DERBY di CREMA. Seconda festa nerobianca: Porcino e Pagano stendono il Pergo - FOTO

Gialloblù beffati allo scadere del primo e del secondo tempo. Una punizione deviata vale l'1-0 cremino. Nella ripresa assedio cannibale, ma Pagano entra e segna il gol decisivo

Di Redazione | Sabato, 25 Novembre 2017 21:59

Foto Maurizio Molaschi 


SERIE D - Girone B - 16^ Giornata
Sabato 25 Novembre 2017 - Stadio "Voltini" - Crema (CR)

CREMA 1908 - PERGOLETTESE 2 - 0
40' Porcino,  85' Pagano

CREMA 1908 : Marenco, Donida, Gomez, Scietti, Marrazzo (37' st Davini), Stankevicius, Ogliari (37' st Gibeni), Mandelli, Porcino, Bahirov, Tonon (14' st Pagano).
A disposizione: De Bastiani, Erpen, Capuano, Matei, Dell’Anna, Tomas.
Allenatore: Sergio Porrini

PERGOLETTESE: Ghirlandi, Premoli (40' st Peri), Villa, Dragoni, Brero, Contini, Piras (34' st Morello), Boschetti, Ferrario, Manzoni, Pedrabissi (24' st Poesio).
A disposizione: Guerreschi, Armanni, Baggi, Pizza, Pezzi, Sonzogni.
Allenatore: Pierpaolo Curti

Arbitro: Sig. Alessandro Di Graci di Como
Assistenti di Linea: Sig. Andrea Torresan dela Sez. di Bassano del Grappa e Sig. Nicola Scapini della Sez. di Legnago.
Ammoniti: Piras, Mandelli, Gomez, Ferrario, Manzoni, Contini, Porcino.
Note: serata fresca, terreno in buone condizioni, angoli 4-9, recuperi 1'+4', spettatori 2.500 circa

 

Derby di Crema, Atto II°... E seconda festa nerobianca!

Prosegue la maledizione del Pergo nei derby con i cugini cremini: gialloblù castigati al termine del primo e del secondo tempo, rispettivamente da una punizione deviata di Porcino e da una girata di Pagano.
Il capitano nerobianco entra dalla panchina e segna il gol che chiude i conti con un grande gesto tecnico: controllo e conclusione letale, per poi lanciarsi nella scivolata liberatoria.

Grande cornice di pubblico nonostante sia il secondo derby in poco più di un mese e nonostante un freddo quasi invernale nelle ore serali: la passione della piazza di Crema è troppo forte.

Gremita in ogni ordine di posto la Curva Sud del Pergo, bollente sin dal primo minuto e pronta a esibire una coreografia luccicante con fogli di carta in alluminio gialli e blù: un colpo d'occhio da applausi; sugli spalti vincono i tifosi cannibali. Meno densa la presenza in Curva Nord, dove i ragazzi del settore giovanile nerobianco esibiscono un cuore rosso tra drappi neri e bianchi.
Tutto è pronto... Si comincia!

 

 

 

I ritmi decollano subito: una fiammata per parte, poi un rallentamento dei ritmi che vede avanzare un Pergo con idee di gioco più chiare. I gialloblù collezionano due ghiotte occasioni: al 16' un cross di Piras viene smanacciato da Marenco, ma Boschetti impatta a lato; al 30', sugli sviluppi di un'azione cannibale, Premoli trova il corridoio per Dragoni, che spreca da buonissima posizione. Al 40' arriva il blitz cremino: un lampo vincente. Porcino calcia una punizione tagliata dalla destra, trovando la deviazione della barriera: il portiere gialloblù Ghirlandi non può nulla, se non raccogliere in fondo al sacco l'1-0 con cui si chiude la frazione.

Nella ripresa, sostanzialmente, si gioca a una porta sola: il Pergo attacca a testa bassa da subito, alla ricerca del pareggio. Capitan Manzoni serve un gran pallone a Boschetti, che al 60' non ne approfitta; altra occasione da corner al 70' con Poesio e Ferrario, preceduta da un'incursione di Pagano. Il forcing gialloblù scema nel finale: l'occasione più importante è la traversa colpita da Poesio con una rovesciata in area all'85', ma le energie del Pergo iniziano a scemare.
Prima una transizione cremina guidata da Bahirov porta Pagano all'allungo e al tiro: il portiere gialloblù respinge, ma Bahirov, pur bravo a seguire l'azione da lui stesso avviata, manca il tap-in.
All'85', però, il Crema 1908 non fallisce il secondo contropiede: grande azione personale di Pagano, che controlla il bellissimo cross dalla sinistra di Gibeni (anche lui subentrato) con uno stop da manuale in area, si libera dalla morsa di Contini e conclude in girata per il definitivo 2-0.
Tifosi cremini in visibilio! 

Ancora una volta tanto Pergo nel derby, ma occasione e cuore non bastano ai gialloblù, che pagano i tanti errori in zona gol. 
Vince di nuovo un Crema 1908 solido e compatto, capace di soffrire e implacabile nelle occasioni collezionate.
Al triplice fischio scatta la nuova festa nerobianca!

 

Tiramisù