PRIMA. Cremàsch nel Bergamàsch: Fara, spettro playout! L’ex Vinciguerra punisce il Fornovo

Sesto ko consecutivo per la banda di mister Tassiero, ora sopra di un solo punto dalla zona calda. La Pagazzanese non si ferma più! Sconfitta onorevole per il Calvenzano con l’Acos, 1-1 Calcense

Di Stefano Provenzi | Venerdì, 24 Febbraio 2017 13:35


PRIMA CATEGORIA – Girone L

Classifica:
Acos Treviglio 49; Concorezzese 41; Valentino Mazzola 37; Città di Segrate 35; Badalasco 34; Carugate 33; Calcense 32; Fornovo S.G. 31; Pagazzanese 30; Calvenzano 28; Fara Olivana con Sola 26; Pozzuolo, Inzago 25; Acc.Cologno 17; Sporting LeB 11; Brugherio 8

Risultati Prossimo Turno
Acos Treviglio - Calvenzano 2-1 Acc. Cologno - Fara Olivana con Sola
Badalasco - Brugherio 2-0 Badalasco - Calcense 
Calcense Acc. Cologno 1-1 Calvenzano - Città di Segrate 
Carugate - Sporting LeB 4-0 Brugherio - Sporting LeB 
Città di Segrate - Inzago 0-1 Inzago - Carugate 
Concorezzese - Valentino Mazzola 2-2 Pagazzanese - Concorezzese 

Fara Olivana con Sola - Pozzuolo 1-3

Pozzuolo - Fornovo S.G.

Fornovo S.G. - Pagazzanese 0-1 Valentino Mazzola - Acos Treviglio


Ahia Fara, ora si fa dura! 

Le prospettive di campionato sono state totalmente stravolte per la formazione di mister Tassiero in soli due mesi. Dalle ambizioni playoff cullate sotto l’albero di Natale, i violacei si ritrovano ora a Carnevale ad un solo punto sopra la zona playout. E lo scherzo potrebbe non piacere a nessuno dalle parti di Fara.

Difficile fare una valutazione accurata su quale ingranaggio della macchina farese si sia inceppato.
La rivoluzione in uscita del mercato invernale non ha di certo agevolato il compito di mister Tassiero, ma da qui a prevedere sei sconfitte consecutive in questo 2017, pochi bookmakers ci avrebbero scommesso. La prestazione non è mancata neanche con il Pozzuolo.
Dopo lo svantaggio al 5’ su calcio di rigore, i bergamaschi hanno avuto una buona reazione, costruendo diverse occasioni da goal fino al pareggio del solito Hojda alla mezz’ora, sempre dal dischetto.
Pareggiato il conto dagli undici metri, ad avere maggiore rigore sul piano caratteriale e del gioco sono stati invece i milanesi nella ripresa, che hanno condotto la gara, anche con una rete in posizione sospetta, sull’1-3 finale. Ora proprio il Pozzuolo insidia la zona salvezza del Fara a -1 insieme all’Inzago, autore di un colpaccio sul sintetico di Segrate.

Vittoria esterna anche per la sorprendente Pagazzanese, che mette a referto la sua quinta vittoria consecutiva.
Dopo aver matato sia Calcense che Fara, i biancorossi si sono imposti di misura anche sul campo dell’U.S.. Dinnanzi al pubblico delle grandi occasioni, il derby è stato acceso fin dai primi minuti, figlio dell’ottimo stato di salute di entrambe le formazioni. A decidere il match è stato un gran goal dell’ex Armando Vinciguerra ad inizio ripresa, semplicemente perfetto nel girare in rete un preciso cross dalla destra.
Rimpianto finale per il Fornovo, che vede un tiro a botta sicura di Corna clamorosamente salvata sulla linea di porta. Con questa sconfitta, il rammarico dell’U.S. è anche di classifica: oltre a perdere il 5° posto in favore del Badalasco, ora i ragazzi di mister Salvi devono guardare anche al distacco della Concorezzese, seconda, che vola solitaria con i suoi 41 punti.

Un discorso dal quale non rimane esente neanche la Calcense, a secco di vittorie dal successo in extremis sul Calvenzano.
Neanche nell’appuntamento interno con l’Accademia Cologno gli uomini di Bertolotti riescono a riassaporare i 3 punti, fiutati ad inizio ripresa con il momentaneo vantaggio di Baratella. I milanesi riescono però a pareggiare a 10’ dalla fine, rinviando di un’altra domenica il ritorno al successo per Soldati e compagni. Il match di domenica con il Badalasco potrebbe decidere un’intera stagione: o si riprende o si perde il treno playoff.

Sconfitta onorevole del Calvenzano contro la capolista Acos Treviglio, che vince per 2-1 e allunga ulteriormente il distacco tra sé e la Concorezzese, bloccata sul 2-2 dal Valentino Mazzola.

L’undici di Cavagna vive un ottimo avvio di gara, ma i trevigliesi bucano gli avversari alla prima palla buona, sbloccando l’incontro sugli sviluppi di una palla inattiva. Sfortuna e poca incisività caratterizza i seguenti tentativi degli ospiti, rimpallati sempre all’ultimo istante dall’intervento provvidenziale di un giocatore di casa.
Dopo le chance per Guenne, Spadari e Albani, è proprio il n°11 biancoazzurri a ristabilire la parità alla ripresa dei giochi, sfruttando al meglio il prezioso lavoro di scarico di Di Lascio.
Sembrerebbe un nuovo inizio per il Calvenzano e invece al 60’ l’Acos ripete lo sgambetto agli avversari, perforando la retroguardia ospite con Seye e trovando il goal partita con il neoentrato Lemrabbi.
Antononi entra in campo ad un quarto d’ora dal termine e prova fin da subito a rendersi pericoloso, ma per due volte il fantastica biancoazzurro non riuscirà a trovare quello che sarebbe stato un meritato 2-2. Ancora tanto bel gioco per il Calvenzano. Ancora però zero punti a referto. La fame di vittoria della capolista ha la meglio.

 

Tiramisù