PRIMA. SuperMan Longaretti fa volare la Spinese: colpo a Montanaso!

Doppietta da urlo del centravanti dei Blues, con un gol pazzesco in sforbiciata per l'1-2: sul sintetico lodigiano del Mc Donald's Stadium, la Spinese si fa un sol boccone del Montanaso

Di Stefano Provenzi | Domenica, 08 Ottobre 2017 09:02

PRIMA CATEGORIA - Girone I

MONTANASO - SPINESE OR. 1 - 2
Longaretti (S), Longaretti (S)


Troppo bella per non condividerla con tutti gli appassionati di calcio: la copertina del sabato sera, realizzata da Filippo Galimberti, ha il volto di un Longaretti in versione SuperMan.


È stato un sabato sera di grande, grandissimo calcio per la Spinese di mister Barbieri.

Ospiti al Mc Donald's Stadium di Montanaso, i rossoverdiblù hanno fatto scorpacciata di punti su un terreno difficilissimo, sia per le condizioni stesse del campo di gioco, un consumato sintetico, sia per il tasso qualitativo indiscutibile della formazione lodigiana, inserita nel giro delle favorite per la vittoria del campionato. Condizioni che non hanno spaventato ma esaltato la truppa cremasca, che con il suo 4-3-1-2 ha duellato alla pari con gli avversari in tutte le situazioni del match. Da sottolineare l’assenza di capitan Lorenzetti, ben sostituito al centro della difesa da Merigo; il lavoro ombra di Franchi in fase di non possesso per oscurare la manovra dei registi del Montanaso; e la prova sopra le righe di Gerlini, che ha unito tanto lavoro sporco a giocate da fantasista sulla trequarti, come l'assist decisivo per il 1-2 di Longaretti.

Già, Longaretti.

Difficile trovare aggettivi sul vocabolario che ancora non siano stati spesi per lui. Il girone di ritorno dello scorso campionato è stato quello della definitiva consacrazione. Entrato nell’Olimpo dei grandi della categoria, sta dimostrando con le sue 5 reti in 5 partite di non voler per nulla abbandonare lo scettro conquistato. Anzi. Accanto all’obiettivo primario della salvezza di squadra, potrebbe esserci in vista per lui il traguardo non così utopistico del trono marcatori: se state giocando un Fantacalcio di Prima Categoria, ecco uno degli assi forti su cui puntare d'obbligo quest'anno.

Esaltato il singolo, c'è in realtà un'intera squadra da elogiare per l’ottima prestazione di ieri sera. Il Montanaso ha imposto fin da subito un ritmo elevato, che la Spinese ha saputo reggere per tutto l’arco del match, facendo proprio il pallino del gioco nella prima frazione. Attenta la fase difensiva cremasca, nei primi 45' è mancata invece nell'area lodigiana la zampata vincente che potesse punire la lacunosa retroguardia avversaria: tanti cross in area, ma nessuna decisiva deviazione, per la rabbia di mister Barbieri. Rete subita esclusa, l'unica occasione nello specchio della porta per il Montanaso è stata al 28' con l'esperto Giangregorio, murato in due tempi da un imponente Brambilla. Meno sicuro il n°1 spinese in occasione dell'1-0 lodigiano al 45': la conclusione di Villantieri non sembra avere molte pretese, ma Brambilla si lascia sorprendere e la palla gonfia la rete.

Un destro pugilistico incassato dalla Spinese, brava a non stramazzare con il proprio morale al suolo e a risollevarsi prontamente di gruppo.
Barbieri deve essere stato Al Pacino negli spogliatoi, perché i rossoverdiblù riescono a ribaltare l'incontro in pochissimi minuti dalla ripresa del gioco. La compagine cremasca usufruisce prima di un calcio di rigore per atterramento in area di Corini su situazione da corner: Docente lascia un palo più scoperto e intuisce, ma deve arrendersi al sinistro chirurgico di Longaretti. L'attaccante spinese decide di trasformare il sabato sera suo e dei suoi da grande ad epico, realizzando immediatamente una doppietta d'artista: Gerlini crossa dalla zona della bandierina sul secondo palo e il n°10 si inventa una sforbiciata che si insacca sul palo opposto e manda in visibilio tutti i presenti.

Una rete bella e decisiva, perché la reazione del Montanaso, confuso e frettoloso, viene arginata con organizzazione dalla retroguardia ospite, guidata con padronanza da capitan Rizzi. La squadra gira così bene che mister Barbieri decide di usufruire di soli due cambi nell’ultimo quarto d'ora: fuori Corini e Longaretti, dentro Bolzoni e Manclossi, con il rispettivo compito di tenere alta la squadra e provare a colpire in contropiede. Proprio Manclossi va vicino all'1-3, ma la palla si spegne sul fondo.

Si accende invece al triplice fischio tutta la gioia dei ragazzi spinesi, consapevoli del gran colpo messo a segno dopo 90' di grande calcio. In attesa delle gare del pomeriggio, i rossoverdiblù si godono il secondo posto in campionato, coccolandosi stretto bomber Longaretti, in vetta alla classifica cannonieri insieme a Petrolà del Lonate capolista. Questo sabato sera c'erano tutte le motivazioni per uscire a festeggiare.

Tiramisù