AMATORI PROMOZIONE. Poule B e C. Standard da urlo! Montodine-Castelnuovo, una poltrona per due

Granatazzurri completamente trasformati rispetto alla prima fase e dominatori con il Ricengo. Nel Girone C Dal Brambo e Castelnuovo davanti

Di Mauro Carioni | Domenica, 26 Marzo 2017 11:12

Nel Girone B clamoroso 1° posto dei completamente trasformati granata: poker al Fiesco e vetta condivisa col Ricengo, bloccato però dal Baby.

Nel Girone C restano a punteggio pieno Dal Brambo e Quade, grazie a doppio Marchesetti per i biancorossi e a Odia che firma il colpaccio biancoverde nello scontro al vertice di Cervignano

 

 

Poule B - 2a giornata

Classifica:

Standard, Ricengo 4; Dinamo Crema 3; Scannaboys, Baby Garden, Real Casal, Fiesco 1.

(Scannaboys, Baby Garden 1 partita in meno)

 

 

Riposa: SCANNABOYS

 

STANDARD - FIESCO 4-2

Per adesso è solo un terzo del cammino, anche se appena due giornate, ma la notizia resta: eccome se resta! Sarà anche difficile crederci dopo la più che problematica prima fase, ma la Standard, nelle prime due delle sei partite che deve giocare (come ovviamente ogni altra squadra) in cui ha incontrato proprio entrambe quelle che dovevano sulla carta dare vita allo scontato duello per conquistare la promozione in Eccellenza, non solo resta imbattuto, non solo fa 4 punti, ma è anche e soprattutto clamorosamente in vetta alla classifica: il pareggio a Scannabue all'esordio e il 4-2 al Fiesco regalano ai granata semplicemente un sogno impossibile da descrivere, un'incredibile partenza forse nemmeno lontanamente immaginata che, pensiamo, già stia abbondantemente ripagando i tanti bocconi amari dovuti mandar giù nella incommentabile prima fase.

Se qualcuno avesse pronosticato un tale avvio di Poule per la Standard, o anche solo un inizio decente, bello per i granata probabilmente sarebbe stato preso per matto, ma i fatti alla fine gli avrebbero dato ampiamente ragione perché la formazione che rappresenta la parrocchia di Santa Trinità si è addirittura superata, diventando proprio lei stessa a mettere in fila le big del girone e non a subire invece le due batoste previste da un calendario che le aveva riservato la partenza peggiore di tutte. La Standard si è trasformata insomma da vittima designata a praticamente in tutto e per tutto favorita n°1 per il salto nella massima serie, e non solo per modo di dire: perchè quando strappi un pesantissimo pari a Scannabue, lì dove avrebbero dovuto essere gli Scannaboys a vincere anche abbastanza agevolmente, e batti in modo chiaro sul tuo campo il Fiesco, quando invece qui avresti sperato al più in una "X", quando cioè in sostanza nelle sfide con le grandi sei tu a fare i risultati da grande, allora vuol dire che il ruolo di candidata maggiore alla massima serie non è più in mano altrui, ma adesso è tutto dei granata, avendo perfettamente oltrepassato con impeccabile media inglese proprio i due ostacoli teoricamente insuperabili. Non era quindi un fuoco di paglia il 2-2 di Scannabue, ma una limpidissima conferma di quanto poi sarebbe stato ribadito quattro giorni più tardi grazie alla decisiva e devastante tripletta di uno scatenato Alessio Chirco, che assieme al gol di Mattia Costi cala il poker a un Fiesco già in odor di ripetere pari pari, nelle stesse identiche modalità, la fallimentare stagione passata.

E' già tempo di processi infatti in casa giallonera, perché se è vero che il Fiesco può ancora assolutamente tornare nella categoria superiore, è altrettanto vero che un 1-1 a domicilio col Real Casal e una sconfitta sul campo della Standard non sono di certo il viatico ideale, ad essere buoni, per andare a prendersi l'Eccellenza. Un -3 già da recuperare in sole quattro gare la dice già lunga sulla situazione del Fiesco, che al momento somiglia in tutto e per tutto a quella disarmante del campionato scorso quando, dove aver preso e buttato nel cestino una qualificazione alla Poule A già in tasca, anzichè essere dunque protagonisti nella seconda parte del torneo i gialloneri sono letteralmente crollati non metabolizzando evidentemente la batosta del raggruppamento dei più forti perso proprio in extremis. Per carità, mancano ancora quattro match per condannare già definitivamente il Fiesco, ma per adesso, con 1 solo punto in due partite, e visti i segnali e le similitudini con l'ultimo anno, il rischio di replicare per la seconda volta consecutiva c'è tutto

 

RICENGO - BABY GARDEN 0-0

 

DINAMO CREMA - REAL CASAL 1-0
57' Andrea Ferri

 

 

Poule C - 2a giornata

Classifica:
Dal Brambo Montodine, Castelnuovo 6; Werder Crema 4; Orange Cervignano 3; Pianenghese, Du Pub Sagic, Torre Pallavicina 1; Iuvenes 0.

 

DAL BRAMBO MONTODINE - IUVENES 2-0
Luigi Marchesetti, Luigi Marchesetti

ORANGE CERVIGNANO - CASTELNUOVO 0-1
Kenneth Odia

DU PUB SAGIC - WERDER CREMA 2-2
Claudio Fascina (D), Francesco Panceri (D), Andrei Robert Zbirlea, Andrei Robert Zbirlea

TORRE PALLAVICINA - PIANENGHESE 2-2
7' Davide Nicoli (P), 21' Valentino Bergamaschi, 60' Alessandro Zanasi (P), 67' Marco Loda

 

Tiramisù