TERZA. Big match da urlo: rimonta Sergnanese a Castelleone!

I biancorossi vincono e allungano su tutte le inseguitrici: Casaletto e Agnadello (pari con la Frassati) sono a -6! Si risollevano Casale e Bagnolo, continua il magic moment della Pianenghese. Prima gioia per San Carlo e Calcio Crema, che apre la crisi Ripaltese. Madignanese ko

Di Redazione | Martedì, 18 Novembre 2014 12:03

 

 

 

TERZA CATEGORIA – Girone A


CLICCA QUI per CLASSIFICA e RISULTATI

 

 

La domenica della svolta?

Compiuta o incompiuta, a seconda dei punti di vista.

 

Una Sergnanese da urlo vince in rimonta sull’Oratorio Castelleone, al termine di un match che offre due riflessioni insindacabili.

I biancorossi sono sempre più padroni di questo torneo.

Entrambe le formazioni scese in campo ieri hanno valori da categoria superiore: eccezionale lo spettacolo offerto al pubblico.

 

 

Tanti rimpianti per i ragazzi di mister Cavalli, passati in vantaggio per due volte e superati da un guizzo di capitan Fendillo al 94°. Tanti rimpianti perché, a metà della ripresa, la classifica avrebbe visto la Sergnanese al 1° posto, ma distante solamente tre lunghezze, con i castelleonesi primi inseguitori.

Alto godimento per  invece la Sergnanese: perché il missile terra-aria di Delfini, entrato da soli 30 secondi (quando si dice “azzeccare i cambi”! Bravo mister Maraccani! Ndr), vanifica la magia di Bergamaschi. Alto godimento perché poche situazioni ti regalano così tante emozioni come vincere in pieno recupero sul campo di una delle prime inseguitrici!

 

 

 

 

Il match è stato combattuto e avvincente: rispecchiate in toto le promesse di spettacolo della vigilia!

Il miglior approccio ce l’hanno i ragazzi di mister Cavalli, che passano a metà frazione con l’appoggio di Borgonovo sull’assist di Bergamaschi, che per poco non sfiora il raddoppio con un bel colpo di tacco. La Sergnanese, però, è sempre concentrata e sul pezzo: il diagonale di Tensini non lascia scampo a Nicoli e vale il pareggio. I locali non allentano i ritmi e Bergamaschi centra la traversa allo scadere del primo tempo.

Il secondo tempo si apre con i biancorossi più positivi e propositivi: Carletti, Tarenghi e Tiraboschi cercano il gol del vantaggio, che invece arriva per merito dello scatenato Bergamaschi: gol da Playstation, dribbling secco a rientrare, R2 e mirino di precisione per l’angolino basso. Bellissimo e imparabile per l’amico-rivale Cantoni, che salva il risultato su Visigalli.

Parata decisiva perché tiene aperta la gara: mister Maraccani butta nella mischia Delfini, che lo ripaga subito con il gol del 2-2. Un’altra perla di rara bellezza per gli spettatori: una bomba al volo dritta nel sette.

L’inerzia della gara è rovesciata e ora la Sergnanese ci crede: Fendillo legge con scaltrezza un avventato retropassaggio locale, anticipa i difensori e firma il gol del trionfo al 94°!

 

La Sergnanese è ora sempre più prima: complici i rallentamenti delle avversarie e lo stop imposto ai castelleonesi, la vetta è salda, con 6 punti di vantaggio sulle prime inseguitrici, Casaletto e Agnadello. Che colpo!

L’Oratorio Castelleone è risucchiato in piena lotta play-off, ma con la consapevolezza di essersela giocata a viso aperto con la regina del torneo. Un successo per una matricola!

 

 

 

 

L’Agnadello prova in tutti i modi a superare la Frassati di mister Gruppi: i gialloneri costruiscono molto durante l’arco del match, ma non riescono a trovare la via del gol anche per merito di uno strepitoso Guanzini, in grado di mantenere inviolata la porta ospite sul tentativo di Cesana e di tutti gli attaccanti locali. Grandi rimpianti per mister Tomella, comunque ancora al 2° posto.

 

La Pianenghese non ne vuole sapere di fermarsi: gli Orange di mister Mariani centrano il 3° successo consecutivo espugnando anche la tana dell’ostico Casaletto Ceredano. In vantaggio con le due reti di Coppola e Pesenti, però, gli ospiti si fanno rimontare da Barbaro e dal penalty di Gorno.

L’inerzia della gara, però, nel finale è tutta della Pianenghese, che pure si esalta nelle mille difficoltà e con una difesa tutta da reinventare: Molaschi, dopo aver causato il fallo da rigore, trasforma il penalty della vittoria, per poi rimediare il secondo giallo di giornata in un intervento da difensore centrale. Nonostante l’inferiorità numerica, i ragazzi di mister Manuel Rossi non trovano il gol: vince una Pianenghese affamata di punti… E di gloria? Il 5° posto è ora a soli 4 punti!

Il lavoro iniziato sulle giovanili sta portando in prima squadra elementi sempre più pronti per la categoria: segno tangibile di programmazione e qualità del progetto orange!

 

 

 

 

Non riesce proprio a voltare pagina, al contrario, la Ripaltese: condizionata dalle squalifiche e dagli infortuni, i rossoverdi sono costretti a scendere in campo imbottiti di under (almeno tre i classe ’98 sempre schierati, ndr). Se poi sulla propria strada trovano un portiere di esperienza e immense qualità come Carrera del Calcio Crema, ecco che l’incubo si materializza.

Un sogno, per i cremini, che vincono 2-1 grazie alle reti di Fois e Omar Sperolini, sempre più trascinatore dei suoi). Bomber Giavaldi riesce a trafiggere Carrera in una sola occasione, ma è il portiere ad uscire vincente dal duello con l’attaccante: neutralizzate almeno tre nitide occasioni da rete, con i guanti dell’estremo difensore alzati al cielo per festeggiare la prima vittoria stagionale, legittimata dalla traversa centrata da Brunetti e dalle occasioni per Bragonzi.

 

 

 

 

Nella stessa domenica, conquista il suo primo trionfo anche il San Carlo Crema: le cose facili non piacciono ai cremaschi, che ottengono i tre punti ad Annicco, su un campo in perfette condizioni.

Il match non è facile, ma nel computo dei 90’ i ragazzi di mister Fonzo costruiscono qualcosa di più e vengono premiati nel finale: sponda di Arpini e conclusione di prima intenzione di Manzoni, che regala la prima gioia ai verdiblu.

 

Una decisa sterzata al proprio campionato, invece, riescono a darla Casale Cremasco e Bagnolo.

I gialloverdi di mister Riboni si ritrovano proprio nella domenica più difficile, contro la temibile Acquanegra. Là davanti il tridente composto da Tedoldi, Zejno e Somenzi è semplicemente inarrestabile. Devastante su un campo perfetto come quello di Casale: da far invidia alla Serie A!

Tedoldi sforna tre assist da campione: due scarichi a rimorchio per Zejno (dribbling e conclusioni da campione) e una palla in profondità per innescare il nos di Somenzi, bravo a chiudere con un bel pallonetto. All’intervallo la gara è già sul 3-0, ma il gol ospite in avvio di ripresa mette qualche brivido ai gialloneri.

Giusto il tempo di arrivare in area e guadagnarsi il calcio di rigore, trasformato da Zejno (tripletta): avversari, tremate!

Gli asinelli son tornati?

 

 

 

 

Anche il Bagnolo si riprende dopo un periodo di risultati alterni e avvicina le zone nobili della classifica, complici i rallentamenti di Agnadello, Casaletto, Acquanegra e Or. Castelleone: che colpo rosicchiare 3 punti a tutte quante!

Il match con il Paderno Calcio è meno scontato del previsto e si decide nella seconda metà della ripresa, con un gol spettacolare: Guerini è semplicemente fenomenale nel concludere al volo, di esterno destro (e d’estro!) da fuori area. Un gol da raccontare ai nipotini: favoloso! Nel finale Fusaro mette il punto esclamativo al successo gialloblu finalizzando al meglio un contropiede e rilanciando le ambizioni dei ragazzi di mister Spinelli.

 

 

Altro stop per la Madignanese, messa fuori uso dagli arcigni avversari dell’Oratorio Cava. Nonostante il vantaggio di Castagnuozzo, i biancorossi sono condizionati dalle assenze dei big Zucchi e Gobbetti e pagano dazio nel corso del match.

Vincono i ragazzi di Cavatigozzi, grazie alle reti di Morleo e Di Credico.

 

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 


Tiramisù