ECCELLENZA. Doppio botto Luisiana: colpo Pelizzari e 0-1 al Calcio Ghedi

Una magia di Beretta regala il colpaccio salvezza a Flero. Subito protagonista l'ex Caravaggio, ingaggiato in settimana. Piacentini in pieno recupero salva l'Offanenghese dal clamoroso ko col Castellana: è 1-1

Di Stefano Provenzi | Giovedì, 07 Dicembre 2017 13:47

E' stata una settimana speciale quella appena conclusa per i colori nerazzurri.

La Luisiana ha infatti chiuso l'operazione per il trasferimento di Dario Pelizzari a Pandino, dopo averlo corteggiato a lungo in estate, ed è uscita vincitrice per 0-1 nello scontro salvezza con il Calcio Ghedi, inanellando per la prima volta in stagione due successi di fila. Basta analizzare il possibile undici di partenza pandinese e la sua attuale classifica per rendersi subito conto dell'importanza fondamentale di questi due momenti. Pelizzari porta qualità  ed esperienza a questa formazione, potendo interpretare con la stessa incommensurabile bravura più ruoli in campo: dal terzino sinistro, all'esterno più avanzato, fino alla mezz'ala, garantendo più soluzioni di gioco a mister Lucchi Tuelli. L'ottimo risultato di Flero assicura invece alla Luisiana la permanenza fuori dai playout anche in seguito al turno di riposo da scontare la prossima domenica: starà  poi ai nerazzurri all'ultima giornata, in un altro scontro salvezza contro l'Orsa Iseo Intramedia, regalarsi sotto ll'albero una tranquilla posizione di metà classifica.

Sul sintetico dedicato ad Andrea Pirlo, Calcio Ghedi e Luisiana danno vita ad una gara veloce e combattuta. Nerazzurri subito pericolosi con Volpi, bresciani vicini al goal con Farimbella, ostacolato al momento della conclusione dal provvidenziale disturbo di Pelizzari. Il neo acquisto pandinese ha agito da centrale di difesa accanto a Marku, coordinando i movimenti della retroguardia a quattro e dando il via alla manovra con il suo sinistro intelligente. A decidere le sorti del match una magia di Beretta in apertura di ripresa: azione insistita di Abbà , che tocca in scarico con la punta, e il classe '99 dai 25 metri di prima intenzione pietrifica il portiere. Ad agevolare la gestione del vantaggio nerazzurra il rosso diretto comminato a Vitali al 59', per una brutta entrata a metà  campo su Dognini. Nella restante mezz'ora di gioco, Campana non è mai costretto a sporcarsi i guantoni e il neo entrato Facchetti spreca due invitanti contropiedi. La quarta vittoria stagionale trascina la Luisiana all'8° posto in classifica, a quota 16 punti. Impressionante come i pandinesi siano riusciti a risollevare la propria situazione nel mese di Novembre: ora il turno di stop di domenica, come il riposo di Achille sul monte, prima della battaglia finale con l'Orsa.

Ad agevolare il piazzamento nerazzurro potrebbe contribuire indirettamente anche l'Offanenghese, che alla 14^ giornata va a far visita all'Orceana. Non è però un momento particolarmente di forma quello vissuto dai giallorossi, che impattano per 1-1 dopo una brutta prestazione contro il Castellana ultimo in classifica, riuscendo a trovare con Piacentini il goal del pari solamente al 94'.

Una gara che doveva rivelarsi semplice per il team cremasco, e utile per ritrovarsi dopo la sconfitta immeritata di Vobarno, si complica terribilmente dopo pochi minuti, quando a sorpresa il Castellana passa avanti con la rete di Masserdotti, che supera Bianchi alla prima palla goal del match. Incassato il pugno, l'Offanenghese appare piegata nel proprio sterile possesso palla, che non trova mai soluzione concrete negli ultimi sedici metri, mancando anche un vero terminale offensivo. Forbiti siede infatti in panchina in via precauzionale, Ouarrad è troppo fumoso nelle sue giocate ed El Haddad, promesso da due settimane al Castelleone e trattenuto sette giorni in più proprio per sopperire all'emergenza attaccanti, viene fatto accomodare senza molte spiegazioni in tribuna. Pelati prova a cambiare le cose dalla panchina con due nuovi ingressi dopo l'ntervallo, fra questi proprio Forbiti, ma è nuovamente il Castellana a pungere in apertura di frazione, graziando questa volta per due volte la porta cremasca. Polonini prova a farsi vedere con una punizione di poco a lato, ma al 61' viene sostituito da Troiano, che si rileverà la vera carta vincente per scuotere l'Offanenghese. L'ex Pergo si propone subito per la conclusione e al 74' si procura il penalty del possibile pareggio: Forbiti si incarica della battuta, ma si fa neutralizzare la palla dell'1-1. Nonostante la colossale chance sprecata, l'Offanenghese non getta a terra la spugna e si riversa con la totalità degli uomini in avanti, trovando il pari a tempo quasi scaduto: Rizzetti pesca in diagonale Troiano, che dal fondo serve a Piacentini una palla che è solo da spingere in fondo al sacco. Al 96' i giallorossi avrebbero anche la palla per realizzare in 2' un'incredibile remuntada: ancora Troiano, questa volta per Forbiti, ma El Toro loco non ha nemmeno questa volta le corna affilate e risparmia il Castellana, spedendo sul fondo.

L'Offanenghese si sveglia troppo tardi e perde tre punti che dovevano essere praticamente scontati: l'Adrense scappa via a tutte e la bagarre playoff resta più accesa che mai.

Tiramisù