TERZA. Salvirola: ecco la tua vetta! Scivolone Casale sull'Acquanegra

Pioggia copiosa su tutti i campi, ma è proprio la capolista a cadere! Il Salvirola dilaga e raggiunge la testa della classifica. Pirotecniche vittorie di Agnadello e Sergnanese. Ripaltese ed Excelsior si rialzano, solo un pari per la Gilbertina

Di Redazione | Venerdì, 10 Novembre 2017 16:13

A cura di Massimo Silvani


Il campionato si conferma più avvincente che mai! Le previsioni metereologiche non danno scampo alle compagini impegnate questa domenica, pioggia su tutti i campi, ma non di intensità elevata come quella della prima giornata, tutte le gare si svolgono regolarmente.

Con queste condizioni però, lo scherzetto è dietro l’angolo. Nonostante Halloween sia già passato, è una ripresa da incubo quella del Casale, il dolcetto preparato a metà della prima frazione dalla doppietta di Tarenghi, resta indigesto agli uomini di Riluci dopo lo scherzetto giocato da un’Acquanegra mai doma, che non solo pareggia, negli ultimi 5 minuti infila tre pesantissime reti che portano il passivo sul 2-5. Protagonista Paloschi con una doppietta, poi Meazzi, Gastaldi e Masotti completano la domenica da sballo dei cremonesi.

Resta sul pezzo il Salvirola che ospita il Trescore in una gara dalle mille emozioni che riviviamo nel nostro Mini-Zoom di giornata

SALVIROLA 5-1 TRESCORE

Si inizia ad alti ritmi sul piccolo campo di Salvirola, con un manto erboso comunque di ottima qualità. Tuttavia, anche a causa della pioggia, risulta difficile mantenere un buon possesso palla e mostrare un gioco arioso. Prevalgono le palle lunghe e la ricerca delle sponde offensive. Bosi schiera un attacco a tre punte con Pandini versione finto nueve con ai lati la corsa di Lanzi e la qualità di Maraffino. Assenze pesanti quelle di Parmigiani, Bonizzoni ed Oldoni, solo panchina per Longhi nonostante l’exploit di sette giorni fa a Vaiano. Scorsetti risponde sfoderando tutto il potenziale offensivo a sua disposizione, Merigo e Barca i panzer d’attacco con Tavani alle loro spalle nelle vesti di trequartista. Capetti esordisce tra i pali al posto dell’indisponibile Regonesi. Il primo sussulto è ospite, Belotti tergiversa al limite della propria area, Pandini gli soffia il pallone ma è provvidenziale Capetti in uscita. Risponde l’altro bomber, Paolo Merigo, caparbia azione sulla destra e tiro respinto da Bertoletti, Barca a centro area si lamenta perché ignorato dal compagno, era effettivamente ben posizionato. Gara che si sblocca a metà frazione, punizione dalla destra e stacco vincente di Viscontini che raccoglie il pallone e lo mette sotto la maglia per celebrare la dolce attesa.

Il Trescore resta combattivo e non si scioglie dopo il gol preso come capitato nelle ultime domeniche. Sangiovanni si allarga spesso sulla sinistra e quando rientra mette palloni molto invitanti al centro ma il gol non arriva, prima Brazzoli, piatto al volo che esce a fil di palo, poi Merigo, destro ad incrociare potente ma con poco effetto, fanno solo tremare la porta dei locali. Il forcing continua e Belotti si fa perdonare l’errore iniziale con un’azione insistita sul centro destra, bel cross a tagliare l’area su cui si avventa Merigo, tiro al volo e palla in rete, spettacolare pareggio del bomber che si lascia alle spalle la brutta domenica contro il Paderno. Si va all’intervallo. Ripresa a ritmi più lenti, la gara ristagna a centrocampo. Servirebbe qualche mossa per sbloccare la gara e, come detto la scorsa settimana, Bosi ha un ampio ventaglio di scelte. Il 4-3-3 iniziale viene trasformato in un 4-4-2 con Longhi che affianca Pandini in avanti e si sfrutta la velocità di Ammar, inserito a sinistra. Aumentano gli spazi  ed il campo è ben coperto, su una ripartenza sono proprio i due esterni a firmare il sorpasso, palla al centro dalla sinistra, Longhi controlla rientra sul sinistro e lascia partire una gran botta che si infila sotto la traversa. Stavolta gli ospiti accusano il colpo, il Trescore prova ad attaccare ma gli interpreti sono stanchi e non riescono a tenere bene il campo, ancora una ripartenza e palla nello spazio per Viscontini che incrocia un bel diagonale rasoterra per la doppietta personale. Il Trescore non c’è più, Scorsetti decide di non operare subito cambi, ma la squadra è in netta difficoltà. Non si registrano azioni degne di nota, Merigo è solo ed accerchiato dai famelici difensori avversari, rimedia solo qualche fallo ed una botta al ginocchio che lo obbliga a dare forfait. Il Salvirola è scatenato ed arrotonda il punteggio con l’immancabile timbro di Pandini ed il meritato gol di Ammar. Al fischio finale è doppia gioia viste le positive notizie che arrivano da Casale.

Tiene il passo la Sergnanese che esce vittoriosa dal mai banale campo di Paderno. Subito in svantaggio, i ragazzi del duo Pasquini-Aliprandi reagiscono da grande squadra e con Riboli e Moroni ribaltano il match dopo l’iniziale vantaggio del solito Cigoli. Doccia fredda nel finale con il gol di Picetti che sembra rimandare il ritorno alla vittoria di un’altra settimana. Nel recupero, però, è ancora Marco Borgonovo l’uomo in più della Sergnanese, firmando l’ennesimo gol decisivo di questo straordinario inizio di stagione.

Si rialza la Ripaltese, nel derby con i cugini del Madignano. Dopo la scoppola contro il San Carlo, un dubbio rigore assegnato ai locali e trasformato da Fusari, risveglia i locali da quello che sembrava un altro incubo. La reazione dei ragazzi di Zucchetti è veemente, l’ex storico Volpini decide di vender cala la pelle ai vecchi compagni, ma nulla può sulla deviazione dell’attuale compagno Mussi che prolunga in rete un cross di Greco. Il pari non basterebbe agli ospiti per alimentare le ambizioni di vertice, ma l’acuto di Cattaneo, finalmente recuperato e decisivo, regala tre punti importantissimi ai suoi.

Anche l’Agnadello tiene il passo con una cinquina rifilata ad un San Carlo da montagne russe, che va in svantaggio, riequilibra la gara e la porta sul 4-2, grazie anche alla superiorità numerica dopo il rosso a Facchinetti, ma getta tutto alle ortiche in seguito alle espulsioni di Gaboardi e Martinenghi . Si risvegliano gli ospiti che compiono una clamorosa rimonta. Protagonisti i soliti Biondini, Marelli e Sorrenti per l’Agnadello e capitan Marchesini per il San Carlo, doppietta dal dischetto per lui, come sempre una sentenza dagli undici metri. Che le prime della classe ci facciano un pensierino a Dicembre? Fa sempre comodo un giocatore così freddo nei momenti chiave.

Excelsior d’orgoglio a Capergnanica. In svantaggio grazie alla rete di Dossena, rialzano la testa nella ripresa con Repossi, difensore col vizio del gol e con Fasoli, assoluto trascinatore il centrocampista giallo blu, gran tiro all’incrocio il suo e tre punti pesantissimi per Colucci che agguanta il quinto posto. Andamento altalenante finora dei vaianesi ma ci sono elementi in grado di elevare il livello prestativo ed un mercato quasi alle porte che può portare nuove importanti risorse.

Canto strozzato in gola per il Gallo. La Gilbertina frena ancora tra le mura amiche, frena soprattutto con un’altra compagine di bassa classifica, la Frassati. Dovrebbero giocare sempre contro le top five i ragazzi di Soresina, troppi i punti lasciati per strada contro squadre abbordabili sulla carta. Per stessa ammissione dei locali, la Gilbertina trova difficile impostare una gara contro squadre che si chiudono e ripartono in contropiede. Gruppi imposta una gara guardinga e cerca di sorprendere i locali in contropiede, non si registrano emozioni e l’esito non può che essere un pari a reti bianche.

Importante vittoria anche per l’Oratorio Castelleone che resta in scia della quinta piazza playoff. Fiori e Bernabe trascinano i castelleonesi a Pizzighettone per un 4-1 sul San Luigi, che non lascia spazio a repliche.

LE GARE DEL PROSSIMO WEEKEND

Fari puntati a Ripalta e Sergnano. Prime della classe che si incrociano con gare da tripla: Ripaltese-Casale e Sergnanese-Salvirola. Vogliamo osare, pari a Ripalta mentre Salvirola corsaro a Sergnano, in gran forma la squadra di Bosi a cui potrebbe aggiungersi il rientro di Parmigiani.

Il fattore campo sosterrà le ambizioni di Excelsior, Agnadello e Oratorio Castelleone: se vogliono la post season, non devono steccare contro San Luigi, Madignanese e San Carlo, anche se le sorprese non sono mai mancate finora.

Derby cremonese tra Acquanegra e Gilbertina con il Gallo che potrebbe tornare alla vittoria in un campo ideale per lo spietato senso del gol di bomber Armanni. Occhio ai falli dal limite, i piazzati di Fregoni e Paderno possono essere un fattore.

Sfide calde anche in coda, la Frassati proverà a dar continuità alla prova di Soresina contro un sempre ostico Paderno. Barborini e Cirak daranno vita ad un Over?

Gara dalle mille emozioni a Trescore, con i gemelli Brazzoli che affrontano da avversari la Iuvenes, squadra del loro paese ed aventi in organico gli amici di una vita. Se Davide è titolare fisso, chissà se mister Scorsetti deciderà di dare una chance dal primo anche a Corrado, in una difesa che avrebbe un gran bisogno di un pizzico della sua garra!

Al campo le risposte, sperando in un week end di sole. Ma sempre allerta anche senza la pioggia, gli scivoloni sono sempre in agguato.

Tiramisù