NEWS. Mai visto prima! Tre giornate a Bertolotti dalla tribuna

Incredibile squalifica per il bomber del Fontanella: il direttore di gara gli commina una sanzione dal campo alla tribuna, attribuendogli frasi ingiuriose. Sommate alle due precedenti sono cinque turni senza bomber per i biancorossi

Di Redazione | Domenica, 05 Novembre 2017 09:16

Un caso mai visto prima.

Il Fontanella apprende con amarezza e rabbia la nuova squalifica a Bertolotti, comminatagli... In tribuna!

Proprio così.

Durante l'acceso match sul campo del Casaletto Ceredano, Marco Bertolotti ha scontato la seconda delle due giornate comminategli dal Giudice Sportivo per il cartellino rosso ricevuto con la Scanabuese.
Il bomber ha assistito alla gara con i dirigenti biancorossi in tribuna, che a Casaletto significa sostanzialmente a bordo campo, fuori dalla rete di recinzione.

All'interno del rettangolo di gioco, nel frattempo, si giocava una gara dagli animi accesi: i granata hanno ottenuto un prestigioso 1-1 con la corazzata biancorossa.
Una grande battaglia, in cui non sono mancate polemiche e proteste.

Mai nessuno però avrebbe potuto ipotizzare quanto letto sul Comunicato Ufficiale dell'ultima settimana.

Il direttore di gara avrebbe infatti "riconosciuto personalmente" Marco Bertolotti, che dall'esterno del terreno di gioco proferiva ripetutamente frasi gravemente offensive nei suoi confronti".
La decisione del Giudice Sportivo è stata quella di confermare quanto riportato dall'arbitro, comminando altre tre giornate di squalifica all'attaccante del Fontanella.

Oltre alle due giornate sono quindi arrivate altre tre gare di squalifica per Marco Bertolotti: cinque turni senza il proprio bomber sono molti, anche per una squadra attrezzata come quella di mister Max Bertolotti.

La società biancorossa, sorpresa e stupita, ha prontamente inoltrato ricorso contro questa decisione.
L'assenza di una casistica precedente, tuttavia, renderà di certo lunghi i tempi di valutazione.

Regolamento alla mano, quella di comminare sanzioni ai tesserati riconosciuti anche fuori dal campo rei di comportamenti scorretti, si tratta di una facoltà consentita al direttore di gara.

Risulta però molto difficile immaginare come un arbitro, nella concitazione di una gara, abbia l'assoluta certezza che quanto udito dagli spalti fosse proferito di un'unica persona, distintamente identificata Marco Bertolotti.
Decisione sommaria o scelta giusta?

Il compito di decidere spetterà agli organi deputati alla valutazione del ricorso, ma di sicuro Marco Bertolotti si accomoderà in tribuna anche per la gara di oggi.

 

Tiramisù