo tentativi sprecati con l'ultimo passaggio, si guadagna il penalty per il fallo di Nichetti (solo ammonito in quella che poteva essere una chiara occasione da rete) su Cappa.
Dagli undici metri Viviani non sbaglia e fa 2-0.

L'Aurora spinge in avanti e gli spazi si aprono: i rossoverdi recriminano per un penalty solare negato per l'atterramento di Dipilato, ammonito per proteste.
L'episodio accende gli animi: il subentrato Ferrari rimedia il rosso per proteste.

In 10 vs 11 l'Aurora incassa il 3-0 in ripartenza, con Cappa bravo a finalizzare l'azione in velocità dopo un rimpallo in area.

Nel finale, i ragazzi di mister Perolini trovano il 3-1 con la gran conclusione al volo di Venturelli, spedita sotto la traversa.

Da segnalare la direzione di gara sottotono della Sig.rina Doldi, che commette anche un errore tecnico nell'imporre agli ospiti di scegliere tra i panchinari un portiere designato, unico, a suo dire, con la possibilità di subentrare tra i pali.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

23-04-2017

29^

Giornata

Doverese 1 - 1 Montodinese

Foglia (D), Forcati (M)

Bella partita a Dovera, dove i gialloneri fermano la corsa della Montodinese: biancorossi però certi del 2° posto, visto il ko del CSO col Bagnolo.

La Doverese passa in vantaggio nel primo tempo con il gol di Foglia, che, sugli sviluppi di un corner, dopo una respinta di Colombo, raccoglie il pallone e calcia a rete, trovando il pertugio vincente tra una selva di gambe.

La Montodinese reagisce e trova il pareggio in avvio di ripresa con il colpo di testa di Forcati, sempre da corner.
Nel finale i biancorossi provano a vincerla, ma colpiscono una traversa con Nigrotti.
L'1-1 fa comunque felice la Montodinese.

Chieve 2 - 0 Monte Cremasco

*** CHIEVE CAMPIONE IN SECONDA CATEGORIA! ***

GIALLOBLÙ PROMOSSI IN PRIMA CATEGORIA

Zoli (C), Cannatà (C)

I ragazzi di mister Biella coronano la cavalcata di questa stagione con l'epilogo più atteso: il Chieve vince sul Monte e si laurea campione in Seconda Categoria!

I gialloblù tornano in Prima Categoria dopo solo un anno di purgatorio in Seconda Categoria, al termine di una stagione iniziata con il piede sull'acceleratore, caratterizzata poi da molte incertezze, spazzate via da un finale di campionato semplicemente perfetto: Chieve campione!

Il primo tempo con il Monte riserva una partita abbastanza equilbrata, sbloccata da calcio piazzato: Zoli insacca in rete da pochi passi l'1-0. Locali vicini al raddoppio con Bertolotti, che prima stampa la traversa con un calcio di punizone e poi trova una grandissima risposta di Cremonesi su un tiro da fuori. Monte Cremasco pericoloso invece con il bel diagonale di Tabacchi.

Nella ripresa ancora Chieve vicino al raddoppio, ma Cannatà viene fermato da un sontuoso Cremonesi nell'uno-contro-uno. I ragazzi di mister Biella trovano comunque il gol della sicurezza: la conclusione di Acquarelli è ancora salvata da Cremonesi, che però non può nulla sul tap-in di Cannatà per il 2-0 che vale il titolo.

Chieve Campione!

C.S.O. Offanengo 1 - 4 Bagnolo

Bergamaschini rig. (B), Donati (B), Coti Zelati (CSO), Donati (B), Degli Agosti (B)

Il Bagnolo conquista la salvezza diretta prendendosi lo scalpo del CSO Offanengo: un super successo per i gialloblù, che ottengono la permanenza in Seconda Categoria!

Il partitone degli ospiti si apre con il penalty trasformato da Bergamaschini per lo 0-1 dopo il fallo in area su Gasparri.
Il raddoppio bagnolese non tarda ad arrivare: Donati prende la mira da fuori area, ma non calcia benissimo, trovando però la deviazione di un difensore che vede il pallone insaccarsi per il beffardo 0-2.

Il CSO Offanengo prova a reagire, ma non trova la via del gol prima dell'intervallo: tante, tante le occasioni dei locali, ma nessuna capitalizzazione.
In avvio di ripresa, invece, sì: Coti Zelati di testa trova il gol su uno dei tantissimi cross spiovuti in area ospite.

I biancoblù di mister Riboni credono ancor di più alla rimonta e attaccano a testa bassa, ma sale in cattedra Paolo Bastianoni che para di tutto e di più. Interventi in serie e miracolosi del portierone gialloblù, vero man of the match, neutralizzando addirittura un penalty a Stringhi e la successiva ribattuta a rete dello stesso Stringhi con un riflesso poderoso. Che parate!

Nel finale il CSO si mette a tre dietro e si sbilancia in avanti e il Bagnolo affonda il colpo negli ultimi cinque minuti: Donati si prende la scena con un sontuoso slalom tra tre difensori per poi mettere all'incrocio il pallone dell'1-3. Gran gol!
In pieno recupero, ancora in contropiede, arriva anche l'1-4 per il Bagnolo: Degli Agosti gonfia la rete dopo lo scambio con Fusaro.

Festa per il Bagnolo, mentre il CSO vede ora nello specchietto la Scannabuese, a -2 nella rincorsa al 3° posto.

Ombriano Aurora 3 - 0 Mozzanichese

Cirak (O), Borgo (O), Venturelli (O)

Vittoria pesantissima dell'Ombriano Aurora, che punta alla salvezza diretta e impone alla Mozzanichese l'addio ai playoff.

I tre punti rossoverdi non bastano ancora per la salvezza diretta, visto il successo del Bagnolo (a +3 e davanti ai rossoverdi nella classifica avulsa in un eventuale arrivo in volata), ma hanno elevato peso specifico in vista dell'ultimo turno.

La Ripaltese, fermata sul 2-2 dai Sabbioni, scivola a -6 dall'Aurora, che domenica prossima se la giocherà ad Agnadello.
La Ripaltese invece giocherà sul campo di una Montodinese che ha bisogno di punti per il 2° posto.
Aumentando il vantaggio a +7 (vittoria Aurora + pari o ko Ripaltese; pareggio Aurora + ko Ripaltese) sarà salvezza diretta per mister Perolini!

L'Aurora approccia alla grande il match: dopo occasioni per Jacopo Bertoli e Cirak, è lo stesso attaccante di origini bosniache a insaccare l'1-0, approfittando di un'incertezza del numero uno locale, che gli consegna il pallone con un passaggio sbagliato.

I bergamaschi non riescono a incidere e nella ripresa l'Aurora chiude i conti: al 60' Borgo salta due uomini per via centrale e arriva sul dischetto del rigore per il piattone del 2-0, coronando la bella azione personale in gol.
All'80' ancora protagonista Borgo, che lancia Dennis Cantoni, a sua volta bravo a saltare il portiere e, da posizione defilata, mettere in mezzo per il 3-0 di Venturelli.

Palazzo Pignano 1 - 1 Agnadello

Rusconi (P), Migliarese (A)

Clamoroso sgambetto dell'Agnadello al Palazzo Pignano: Ivo Sacchi, ora sulla sponda giallonera, vendica l'esonero imponendo ai biancoblù il pareggio che potrebbe significare l'addio ai playoff.

Il Palazzo prende da subito il comando delle operazioni e controlla il gioco alla ricerca del gol: si registra un predominio locale, ma l'Agnadello tiene bene il campo.
Gli sforzi palazzesi sono comunque premiati dal meritato gol del vantaggio: al 35' Rusconi incorna in rete un calcio di punizione per l'1-0 con cui si chiude la frazione.

Anche nella ripresa si gioca una partita equilibrata, con il Palazzo proiettato in avanti, ma l'Agnadello è ordinato e punisce in contropiede: su un lancio veloce, Migliarese mette il turbo e si presenta davanti al portiere insaccando con freddezza il pallonetto dell'1-1.

La partita si apre e il Palazzo attacca con ancor più decisione, ma anche l'Agnadello colpisce un legno in ripartenza: finisce 1-1 tra l'ennesima riprova del vigore dell'Agnadello e l'amarezza del Palazzo.

Pieranica 0 - 2 Scannabuese

Viviani (S), Familari (S)

Lo Scanna si aggiudica il derby biancoverde e consolida il proprio piazzamento playoff: bastano 20' ai ragazzi di Sangiovanni per scrivere la storia del match.

Già al 3' Cappa anticipa l'uscita di Ponzoni con la punta del piede, ma trova un palo clamoroso. Al 10' non è altrettanto gentile Viviani, che non perdona un liscio difensivo locale e di prima intenzione batte a rete per lo 0-1.

Al 19' è Familari ad approfittare di un altro errore di disimpegno biancoverde, ribadendo la sfera in rete al secondo tentativo. Il Pieranica prova a riaprire il match con Dominelli, che corregge in rete un cross dalla destra di Colombo: l'arbitro però annulla per posizione di offside.

Nella ripresa il Pieranica prova ad essere più intraprendente, ma nulla costruisce se non l'occasionissima di Ogliari, che, scartato Zigliani, viene murato da un difensore al momento della conclusione. Nel finale palo di Piccolo su punizione e Viviani in scivolata sfiora la doppietta. La gara scorre lenta verso i tre punti meritati per lo Scanna.

Ripaltese 2 - 2 Oratorio Sabbioni

Usberghi (S), Lubrino (R), Lubrino (R), Manzoni (S)

Partita frizzante a Ripalta, dove il pareggio penalizza i locali, chiamati settimana prossima all'impresa in quel di Montodine per evitare la retrocessione diretta e giocarsi la salvezza ai playout con l'Aurora.
I Sabbioni onorano il campionato e danno un grande aiuto ai cugini ombrianesi nella lotta per la salvezza.

Sabbioni in vantaggio 0-1 con il gol di Usberghi: su un'incursione di Cadregari, il pallone viene sporcato dal portiere locale Spoldi e raccolto da Agosti, bravo a mettere in mezzo, con l'aiuto del palo per Usberghi, che appoggia in rete sulla linea.
Ripaltese in partita, ma giallorossi vicinissimi al raddoppio con Usberghi e Cotelli, che fallisce il pallone per chiudere il match.

Nella ripresa grande Ripaltese per oltre minuti: i rossoverdi fanno ballare i Sabbioni e ribaltano il punteggio.

L'1-1 nasce da un'azione fulminea: lancio da dietro di Staffini, incertezza dei centrali difensivi ospiti; la palla arriva a Lubrino, che a tu per tu con Bonara mette la palla all'angolino
Il 2-1 nasce invece da una pregevole azione corale: da sinistra Merisio apre verso destra per Roccatagliata, che mette al centro un gran cross, deviato di prima da Lubrino, appostato sul secondo palo, per il 2-1. Che ribaltone!
I Sabbioni rischiano ancora grosso, ma sono salvati dai legni: incrocio di Cavallanti su punizione e traversa di Merisio.

Nel finale i Sabbioni si riassestano e trovano il gol all'ultimo respiro: in pieno recupero i giallorossi buttano un pallone in area, liberato dalla difesa verso il lato corto dell'area, dove però irrompe Manzoni, che firma un gol semplicemente sensazionale. Botta di collo-esterno per il 2-2 che stende la Ripaltese.

San Paolo Soncino 3 - 1 Casaletto Ceredano

Paderno (S), Barnabò (S), Tonani (C), Scaravaggi (S)

Vittoria importante del Soncino, che complici il ko della Mozzanichese e il pari del Palazzo, è attualmente al 5° posto solitario, accorciando anche sul 2° posto della Montodinese. Gran domenica!

Pronti via, però, era stato il Casaletto a rendersi subito pericoloso: sul cross di Bonetti, Tonani stampa la traversa con un colpo di testa.

Al 13' arriva però il gol locale: Paderno apre e chiude l'uno-due con Remedio, che lo mette davanti alla porta per l'1-0 con cui si rientra negli spogliatoi.

Nella ripresa mister Gallina richiama Stefano Ferrari, per infortunio, e getta nella mischia Barnabò, che impiega solo tre minuti er andare a segno: corner di Scaravaggi e colpo di testa di Barnabò per il 2-0.
Partita in naftalina e ben gestita dai biancorossi, che sfiorano il tris al 65' con Paderno: uno-due con Scaravaggi e conclusione da fuori sulla traversa.

Si arriva così ai tre minuti di recupero, che però fanno registrare due gol: un lancio lungo dei granata sorprende la difesa locale, con Tonani bravo ad avventarsi sul pallone e arrivare davanti al portiere per 2-1.
Palla al centro e il Soncino allunga ancora: lancio di Cattani per Scaravaggi, che arriva al limite dell'area e insacca il definitivo 3-1.

Stagione 2016/2017

2^ Categoria - Girone I

30-04-2017

30^

Giornata

Agnadello 1 - 1 Ombriano Aurora

Bolzoni (A), Jacopo Bertoli (OA)

*** SALVEZZA DIRETTA per L'OMBRIANO AURORA in SECONDA CATEGORIA ***

L'Agnadello onora la Seconda Categoria fino all'ultimo minuto e per poco non gioca un bruttissimo scherzo all'Ombriano Aurora, fermata sul pareggio.

A Montodine, infatti, i biancorossi vincono solo in pieno recupero, condannando la Ripaltese alla retrocessione diretta e regalando agli ombrianesi la salvezza!
Che brividi!

Ad Agnadello, infatti, i gialloneri erano partiti fortissimo, con tre nitide occasioni: dopo la chance con Bolzoni, locali vicini al vantaggio anche con Marelli e Migliarese.
Al quarto tentativo i padroni di casa passano: lancio lungo spizzato a beneficio di Bolzoni, che entra in area e non sbaglia per l'1-0 meritato.

Negli spogliatoi mister Perolini striglia la squadra e cambia faccia all'Aurora, che si sta giocando la salvezza diretta: rossoverdi decisamente più pimpanti nel secondo tempo (subito un'occasione per Ferrari) e bravi a conquistarsi il penalty trasformato da Jacopo Bertoli per l'1-1.

Il match si chiude con un pareggio, che di per sé non basterebbe per la salvezza diretta: la buona novella per l'Aurora arriva da Montodine, dove la Ripaltese è ko e scivola oltre il distacco, retrocedendo direttamente.

Salvezza da brividi, ma diretta, per l'Aurora!

Bagnolo 0 - 3 Palazzo Pignano

Rusconi (P), Cavalli (P), Ferrari (P)

Vittoria amara per il Palazzo, che manca la qualificazione playoff per soli due punti.

A Bagnolo il primo tempo si gioca a gran ritmo: i ragazzi di mister Tessadori attaccano alla ricerca del vantaggio (traversa di Cavalli), ma i padroni di casa hanno dimostrato di saper far male con contropiedi letali, stendendo anche il CSO Offanengo.

Le reti biancoblù arrivano tutte nella ripresa: il Palazzo passa grazie a Rusconi, che sfrutta un'amnesia della retroguardia locale sugli sviluppi di una rimessa laterale.

Il gol stordisce i locali, che incassano il raddoppio di Cavalli, scattato sul filo del fuorigioco (oltre per le proteste bagnolesi).

I gialloblù non riescono a reagire dall'uno-due e nel finale incassano anche il tris di Ferrari, che trova il gol con una grande azione personale sulla sinistra, trasformata in gol.

Casaletto Ceredano 1 - 3 C.S.O. Offanengo

Tonani (C), Coti Zelati (O), Piloni rig. (O), Piloni (O)

Partita vivace a Casaletto, dove il CSO cerca la vittoria per confermare la 3^ posizione e sperare nella 2^, sfumata all'ultimo respiro per il successo last second della Montodinese.

I granata partono meglio e trovano il gol del vantaggio nel primo tempo: bella azione di squadra per i ragazzi di mister Manuel Rossi, che dopo la respinta sulla conclusione di Stefano Moretti, trovano il tap-in vincente di Merico.

La reazione biancoblù, però, non si fa attendere e porta a ribaltare il match prima dell'intervallo: Rudy Coti Zelati firma un gran gol al volo, in girata, chiusa sul primo palo, sfruttando il grande assist di Scaravaggi, con cross perfetto dopo l'ottimo dribbling.

L'1-1 carica gli ospiti che beneficiano di un penalty, contestato dai locali, per l'uscita del portiere su Bono: dal dischetto Piloni insacca l'1-2.

Nella ripresa gara apertissima: il Casaletto spinge in avanti, ma viene infilzato dall'1-3 di Piloni, che si inventa un gol alla Robben, con dribbling a rientrare e mancino vincente.

Monte Cremasco 1 - 3 San Paolo Soncino

Remedio (S), Scaravaggi (S), Casorati (M), Marco Lanzi (S)

*** SAN PAOLO SONCINO QUALIFICATO AI PLAYOFF ***

I biancorossi volano ai playoff con la vittoria 1-3 nella tana muccese: primo tempo equilibrato, con un'occasione per parte e poco altro.

La gara si accende nella ripresa: al 53' e al 58' San Paolo Soncino in gol rispettivamente con Remedio e Scaravaggi, entrambi bravi ad approfittare di corte respinte della difesa locale.

Il Monte alza il baricentro e riapre il match: palla recuperata a centrocampo, servizio per Casorati che si invola verso la porta e non sbaglia l'1-2 muccese.

I locali cercano il gol del pareggio, ma vengono infilzati da una bella azione in velocità: il filtrante di Scaravaggi innesca Marco Kito Lanzi per l'1-3 che manda il Soncino ai playoff. 
Obiettivo raggiunto!

Da segnalare nel finale, sull'1-3, il fallo da dietro di Fusari su Cattani che gli costa il rosso.

Montodinese 3 - 1 Ripaltese

Capellini (M), Lubrino (R), Nigrotti (M), Nigrotti (M)

*** RIPALTESE RETROCESSA IN TERZA CATEGORIA ***

Il campo più bollente della giornata è Montodine: i biancorossi si giocano la pole-position playoff, la Ripaltese si gioca la possibilità evitare la retrocessione diretta e cerca la salvezza ai playout.

L'epilogo del match è al cardiopalma, perché ad Agnadello l'Aurora impatta 1-1: alla Ripaltese basterebbe il pareggio per giocarsi i playout.

Si parte con il gol di Capellini per la Montodinese: bel tiro al volo in area e 1-0 biancorosso.
Prima dell'intervallo, però, l'indomita Ripaltese pareggia i conti: errore di Lucchetti che perde palla e favorisce l'azione di Lubrino, bravo a insaccare l'1-1.

Nella ripresa la Ripaltese protesta per il rosso a Roccatagliata (somma di ammonizioni), ma resiste stoicamente in dieci, ma cade nel finale.

All'85' la Montodinese passa in vantaggio con Nigrotti, bravo a capitalizzare il cross di Danzi con una bella girata al volo per il 2-1.

Al 94' l'episodio della domenica e forse della stagione: Ripaltese tutta in avanti per l'ultimo assalto, con anche il portiere Spoldi.
La palla arriva proprio al numero uno ripaltese, che calcia verso la porta, fermato dalle mani di Mosconi, ma il direttore non assegna il rigore, sostenendo che il pallone abbia toccato prima la gamba del giocatore, nonostante la dinamica fosse chiara.

Nigrotti prende palla e vola in campo aperto, a porta sguarnita verso il 3-1: scintille nel finale, ma il punteggio non cambia più.

La Montodinese chiude il torneo al 2° posto per il secondo anno consecutivo: chi cercherà la Prima dovrà espugnare due volte la tana biancorossa.

La Ripaltese retrocede in Terza Categoria nella maniera più bruciante possibile: in un turno che le aveva dato possibilità, dopo una gara combattutissima, condannata da un episodio allo scadere.

Mozzanichese 2 - 3 Pieranica

Lonetti (M), Bruno (P), Rota (M), Cerri (P), Davide Fois (P)

Il Pieranica chiude con una bella vittoria esterna il proprio campionato.

Ritmi blandi per il gran caldo e la magra posta in palio. Il Pieranica prova a gestire la manovra, ma al primo varco buono i bergamaschi passano avanti: servizio di Belloni per Rota, che dalla sinistra serve al centro Lonetti per il piattone dell'1-0. Prima del finale di frazione arriva il pareggio meritato di Bruno, che riceve palla da Rossi e con sinistro a giro non lascia scampo a Premoli.

Ad inizio ripresa Mozzanichese nuovamente avanti, per un errore di Lupi che regala palla all'attaccante Rota per il 2-1.
Il numero 1 pieranichese si rifarà con delle grandi parate nella ripresa, salvando a più riprese il risultato finale per i suoi.
Il 2-2 biancoverde giunge all'ora di gioco: Provenzi recupera palla a metà campo, passa in mezzo a due e si invola verso la porta avversaria, scaricando infine a Cerri la palla vincente.

Gli ospiti mettono subito la freccia del sorpasso col neoentrato Davide Fois, che dal limite rientra sul destro e infila la sfera nel sette. Rete memorabile!

Lo stesso terzino sinistro sfiora un altro gran goal 10' dopo, poi entra Allevi e cerca il tanto sperato goal dell'ex. Lupi e la difesa pieranichese si difendono alla meglio.

Entrambe le squadre possono dirsi soddisfatte del campionato: la Mozzanichese, matricola in Seconda, è stata anche in corsa per i playoff nella seconda metà di stagione; il Pieranica li ha sognati con una buona partenza, poi seguita da una flessione, riscattata con un sorriso che chiude al meglio questa stagione.

Oratorio Sabbioni 1 - 2 Chieve

Militello (C), Bertolotti (C), Cotelli (S)

Il Chieve campione vendica il ko interno all'ultima del girone d'andata e si impone per 1-2 al "Dossena".

Primo tempo scoppiettante e ricco di occasioni da gol: chievesi in vantaggio con Militello, che, imbeccato da Cannatà, incrocia con il sinistro a tu per tu con Bonara per lo 0-1.
Il raddoppio è a opera di Bertolotti, ancora con un assist di Cannatà, che gli permette di gonfiare la rete da distanza ravvicinata.

Nella ripresa entra e segna Diego-gol: Cotelli accorcia le distanze per l'1-2, ma il risultato non cambierà più.

Da segnalare l'esordio da allenatore per Michael Milani, in sostituzione dell'assente mister Biella.

Scannabuese 2 - 1 Doverese

Bianchessi (D), Familari (S), Viviani rig. (S)

Gran rimonta della Scannabuese: due gol in cinque minuti e piazzamento playoff confermato!

Mister Sangiovanni risparmia i diffidati Peveralli, Vigani e Cappa in vista della post-season e l'avvio migliore ce l'ha la Doverese, subito vicina al gol: traversa di Rinaldi dopo 5'; una gran parata di Zigliani salva su Mazzucchetti, imbeccato dal cross di Foglia.
Poi ritmi bassi e classica gara di fine stagione,
ma gialloneri vicini anche al gol nel finale di frazione anche con Bianchessi.

La partita si accende nella ripresa: gialloneri in vantaggio subito con Bianchessi, che insacca di rapina un pallone vagante in area locale.
I biancoverdi si giocano i cambi migliori e premono sull'acceleratore nel finale: all'85' altra azione di mischia risolta in gol: il traversone nato sull'asse Weger-Vigani è insaccato da Familari per l'1-1.

Nel finale ecco un match-point per parte: i gialloneri lo sprecano con Bianchessi, liberato dalla sponda di Rinaldi; i biancoverdi non lo sbagliano.
Vigani si conquista il penalty trasformato da Viviani per il definitivo 2-1.

Road to playoff!

Tiramisù