LUISIANA. Di Pietra in Fiore: nerazzurri in finale di Coppa Italia Promozione!

Impresa titanica dei ragazzi di mister Lucchi Tuelli, che vincono 0-2 a Varzi, senza lo squalificato Dognini, ribaltando il ko 0-1 dell'andata. La finalissima metterà in palio l'Eccellenza! Castelleone e Sore alla finestra per i playoff

Di Fabio Faciocchi | Giovedì, 20 Aprile 2017 09:31

*** LUISIANA QUALIFICATA ALLA FINALE DI COPPA ITALIA - PROMOZIONE LOMBARDIA! ***

COPPA ITALIA - PROMOZIONE LOMBARDIA

SEMIFINALE DI RITORNO

*** VARZI - LUISIANA 0 - 2 ***
39' Pietra (L), 85' Fiorentini (L)

Andata 0-1 per il Varzi  -  Agg. 2-1 Luisiana


VARZI: Scarzanella, Tagliani, Predko (Mandirola), Giordano, Pezzotti, Lozio, Bardone (Gobetto), Dragoni, Farina, Rossi, Ialenti (Reali).
A disposizione: Togni, Catenacci, Gbenou, Mbora.
Allenatore: Massimo Giacomotti

LUISIANA: Gentili, Abbà, Bonizzi, Scietti, Nufi, Martignoni, Pedretti (86' Carioni), Pesenti, Pietra, Fiorentini, Buonaiuto (90' Facchetti).
A disposizione: Campana, Rizzi, Tornaghi, Cavana, Lopergolo.
Allenatore: Marco Lucchi Tuelli


BELLO DI NOTTE, BELLA DI NOTTE!

Nella notte delle imprese di Champions, la stella del calcio cremasco illumina la Luisiana.
I nerazzurri compiono una doppia impresa, imponendosi nella semifinale di ritorno di Coppa con il punteggio di 0-2 sul campo del Varzi, ribaltando il ko 0-1 della gara di andata a Pandino, e volano in finale di Coppa Italia - Promozione Lombardia.
Nel computo della doppia sfida la Luisiana ha certamente meritato la qualificazione: la sconfitta dell'andata è maturata solamente in virtù di un episodio sfavorevole, nonostante un match di grande intensità e con i nerazzurri in avanti alla ricerca del gol; la gara di ieri ha certificato ancora una volta i valori dei nerazzurri, attenti, accori e bravi a colpire nei momenti ideali.

Con l'incisività di una Pietra e con la bellezza di un Fiore: la Luisiana agisce di spada e fioretto, brilla con i suoi due uomini chiave e con tutta la squadra, ma soprattutto stacca il pass per la finalissima, che metterà in palio l'Eccellenza.

Una semifinale sontuosa per i ragazzi di mister Lucchi Tuelli, che avrebbero meritato di esser premiati con l'Eccellenza già ieri sera, ma non è stato così: festa sfumata per poco.
L'altra doppia sfida di semifinale, infatti, ha visto qualificarsi la Vimercatese (3^ in campionato a -3 dalla prima in classifica) e non la Castellanzese (già campione a +16 sulla 2^ in classifica).
Se si fosse qualificata alla Castellanzese, la Luisiana avrebbe già festeggiato l'accesso all'Eccellenza, mentre ora la finalissima con la Vimercatese sarà un vero spareggio per la promozione nella categoria superiore.

Gli scenari di Coppa ridestano le speranze playoff di Castelleone e Soresinese: con 6 punti ancora in palio, nel caso i nerazzurri dovessero vincere il trofeo ed esser promossi in Eccellenza, il 6° posto del Girone E di Promozione varrebbe i playoff, purché venga ridotto il distacco dalla 2^-3^ posizione, ora del Tribiano. I gialloblù inseguono a -13, i rossoblù a -14: missione possibile?

Ora grande attesa per la super sfida tra Luisiana e Vimercatese: finalissima in programma mercoledì 26 aprile, ore 20.30, presso lo Stadio Comunale a Caravaggio.

Avanti tutta, Luisiana!


LA PARTITA

Al Campo Sportivo "Chiappano" a Varzi è una serata piuttosto fredda per esser definita primaverile.
I padroni di casa confermano lo stesso undici della gara d'andata, mentre la Luisiana cambia: senza lo squalificato Dognini, espulso a Pandino, mister Lucchi Tuelli Tuelli si affida a un 4-4-2 offensivo, con Pietra e Buonaiuto in avanti, Fiorentini e Pedretti esterni di gamba e qualità, mentre Abbà indossa non solo la fascia da capitano, ma anche la maglia numero 2, agendo da terzino di lusso; tra i pali Gentili.

Come la gara d'andata, anche la prima frazione del return match si gioca su un sottile equilibrio: meglio la Luisiana del Varzi, con i nerazzurri che mettono attenzione e intensità, mentre i padroni di casa sono spenti al cospetto dei pandinesi. In qualsiasi caso arrivano poche chances: una per parte.
Quella locale è a cura di Ialenti, che colpisce la traversa al 25', quella ospite porta al gol dello 0-1: è il 38' quando una rimessa laterale a lunga gittata di Bonizzi viene controllata da Pietra, che con un gesto tecnico da attaccante di categoria superiore insacca il diagonale vincente.

Rientrati in vantaggio negli spogliatoi, i nerazzurri si caricano ulteriormente e nella ripresa aumentano progressivamente ritmi e baricentro alla ricerca del gol partita. 
Ancora una volta la palla non sembra voler entrare, ma gli Dèi del Calcio stavolta decidono di non fermare la Luisiana, come accaduto nella gara d'andata.

È così che all'85' arriva l'agognato e strameritato gol della qualificazione: Buonaiuto triangola con Pietra, con la palla servita a Fiorentini, arrivato con timing perfetto sul pallone per insaccare il pallone del decisivo 0-2. Che colpo!

Poco dopo Luisiana addirittura dilagante e vicina al tris, annullato dal direttore di gara a Buonaiuto per una posizione di off-side.
L'esito del match e della doppia sfida, però, è meritato e insindacabile: Luisiana in finale di Coppa!

Tiramisù