UEFA REGIONS’ CUP. Bressanelli: gol-vittoria al 93'! Chiusura in bellezza

Il centrocampista sfrutta l’assist di Pagano sull’asse cremino e firma la rete decisiva allo scadere. Clean sheet per Barbieri, in campo tutto il match. Grande esperienza per tutti, un po' di rammarico per l'eliminazione

Di Redazione | Lunedì, 03 Ottobre 2016 18:37

UEFA REGIONS’ CUP – Gruppo 7

Classifica:
Irlanda 7, Italia 6, Slovenia 2, Macedonia 1.

Irlanda qualificata alla fase successiva del torneo

3^ giornata

MACEDONIA (Nord-Est) – ITALIA (Lombardia) 0 – 1
93’ Bressanelli (I)

MACEDONIA (4-4-1-1): Lazarov; Serafimovski, Kotevski, Risteski, Nedevski; Talevski, Aliu, Nikolovski (Kostadinovski dal 15'st), Desnikj; Aleksovski (Kurt dal 26'st); Lazarovski (Ristovski dal 19'st).
A disposizione: Redjepi, Shakjiri, Mitevski, Pecov.
Allenatore: Sig. Jovanovski.

ITALIA (4-3-1-2): Barbieri; Bonardi, Fontana, Colombi, Motta; Filadelfia, Monetti, Torri (Bressanelli dal 39'st); Boschiroli (Fall dal 6'st); Pagano, Talon (Isella dal 23'st).
A disposizione: Trilli, Aranotu, Bono, Cassinelli.
Allenatore: Sig. Tanelli.

Arbitro: Sig. Ken Henry Johnsen (Nor).
Assistenti: Sig. Tom Harald Grønevik (Nor) e Sig. Aleksei Lunev (Rus).
Ammoniti: Desnikj (M), Motta (L), Torri (L), Nedevski (M), Talevski (M), Kurt (M)
Note: recupero 2'pt e 4'st. 

Una vittoria, una partecipazione cremasca costruttiva e decisiva, un pizzico di rammarico.

Si chiude così l’esperienza della selezione Lombardia alla UEFA Regions’ Cup: la delegazione con il compito di rappresentare l’Italia nel torneo aperto a calciatori dilettanti, mai tesserati nei professionisti, organizzato dalla UEFA.

Al Comunale "Felice Chinetti" i ragazzi guidati da mister Paolo Tanelli producono tanto e proprio allo scadere trovano il gol-partita: a firmarlo, al 93', è il classe ’96 Luca Bressanelli, bravo a sfruttare al meglio l’assist sull’asse nerobianco del compagno di squadra Nicolò Pagano.
A condire il trionfo cremasco c’è il clean sheet di Marco Barbieri, portiere classe ’96 della Rivoltana (in prestito dal Crema 1908): porta inviolata per lui e zero gol subiti.

Con questi presupposti e una squadra di alto livello, è inevitabile un po’ di delusione per l’eliminazione: accede alla fase successiva solamente l’Irlanda, prima classificata del girone.
Un peccato essersi giocati il passaggio del turno proprio nella gara d’esordio: si fosse giocata alla terza giornata, siamo certi sarebbe finita diversamente.

Il bilancio dell’esperienza dei cremaschi, però, non può che essere super positivo: gare di profilo internazionale come quelle della UEFA Regions’ Cup fanno crescere sia calcisticamente, sia a livello mentale i ragazzi che hanno la fortuna di prendervi parte.

E siamo certi che Pagano, autentico trascinatore della Lombardia, Bressanelli, protagonista di un torneo in crescendo, e Barbieri, insuperabile nel match disputato, torneranno con un bagaglio ancor più ricco, pronti a mostrare sul campo una nuova personalità.

 

LA CRONACA

Nel primo tempo si gioca un po’ sottoritmo e la Lombardia bisogna si scuote alla mezz’ora:  buona combinazione del trio d'attacco al limite dell'area e tiro di Monetti, preda del portiere macedone; ci prova quindi Talon, con un sinistro al volo sul cross di Motta, anche questo bloccato.

Ghiotte le chances della Macedonia nel finale di frazione,  ma lo spunto di Talevski non trova compagni per la correzione a rete e la volée mancina di Desnikj esce di pochi centimetri. L’ultimo sussulto prima dell’intervallo è a cura di Pagano, fermato dalla super salvataggio di Risteski.

Nella ripresa il match offre decisamente altra intensità e le occasioni abbondano per la Lombardia: italiani vicini al gol con Fall, sul cross di Pagano, che ci prova con un assolo straripante dei suoi, ma la palla no entra.
Lombardi ancora pericolosi sull’asse Filadelfia-Motta: ne nasce un traversone su cui si avventa ancora Pagano (e chi, altrimenti?), ma non trova l’impatto vincente.
La porta macedone sembra stregata, ma proprio quando il match sembra destinato al pareggio ecco la zampata finale: assist di Pagano e correzione a rete di Bressanelli, che in pieno recupero firma il gol-partita.

Tiramisù