ECCELLENZA. Luisiana affossata dal dischetto: 1-0 Bedizzolese

Fogliata dagli undici metri punisce i nerazzurri al 13’. Cremaschi più propositivi nella ripresa, ma è mancato il guizzo vincente là davanti. Turno di riposo per l’Offanenghese

Di Stefano Provenzi | Martedì, 19 Settembre 2017 14:11

Prima sconfitta stagionale per la Luisiana.

Con l’Offanenghese ferma per il turno di riposo, tutti i riflettori erano puntati sui ragazzi di mister Lucchi Tuelli. Supportato dalle confortanti risposte della prima giornata, il tecnico nerazzurro ho riproposto il 3-5-1-1 visto contro il Valcalepio, salvo il cambio di alcuni interpreti, come Pedretti Manuel, Maffi e soprattutto Dognini, alla ricerca del primo goal e dei primi tre punti stagionali.

Difficile per i cremaschi far la parte del leone su un rettangolo di gioco così ristretto: l’ampiezza esigua del campo ha reso impossibile un circolo fluido della sfera, favorendo i duelli fisici e in generale l’aggressività dei bresciani, che pronti – via hanno inferto il colpo del ko. Al 13’ Martignoni frana nettamente su Ephraim, portando il direttore di gara a sanzionare il fallo con il calcio di rigore per i padroni di casa: Fogliata dal dischetto fa 1-0, ma i pandinesi recriminano una posizione di offside non segnalata dal guardalinee in occasione dell’inizio dell’azione incriminata del penalty. Al vuoto dell’assistente nella circostanza fa seguito un vuoto più evidente di reazione nel primo tempo dei nerazzurri, che rischiano di capitolare sulla traversa colpita da Venturi.

Lucchi Tuelli nell’intervallo invoca più coraggio da parte dei suoi ragazzi, soprattutto sulle corsie esterne dove è mancata la giusta audacia d’offendere. Beretta rileva Maffi e a metà ripresa ci prova il neoentrato Marrone a dare più peso alla manovra d’attacco. La Luisiana ritrova così una parte dell’identità perduta nei primi 45’: il tiro di Scietti è il più insidioso tra le iniziative ospiti, che nel susseguirsi delle palle crossate in area mancano sempre del giusto guizzo che porti a una correzione vincente in rete. Marrone invoca il penalty quando viene calpestato con irruenza, ma il difensore bresciano si salva agli occhi dell’arbitro investendo nel tutto anche la palla. Gli episodi giocano contro la Luisiana e nel finale neanche il neoacquisto Pedretti Matteo riesce a ribadire la sfera in rete, strozzando debolmente la conclusione da ottima pozione.

Al carattere mancato (e determinante) della prima frazione vanno unite le prolungate e pesanti assenze di Marinoni e Volpe, due giocatori importanti per l’economia di questa squadra. Il primo, conclusa la squalifica, potrebbe finalmente esordire domenica prossima con la maglia nerazzurra. Per Volpe è un’attesa estenuante dall’infermeria dei boxe: serviranno anche i suoi goal per intraprendere questo lungo cammino verso la salvezza.

 

Tiramisù