PRIMA. Cremàsch nel Bergamàsch. Poker del Fara alla Calcense! Giallorossi domani in scena a Fornovo

Terza vittoria consecutiva per i ragazzi di mister Tassiero. Domani lo scontro playoff tra Fornovo, bloccato 1-1 dal Badalasco, e Calcense. Calvenzano-Sporting 2-0

Di Stefano Provenzi | Sabato, 18 Marzo 2017 08:45

PRIMA CATEGORIA – Girone L

Classifica:
Acos Treviglio 56; Concorezzese 48; Valentino Mazzola 41; Città di Segrate, Calcense 38; Calvenzano, Carugate 37; Fornovo S.G., 36; Fara Olivana con Sola,  Badalasco 35; Pagazzanese 32; Inzago 31; Pozzuolo 25; Acc.Cologno 18; Brugherio, Sporting LeB 11.

Risultati:

        Prossimo turno:

Acc. Cologno – Concorezzese 1-3

        Acos Treviglio – Acc.Cologno

Badalasco – Fornovo S.G. 1-1

        Carugate - Pagazzanese

Calvenzano – Sporting LeB 2-0

        Inzago – Calvenzano

Calcense  - Fara Olivana con Sola 1-4

        Città di Segrate – Pozzuolo

Brugherio - Inzago 0-1

        Concorezzese – Caugtae

Pagazzanese – Città di Segrate 0-1

        Fara Olivana Con Sola – Brugherio

Pozzuolo – Acos Treviglio 0-3

        Fornovo S.G. Calcense

Valentino Mazzola – Carugate 0-0

        Sporting LeB – Valentino Mazzola

 

 

Visto il periodo pasquale oramai alle porte, potremmo parlare di una vera e proprio “risurrezione” da parte del Fara di mister Tassiero.

Cos’è cambiato dalle sei sconfitte consecutive di inizio 2017 alle tre vittorie di fila dell’ultimo mese?
Ad avere giovato di questo cambio di tendenza in casa farense è senza dubbio l’attaccante Sare, autore di una tripletta nel big match con la Calcense. I giallorossi vivono un ottimo primo  tempo, con la doppia chance avuta da Baratella, il cui secondo tentativo si stampa sul palo. Un’indecisione di Marta alla mezz’ora costa però cara ai padroni di casa, che vanno sotto proprio grazie al primo goal di giornata di Sare. Il pareggio giallorosso giunge meritato ad inizio ripresa. quando è ancora Baratella a lasciar partire una staffilata dal limite che si infila all’incrocio dei pali. La Calcense vuole completare la rimonta e si sbilancia in avanti, offrendo però il fianco alle ripartenze del Fara. Tassiero effettua un solo cambio ed è quello decisivo: Lamperti subentra a Moro e, a 8’ dal 90’, il neo entrato sfrutta un errore di Daniel Grossi per riportare avanti i suoi. Nel finale Sare trova altri due spazi buoni e non perdona, arrotondando il punteggio ad un 1-4 di certo inaspettato per dimensioni alla vigilia. Di certo non è più una sorpresa ora questa risalita del Fara. Domani con il Brugherio c’è la possibilità di alimentare ulteriormente le proprie speranze playoff. Dallo spettro dei playout al ritrovato sogno playoff, tutto in poche settimane: un campionato tachicardico da parte del Fara! 

La Calcense avrà in programma invece la trasferta di Fornovo, altra gara importante sia per il valore delle due formazioni in campo, sia per il discorso 5° posto, ancora nelle mani dei giallorossi, nonostante un -10 dalla Concorezzese, seconda, da limare.
L’U.S. ha trovato domenica scorsa il suo secondo pareggio consecutivo. Le due reti che hanno caratterizzato l’1-1 con il Badalasco sono giunte entrambe nella ripresa. Corna ha portato a 16 le sue reti stagionali al 75’, mantenendosi il re dei cannonieri del girone. A 5’ dal termine, ecco però un’altra beffa nel finale per il Fornovo, che ha incassato il pareggio dell’esperto bomber Panno. Fornovo – Calcense sarà dunque una sfida tra deluse dell’ultimo turno, importante per ritrovare alcune certezze perse in queste settimane.

Chi invece non vive al momento complessi di inferiorità o dubbi esistenziali è invece il Calvenzano, a -1 dalla Calcense e a +1 dal Fornovo.
I biancoazzurri, impegnati domani nella trasferta di Inzago, dovranno approfittare dello scontro diretto delle due dirette concorrenti playoff, per provare a godere come terza incomoda della situazione. Nella giornata precedente, gli orobici hanno avuto vita facile sul fanalino di coda Sporting LeB, portando a casa i tre punti con un inglese 2-0. Nonostante il campo in condizioni precarie, i padroni di casa non hanno concesso occasioni ai milanesi e sono passati subito in vantaggio con Di Lascio, che superato un difensore ha battuto il portiere avversario con un bel diagonale. A vivacizzare nella ripresa una sfida avara di emozioni sono gli ingressi in campo di Ardemagni e Antononi. L’ex Agnadellese, proprio su assist di Antononi, ha colto un legno a 30” dal suo ingresso in campo. Ardemagni raddoppia il numero dei legni centrati pochi minuti dopo, prima di servire nel finale il pallone del definitivo 2-0 a Di Lascio, autore di una doppietta.

 

 

 

 

 

 

 

 

Tiramisù