TERZA. Ultimi colpi in campo, prima che apra il mercato!

Il Casale accerchia la preda ma non la stende. La Sergnanese resta in agguato e non si lascia scappare l’occasione, aggancio in vetta! Salvirola ancora a rilento. Non steccano Ripaltese ed Excelsior. Consigli per gli acquisti a tutte le contendenti

Di Redazione | Venerdì, 24 Novembre 2017 08:47

 

A cura di Massimo Silvani


Emozionante. E sarà così fino all’ultimo respiro questo campionato di Terza.

La grande qualità del Casale, raccontata approfonditamente nel Focus dedicato, sbatte contro il muro Agnadello. Positiva la gara dgli uomini di Riluci che mettono in mostra un calcio di alta qualità e propositività per la categoria. Il demerito è però quello di non essere cattivi negli ultimi 20 metri, così l’Agnadello, sornione, ne approfitta sfruttando una delle poche occasioni concesse dagli ospiti.


La Sergnanese conferma il momento positivo e sul nuovissimo campo di Capergnanica ottiene tre punti fondamentali per riagganciare i cugini in vetta. Gli uomini di Venturi impostano una gara guardinga con difesa molto bassa e raddoppi di marcatura costanti una volta che gli ospiti superano la metà campo. Per sbloccare una gara del genere ci vuole il colpo del singolo od un episodio favorevole, alla Sergnanese capitano entrambi , prima un fallo di mano in area determina la massima punizione che bomber Borgonovo sfrutta a dovere, lo stesso Bomber si ripete ad inizio ripresa siglando il raddoppio, Terzi fissa il risultato sul 3 a 0 finale con una gran conclusione.

Carte quindi rimescolate in vetta, due settimane fa sembrava il Salvirola la squadra più in forma, la sconfitta nel big match di Sergnano lascia strascichi nei gialloverdi che non riescono a rialzarsi completamente, ottenendo solo un pari contro la Frassati. Tra le mura amiche la squadra di Mister Bosi non ha mai gioco facile perché le gare sono intense e ricche di capovolgimenti di fonte viste le piccole dimensioni del campo di gioco. La Frassati è quindi brava a restare in partita dopo il gol del vantaggio di Maraffino, al rientro dagli spogliatoi il terribile 1-2 di Dellera e Spoldi ribaltano la partita, il solito Pandini riesce a riacciuffare il pari nel finale dopo un forcing disperato ma lucido e ben organizzato. Complimenti a mister Gruppi, in grado di mettere le cose a posto dopo un incerto inizio, condito da pesanti KO. La squadra sembra aver trovato la giusta quadratura e si conferma un outsider di buon livello ogni domenica. La preparazione del tecnico cremasco è nota nell’ambiente e l’innesto di qualche giovane nella finestra di Dicembre potrebbe migliorare ancor di più la marcia della squadra di San Bernardino.

Le prime delle classe non hanno a mio avviso molto da chiedere al mercato invernale, le rose sono attrezzate e ricche in ogni reparto, ciò su cui si dovrà lavorare è sicuramente la tenuta mentale che spesso le ha fatte incappare in scivoloni imprevedibili alla vigilia. Il bilancio negli scontri diretti pende verso le compagini in riva al Serio, ma il Salvirola sembra poter al momento l’unica in grado di viaggiare a braccetto con le capolista.

Non steccano e restano in scia Excelsior e Ripaltese in due match spartiacque per la zona playoff. I vaianesi stendono 2-0 l’Oratorio Castelleone, meritando la vittoria in una gara che non è stata avvincente come da previsioni, il ritorno al gol di Battaglia e la rete del mediano Ciliberti regalano un importante vittoria ai giallo blu. La Ripaltese esce indenne da Soresina in una gara tiratissima. La Gilbertina lotta ma non punge, il solito Matteo Freschi mette la freccia per gli ospiti che mantengono il vantaggio fino al termine, nonostante il forcing provato dai locali nella seconda frazione.

Per agganciare il terzetto di testa, Excelsior e Ripaltese,  quarta e quinta in graduatoria, avranno sicuramente bisogno di qualche rinforzo, i primi per rimpolpare una rosa azzerata ad inizio stagione e che in qualche elemento non ha trovato un rendimento in linea con le attese, si vocifera già di un colpo di esperienza e di un prestigioso cavallo di ritorno, saranno colpi che consentiranno il salto di qualità alla squadra di Colucci. La squadra di Zucchetti ha dovuto, spesso, fare i conti con infortuni pesanti, vedi quello capitato a Porchera, uno dei leader del centocampo rossoverdi, in sede di mercato il ds Oldani potrebbe intervenire per allargare una rosa che non conta più sull’aiuto della squadra Juniores e che ha dovuto attingere più di una volta dalla squadra Amatori.

I risultati dell’ultimo turno hanno contribuito a spezzare la classifica in due tronconi, il gruppo di testa può includere al massimo l’Agnadello, fermo a 19 punti, sette in meno dalla capolista. Oratorio Castelleone, Acquanegra e Gilbertina possono battagliare ancora per un posto playoff, sempre che il margine con le prime non aumenti ulteriormente.

Sotto questa linea c’è il gruppo delle deluse, capeggiate dal San Luigi che si rialza sconfiggendo un Trescore sempre più a fondo. Per la squadra condotta da mister Scorsetti e dal ds Miglio il mercato può rappresentare una vera e propria panacea, l’entusiasmo sembra spegnersi partita dopo partita nel gruppo e la rosa inizialmente molto folta sembra ridursi giornata dopo giornata, le opzioni sono due: l’integrazione di elementi della Juniores, scelta al momento mai contemplata, che vanta giocatori di buono spessore ed autori di un convincente campionato provinciale, o l’acquisto di 3-4 pedine che possono riportare stimolo nel gruppo.

Innesti che farà anche la Iuvenes di Capergninica, nonostante la classifica non sorrida, la compagine neroverde ha comunque affrontato con onore ogni sfida del nuovo campionato. Anche qui la rosa ristretta ha però bisogno di nuova linfa, pare sia molto vicino un difensore, il rientro di un giovane di grande qualità come Giannini, fermato da infortuni per tutta l’andata, può garantire il salto di qualità in avanti.

Madignanese e San Carlo non si fanno male impattando 2-2, i padroni di casa potrebbero ringiovanire la rosa con qualche giovane innesto, il San Carlo potrebbe valorizzare alcuni giovani messi in mostra negli ultimi anni nel campionato Juniores, sicuramente giocatori come Ceruti e Magro non sfigurerebbero nella categoria superiore.

Difficile sapere cosa hanno in mente le compagini cremonesi, la Gilbertina potrebbe fare qualche innesto importante da metà in giù, il San Luigi ha forse meno urgenza ed ambizione per intervenire sul mercato, potendo contare sull’inserimento di giovani del vivaio. L’Acquanegra sembra in netta ripresa dopo un inizio incerto fatto di molti gol subiti e da una disciplina non proprio esemplare. Chiudiamo con il Paderno, una delle squadre attardate in graduatorie partite con altre ambizioni, qualche colpo di mercato porterebbe sicuramente benefici.

Ancora una settimana di attesa poi inizieranno i colpi, speriamo possano innalzare ulteriormente il livello di un campionato già molto interessante, o se i più lesti sapranno piazzare le mosse giuste per stendere le concorrenti.

Che la caccia abbia inizio!

 

 

 

 

 

 

 

Tiramisù