ALLIEVI. Oratorio Sabbioni e Casaletto Ceredano: una partita, tanti gol e tanti spunti - FOTO

La gara di campionato ci permette di conoscere da vicino il grande percorso dei Sabbioni di mister Pigola e la voglia di crescere dei casalettesi di mister Vailati

Di Redazione | Venerdì, 31 Marzo 2017 14:11

 A cura di Massimo Silvani

ALLIEVI - FASE PRIMAVERILE - PROVINCIALI

ZOOM SU ORATORIO SABBIONI e CASALETTO CEREDANO

Il calendario della Fase Primaverile Provinciale del campionato Allievi, nell'ultimo turno, ha messo di fronte l'Oratorio Sabbioni e il Casaletto Ceredano, reduci da due percorsi diversi in questa annata.

L'Oratorio Sabbioni si appresta a chiudere un biennio di importante crescita cercando di contendere il titolo provinciale a Pianenghese e Romanengo, dopo aver sfiorato la qualificazione alla fase regionale con l’ottimo terzo posto del girone d’andata. “Non avevamo dubbi sulla bontà dell’organico” esordisce mister Pigola, allenatore in tandem con mister Bonetti, ”abbiamo effettuato un ottimo girone autunnale, concluso al terzo posto, ora siamo qui a giocarcela per il titolo provinciale, vedremo come andrà a finire”. La scorsa settimana i ragazzi dei Sabbioni si sono imposti con un perentorio 0-5 nella tana della Pianenghese che vanta, tra gli altri, la coppia d’attacco regina della classifica marcatori Muscari-Opipari, a cui i ragazzi sabbionesi hanno letteralmente chiuso la saracinesca in faccia.

Il G.S. Casaletto Ceredano si presenta all’incontro dopo aver osservato il turno di riposo, mentre nell’ultima gara giocata aveva fatto vedere i sorci verdi proprio alla Pianenghese, passata due volte in svantaggio, ma riuscita nell’impresa di uscire vittoriosa dal campo ospite con uno-due finale proprio grazie alle reti dei suoi più prolifici bomber.

Prima di concentrarci sulla gara, è doveroso un approfondimento sui due mondi.

 

 

La disciplina ed il comportamento dei ragazzi vengono prima di tutto, sia durante in allenamento che in partita. Questo il credo dell’Oratorio Sabbioni. In pieno allineamento con il mister dei Giovanissimi, mister Pigola, ci spiega che il lavoro con il pallone è preponderante rispetto al resto, le componenti fisiche sono stimolate ma non in modo eccessivo con esercizi a secco, “…in allenamento proponiamo esercitazioni semplici e chiare, per noi è importante che i ragazzi si applichino e che si rispettino l’un l’altro, senza creare situazioni caotiche all’interno del gruppo che poi potrebbero ripercuotersi in campo la domenica”.

Sottolineatura importante del mister riguarda la crescita dei ragazzi nell’ultimo biennio: “Il gruppo ha mostrato una crescita importante in questi due anni, molti si trovano al capolinea della loro avventura negli allievi, ma saranno pronti per affrontare la nuova categoria, come già fatto da molti ragazzi che ho allenato gli scorsi anni che ora formano l’ossatura della squadra Juniores che negli ultimi due anni ha occupato le primissime posizioni della graduatoria, sarebbe bello anche vederli riuscire a compiere il passo finale, ovvero il salto in prima squadra, ma questo dipenderà anche da loro e dalla voglia di mettersi in gioco con ragazzi molto più grandi ed accettare anche eventuali iniziali esclusioni”. La collaborazione tra le varie categorie e la volontà di crescere i ragazzi anno dopo anno fino al passaggio finale con gli adulti, fa intuire chiaramente quanto la società tenga a formare un gruppo unito con un nucleo solido formato da ragazzi del paese al quale si integrano senza problemi ragazzi provenienti da paesi limitrofi, senza trascurare la disciplina ed il rispetto reciproco.

Il Casaletto Ceredano è una squadra costruita passo dopo passo da 3 anni a questa parte: “Abbiamo costruito la squadra da zero qualche anno or sono per partecipare alla categoria Giovanissimi”, ci spiega il vice allenatore Manenti, “Ogni anno abbiamo aggiunto nuovi elementi ma nel contempo ne abbiamo persi altri a causa del cambio delle annate, quest’anno abbiamo deciso di effettuare la categoria Allievi, seppure con alcuni elementi giovani, i ragazzi ci hanno comunque dato molta soddisfazione vista la crescita che hanno acquisito”.

 

 

La maggior parte dei ragazzi è del 2001, alla quale sono stati aggiunti alcuni elementi classe 2000 per dare esperienza al gruppo, al quale non mancano giovanissimi della classe 2002, tra cui il talentuoso Moisuc, genio e sregolatezza della squadra, capace oggi di colpire un incredibile palo dopo strepitosa azione personale e subito dopo farsi estrarre in faccia il rosso diretto per proteste, tutto in pochi attimi di partita.
La squadra ha faticato molto durante il girone autunnale riuscendo solo nel finale a cogliere un paio di vittorie che han dato morale alla truppa. Il gruppo è tuttavia cresciuto molto e si sta togliendo importanti soddisfazioni in primavera, più nelle prestazioni che nei risultati, infatti anche oggi la gara è sembrata molto equilibrata, soprattutto nel primo tempo, finito però 2-0 per i Sabbioni a causa di due marchiane incertezze della retroguardia ospite.

Per quanto riguarda l’aspetto tecnico gli allenamenti proposti da Mister Vailati, con il prezioso aiuto di Manenti, sono fondamentalmente divisi in sedute dedicate alla preparazione fisica e sedute esclusivamente tecnico tattiche: “Per noi è importante la preparazione fisica dei ragazzi, su cui lavoriamo molto la prima seduta della settimana, utilizziamo molto l’interval training, metodica che ci ha permesso di osservare notevoli miglioramenti dei ragazzi nella tenuta atletica in gara, mentre il giovedì, ultimo giorno a disposizione prima della gara, preferiamo concentrarci sugli aspetti tecnico tattici, prediligiamo lavori con palla per affinare i fondamentali come giochi di passaggio e percorsi tecnici con tiro in porta. Diamo molta importanza al gioco di squadra, ultimamente cerchiamo di lavorare molto sulla gestione del possesso e sul giro palla”.

Oltre all’aspetto tattico i mister amano sottolineare il rapporto umano creato col gruppo”…sono ragazzi molto giovani, abbiamo preferito un approccio amichevole coi ragazzi, sempre mantenendo un certo distacco per impedire di esser sopraffatti, riteniamo che comunque a quest’età i ragazzi debbano essere trattati come fratelli maggiori piuttosto che mostrar loro distacco nei rapporti umani, siamo molto contenti perché in squadra si è creata una piacevole armonia sia tra di loro che con noi”.

 

ALLIEVI - LA PARTITA

OR. SABBIONI - CASALETTO CEREDANO 5 - 2
Aliprandi (OS), Aliprandi (OS), Selvaggi (OS), Brocchieri (CC), Zuffetti (OS), Strada (OS), Mari (CC)

ORATORIO SABBIONI: Crotti, Toscani, Strada, Marinoni, Guerini, Daghetti, Selvaggi, Rabbaglio, Aliprandi, Costi, El Haddad.
Subentrati: Bianchessi, Zuffetti, Ferrari, Dulio, Polimeno.
Allenatore: Pigola

G.S. CASALETTO CEREDANO: De Poli, Polenghi, Cremonesi, Zaniboni, Re, Dendena, Dumitru, Brocchieri, Melziade, Mari, Nichetti.
Subentrati: Moisuc, Pedrini, Vezzani.
Allenatore: Vailati


Gara combattuta al "Dossena", i dove i Sabbioni sono determinati ad agguantare preziosissimi tre punti dopo l’aggancio in vetta alla Pianenghese, ma guai a sottovalutare un Casaletto Ceredano mai domo come la stessa Pianenghese può testimoniare dopo lo scontro di due settimane fa.

La gara segue i binari dell’equilibrio dal punto di vista del gioco, a sbloccare è un’ingenuità della difesa ospite che lascia spazio in area di rigore ad Aliprandi che fa secco de Poli con una botta sul primo palo. Il Casaletto non si scompone e prova ad imbastire gioco passando soprattutto dalla regia di Zaniboni, centrocampista di qualità che sforna un paio di interessanti aperture non capitalizzate a dovere dagli avanti ospiti. Unico squillo del Casaletto a metà frazione, quando Mari si coordina per girare a rete un cross proveniente dalla destra,l’impatto col pallone di collo pieno è ottimo, ma Crotti risponde presente opponendo i guantoni. Prima del fischio di fine primo tempo, il Casaletto si fa sorprendere in occasione di un lancio lungo ed Aliprandi, ancora lui, non si fa pregare e raddoppia portando i suoi negli spogliatoi con un rassicurante vantaggio.

La ripresa si apre a ritmi blandi ma l’ennesima disattenzione dei difensori casalettesi, in particolare di Cremonesi, adattato al ruolo di terzino, molto bravo in fase di spinta ma da rivedere nelle diagonali difensive, che non stringe la diagonale e spalanca a Selvaggi un’autostrada verso De Poli che batte con un freddissimo tocco rasoterra. Sembra fatta per i Sabbioni, ma il Casaletto prima accorcia con Brocchieri, poi scuote la porta di Crotti con il clamoroso palo colpito da Moisuc descritto sopra. Ma ancora una volta è un’ingenuità difensiva a permettere il poker ai locali che recuperano palla sul vertice sinistro dell’area di rigore ed un preciso filtrante manda in rete Zuffetti. Piove sul bagnato per gli ospiti, Moisuc alza un po’ troppo la voce e l’arbitro estrae il rosso che chiude definitivamente ogni velleità di rimonta. Si segnalano solo le reti di Strada, ottimo inserimento, e Mari, bel diagonale da fuori area, validi però solo per le statistiche.

Si chiude il sipario: i Sabbioni continuano la caccia allo Scudetto, per il Casaletto settimana di meditazione.

 

 

 

Tiramisù