SECONDA. Il gran ritorno di Bobo Cappellari: la luce in fondo al tunnel

L'esterno offensivo classe '86 della Mozzanichese torna in campo con l'Agnadello dopo l'infortunio al crociato e segna a soli dieci minuti dal suo ingresso. Un rientro da sogno!

Di Fabio Faciocchi | Mercoledì, 01 Marzo 2017 23:28

Un ritorno in campo così, lo sognava da tempo.

Roberto Cappellari, per tutti Bobo, esterno offensivo classe '86 della Mozzanichese in Seconda Categoria torna dall'infortunio al crociato e segna dopo soli dieci minuti dal suo ingresso in campo.

Una gara non così facile per i bergamaschi contro l'Agnadello, che lotta indomito in ogni gara, onorando il torneo, nonostante l'ultima posizione in classifica.
La prima frazione si chiude infatti sullo 0-0, sbloccata solo nella ripresa dal gol di Rota.
Il rientro dall'infortunio muscolare di Stefano Allevi, vede l'ex Pieranica e Romanengo protagonista con assist (per Merisio e gol del 3-0), ma a fine giornata la festa è tutta per Bobo Cappellari.

Protagonista assoluto della promozione gialloblù dalla Terza alla Seconda Categoria nella scorsa stagione con 11 reti e tante giocate decisive, l'infortunio durante la preparazione estiva lo ha visto esordire nella categoria conquistata solamente domenica scorsa.
Un rientro atteso, sperato e sognato: ingresso in campo al 75' e in gol già all'87'.
Cross dalla sinistra verso il centro a cura di Cella, con Bobo Cappellari che si rende protagonista di un pregevole stop a seguire per insaccare in rete il definitivo 4-0 dal limite dell'area di porta verso l'angolino.

Un gol che rappresenta una vera liberazione.

"L'infortunio è stato senza dubbio un duro colpo, ma la passione che ho per questo sport mi ha dato la forza di non demoralizzarmi e di impegnarmi al massimo per ripartire di nuovo", ci ha detto Roberto Cappellari, "Sono contentissimo per il gol di domenica, ma mi interessano di più i risultati della squadra. Mi auguro che possiamo toglierci grandissime soddisfazioni come squadra".

L'obiettivo principale della Mozzanichese è quello di archiviare al più presto la questione salvezza: "Vogliamo arrivare al più presto a quota 40 punti per garantirci la permanenza nella categoria", ci ha detto il direttore sportivo Alessandro Sala, "Siamo globalmente soddisfatti della nostra prima stagione in Seconda, ma vogliamo continuare a crescere. Sarebbe bello arrivare al più presto possibile alla quota salvezza e poi giocarci le ultime gare senza troppe pressioni, puntando magari a qualcosa in più".
La classifica, infatti, è davvero cortissima nella lotta playoff: tra il 2° posto del Chieve e l'8° posto della Mozzanichese ci sono infatti solamente 10 lunghezze.
Considerando che nel finale di stagione i bergamaschi potranno giocarsi tutti gli scontri diretti (CSO Offanengo, Soncino, Palazzo, Pieranica), la questione per la post-season è davvero più aperta che mai.

E la Mozzanichese può contare su un Bobo in più.

 

Tiramisù