PRIMA. Cremàsch nel Bergamàsch: pazza Calcense! Calvenzano super, risalita Fara, grigio Fornovo

Giallorossi vittoriosi 4-3 sul Brugherio, ma che fatica! Urso regala il successo al Calvenzano, mentre il Fara supera anche il Badalasco; 2-2 per il Fornovo, eliminato anche in Coppa

Di Stefano Provenzi | Venerdì, 10 Marzo 2017 13:34

Foto Molaschi per U.S. Fornovo

PRIMA CATEGORIA - Girone L

Classifica:
Acos Treviglio 53; Concorezzese 45; Valentino Mazzola 43; Calcense 38; Carugate 36; Città di Segrate, Fornovo S.G. 35; Badalasco, Calvenzano 34; Pagazzanese, Fara Olivana con Sola 32; Inzago 28; Pozzuolo 25; Acc.Cologno 18; Brugherio; Sporting LeB 11

Risultati Prossimo turno    
Calcense - Brugherio 4-3 Acc. Cologno - Concorezzese
Carugate - Calvenzano 0-1 Badalasco - Fornovo S.G.
Città di Segrate - Valentino Mazzola 2-3 Calcense - Fara Olivana con Sola
Concorezzese - Pozzuolo 4-0 Calvenzano - Sporting LeB 
Fara Olivana con Sola - Badalsco 3-1 Brugherio - Inzago
Fornovo S.G. - Acc. Cologno 2-2 Pagazzanese - Città di Segrate
Sporting LeB - Inzago 0-2 Pozzuolo - Acos Treviglio 
Acos Treviglio  - Pagazzanese 1-1 Valentino Mazzola - Carugate

 

 

 

Pazza, anzi, pazzissima Calcense!

I giallorossi ottengono un successo di importanza fondamentale sul Brugherio, proiettandosi al 4° posto solitario del girone. Sul 4-1 sembrava una gara oramai senza storie, messa in cassaforte grazie ad una prova di grande livello. Ma nella settimana della remuntada Barça, gli uomini di Bertolotti hanno rischiato nei 10’ finali di incassare un recupero milanese che avrebbe avuto dell’incredibile. Il divario tecnico tra Calcense e Brugherio è ben solcato non solamente dalla distanza in classifica. I padroni di casa mandano a segno tutti e tre i suoi tenori là davanti: Bellebono, Baratella e Soldati sono tre furie devastanti e il Fube è autore di una doppietta. Poco dopo il goal del Solda all’80’, i giallorossi subiscono però un incredibile ritorno degli ospiti, che fissano il punteggio su un 4-3 inaspettatamente sudato fino all’ultimo secondo. Un piccolo blackout Calcense che però non compromette una gara ben impostata per 70’ e soprattutto una classifica che permette ancora di sognare ad occhi aperti.

Prossima avversaria dei leoni giallorossi sarà il Fara Olivana con Sola, in netta ascesa dopo un inizio di 2017 da incubo. I ragazzi di mister Tassiero trovano la loro seconda vittoria consecutiva, imponendosi per 3-1 sul Badalasco di Ferrario. Man of the match manco a dirlo dei violacei è il solito Sare. L’attaccante di origini africane sbaglia un calcio di rigore nel primo tempo, ma avrà modo di rifarsi con gli interessi nella ripresa. Al 64’ è proprio lui a sbloccare la sfida con un tiro dal limite, seguito poco dopo dall’altro gioiellino di casa, Hojda, che stavolta non sbaglia dagli undici metri. Il Badalasco prova a riaprire la sfida, ma nel finale ancora Sare finalizza alla perfezione un contropiede dei suoi. Bentornato Fara!

Si gioisce anche dalle parti di Calvenzano!
Il successo esterno a Carugate vale infatti doppio, permettendo ai biancoazzurri di accorciare ulteriormente le distanze dal 5° posto. A decidere la sfida in terra milanese un goal di Urso, che giova nel migliore dei modi dello scarico coi tempi giusti di Di Lascio. La giovane truppa di mister Cavagna è costretta a patire il forcing disperato del Carugate nella ripresa, ma a dire il vero i padroni di casa non si renderanno quasi mai pericolosi dalle parti di Mazza. Sono anzi ancora gli ospiti ad avvicinarsi al possibile 0-2, ma né AntononiDi Lascio hanno la giusta cattiveria sottoporta. Il Calvenzano si gode così il primo centro stagionale di Urso: una grande soddisfazione per l’ex Agnadellese e Palazzo, che ha sgominato da inizio stagione fino a ritagliarsi un importante posto in rosa.

È stata una settimana grigia invece per il Fornovo, che non va oltre il 2-2 interno in campionato con l’Accademia Cologno e viene eliminato in Coppa.

Nella gara di campionato, l’U.S. passa dopo soli 10’: il portiere ospite sbaglia il rinvio e Calvi da centrocampo trova un bellissimo pallonetto, che vale l’1-0. I milanesi pareggiano i conti alla mezz’ora su calcio di rigore, ma ad inizio secondo tempo un grande Chiapparini ripropone una facilita delle sue da fuori area, incrociando in rete il nuovo vantaggio. Gli orobici non riescono a chiudere i conti con Bianchi e Corna e sono puniti severamente al 6’ di recupero, incassando un 2-2 che rallenta la loro corsa playoff, calcolando anche il -10 attuale dalla Concorezzese, seconda. Non si è concluso meglio l’impegno di Coppa di mercoledì sera: il Bienno San Giovanni si è imposto per 2-4, costringendo i ragazzi di Salvi a salutare anticipatamente la manifestazione.

Tiramisù