PERGO. Belli e concreti: i gialloblù mettono nel mirino il 2° posto

L'incornata di Dimas vale l'1-0 sulla Pro Patria: i ragazzi di mister Curti puntano a riprendere il Ciliverghe, ora solo a +2, per una pole position playoff che vale oro

Di Redazione | Sabato, 08 Aprile 2017 09:38

 Foto Dognini per U.S. Pergolettese 1932

SERIE D - Girone B

CLICCA QUI per LA CLASSIFICA

PERGOLETTESE - PRO PATRIA 1 - 0
51' Dimas (P)

PERGOLETTESE: Leoni, Alborghetti, Riceputi, Xamin, Arpini, Baggi, Boschetti, Piras, Dimas (85' Maietti), Pedrabissi (79' Ibe), Bodini (76' Donzelli).
A disposizione: Calvaruso, Brero, Premoli, Manzoni, Cipelletti.
Allenatore: Tiziano Lunghi

PRO PATRIA: Monzani, Garbini, Barzaghi, Piras Marco (56' Arrigoni), Colombo, Ferraro, Santana, Pedone, Bortoluz, Disabato, Santic (56' Gherardi).
A disposizione: Gionta, Angioletti, Zaro, Scuderi, Scanu, Casiraghi, Cappai.
Allenatore: Roberto Bonazzi

Arbitro: Sig. Braghini Flavio della Sez. di Bolzano
Assistenti: Sig. Tesolin Riccardo Sez. di Portogruaro e Sig. Tinello NIcola Sez. di Rovigo
Ammoniti: Colombo, Arrigoni, Pedone, Xamin, Leoni,
Note: giornata soleggiata e calda, terreno in ottime condizioni, angoli 3-4, spett. 600 circa, recupero 1+4


Bella, ma non solo: la Pergolettese che si impone meritatamente sulla Pro Patria è anche concreta, determinata e attentissima in difesa.

Per quanto amare, le ultime gare in cui i gialloblù hanno lasciato per strada punti preziosi hanno dato insegnamenti che i Cannibali hanno dimostrato di aver appreso fino in fondo.

E non è un caso che il successo maturato con la Pro Patria sia arrivato con il punteggio di 1-0, sintomo eccelso della solidità, grazie a un altro gol del brasiliano Dimas.

Un match dal sapore playoff, in cui i cremaschi puntano con nuovo slancio alla pole position: il 2° posto in classifica, infatti, è ora distante soli due punti, visto il ko del Ciliverghe a Monza.
Inutile ribadire quanto la 2^ posizione in classifica sia fondamentale per la post-season, garantendo il duplice vantaggio del fattore campo (nel primo ed eventuale secondo turno playoff) e anche la possibilità di qualificarsi con un pareggio (sia nel primo, sia nel secondo eventuale turno).

E chissà che i cremaschi del Videoton Crema, ospitati in tribuna per il big match e premiati nel pre-partita dalla società gialloblù e dagli applausi del "Voltini" per la vittoria del campionata di Serie C1, con promozione in Serie B, non siano fonte di ispirazione e augurio benevolo.

Già a partire da giovedì, nel match col Dro, per riprendersi la testa della griglia playoff.

 

 

I gialloblù erano perfettamente consapevoli dell'importanza capitale di questo match, che, in caso di esito negativo, avrebbe visto il Pergo minacciato dal ritorno della Pro Patria, sconfessato sul campo con una prova da grande squadra.
Per tutta la settimana mister Curti, ancora dall'altra parte della barricata causa squalifica, ha lavorato sull'atteggiamento, chiedendo ai suoi ragazzi di essere a volte magari meno brillanti, ma più cinici, più cattivi nel voler agguantare il risultato.

Il segno lasciato dalla sconfitta immeritata di domenica scorsa a Ciliverghe e il ricordo della brutta battuta d’arresto della gara d’andata sono state le molle che hanno influenzato mentalmente positivamente tutto il gruppo avuto in campo.
Era rimasta una ferita che solo una vittoria poteva risanare.
E così è stato.

Gara giocata su buoni ritmi e con molta forza fisica sin dal fischio d’inizio, con i padroni di casa capitanati da Dimas, vero leader in campo, che hanno cercato sin dal fischio d’inizio la via del gol, senza però concedere quegli spazi e quelle ingenuità che in precedenti occasioni erano stati fatali.
Un po' di rammarico per le buone trame di gioco sviluppate senza trovare sbocchi in avanti, perdendosi spesso nei sedici metri finali.

Un paio di conclusioni non precise da fuori area, con Bodini e Pedrabissi, sono state le uniche occasioni segnate sul taccuino, contro lo zero per i bustocchi, che hanno badato unicamente a difendersi, fino all’occasione del 45’, la più ghiotta del primo tempo:
su un pallone spiovente, arrivato a centroarea, irrompe bomber Dimas, che calcia al volo con potenza massimale, ma con mira sbagliata.

 

 

Dopo l'intervallo, Pergo subito di nuovo in avanti con un paio di conclusioni velleitarie di be Pedrabissi, sintomatiche però delle intenzioni battagliere cremasche e preludio al gol-partita.
L'1-0 vede ancora il brasiliano Dimas protagonista: l'attaccante è abile a indirizzare di testa nell’angolino un pallone crossato dalla destra da Pedrabissi.
Stacco perfetto che rende vano il tuffo di Monzani per il vantaggio del Pergo.
Che non cambierà più.

Da questo momento, la Pro Patria prova a reagire per riagguantare il punteggio, ma deve fare i conti con una difesa davvero impenetrabile: in tutti i novantaquattro minuti di gara, concessa una sola occasione agli avversari.
Si tratta del colpo di testa di Bortoluz da centroarea, che ha sorvolato l’incrocio.

Fino al termine del match, sapiente condotta di gara della Pergolettese: i gialloblù attendono accorti gli avversari, per poi ripartire con veloci ripartenze.
I cambi effettuati dalle panchine non hanno cambiato il corso della gara, con il triplice fischio finale del direttore di gara che ha dato il via ai festeggiamenti dei calorosi e instancabili supporter gialloblù.

I playoff sono una certezza, il 2° posto l'obiettivo designato.

 

 

Tiramisù