SECONDA. Chie-vai: il titolo è più vicino! Pieranica e Casaletto: salvezza conquistata

Il Chieve vola con la tripletta di Cannatà: domenica potrebbe già conquistare il titolo. Bagarre playoff, Monte verso la salvezza: lotta tra Bagnolo e Aurora per evitare i playout

Di Stefano Gipponi | Venerdì, 07 Aprile 2017 23:20

SECONDA CATEGORIA - Girone I

CLICCA QUI per LA CLASSIFICA

 

Come pronosticato alla vigilia, la 27^ giornata dell'entusiasmante campionato di Seconda potrebbe aver avuto un impatto decisivo sulle sorti del campionato.

Il Chieve ha, forse, operato lo sprint vincente nella corsa al titolo, costringendo le inseguitrici, Montodinese e CSO a battagliare per il secondo posto.

Se nella giornata di domani i ragazzi di mister Biella dovessero fare bottino pieno, mentre Mondodinese e CSO dovessero pareggiare o perdere, sarebbe titolo per i chievesi!

In zona playoff, solo la Scannabuese appare certa di un posto, mentre Mozzanichese, Palazzo Pignano e Soncino, appaiate a quota 43, ingaggeranno un duello rusticano fino al 30 aprile per aggiudicarsi il quinto posto.

Pieranica e Casaletto hanno festeggiato la matematica salvezza, obiettivo sempre più vicino anche per il Monte Cremasco; l'ultimo posto se lo contenderanno Bagnolo e Ombriano Aurora, mentre la Ripaltese appare ormai condannata ai playout e l'Agnadello, nonostante un marzo di speranza, alla retrocessione.

 

Il Chieve intravede il traguardo: lotta serratissima tra Montodinese e CSO Offanengo

Trascinato da uno strepitoso Cannatà, autore di un memorabile hat-trick, il Chieve si è aggiudicato un derby intensissimo in quel di Casaletto: a tre gare dal termine, i ragazzi di mister Biella possono vantare un +4 sulla Montodinese e un +5 sul CSO Offanengo. I granata hanno affrontato con il proverbiale "coltello tra i denti" la gara, dando parecchio filo da torcere alla capolista; nonostante al triplice fischio sia maturata una sconfitta, la notizia della permanenza in Seconda Categoria ha alleviato il dispiacere; che traguardo per i ragazzi di Mister Rossi!

I padroni di casa, nella prima frazione, avevano anche, rocambolescamente, trovato il gol del vantaggio con Stefano Moretti; l'infortunio occorso all'asso granata, in un momento favorevole della gara, ha permesso ai gialloblù di ribaltare il punteggio tra la fine del primo tempo e l'inizio del secondo. Bertolotti, domenica in veste di ispiratissimo assist-man, e Cannatà (di straordinaria bellezza il gol dell'1-3) i mattatori della partita. La capolista ha dimostrato, inoltre, grande compattezza e nervi saldi nel finale, quando alcune decisioni dubbie del direttore di gara hanno infiammato la contesa: Agostino Nichetti ha accorciato le distanze con un calcio di rigore concesso tra le proteste chievesi, Cannatà ha lasciato i compagni in inferiorità numerica commettendo un'ingenuità.

Ora, i gialloblù, con due gare su tre da disputare in casa, contro Ripaltese e Monte Cremasco, sembrano avere la strada in discesa.

Dopo aver sognato per una settimana, il CSO, pareggiando nel match casalingo contro la temibile Mozzanichese, è scivolato al terzo posto, contro-scavalcato dalla Montodinese dei giovani, corsara a Ombriano. A meno di ulteriori colpi di scena, biancoblù e biancorossi dovranno accontentarsi di lottare per il secondo posto. In un momento delicatissimo, Mister Merisio ha avuto il coraggio di affidarsi alla gioventù: scelta ripagata: le reti che hanno deciso la gara sono state siglate dall'implacabile Capellini, classe '93, e da Danzi, classe '97 aggregato dalla Juniores. Più in generale, la Montodinese ha mostrato una brillantezza che sembrava aver smarrito, disputando un gran primo tempo. Per i biancorossi, che ospiteranno domenica un Pieranica ormai salvo, l'impegno più probante dovrebbe essere al rientro dalla pausa, quando faranno visita alla Doverese.I ragazzi di Mister Perolini, invece, ancorati al terz'ultimo posto, conservano ancora la speranza di evitare i playout: il Bagnolo dista solo tre punti.

Pareggio tutto sommato corretto tra CSO e Mozzanichese: entrambe le formazioni hanno tentato di aggiudicarsi l'intera posta in palio e non ha nulla di cui rammaricarsi. Entrambi i gol sono stati segnati nei primi quarantacinque minuti e su palle da fermo: prima Piloni, con una parabola beffarda dalla lunga distanza, poi Martinelli, con una traiettoria magistrale, nonostante una barriera non posizionata perfettamente, i due marcatori. Calendario prossimo agli antipodi per le due squadre: domenica da cerchiare in rosso per i bergamaschi che affronteranno in un match fondamentale il Palazzo Pignano; trasferta in quel di Agnadello per il CSO, dove sono attesi dall'ex dal dente avvelenato Ivo Sacchi.


Tra Palazzo Pignano e Scannabuese vince lo spettacolo: che derby mozzafiato!

Si è concluso con un avvincente 2-2 il sentitissimo derby tra biancoblù e biancoverdi: padroni di casa per due volte in vantaggio con Malusardi e Irgoli, rimontati prima da Labò, autore di un eurogol, e successivamente da Orofino.

Come detto poco sopra, i ragazzi di Mister Tessadori sono in procinto di affrontare una sfida cruciale in quel di Mozzanica: un risultato positivo potrebbe definitivamente proiettare il Palazzo nelle magnifiche cinque, coronamento di una grande rimonta. Sulla sponda biancoverde, invece, sfumato ormai il sogno di gloria, l'obiettivo più concreto è ottenere il miglior piazzamento possibile in ottica playoff: i ragazzi di Mister Sangiovanni cercheranno di ritrovare un successo che manca da parecchio contro un'Aurora affamata di punti.


Il Soncino aggancia il treno playoff, la Doverese rischia di perderlo

Soncino e Doverese erano chiamate a rispondere presente all'appello per i playoff, ma solo i ragazzi di Mister Gallina hanno confermato le aspettative. I biancorossi hanno superato di misura, grazie al solito Remedio, un orgoglioso Agnadello, mentre i gialloneri sono stati bloccati sullo 0-0, in quel di Dovera, dal cuore della Ripaltese.


Pieranica, che la festa inizi! Il Monte inguaia il Bagnolo

Missione compiuta: il Pieranica, con un pirotecnico 3-2 ai danni dell'Oratorio Sabbioni, si è assicurato la permanenza in Seconda. Match vibrante e ricco di emozioni: botta e risposta tra difensori centrali: le zuccate di Bonadeo e Arpini hanno arricchito il tabellino, a cui si è iscritto, nella prima frazione, anche Davide Fois. Nella ripresa, il neoentrato Barca aveva ristabilito la parità, ma nel finale, un fortunoso tiro-cross di Bruno ha regalato i tre punti ai padroni di casa.

Un altro colpo di testa, effettuato da Bettini, ha consentito al Monte Cremasco di piegare il Bagnolo in una partita chiave per le sorti delle due formazioni. I muccessi, nel prossimo turno, potrebbero festeggiare la salvezza nella trasferta di Casaletto: il girone di ritorno della truppa di Mister Marazzi ha davvero dello straordinario. Discorso diametralmente opposto in casa bagnolese: nonostante un girone d'andata superbo, i giallobù, causa pessimi risultati del 2017, sono stati risucchiati nel vortice retrocessione.

 

 

Tiramisù