PRIMA. Cremàsch nel Bergamàsch: Calcense dal cuore “Bellebono”: che 3-3! Il Fornovo espugna Fara 2-4, shock Calvenzano

Tripletta del Fube, ma non basta ai giallorossi, in 8 vs 10. L’U.S. rientra in corsa playoff: ko mister Tassiero. Clamoroso a Brugherio: Calve avanti all’80’, ma rimontato

Di Stefano Provenzi | Venerdì, 31 Marzo 2017 14:36

Prima Categoria - Girone L 

Classifica:
Acos Treviglio 56; Concorezzese 50; Valentino Mazzola 45; Città di Segrate 44; Carugate 43; Fornovo S.G. 39; Calvenzano 40; Calcense, Badalasco 39;  Fara Olivana con Sola 35;  Pagazzanese 33; Inzago 32; Pozzuolo 25; Acc.Cologno 21; Brugherio 17; Sporting LeB 12.

Risultati:

        Prossimo turno:

Acc. Cologno - Città di Segrate 1-4

        Acos Treviglio - Calcense 

Badalasco – Acos Treviglio 1-0

        Calvenzano - Valentino Mazzola 

Calcense – Concorezzese 3-3

        Carugate - Acc. Cologno 

Brugherio – Calvenzano 2-1

        Città di Segrate - Badalsco 

Fara Olivana Con Sola – Fornovo S.G. 2-4

        Concorezzese - Fara Olivana con Sola 

Pagazzanese – Sporting LeB 2-2

        Fornovo S.G. - Brugherio 

Pozzuolo – Carugate 0-2

        Inzago - Pagazzanese 

Valentino Mazzola – Inzago 1-1

        Sporting LeB - Pozzuolo 

 

La corsa playoff di tre delle nostre “Cremàsch nel Bergamàsch” infiamma il rush finale del Giorne L.

Sono sempre loro, Fornovo, Calvenzano e Calcense, ad alternarsi di posizione nella ricorsa fatidica al 5° posto, senza che mai nessuna delle tre riesca a compiere un allungo decisivo che le assicuri l’accesso agli spareggi di categoria di maggio. E così altro turno e altro giro di roulette sulla ruota della bassa bergamasca, con il Fornovo che supera il Calvenzano al 6° posto in virtù del 2-4 maturato a Fara.

L’U.S. schiaccia i padroni di casa nella prima frazione, rientrando negli spogliatoi per l’intervallo con un perentorio 1-4.

I ragazzi di mister Salvi affondando di goal il Fara nei primi 45’, complici anche due fortunate autoreti e le gioie personali di Gottardi e Balacchi, che per questa giornata concedono al tandem d’attacco Bianchi e Corna (comunque grandi protagonisti della sfida) di rimanere a bocca asciutta.
Del solito Sare i due sussulti in casa farense, che si consola solamente con la buona reazione avuta alla ripresa dei giochi. Poca sostanza di fronte a questo cinico Fornovo, ora a un solo passo dal Carugate (5°) e a tre punti dal Valentino Mazzola (3°). Come non mai il stagione, l’U.S. ha la grande chance con il Brugherio di compiere un balzo di avanti decisivo.

Occhio però ai milanesi, penultimi nel girone, che proveranno di tutto per ritornare disperatamente in corsa nei playout.
Lo sa bene il Calvenzano, che domenica ha incassato una clamorosa rimonta proprio nella tana del Brugherio.

Le condizioni precarie del terreno di gioco hanno sfavorito il gioco dei ragazzi di mister Cavagna, che per 80’ hanno letteralmente posto le tende nella metà campo avversaria. Poche le chance a disposizione, situazione nella quale occorre al massimo sfruttare le opportunità da palla in attiva. E situazione invitante per Spadari, che all’80’ trova una bellissima rete direttamente da calcio piazzato: sinistro superlativo e 0-1 Calvenzano.
I bergamaschi subiscono però il ritorno improvviso del Brugherio, che grazie anche a due errori individuali dei difensori ospiti completano in 5’ un’incredibile rimonta. Calvenzano sotto shock, ma a cui toccherà riprendere animo già da domenica: lo scontro diretto con il Valentino Mazzola potrebbe essere la chiamata senza ulteriori appelli per ritornare in orbita playoff.

Molto per le squadre dal sangue cremasco dipenderà anche dall’andamento della Concorezzese (2°), stoppata sul 3-3 domenica scorsa dalla Calcense.

Prova di cuore per la banda di mister Bertolotti, trascinata da un super Bellebono, autore di una tripletta, e capace di resistere nel finale agli avversari in 8 contro 10. Che cuore!

I milanesi trovano l’immediato vantaggio al 10’ con Rebuzzini, ma prima della mezz’ora Bellebono pareggia i conti con un bel colpo di testa. La Concorezzese è squadra diabolica in attacco e non passano molti minuti che Parma trova l’1-0 con cui si rientra negli spogliatoi. Nella ripresa è Fube show: l’ex Toro di Agnadellese e Lusiana è incontenibile e, grazie a due assist di Soldati, capovolge del tutto il punteggio, portandolo sul 3-2 per i suoi. A dar spettacolo, o meglio, i numeri, non è però solo l’attaccante giallorosso, perché nei secondi 45’ il direttore di gara sembra avere un cartellino rosso per tutti.

Il primo a terminare anticipatamente la sua partita è capitan Acetti, che reagisce ad una provocazione avversaria ed è costretto ad imboccare il tunnel degli spogliatoi. Dopo la tripletta di Bellebono e la doppietta di Parma, giunge anche il rosso per Grossi, allontanato dal campo insieme ad un rivale della Concorezzese. La caccia ai giocatori della Calcense da parte del fischietto di gara si chiude con l’espulsione di Formenti, reo di aver allargato troppo il braccio per proteggere la palla. I giallorossi sono stoici nel resistere al finale assedio milanese, che si conclude con un nulla di fatto.

Un risultato che accontenta più il pubblico sugli spalti per lo spettacolo che la classifica dei bergamaschi, che in casa della capolista Acos Treviglio, sconfitta a Badalasco e alla caccia del titolo, dovranno compiere un vero miracolo per non dover salutare definitivamente il sogno tanto accarezzato dei playoff.

 

 

Tiramisù