TORNEO SIMONE BENELLI. Rivincita e rimonta: Alberelle campioni! - FOTOGALLERY

Finale epica per il torneo a Salvirola: gran partenza del Ninfa Cafè, trascinato da Dragoni e Sangiovanni. Nella ripresa salgono in cattedra Guerini Rocco e Pagano, MVP e decisivo

Di Fabio Faciocchi | Domenica, 25 Giugno 2017 15:40

 7° TORNEO SIMONE BENELLI

Centro Sportivo - Via Roma - Salvirola (CR)

Classifica Finale:
1° posto: Le Alberelle
2° posto: Ninfa Cafè
3° posto: B&G Impianti
4° posto: BMB

Premi Individuali:
Miglior Giocatore del Torneo: Nicolò Pagano (Le Alberelle)
Capocannoniere del Torneo: Andrea Dragoni (Ninfa Cafè)
Miglior Portiere del Torneo: Paolo Polesel (Le Alberelle)
Miglior Giovane del Torneo: Kevin Facciolla (B&G)
Premio Fair Play: Jambo e I Divani

 

Una finale epica, oltre 600 spettatori e un sano clima, di agonismo sportivo e divertimento.

Si è chiuso nel migliore dei modi il mese del 7° Torneo "Simone Benelli", kermesse di calcio a 6 organizzata dal gruppo Gli Amici di Simone e A.S.D. Salvirola, con la collaborazione di S.I.F. Academy, in ricordo dell'amico prematuramente scomparso, ma che ogni anno rivive grazie all'impegno, alla costanza e all'affetto di chi gli ha voluto bene e che si adopera con passione ed entusiasmo per l'organizzazione dell'evento.

 

 

 

Sabato 24 giugno si è svolta la serata delle finali: dalle ore 20.30 sono scesi in campo i giovani di B&G e BMB, che si sono dati battaglia per conquistare il 3° posto.
I ragazzi del patron Gallini sono partiti forte, trascinati ancora da Fusaro e Merigo, ma anche da Morstabilini e Barca.

Nonostante fossero ancora una volta con soli sei effettivi a disposizione, però, il team dei castelleonesi Lamenta e Beato, davvero prezioso, hanno provato a riaprire il match nel finale, ma B&G è riuscita a mantenersi avanti nel punteggio, conquistando il podio.
Un bello spettacolo, con le due squadre che hanno lottato fino all'ultimo minuto: bravi tutti!

 

 

 

Tanta, tantissima l'attesa per la finalissima che ha messo in palio il primo posto.
I campioni in carica di Ninfa Cafè determinati a confermarsi anche questa stagione, i romanenghesi de Le Alberelle pronti a riprendersi lo scettro dopo il ko della scorsa edizione.
Dopo il fischio d'inizio, si è giocato da subito a ritmi elevati, che hanno visto brillare i castelleonesi e il Ninfa Cafè: Sangiovanni ispira in cabina di regia e Dragoni colpisce dopo meno di un minuto con una staffilata di destro. Che bomba!
Il Drago è scatenato e il duello con Profeta non è adatto ai deboli di cuore. Dall'altra parte del campo Nufi ha la meglio sugli offensivi romanenghesi, ma Le Alberelle pareggiano con un piazzato di Pagano, concesso per un contestato fallo di Sangiovanni.

L'1-1 è però un lampo biancoverde nel forcing del Ninfa, che prima sfiora il gol con una gran conclusione al volo di Nolli, poi lo trova prontamente: corner battuto veloce per Buonaiuto, che fulmina tutti sul primo palo per il 2-1.
Non si placa la spinta castelleonese: Sangiovanni colpisce un palo clamoroso da distanza ravvicinata, ma il tris non tarda ad arrivare, ancora siglato da Dragoni.
Le Alberelle trovano il 3-2 grazie a un gran tiro di Guerini Rocco da posizione defilata, ma Sangiovanni si conferma decisivo: alza la testa dalla distanza e spedisce una rasoiata potente all'angolino per il 4-2 che chiude la frazione.

 

 

 

Durante la pausa, però, Le Alberelle si caricano e nella ripresa entrano in campo con tutt'un altro piglio: dopo meno di due minuti lo spunto sulla sinistra di Mussi trova al centro Guerini Rocco, che appoggia in rete il 4-3 da zero metri.
E la partita si infiamma: il Ninfa prova subito a ristabilire le distanze, ma Longari, Nolli e ancora Longari non trovano il gol, fermati dalla stazza di Polesel. Peccato capitale, perché Pagano mette il turbo in contropiede: stavolta Guerini Rocco è fermato da Tartaglia, ma il Paga arriva sul secondo palo per il tap-in del 4-4.
La partita vera inizia adesso!

Emozioni e capovolgimenti di fronte a ogni azione, ma la velocità decisiva è quella di Guerini Rocco, che ruba palla a Sangiovanni, mette il turbo e serve a Pagano l'assist per il 4-5.
I romanenghesi provano a portare a casa il match, ma arriva il blitz a sorpresa: defilato sulla sinistra in proiezione offensiva, Nufi spara verso la porta, bucando Polesel sul primo palo per il 5-5.
Il pubblico è entusiasta e sembra pronto a gustarsi i supplementari, ma non sarà così: Pagano prende palla sulla sinistra, la protegge e si accentra, per poi scaricare in rete il gol partita del 5-6.
Il lauto recupero non basta al Ninfa Cafè per arrivare al pareggio: trionfo de Le Alberelle in rimonta!

 

 

 

Quaranta minuti di spettacolo puro, che testimoniano una volta di più il valore di questo torneo, in grado di appassionare sia il pubblico, sia gli stessi partecipanti, impreziositi da due premi speciali: Fair Play per Jambo Team e I Diviani, premiati dagli Amici di Osvi.
Il gruppo degli amici di Osvaldo Cembali, da poco scomparso, e ricordato dagli Amici di Fiesco, dell'Osteria Breda e dello staff del Torneo "Simone Benelli"

Un caloroso applauso ha salutato tutti, con il Gruppo degli Amici di Simone e lo staff che hanno ancora una volta ha allestito una manifestazione impeccabile da tutti i punti di vista: dalla cucina al servizio bar, dall'assistenza alle squadre all'area giochi per i bambini, fino alla solidarietà e ai fondi destinati ad AIL Brescia e altre associazioni del terzo settore del territorio.

La serata conclusiva ha visto le premiazioni guidate da Luigi Ceruti, con la partecipazione dell’intera famiglia di Simone, la cui mamma Ornella ha dedicato una poesia agli amici e allo staff, nonché Giuliana Ferpozzi dell’AIL Brescia, Adriana Viviani, presidente dell’Auser Salvirola, Rinaldo Spingardi, presidente AVIS Salvirola, don Giancarlo Scotti, parroco di Salvirola e Izano, e tutto lo staff del torneo.

L'appuntamento non può che essere quindi per il 2018, con uno dei migliori tornei del Cremasco che continuerà a crescere e migliorarsi.

Per la comunità di Salvirola, per il paese e per Simone.

 

Tiramisù