PRIMA. Borghetto-scherzetto: Montodinese, così si fa dura!

Scivolone biancorosso tra le mura interne contro il fanalino di coda lodigiano. Pappone illude prima dell'intervallo, poi gli ospiti rifilano nella ripresa un 1-3 micidiale ai cremaschi, nonostante l'inferiorità numerica

Di Stefano Provenzi | Venerdì, 10 Novembre 2017 13:42

Proprio nella settimana di Halloween, la Montodinese subisce un brutto scherzetto davanti al proprio pubblico e capitola clamorosamente contro l'ultima forza del campionato, il Borghetto Dilettantistica.

Uno scivolone che sa di clamorosa autorete da parte della truppa di Merisio, che non è riuscita a sfruttare un appuntamento così favorevole per rilanciare la propria classifica e le proprie speranze salvezza. Un plauso al Borghetto, certamente, passato avanti al primo affondo al 15' e tenace nel tener botta alla Montodinese nella ripresa, nonostante l'inferiorità  numerica e il goal del pareggio patiti al 41', riuscendo addirittura a gonfiare per due volte la porta di Colombo. Ma la realtà dei fatti mostra chiaramente come la fetta più grande di (de)merito di questo punteggio sia attribuibile proprio alla formazione cremasca, apparsa scialba e con poche idee in un match che avrebbe dovuto riconsegnarle quelle certezze perdute e i tre punti. Errori quasi fatali se ti trovi a giocare sui campi di Prima Categoria e che sicuramente potrebbero influire negativamente sul prosieguo immediato del campionato biancorosso.

Piove sul bagnato a Montodine nel primo quarto d'ora, quando i padroni di casa si vedono prima annullare (giustamente) al 2' una rete per fuorigioco di Agazzi e poi incassano lo 0-1 lodigiano da calcio piazzato, con Abbattista abile nell'incornata vincente che trafigge Colombo. Il gioco della Montodinese non regge su grandi fondamenta per la costruzione del pareggio, ma nonostante le basi sabbiose della struttura biancorossa, gli uomini di Merisio trovano l'1-1 e la superiorità  numerica a pochi minuti dal duplice fischio. Sul fallo dal limite che è costato il rosso diretto ad un difensore avversario per fallo da ultimo uomo, Porchera centra la barriera, ma per fortuna cremasca Pappone si avventa prima di tutti sul pallone e dai 20 metri trova una rete di pregevole fattura, che sbatta sul palo e termina la sua corsa in rete.

Sembrerebbe la svolta del match per la Montodinese, vicina al raddoppio in chiusura di prima frazione con il giovane Danzi e alla ripresa dei giochi ancora con Pappone, ma sono solo schizzi di un quadro di rimonta biancorossa che mai si realizzerà. E' anzi il Borghetto la grande protagonista della seconda frazione, autrice di una grande prova difensiva e letale nel far male ai padroni di casa alla prima palla buona disponibile. I lodigiani attendono la Montodinese e agiscono di rimessa, sfiorando il nuovo vantaggio al 53' e trovandolo invece clamorosamente al 71'. I biancorossi rimangono sotto shock per la rete subita e subito dopo si mandano da soli al tappeto: colpevoli nella circostanza Grandini e Colombo, che rimanendo entrambi a metà  strada su una palla vagante in area, spianano la strada alla doppietta personale di Rossi. E' l'epilogo conclusivo del match, con la Montodinese che, nonostante i dieci angoli a favore, non riesce di fatto mai ad impensierire mai una volta la retroguardia del Borghetto.

Lo scherzetto lodigiano è così servito ed ora contro la Senna Gloria, nonostante i fantasmi che ora aleggiano in casa biancorossa, più che croci ed acqua santa serviranno organizzazione e carattere per esorcizzare i cattivi spiriti e ritrovare punti necessari per la salvezza.

 

Tiramisù