CHIEVE. Tutto nuovo per la Prima: bomber Patrini e il ds Abbà per sognare

Ecco cosa è accaduto al termine della stagione: le parole dei protagonisti di questo avvicendamento: da Milanesi a Biella fino ai nuovi arrivati Abbà e bomber Patrini. Circolano le prime voci di mercato

Di Fabio Faciocchi | Martedì, 30 Maggio 2017 21:56

Squadra che vince... Si cambia.

Sembra questo il liet motiv della primavera cremasca: le imprese di una stagione memorabile hanno spesso indotto le dirigenze delle società a voltare pagina.

Dopo Offanenghese e Spinese, anche il Chieve campione in Seconda cambia completamente pelle.

I FATTI

Al termine della stagione sportiva che ha visto i gialloblù laurearsi campioni in Seconda Categoria, si è presto iniziato a pensare alla squadra per la prossima stagione in Prima Categoria.

La vittoria del campionato sembrava il preludio alla conferma di mister Riccardo Biella, subentrato in corsa a Gagliardo, e in grado di guidare i chievesi verso il titolo, sembrava cosa fatta.
Anche lo stesso direttore sportivo Enrico Milanesi, già in procinto di prendersi una pausa dal calcio dopo 20 anni di impegno, avrebbe proseguito con certezza la propria attività la prossima stagione, in virtù di un rapporto costruito e consolidato con il gruppo, il tecnico e lo staff di questa stagione.
I colloqui più approfonditi tra il tecnico e il presidente avevano trovato presto l'accordo per proseguire insieme: mister Biella aveva già suggerito i nomi di alcuni giovani da coinvolgere nel progetto.

Tuttavia, nei giorni seguenti, i vertici chievesi hanno riscontrato non poche difficoltà nel sostenere i costi di una categoria come la Prima.

 

 

 

Il patron Campanini si sarebbe quindi preso il tempo per valutare con calma nuove possibilità e l'opportunità dal mercato dirigenti è arrivata presto in quel di Chieve.
Dopo una stagione da collaboratore alla Madignanese, il direttore sportivo Luciano Abbà avrebbe rappresentato una garanzia per la Prima Categoria, sia a livello di risorse, sia a livello di contatti.

Il direttore sportivo ex Salvirola, tuttavia, era già in procinto di raggiungere mister Walter Patrini in quel di Castelvetro: dopo aver conquistato la fiducia dell'ambiente piacentino, dopo essersi guadagnato la conferma, il Bomber era pronto a proseguire la propria esperienza.
Per farlo aveva coinvolto Abbà, ricomponendo un tandem che negli scorsi anni aveva fatto scintille.

L'approdo a Castelvetro di Abbà era cosa fatta, ma l'opportunità di tornare protagonisti a Chieve, piazza importante, dove Walter Patrini è cresciuto da ragazzo, ha rappresentato un'occasione irrinunciabile.

I colloqui hanno subito visto Campanini trovare l'accordo e la sinergia con Abbà, che per il dopo Biella ha proposto mister Walter Bomber Patrini, andando a ricomporre a Chieve il tandem che già aveva fatto scintille a Salvirola.

Il Chieve si appresta quindi a una nuova era: con Abbà e bomber Patrini, senza Biella e con un Milanesi in procinto di congedarsi, ma che il nuovo staff spera e punta a coinvolgere.

 

 

 

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

"Sono ovviamente un po' deluso da quanto accaduto, ma il calcio oggi è spesso legato a dinamiche di questo genere", ci ha detto uno scottato Riccardo Biella, "Capisco benissimo quanto sia difficile reperire le risorse per fare calcio e che se non si fosse presentata questa opportunità, il Chieve avrebbe potuto anche rischiare scenari negativi. Resta un po' di amarezza, ma di sicuro".

"Nel calcio si cambia spesso e la gestione ora passa a persone competenti e di grande esperienza", ci ha detto Enrico Milanesi, "Fino al 30 giugno sarò tesserato del Chieve, poi penso di prendermi una pausa. Nonostante il presidente Campanini e Luciano Abbà, che conosco bene e di cui ho grande stima, mi vogliano assolutamente a bordo, credo sia meglio evitare di assumere un incarico che possa generare situazioni equivoche e incomprensioni. Dopo 22 anni di impegno, è bello sapere di aver contribuito al ritorno in Prima Categoria, che ora affronterà con nuovo slancio. C'è ovviamente un po' di amarezza e di dispiacere, ma ho molto rispetto dei ruoli e amo talmente il Chieve che sono felice possa proseguire in Prima".

"Farò assolutamente di tutto per convincere Milanesi a restare al nostro fianco: è un uomo di calcio, è parte integrante dell'ambiente ed è un grande conoscitore di calcio. C'è sempre bisogno di persone che sappiano di calcio per poter fare bene", ci ha detto Luciano Abbà, che non ha nascosto un grande entusiasmo, "Sono felicissimo di poter tornare in Prima Categoria, con un progetto ambizioso e basi solide. Ringrazio la Madignanese per la bella esperienza di questa stagione, ma ho preferito defilarmi perché si tratta di un ambiente di cui non voglio modificare troppo intensamente gli equilibri: quella biancorossa è una bellissima realtà aggregativa, improntata ai giovani e con un bell'equilibrio".
Ciano ha da subito avviato contatti con dirigenze, giocatori e interlocutori del mondo del calcio per costruire la squadra: "Siamo molto attivi e siamo fiduciosi di poter costruire una squadra all'altezza, integrando conferme e nuovi arrivi. Quella di Chieve è una piazza importante e spero e sono convinto che ci potremo divertire".

La carica di bomber Walter Patrini è già esplosiva: "Mi fa davvero piacere tornare nel Cremasco, ma ci tengo a ringraziare il Castelvetro, perché è stata una bella esperienza che ero pronto a proseguire. Tornare a Chieve, cui sono legato sin da ragazzo, e restare nel Cremasco ad allenare era un'opportunità davvero irrinunciabile", ha detto Walter Patrini, "A Castelvetro la squadra sarebbe stata pronta per un campionato di livello con un paio di innesti, qui a Chieve siamo al lavoro per costruirla".
"Vogliamo costruire un grande gruppo, affiatato e coeso, che si diverta e che faccia divertire: ci sono tutti i presupposti per fare una bella stagione in Prima Categoria".

La sensazione è che il Chieve possa essere inserito nel girone del Lodigiano

 

 

 

IL MERCATO

Nessuna conferma ufficiale da nessuno dei protagonisti, ma i nomi in circolazione accostati al Chieve sono davvero di livello: dal ritorno di Mattia Vigani all'ex Nibbiano Cipelletti, da Mattia Roscio fino ad arrivare ad Andrea Dragoni.

Un mercato scoppiettante!

Non è scontata la permanenza di Marco Bertolotti, che potrebbe ritrovare il fratello Max da tecnico spostandosi a Fontanella.

Insistenti voci danno per vicino l'arrivo di Michael Previati, mentre il capitolo conferme è in continuo divenire: Giorgio CannatàStefano Acquarelli e altri protagonisti della scorsa stagione potrebbero sposare il nuovo progetto.

Non è escluso che altri nomi nuovi possano essere ripescati dal Salvirola protagonista in Prima solo dodici mesi fa.

A breve ulteriori notizie!

Tiramisù