CREMA 1908. Nerobianchi corsari a Treviglio: decide il rigore di Zenga

Dopo il ko interno col Verdello, riprende la corsa dei ragazzi di mister Sergio Porrini: partita tosta, ma vittoria meritata per 0-1 sulla Trevigliese. Domenica il big match con il Villa d'Almè

Di Redazione | Lunedì, 21 Novembre 2016 06:19

ECCELLENZA - Girone B

CLICCA QUI per LA CLASSIFICA

TREVIGLIESE – CREMA 1908 0-1
37' Zenga rig. (C)

TREVIGLIESE: Acerbis, Giardini, Magni (88' Castagnozzi), Durishti, Legrati, Trovò, Vitali, Mapelli, Corradi (82' Ieriti), Gavazzeni (74' Passoni), Calloni.
Allenatore: Poma

CREMA 1908: Tazzi, Donnarumma, Donida, Capelloni, Scietti, Tognassi, Pagano (65' Sorti), Pedrocca, Zenga (73' Marrazzo), Nardi (88' Bressanelli), Gomez.
Allenatore: Porrini

Arbitro: Sig. Alessandro Longoni di Seregno.
Assistenti di linea: Sig. Luca Bernasso di Milano e Sig.na Paola Francavilla di Gallarate
Ammoniti: Giardini, Donida, Gomez, Magni, Pedrocca, Passoni, Bressanelli

 

 

L'obiettivo era quello di riprendere subito la corsa verso la Serie D, lasciandosi alle spalle il brutto ko interno col Verdello.
Missione compiuta, con una prova di carattere e qualità, che ha portato una vittoria di misura per il Crema 1908, meritata e sudata.

I nerobianchi superano 0-1 la Trevigliese, squadra dura e arcigna, che lotta senza risparmiarsi dal primo all'ultimo minuto: a decidere il risultato della partita è il calcio di rigore prima procurato e poi messo a segno al 37' del primo tempo da Jacopo Zenga, atterrato in area mentre si stava girando per concludere a rete.

Vetta sempre in mano ai ragazzi di mister Sergio Porrini, che dimenticano così la sconfitta di domenica scorsa, confermando il primo posto in classifica e preparandosi alla difficile partita di domenica prossima al Voltini contro il Villa D'Almè.

 

 

Tante le occasioni per il Crema 1908: pur senza Marrazzo tra gli undici titolari, soprattutto nel primo tempo a spiccate tinte nerobianche, i cremini vanno vicinissimi più volte al gol.
Da segnalare in particolare due punizioni di Capelloni: parata la prima (al 7') e fuori di poco la seconda (al 31').

Altre due occasionissime per Pedrocca: al 35' sull'assist di Pagano, ma senza inquadrare lo specchio; al 43' l'assist perfetto è di Zenga, ma questa volta Pedrocca è fermato dal portiere locale Acerbis, che si allunga in una bellissima parata e mette in corner.

Il secondo tempo è decisamente più equilibrato: l'occasione migliore cremina della frazione arriva al 68', quando Sorti, ben servito da Zenga mette in area un traversone che sfila davanti alla porta senza che non c'è nessuno a metterlo dentro.

 

 

Due veri e propri brividi, invece, arrivano alla porta del Crema 1908: protagonista in entrambi i casi, prima in negativo e poi in positivo, il portiere Tazzi (in campo fin dal primo minuto al posto di Alvigini, fermato da un dolore alla spalla).
Al 52' il numero 1 nerobianco aveva rinviato corto, in maniera non impeccabile, anche a causa del terreno di gioco (non in condizioni ottimali); fatto sta che il pallone arriva a Calloni, che cerca una conclusione frettolosa, terminata a lato finisce fuori.
L'altro pericolo colossale arriva proprio allo scadere: in pieno recupero, stavolta Tazzi si erge a salvatore della patria, distendendosi benissimo e deviando sulla traversa un colpo di testa di un attaccante della Trevigliese, altrimenti destinato al gol.
Prima del fischio finale c'è tempo anche per il contropiede del Crema 1908, con il subentrato Marrazzo trovatosi solo davanti al portiere, ma calciando a lato il possibile raddoppio.

Poco male per i nerobianchi: i tre punti in tasca sono il miglior viatico per il big match di settimana prossima.

 

 

Tiramisù