VIDEOTON. Pokerissimo alla Chignolese: rossoblù in crescita - FOTO e VIDEO

I rossoblù giocano un primo tempo d’autore, in cui l’unico neo è aver capitalizzato solo due delle decine di palle-gol. Nella ripresa il tris e ritmi più blandi sino al finale, con i due liberi realizzati da Porceddu

Di Redazione | Lunedì, 03 Ottobre 2016 12:56

Venerdì 30 settembre 2016

CAMPIONATO SERIE C1 – Girone A

2^ giornata di campionato

VIDEOTON CREMA – CHIGNOLESE 5 – 1
(2) Porceddu, Lopez, Tosetti, Maietti

 

Prova di sostanza del Videoton Crema, che si impone 5-1 sulla Chignolese.

Primo tempo da urlo per i ragazzi di mister Uccheddu, che attaccano a testa bassa per 20 minuti, collezionando occasioni in serie: il rammarico è quello di aver capitalizzato solamente due delle decine di palle-gol prima dell’intervallo.

Fluida la manovra dei cremaschi, con movimenti coordinati e anche un elevato grado di incisività: delle 15-20 conclusioni, numerose sono fermate dai guantoni del portiere ospite, che ha la calamita sulle mani.

Nella ripresa il tris di Maietti chiude i conti: il secondo tempo si gioca a ritmi decisamente più blandi della prima frazione. La gara si accende solo nel finale: gli ospiti trovano il 3-1, prima che Lopez e Porceddu rimedino due stecche costate agli avversari un rosso e un giallo, ma soprattutto i due tiri liberi trasformati da Porceddu per il definitivo 5-1.

Un passo in avanti per i cremaschi, anche se un paio di parate di Sardi in momenti topici del match (una nel primo tempo sul 2-0 e una nella ripresa, appena segnato il 3-0) hanno contribuito a mantenere l’andamento della gara su binari ottimali.

Ora testa alla prossima settimana, che vedrà il Videoton impegnato in due trasferte dall’elevato coefficiente di difficoltà: martedì 4 ottobre si recupera il match sul campo della Roncalli e venerdì 7 ottobre in Valtellina, sul campo dell'MGM 2000.

 

 

 

LA CRONACA

Sin dal primo minuto di gioco non c’è storia: il Videoton parte con il piede sull’acceleratore e non lascia spazio a sbavature. Quintetto base composto da Sardi, Lopez, Porceddu, Vanelli, Maietti. Da subito i rossoblù impongono ritmi di gioco alti. Alti come il pressing organizzato portato dai ragazzi di mister Uccheddu, che al 2° minuto di gioco chiudono tutte le giocate all’impostazione ospite, guadagnandosi una rimessa laterale. Vanelli batte veloce per l’accorrente Lopez, che calcia a rete: trovando il tap-in da zero metri di Maietti per l’1-0.

Porceddu sfonda a destra (conclusione fuori di poco), ma dal lato opposto Maietti si fa tagliare fuori da un uno-due, ma Lopez salva in corner; ci vogliono poi i guantoni di Sardi per salvare la porta sulla conclusione di punta.
Al 6’ la percussione centrale di Vanelli si chiude con una gran botta e Maietti, ostacolato, non arriva per un soffio sul tap-in. Le rotazioni vedono entrare Pagano e Tosetti per Porceddu e Vanelli: subito pericoloso il Paga, con una transizione terminata con un destro incrociato quei dieci centimetri di troppo. Ancora Pagano pericoloso a tuttocampo: incursione dalla sinistra e altro tiro fuori di poco.

 

 

Il Videoton insiste: ci provano Tosetti, che mette a sedere il portiere con una gran finta, e Porta, assistito da Pagano (protagonista di un anticipo sontuoso). Il parziale è però solo di 1-0 e la Chignolese ci prova di tanto in tanto: sornioni gli ospiti, che cercano soprattutto lanci su tagli alle spalle dei difensori.

Al 12’ occasionissima per Maietti: gran palla tra le linee di Lopez, ma il morso del Cobra non è abbastanza velenoso, fermato da una gran parata bassa del numero uno ospite.
Ancor più clamoroso il 2-contro-0 fallito da Vanelli e Maietti: ancora una volta si esalta il portiere ospite, la cui uscita favorisce il rientro di un compagno.
Parata d’istinto ancora su Vanelli, liberato da una sponda di Porta: il Vane calcia di rabbia e il portiere para d’istinto, in posizione avanzata a coprire magistralmente lo specchio.

Le occasioni del Videoton proseguono in serie, così come le parate del portiere ospite, che si esalta in due tempi su Lopez, poi su Pagano e non solo.
Il 2-0, strameritato, arriva grazie all’uno-due: Tosetti-Porceddu-Tosetti, con bomba sparata in porta e raddoppio meritato.
Il Videoton è un fiume in piena: diagonale di Pagano parato, conclusione di Maietti (sulla grande verticalizzazione di Tosetti) fuori di un nulla.

 

 

 

Nella ripresa il Videoton scende in campo con tutta l’intenzione di chiudere i giochi e il terzo gol non tarda ad arrivare: discesa sulla destra di Porceddu, palla in mezzo per Maietti che non può fallire l’appuntamento con il 3-0.

Nel minuto seguente al tris, Porceddu prima fallisce il poker (cercando un cucchiaio, sulle ali dell’entusiasmo), poi un intervento provvidenziale di Sardi mantiene inviolata la porta: ha ben ragione di esultare come fosse un gol, il Capitano, perché un gol subito in quel momento avrebbe fatto male.
I rossoblù sono comunque in totale controllo del match, che scivola su binari decisamente meno intensi della prima frazione (che avrà visto il Videoton calciare con pericolosità almeno 15 volte).

Nel secondo tempo, comunque le occasioni non mancano, grazie al dinamismo di Tosetti e Porceddu, ma anche alle bombe di Pagano, che si vede deviare un bolide quanto basta perché finisca sulla traversa.
La Chignolese riesce ad arrivare al tiro bene dai corner, ma Sardi fa buona guardia, finché gli ospiti non pareggiano il conto dei legni, centrando un palo.

Tutto sembra volgere tranquillamente verso il 3-0, ma una pregevole azione degli ospiti porta al 3-1.
Mancano 3 minuti di gioco: al Videoton non tremano le ginocchia, ma la Chignolese inizia ad aumentare il tasso agonistico del match. Non lesinando qualche scarpata.
Prima il direttore di gara sanziona incredibilmente Pagano con un giallo per simulazione, poi la stecca rifilata a Lopez in corsa costa il rosso alla Chignolese e un’inferiorità numerica che non si verificherà mai in pratica: è il 6° fallo e Porceddu trasforma il libero del 4-1.
Ci sono meno di 60 secondi da giocare, ma c’è chi pensa bene di rifilare una bella botta sulle caviglie di Porceddu: altro cartellino (giallo), altro libero e altro gol per il definitivo 5-1.

 

Video

Tiramisù