RIVOLTANA. Dopo il buon pareggio con l'Albinogandino, si cerca la continuità

I gialloblù si augurano che l'impegno casalingo con il Brugherio 6° in classifica possa essere la gara della svolta: alla ricerca di un'altra prestazione importante e di punti pesanti

Di Redazione | Venerdì, 25 Novembre 2016 08:16

A corrente alternata, sfortunata, gagliarda.

La Rivoltana 2017, era noto, avrebbe dovuto lottare per la salvezza, ma dopo l'incoraggiante avvio di stagione, la speranza era quella di poter conquistare una tranquilla permanenza nella categoria.
Le gare successive hanno visto invece scivolare i ragazzi di mister Miguel Pavesi verso le retrovie della graduatoria: episodi per lo più sfortunati, a dir la verità, quelli che hanno causato la discesa rivierasca.
Nel calcio, però, si sa, conta il raggiungimento degli obiettivi e la Rivoltana ha dovuto cercare nuove energie per risollevarsi.

Sul campo dell'Albinogandino, il ciclone Alloni si è confermato una delle più belle sorprese stagionali gialloblù: gol del vantaggio in avvio e gol del 2-2 al 94'.
In mezzo il ribaltone degli orobici, che già prima dell'intervallo si erano portati sul 2-1, approfittando di uno di quei dannati black-out che stanno togliendo punti ai rivieraschi.
Fantastica, però, la reazione dei gialloblù nel secondo tempo: forcing arrembante, costringendo i locali addirittura a due espulsioni, prima dello strameritato pareggio.

La sensazione è che i rivieraschi facciano vedere le cose migliori lontano da casa, ma ora occorre dare continuità anche tra le mura amiche: in casa col Brugherio la Rivoltana dovrà puntare alla vittoria.

I tre punti sarebbero fondamentali, per uscire dal guado dei fondi della classifica, anche se le distanze sono ravvicinate e anche un pareggio non sarebbe un risultato negativo.

In qualsiasi caso, ora la priorità è la continuità: di prestazione, per non incappare in altri passaggi a vuoto, e di punti, per guadagnarsi una salvezza che, per quanto fatto vedere sinora dai giovani gialloblù, sarebbe meritata.

Tiramisù