SERIE D. Ko Pergo a Pontisola: Tiziano Lunghi saluta di nuovo! Crema 1908: altro rinvio

La settimana nera della Pergolettese si chiude con la sconfitta 3-1 a Ponte San Pietro e le dimissioni di mister Lunghi, rientrato nello staff alla vigilia del match. La neve imbianca il Voltini

Di Redazione | Lunedì, 11 Dicembre 2017 14:20

Si chiude una settimana nera per la Pergolettese, che spera di trovare una nuova serenità nel candore della neve.

Tanti, troppi gli eventi degli ultimi giorni in casa gialloblù: le dimissioni di mister Curti e dello staff tecnico, la ricerca di una guida di livello, la fiducia a mister Dall'Igna e quindi il reintegro di mister Tiziano Lunghi alla vigilia del match con il Pontisola.

Quindi il ko 3-1 a Ponte San Pietro e il nuovo addio di Tiziano Lunghi.

Un momento in cui la stabilità sta forse venendo meno, ma anche l'occasione per trovare nuovi e più saldi equilibri in vista del prosieguo della stagione.

Che la gara in terra bergamasca fosse ricca di insidie era noto sin dalla vigilia: il Pontisola, rinvigorito dal terzo posto certificato da importanti risultati, aspettava un'occasione importante per confermarsi e la gara casalinga contro un Pergo in difficoltà era una chance ghiotta.

Nonostante tutto, i gialloblù non sfigurano in avvio, anzi: gara equilibrata, con atteggiamento prudente di entrambe le formazioni in avvio, prima della girandola di occasioni nel cuore del primo tempo.
Al 25' l'episodio che avrebbe potuto cambiare il match: Manzoni innesca con abilità Ferrario, bravo a sua volta a servire Dragoni dopo un controllo da posizione defilata: una palla-gol ghiottissima da distanza ravvicinata, conclusa però incredibilmente alta sopra la traversa.

È la miccia che innesca la gara: occasioni in serie, con il Pontisola che spinge (e centra un incrocio con Ruggeri) e il Pergo che riparte (pericoloso con Poesio). Nel finale sono i locali a rendersi più pericolosi: il blitz di Ferreira Pinto è fermato al 41' da un miracolo di Leoni, che però non può nulla sul corner seguente. Recino svetta in area troppo libero e incorna in rete l'1-0 con cui si chiude la frazione.

In avvio di ripresa i gialloblù provano a riscattare l'amnesia difensiva costata lo svantaggio: buona occasione al 55' per Poesio, la cui conclusione è messa in angolo dal portiere locale. Ancora una volta, però, il Pergo è condannato da un'evitabile amnesia difensiva: ancora Recino, ancora di testa per il 2-0 al 62'. I cremaschi provano ad alzare i ritmi, ma la fretta è cattiva consigliera: Villa perde palla a metà campo e innesca il contropiede letale del Pontisola, chiuso in gol da Ferreira Pinto già al 69'. 

Scorrono i titoli di coda sul match, perché nel finale la Pergolettese non riesce a riaprire il match. La nota lieta della giornata è il sigillo allo scadere del classe '99 Morello, che insacca il 3-1 al 96', proprio quando arriva la neve sul campo.

Una gara in cui sarebbe riduttivo additare tutto al momento negativo: il Pergo paga oltremisura errori di campo non senza conseguenze.

“Credo che con oggi si sia chiuso un ciclo", dirà mister Tiziano Lunghi a fine partita, "Il gruppo di lavoro di questa prima parte di stagione abbia terminato, perché si rischierebbe di fare confusione. Questi ragazzi devono avere delle certezze con ruoli ben precisi. Questa settimana purtroppo, per varie vicissitudini è stato buttato via tutto il lavoro fatto fino ad oggi. Credo, e lo dico anche per i ragazzi, che la Società debba prendere una decisione che sia chiara e definitiva. Io personalmente non credo che continuerò a lavorare qui alla Pergolettese”.

Si apre quindi una nuova stagione per la Pergolettese: arriveranno notizie già prima dell'ultima gara d'andata con la Virtus Bergamo?


Poco da aggiungere, invece, in casa Crema 1908, dove pure il rinnovamento sembra alle porte: seconda gara rinviata in otto giorni, a causa della neve che imbianca il Voltini; stavolta il recupero in trasferta toccherà al Levico Terme, mentre i cremini giocheranno a Trento il prossimo 20 Dicembre.

 

Tiramisù