CACCIA'S EYE. L'analisi di Romanengo - Rivoltana

Roboante successo dei giallorossi di mister Scarpellini, che continuano a volare: il 4-1 sui rivieraschi mantiene il Romanengo a -2 dalla vetta! I tre gol di scarto rispecchiano però il vero gap tra le due squadre?

Di Redazione | Martedì, 31 Ottobre 2017 08:26

Una bella novità per Baloo Calcio.
Tra i nuovi articolisti collaboratori si aggiunge anche il Coach Therapist Mario Caccialanza, che ha deciso di condividere anche con Baloo Calcio il suo pensiero.
Lo sguardo di un mister preparato e appassionato, con un pizzico di irriverenza, un focus su aspetti tecnico-tattici spesso trascurati e anche il giusto tocco di poesia e romanticismo, che nel calcio non fanno mai male.
Un nuovo sguardo sul calcio giocato, costruendo un punteggio pugilistico di stampo meritocratico, calibrato su sei diverse fasi di gioco, scandagliando il match in altrettanti mini-tempi da 15 minuti ciascuno.
In caso di formazioni che si sono equivalse saranno assegnati 7,5 punti a testa, in caso di supremazia di una squadra sull'altra 10 punti per la migliore e 5 per la peggiore, 15 a 0 in caso di manifesta superiorità di una squadra sull'altra.
Ecco quindi l'analisi del match di mister Caccialanza: buona lettura.

 

 

ROMANENGO - RIVOLTANA

Seguiamo anche oggi una partita di Promozione, un incontro d’alta classifica. Nell’ultima giornata, al 93′, il Romanengo segnava il gol della vittoria, salendo a 14 punti in classifica. Allo stesso minuto, la Rivoltana subiva la rete della sconfitta, rimaneva a 13 punti e veniva scavalcata dagli avversari odierni. A soli 2 punti, a quota 16, si trovano i primi della classe.

La giornata è soleggiata, la temperatura è più che mite, il forte vento di questa mattina sembra, per fortuna, aver perso di intensità. A posto, come sempre, il manto sintetico del campo.

Primo Tempo

00′ – 15′   I padroni di casa, in completo bianco, si schierano con il 4-4-2, rispondono i gialloblu di Rivolta con il 4-3-3. Partenza decisa di entrambe le contendenti, si lotta su ogni pallone, si cerca il vantaggio. L’equilibrio viene spezzato dall’ennesima scivolata, di un difensore ospite, al 7′. Rexho si invola sulla destra e dal fondo serve Porcu, sul primo palo, per la facile deviazione in rete. Risponde subito la Rivoltana, si salva in corner Polesel sul pericoloso colpo di testa. Sono 3 i corner consecutivi, prima che i locali riescano a liberare l’area. Gli ospiti cercano di giocare palla a terra, ma sbagliano troppo, anche per i numerosi scivoloni.
      Prima valutazione: Romanengo 7,5 – Rivoltana 7,5

16′ – 30′   Subito una buona combinazione, Porcu-Passera, e tiro deviato in corner. Sul tiro dalla bandierina, la palla, colpita di testa, scende dall’alto in mezzo all’area. Gatti è il più sveglio, controlla e, in semi girata, calcia a rete. Tutti immobili, portiere compreso, ad osservare il pallone finire in fondo al sacco. Il Romanengo si ritrova in vantaggio di 2 reti, la Rivoltana subisce il pesante contraccolpo e fatica a riprendersi.
      Seconda valutazione: Romanengo 10 – Rivoltana 5

31′ – 45′   Nonostante gli errori e le continue scivolate, i gialloblu riordinano le idee e tornano a farsi vivi. Pericoloso contropiede dei locali al 33′, ma la conclusione è sull’esterno della rete. Riparte Invernizzi, il giocatore più in difficoltà sino ad ora, si fa tutta la fascia sinistra, scambia con un compagno, rientra dal fondo e calcia a rete. Polesen, ingannato dal traffico davanti a lui, para ma non trattiene e Cristarella accorcia le distanze: è il 34′. Prende coraggio la Rivoltana, mantiene il possesso palla alla ricerca della conclusione, ma la manovra pecca di velocità. Dopo un contropiede sprecato dai locali, buona la conclusione di Gesmundo dal limite al 40′, Polesel devia in angolo. Mischia sul susseguente corner ed il portiere di casa si salva, ancora in angolo, su conclusione dalla breve distanza. Soffrono i bianchi, insistono i gialloblu, ma il risultato non cambia, nonostante l’ennesima occasione su calcio di punizione per gli ospiti.
      Terza valutazione: Romanengo 5 – Rivoltana 10.

Valutazione al 45′: Romanengo 22,5 – Rivoltana 22,5

 

 

Secondo Tempo

46′ – 60′   Dopo un intenso e combattuto primo tempo, le idee sembrano annebbiate, c’è un po di confusione. Prima sostituzione: Scarpellini toglie Rexho e manda in campo Simonetti, passando ad una difesa a 5. Il direttore di gara deve ricorrere ai cartellini gialli, 3 in 5 minuti, visti i numerosi falli. Iniziano i cambi anche in casa Rivoltana.
      Prima valutazione della ripresa: Romanengo 7,5 – Rivoltana 7,5.

61′ – 75′   Spezzone di partita con 2 episodi. Per un normale fallo a centrocampo, si accende una discussione, in tribuna, tra 2 persone a me vicine. I toni si alzano, nessuno indietreggia e si passa alle vie di fatto: una scazzottata. Arriva gente a dividere i contendenti, ma faticano a calmare gli animi. I 2 non mollano e la partita passa in secondo piano. Ci sono voluti più di 5 minuti per tornare alla normalità. E quando riprendo a guardare la partita, il mio cervello non è più connesso. Che vergogna!
Mi risveglia il 3 gol del Romanengo, al 23′. Calcio d’angolo per i locali, Cerini sbaglia il tempo dell’uscita e, nel mucchio, svetta Simonetti che appoggia in rete.
      Seconda valutazione della ripresa: devo astenermi!

76′ – 90′   La partita sembrerebbe ormai decisa. La Rivoltana non molla, ma fa fatica a creare occasioni da rete. Le sostituzioni di mister Bonomi non portano nuova linfa ai suoi, la manovra latita, Tundo è l’ultimo a mollare. Ben più pericolose le ripartenze dei padroni di casa. Il collaboratore dell’arbitro diventa, suo malgrado, protagonista: deve spesso alzare la bandierina, per segnalare la posizione di fuorigioco degli attaccanti locali. Non alza, giustamente, la bandierina al 44′, ma il neo entrato Giavaldi si fa respingere la conclusione da Cerini. Non la alza, un minuto dopo, forse errando, e Giavaldi non sbaglia, realizzando la quarta rete. Si conclude, con un po’ di nervosismo, una partita giocata in modo corretto, sino a pochi minuti dal termine.
      Ultima valutazione: Romanengo 10 – Rivoltana 5

Valutazione a fine partita: Romanengo 40 – Rivoltana 35 (mancano 15 punti)

 

 

Conclusioni

Il risultato della partita è troppo severo. Il Romanengo ha vinto meritatamente, corto e compatto, ha sfruttato le occasioni concesse dagli avversari. Non ha dominato sul piano del gioco, ma ha voluto ed ottenuto una vittoria che lo proietta nei piani alti della classifica. La Rivoltana ha giocato, per un’ora, alla pari con gli avversari ed ha ceduto, forse più di nervi, solo nel finale. Sono rimasto sorpreso dalla difficoltà di molti suoi giocatori nel muoversi sul sintetico: troppe scivolate, alcune pagate pesantemente.

Brutto l’episodio della scazzottata. Non è colpa delle squadre, non è colpa delle società, sia ben chiaro. Ma io, da amante del calcio, “il gioco più bello al mondo”, non potevo non condannare un simile increscioso episodio.

Il signor Ferraro di Seregno ha ben diretto. Tra le quinte, nel primo tempo; presente coi cartellini, nella ripresa; tranquillo, nel concitato finale. Nonostante qualche lamentela, un buon arbitraggio.

 

 

Tiramisù