PROMOZIONE. Castelleone: una domenica… Felice! Gran punto Romanengo

Riscatto gialloblù al Dosso: 4-1 alla Settalese! La Sore impatta 3-3 a Melegnano: quanti rimpianti! Ottimo 0-0 dei giallorossi sul campo della Tritium, terzo ko di fila per la Rivoltana

Di Redazione | Martedì, 07 Novembre 2017 09:14

A cura di Luca Bozzetti


Ci sono volute nove giornate di campionato, ma finalmente è arrivata: la prima vittoria del Castelleone fa vivere ai gialloblù una domenica… Felice! Netto il 4-1 alla Sestese: una gara intera con l’uomo in più per i Leoni, ma quel che conta è un risultato che certifica il risveglio della squadra, trascinata da Sangiovanni (in gol su rigore e punizione).

Grande pareggio per il Romanengo, che impone lo 0-0 alla forte Tritium: i giallorossi fermano a 4 la striscia di vittorie consecutive, ma ancora una volta dimostrano di avere tutte le carte in regola per sognare, sfiorando il gol-partita in più circostanze con le iniziative di un Passera in grande spolvero.

Il secondo pareggio di fila per la Soresinese di mister Tassiero lascia rimpianti ai rossoblù, bravi a chiudere in vantaggio un rocambolesco primo tempo con cinque gol (doppietta di Cadenazzi dal dischetto). Sul parziale di 2-3 sono tante però le occasioni sprecate, quanti i rimpianti per il gol subito allo scadere.

Non riesce a rialzare invece la testa la Rivoltana: Cristarella segna sempre, ma arriva la terza sconfitta di fila per i rivieraschi, che pagano a caro prezzo episodi sfortunati e si allontanano dalle zone nobili della classifica.

 

LE GARE

Copertina per il ruggito dei Leoni: sotto il nubifragio del Dosso risorge il Castelleone.
I gialloblù si impongono con un netto 4-1 sulla Settalese e migliorano la propria classifica, avvicinando la quota salvezza. Match subito in discesa per i ragazzi di mister Felice Rossi: al 4' quando il terzino ospite Zenesini si improvvisa portiere e interviene sul colpo di testa di Ogliari, nato dal corner spizzato da Bellani. Nessun dubbio: rigore ed espulsione, con Sangiovanni che realizza dal dischetto l’immediato 1-0. Il raddoppio gialloblù arriva già al 16': lancio da sinistra di Ogliari a trovare Sacchi in area; il 10 appoggia per l’accorrente Borsa, che segna il più facile dei 2-0. Capitan Nella ripresa Sangiovanni trova la doppietta personale con una punizione fantastica al 60’. Sfida tra ex compagni nel finale: gli ex Rivoltana Alloni e Panepinto gonfiano la rete per le rispettive squadre. Al 71’ grandissimo gol di Alloni, che chiude una progressione d’autore con la rete del 3-1; all’80’ Panepinto che sfrutta l’assist di un super Ogliari e segna il terzo gol stagionale, mettendo il punto esclamativo sul 4-1 gialloblù.

 Punto di prestigio per il Romanengo, che impone lo 0-0 alla Tritium, domata dai ragazzi di mister Scarpellini per l’intera durata del match.
Una vera prova di forza e solidità quella dei giallorossi, che se la giocano alla grande sul campo della terza forza del torneo, mantenuta a distanza: il Romanengo conferma uno strepitoso 2° posto, ma soprattutto le qualità per lottare sino in fondo per il grande sogno.
Il predominio territoriale del Romanengo è un dato importante su un campo così difficile: le incursioni di un Passera indiavolato generano due situazioni pericolose, ma che non portano all’agognato gol. La migliore chance nel secondo tempo nasce ancora da una sua iniziativa: il cross di Passera, svirgolato da un difensore, non è intercettato da Rexho solo per questione di centimetri.
La fase difensiva giallorossa concede le briciole ai locali, insidiosi solo con palle inattive, tra cui un piazzato deviato dalla barriera: un punto d’oro per il Romanengo!

 Grande rammarico per la Rivoltana, che prima passa in vantaggio con Cristarella poi viene scavalcata dal rigore di Capone e della rete di Licata vedendo infine svanire il pareggio al 90’: il bolide di Tundo si infrange sulla traversa e decreta la vittoria della Paullese.

Partita ricca di gol a Melegnano, dove i padroni di casa fermano la Soresinese sul 3-3. Vantaggio rossoblù con Scalvenzi, che insacca un cross da destra di Salvini. Reazione di carattere della squadra di casa: in due minuti prima Guerrisi, poi Luongo ribaltano la situazione. Non c’è però tregua in un primo tempo pirotecnico: soli cinque minuti dopo Cadenazzi riporta in parità gli ospiti dal dischetto (concesso per fallo su Alessandrini) e al tramonto del primo tempo è sempre il capitano a gonfiare la rete trasformando il secondo penalty in pochi minuti (ancora abbattuto Alessandrini, stavolta in chiara occasione da gol, con portiere sanzionato con il mero giallo per le nuovi disposizioni regolamentari 2017).
Nel secondo tempo i rossoblù potrebbero legittimare il vantaggio, ma prima Lera, poi Appiani e quindi Alessandrini non trovano la porta. Imprecisioni che vengono punite da Luongo, che trova la doppietta e il pareggio al 76’. La Sore avrebbe l'occasione di vincerla al fotofinish, ma Raimondi a portiere battuto si vede clamorosamente respingere la conclusione dal difensore locale Bassi, per un intervento che vale come un gol.

Tiramisù