PROMOZIONE. Castelleone: tre parole per risalire

Applausi, sofferenza, vittoria: la squadra di mister Felice Rossi brilla con i nuovi Marrone e Cipelletti (a segno) e Carioni. Ora obiettivo sei punti per rientrare prepotentemente nella lotta salvezza

Di Redazione | Venerdì, 08 Dicembre 2017 18:22

A cura di Luca Bozzetti


Applausi, quelli che non sono mai mancati al Dosso, nonostante l'inizio di stagione deficitario.

Sofferenza, come quella accusata in tanti finali di gara, ma anche quel sentimento che ha caratterizzato questo primo scorcio di stagione gialloblù.

Vittoria, la seconda stagionale, quella che rilancia i Leoni nella lotta salvezza.

Le tre parole chiave su cui mister Felice Rossi sta costruendo il suo Castelleone stanno trovando un incastro sempre più efficace, domenica dopo domenica.

Il cambiamento è tangibile anche per quanto accaduto alla rosa: tre sono gli importanti tagli alla rosa già avvenuti nella prima settimana di mercato.
Ed è emblematico che siano proprio tutti i nuovi arrivi dell'estate ad aver fatto le valigie: Borsa, PanepintoOgliari hanno salutato Castelleone dopo circa quattro mesi.

Tre uscite e tre nuovi arrivi, però, in campo con la maglia gialloblù sin dalla prima domenica disponibile, lanciati subito in campo dal mister: il centravanti Davide Marrone ed il terzino Roberto Carioni, entrambi ex Luisiana, nonché il fantasista Matteo Cipelletti, arrivato in settimana dal San Colombano hanno impattato in maniera decisiva sul match con l'Atletico San Giuliano.
Tre acquisti che, insieme ad altri in arrivo (El Haddad e Galli) completeranno una rosa sempre più ad immagine e somiglianza del suo condottiero.

Nel match vinto 3-2 coi milanesi, mister Rossi ha riproposto il 4-3-3 con risultati eccezionali: l'intero tridente offensivo è andato in gol. Ha aperto le danze Viviani, con un sinistro fantastico; poi è salito in cattedra Cipelletti, che con un destro "alla Del Piero" si è subito gustato il boato dei suoi nuovi tifosi. Ha chiuso il tris Marrone, con una rete di pura potenza fisica.

In quella che sembrava una passeggiata, ci sono stati però alcuni errori difensivi che hanno messo a nudo un Castelleone non ancora guarito e da cui deriva la sofferenza finale: da 3-0 a 3-2 il passo è stato breve, ma stavolta i Leoni hanno ruggito fino al triplice fischio dell'arbitro, portando a casa l'intera posta in palio.

Ora i gialloblù andranno alla ricerca della continuità e della salvezza, rilanciati dagli ultimi risultati e determinati a proseguire la propria risalita.

Ci sono ancora due gare prima della sosta e il Castelleone proverà a fare punteggio pieno, approfittando di una classifica corta nelle retrovie: domenica al Dosso questa volta arriverà l'Union Basso Pavese, mentre poi ci sarà la trasferta a Casalmaiocco.

Due match in cui i punti in palio valgono doppio.

Tiramisù