PRIMA. Cremàsch nel Bergamàsch. Sa vincere solo il Fornovo: agganciata la Calcense!

Impresa dell’U.S. a Cassano: Bianchi stende la corazzata Valentino Mazzola! Caduta rovinosa della Calcense, gara folle a Calvenzano. La Pagazzanese batte anche il Fara

Di Stefano Provenzi | Giovedì, 16 Febbraio 2017 15:14

PRIMA CATEGORIA – Girone L

Classifica:
Acos Treviglio 46; Concorezzese 40; Valentino Mazzola 36; Città di Segrate 35; Calcense, Fornovo S.G., Badalasco 31; Carugate 30; Calvenzano 28; Pagazzanese 27; Fara Olivana con Sola 26; Pozzuolo, Inzago 22; Acc.Cologno 16; Sporting LeB 11; Brugherio 8.

 

Risultati:

        Prossimo turno:

Acc. Cologno – Badalasco 1-0

        Acos Treviglio – Calvenzano

Calvenzano – Concorezzese 3-5

        Badalasco – Brugherio

Brugherio – Carugate 0-2

        Calcense – Acc.Cologno

Inzago – Acos Treviglio 0-1

        Carugate – Sportin LeB

Pozzuolo – Calcense 4-1

        Città di Segrate – Inzago

Sporting LeB – Città di Segrate 0-0

        Concorezzese – Valentino Mazzola

Valentino Mazzola – Fornovo S.G. 0-1

        Fara Olivana Con Sola – Pozzuolo

Pagazzanese – Fara Olivana con Sola 1-0

        Fornovo S.G. – Pagazzanese

 

 

Avevamo parlato di “anomalia” nell’articolo riguardante la sconfitta interna della Spinese per mano del Borgolombardo....

Analizzando i risultati del Girone L, sembra che l’eccezione abbia fatto dà regola in questo turno un po’ in tutta la Prima Categoria. 

Escluso l’Acos Treviglio, prossimo avversario del Calvenzano e lanciatissimo verso una corsa solitaria da primatista assoluto, nella bagarre dei playoff è davvero successo di tutto questa domenica.

Unica vincente tra le nostre quattro protagoniste dal Dna in parte cremasco è stata l’U.S. Fornovo, capace di imporsi di misura sul campo del Valentino Mazzola, 3° in classifica.
Sono bastati 6’ di gioco ai ragazzi di mister Salvi per tornare a casa con i 3 punti da Cassano: Corna ha recuperato bene un pallone sulla trequarti avversaria, servendo poi al collega Bianchi la palla della vittoria. Con questa rete l’attaccante di Agnadello ha raggiunto proprio Corna il testa alla classifica marcatori, a quota 14, in coabitazione con Seye dell’Acos. Determinanti per il successo orobico anche le parate di Giussani e l’ottima fase difensiva, guidata da un Piana autore di un salvataggio sulla linea di porta nel primo tempo.

Con questo importantissimo successo il Fornovo ha raggiunto il Badalasco e la Calcense al 5° posto, andate entrambe incontro ad un clamoroso scivolone esterno. La banda di Ferrario è tornata sconfitta dalla trasferta di Cologno. Meglio non è andata ai giallorossi, privi di alcune importanti pedine e sommersi con quattro reti dal Pozzuolo. Il primo tempo in terra milanese è stato discreto per gli uomini di Bertolotti, andati vicini al vantaggio con Baratella. La ripresa è stata invece il peggior tempo giocato dai bergamaschi in questa stagione. Errori grossolani in fase difensiva hanno avuto un peso rilevante nel poker incassato in 45’, come anche l’inferiorità numerica patita dopo l’episodio del calcio di rigore del 3-0. Utile solo per le statistiche il momentaneo 3-1 di Baratella, avvenuto prima che il Pozzuolo dilagasse con la quarta rete, a suggellare 3 punti pesantissimi per la corsa salvezza dei milanesi.

Gara folle in quel di Calvenzano, chiusasi con un pirotecnico 3-5 per la Concorezzese. I padroni di casa recriminano per un arbitraggio che ha condizionato pesantemente l’andamento del match, anche se va dato grande merito al potenziale offensivo impressionante della seconda della classe. Ospiti avanti dopo pochi minuti: palla persa da Guenne a metà campo, Bonizzoni nel rinviare spara contro gli stinchi di un attaccante e il pallone carambola contro quasi le leggi della fisica alle spalle di Mazza.
Il Calvezano ha una buona reazione e trova il pari con Ardemagni, che ruba palla agli avversari e chiude una bella ripartenza biancoazzurra con un piattone vincente. Al 20’ l’episodio che probabilmente ha condizionato tutta l’incontro: Urso sgambetta un attaccante in area, ma ad essere ammonito per la seconda volta è per sbaglio Bonizzoni, che viene così espulso. Mazza dagli undici metri rende giustizia e para da campione.
Il Calvenzano protesta anche in occasione del nuovo vantaggio ospite prima dell’intervallo, viziato in maniera dubbia da un presunto fallo di mano.
Sfortunati i padroni di casa anche in occasione dell’1-3 della Concorezzese: Di Lascio devia in barriera una punizione dal limite e toglie ogni possibile margine di intervento a Mazza.
Il Calvenzano non smette comunque di crederci, sotto di un uomo e di due reti, e costruisce due potenziali palle goal con Ardemagni e Di Lascio. Senza Bonizzoni, la fase difensiva locale lascia però desiderare e le altre due reti della Concorezzese sono favorite da due evidenti disattenzioni della retroguardia di casa.
Di Ardemagni e Di Lascio, entrambi a segno dal dischetto, i goal che arrotondano una sfida ricca di ben otto segnature.
In pieno recupero, l’ennesimo episodio contestabile che vale il 4 fisso in pagella al direttore di gara: un difensore della Concorezzese devia verso la propria area un palla vagante, lanciando involontariamente a rete Di Lascio, che non sbaglia. L’arbitro annulla però tutto non convalidando la doppietta dell’ariete biancoazzurro. Una gara folle non poteva che chiudersi con un episodio al limite della follia.

Ennesimo insuccesso per il Fara di mister Tassiero, ancora a secco di punti in questo 2017.
A castigare il Fara è stata questa volta la lanciatissima Pagazzanese, già giustiziera della Calcense settimana scorsa. A decidere l’incontro un calcio di rigore dell’ex Fornovo Armando Vinciguerra, che è valso anche il sorpasso in classifica da parte dei padroni di casa, prossimi avversari proprio dell’U.S..

 

Tiramisù