PALLA IN RETE! Risultati, Marcatori e Cronache Flash

Ecco il racconto della domenica calcistica cremasca: tutto quello che c'è da sapere sui match disputati oggi!

Di Redazione | Domenica, 17 Dicembre 2017 15:11

SERIE D - Girone B

Pergolettese - Virtus Bergamo 2 - 0 (Rossi, Ferrario)
Ciliverghe - Crema 1908 1 - 1 (Testardi)

Bilancio positivo per le cremasche di Serie D dopo i nuovi arrivi sulle rispettive panchine.
Successo pesantissimo della Pergolettese, che tra le mura amiche si impone per 2-0 sulla tosta Virtus Bergamo: che esordio per mister De Paola!
A sbloccare il punteggio è un ispiratissimo Rossi, bravo al 19' a capitalizzare l'assist di Ferrario, che aveva approfittato di uno scontro tra due difensori ospiti. Buon Pergo sino all'intervallo, mentre in avvio di ripresa è la Virtus a spingere alla ricerca del pareggio. Pur senza lo squalificato Contini, i gialloblù tengono botta e nel finale prima sfiorano il bis con la punizione di Rossi (incrocio), poi trovano il 2-0 con il diagonale chirurgico di bomber Ferrario, che chiude i conti all'85'. Grande successo!

Buon risultato anche per il Crema 1908 del Lucchetti bis: sotto 1-0 sul campo del Ciliverghe in virtù del gol di De Vita al 30' del primo tempo, i cremini sono bravi a giocare a viso aperto una gara ricca di occasioni da rete. Il colpo di testa del rientrante Testardi vale il meritato 1-1 nella ripresa. In campo dal primo minuto e con la maglia numero 10 il nuovo arrivato Mantovani, centrocampista classe '91.

 

ECCELLENZA - Girone C

Breno - Offanenghese 1 - 1 (Piacentini)
Orsa Iseo - Luisiana 2 - 0 

Gli ex Crema 1908 Marrazzo e Pedrocca negano il successo alle cremasche.

Nella trasfertona di Breno, l'Offanenghese gioca un'ottima partita di contenimento e ripartenza, lasciando l'iniziativa nelle mani locali; ottimo impatto di Tacchinardi, arrivato in settimana dall'Orceana e pericoloso con stoccate da fuori. Tra le fila dei locali si sente l'apporto di Marrazzo, sempre insidioso in ogni circostanza. Chance anche per Forbiti di testa e Ferrari da fuori, ma il match si decide tutto nella ripresa.
Giallorossi in vantaggio al 10' del secondo tempo, con la punizione magistrale di Piacentini telecomandata all'incrocio dei pali che fa esultare gli offanenghesi presenti in tribuna ai piedi della montagna per lo 0-1. L'Offanenghese si conferma padrona del campo e arrivano occasioni per Forbiti e Piacentini, che salta avversari come birilli, ma viene fermato all'ultimo respiro. La gara sembra in mano ai giallorossi: il Breno pareggia i conti all'80' con Marrazzo, che chiude l'uno-due con l'altro ex cremino Belleri, e insacca il definitivo 1-1, in cui è stata bucata la fascia di Guerini, penalizzato dai crampi e che aspettava solo l'uscita del pallone per il cambio.

Nonostante una grande partenza, la Luisiana cade con l'Orsa Iseo.
Aveva infatti iniziato nel migliore dei modi la formazione di mister Lucchi Tuelli: già al 4' super occasione per Dognini, che dopo aver saltato avversari in ripartenza, conclude con poca potenza, ma precisione vincente, fermato solo dalla deviazione involontaria di Volpi (in fuorigioco), che vanifica il tutto. Anche al 14' Dognini serve Bonizzi al centro, ma la difesa locale libera. I padroni di casa trovano il gol alla prima occasione buona: al 20' azione insistita locale, palla a Cominelli sulla sinistra per la conclusione, che si insacca per il tocco di Scietti, che spiazza Campana per l'1-0. Al 30' lo stesso Scietti sfiora il gol con una stoccata da fuori, ma soli cinque minuti dopo arriva il raddoppio locale: sulla punizione di Rusconi si avventa Giorgi, che sul secondo palo insacca in stacco.
La Luisiana prevale per possesso palla nella ripresa, ma l'Orsa si difende con ordine e rende difficile la vita agli attaccanti nerazzurri.

 

PROMOZIONE - Girone E

Union Basso Calcio Pavese - Soresinese 1 - 1 (Lera)
Romanengo - Settalese 0 - 0
Casalmaiocco - Castelleone  5 - 2 (Cipelletti rig., Marrone)
Rivoltana - Basiano Masate 0 - 0 

Buona gara, ma un solo punto per il Romanengo: nonostante le assenze di Pedretti, Passera, Simonetti, Porcu e non solo, i giallorossi giocano una partita propositiva. Ospiti veramente pericolosi solo in una circostanza: dopo cinque minuti Colombo approfitta di un'indecisione di Fusar Poli, ma non punisce Polesel. I ragazzi di mister Scarpellini provano a scardinare la difesa ospite: sembra buona la chance in cui La Fronza lancia Pozzoli, fermato però in fuorigioco sul più bello. Equilibrio anche nella ripresa, con il Romanengo progressivamente più pericoloso visto anche il calo dei milanesi, ma l'incornata di La Fronza da corner non trova il gol.

Soresinese sfortunata: ancora una volta, la vittoria sfuma a pochi secondi dal termine.
Grande prova dei rossoblù in terra pavese, dove i ragazzi di mister Mimmo Tassiero passano in vantaggio al 36' con un Lera in condizioni strepitose, sul lancio di Cadenazzi. La Sore spreca buone chances per il raddoppio con Gallarini e Guerini Rocco prima dell'intervallo. Nella secondo tempo il classe 2000 Longo salva alla grande su Longo: i rossoblù sembrano prossimi al successo, ma la conclusione di Iodine al 93' gela la Soresinese.

Apre il paracadute la Rivoltana, che arresta la caduta libera: dopo sette sconfitte consecutive, con il Basiano Masate arriva lo 0-0 che muove la classifica e vale un punto di grande fiducia per i gialloblù, che nonostante tutto sono ancora a breve distanza dalla salvezza diretta.

Imprevisto e brutto ko del Castelleone a Casalmaiocco: i Leoni cadono proprio nello scontro diretto per la salvezza, nella domenica in cui la speranza di un risultato positivo a certificare la crescita delle ultime settimane si scontra con un passivo pesante.
I gialloblù pagano una partenza-shock, in cui subiscono tre gol in 18': dopo soli quattro minuti un pallone carambolato sulla testa di Bellani vale l'1-0 per i locali, ma il Castelleone non riesce a reagire. Anzi, al 15' si fa del male da solo: il retropassaggio di Agosti verso Tazzi è controllato in uscita dal portiere, che si avventura in un dribbling con pallone perso a beneficio di Barone per il 2-0. Come se non bastasse, il Casalmaiocco trova il tris con Di Mauro, bravo a chiudere in rete una gran discesa sulla fascia.
Sotto di tre reti, il Castelleone prova a reagire, ma accorcia solamente al 65' con il penalty trasformato da Cipelletti per il 3-1: il match non si riapre e i locali affondano il colpo nel finale, con la doppietta di Cassani, che firma due gol in un minuto e porta il parziale sul 5-1 al 90'. Marrone insacca il 5-2 al quinto minuto di recupero, ma la sostanza non cambia: prova da dimenticare e Natale di lavoro per i gialloblù.

 

PRIMA CATEGORIA - Girone I

Chieve - San Biagio 4 - 1 (Dragoni, Dragoni, Dragoni, Zakaria)
Locate - Spinese Oratorio 2 - 1 (Longaretti rig.)
Lodigiana - Montodinese 2 - 1 (Capellini)

Chieve resurrection: è Dragoni il mattatore del match con il San Biagio! Tripletta decisiva nel match che rilancia i gialloblù verso i playoff e le posizioni di vertice.
Gara insidiosa con il San Biagio, affamato di punti, che costringe i chievesi sullo 0-0 all'intervallo: i locali si rendono pericolosi con un'occasione griffata da Dragoni, che avrà però modo di rifarsi nella ripresa.
In avvio di secondo tempo è proprio Dragoni a ricevere in area un cross dalla destra: stop e tiro al volo di sinistro per un gol fenomenale! La gioia dell'1-0 dura però pochi istanti: immediato pareggio di Campagnoli, che pennella una punizione dal limite per l'1-1. Il Chieve è però pericoloso in velocità e il match cambia: Dragoni si invola a rete, atterrato in area di rigore, causando espulsione ospite e penalty, da lui stesso trasformato per il 2-1.
Dieci minuti ed è già l'ora del tris: altra accelerazione di Dragoni, altro rigore, altra trasformazione per il 3-1. Nel finale, il nuovo arrivato Zakaria Barraqui cala il poker raccogliendo un cross dalla fascia per il definitivo 4-1, che rilancia il Chieve, 5° a -5 dalla vetta in una classifica cortissima.

Montodinese bella e sfortunata con la Lodigiana: i ragazzi di mister Ferla passano in vantaggio grazie a una poderosa rovesciata di Capellini, che vale lo 0-1 e applausi a scena aperta per il gol biancorosso. Che giocata!
I locali sono però bravi a restare in partita e nel finale di frazione trovano il pareggio con un gran movimento-e-tiro del centravanti lodigiano per l'1-1 a pochi minuti dall'intervallo.
La ripresa è molto equilibrata: la Montodinese recrimina a gran voce per un rigore negato per un contatto su Pappone che lascia più di qualche dubbio; Lodigiana cinica e concreta nel trovare il gol-partita nel finale, con la seconda rovesciata che delizia gli spettatori per il 2-1 finale.

Non basta un'ottima prestazione alla Spinese, che rimedia la terza sconfitta consecutiva: per 2-1 dal Locate, formazione che resta a -2 dal 1° posto. 
Al 13' Longaretti si allunga il pallone e si invola verso la porta locale, fermato solamente da un riflesso miracoloso del portiere, strepitoso a salvare in controtempo. Al 15' un pallone vagante a centrocampo viene intercettato dai locali, bravi a servire subito in velocità Pierro, che dentro l'area insacca l'1-0 all'incrocio sul primo palo. Al 20' Bolzoni sfiora subito il pareggio, superando il portiere locale in uscita con un gran tocco sotto, ma il pallone viene liberato da un difensore sulla linea. La gara prosegue su ritmi altissimi: al 37' ripartenza letale del Locate, ma la doppia conclusione di Minetti è murata per due volte da un reattivo Brambilla. La Spinese è brava a trovare a trovare il pareggio proprio allo scadere del primo tempo: Longaretti apre per Luca Manclossi, che rientra per il tiro, sgambettato per il più classico dei rigori; dal dischetto Longaretti ristabilisce la parità per l'1-1 con cui si rientra negli spogliatoi.
Nella ripresa partita equilibrata, che sembra destinata al pareggio: Brambilla deve solo sventare un punizione di Pierro al 70', ma non si registrano altre emozioni sino agli ultimi minuti decisivi.
È solo al 78' che la Spinese incassa il gol-partita: triangolazione veloce tra Pierro e Martinelli, che non può sbagliare il comodo 2-1 per i tre punti. Rimpianti Blues per l'occasionissima mancata proprio allo scadere: sulla punizione di Luca Manclossi, il pallone arriva nei pressi di Merigo, che però non riesce a imprimere forza al pallone. Peccato!

 

SECONDA CATEGORIA - Girone I

Bagnolo - Casaletto Ceredano 1 - 3 (Giavaldi, Mainas, Giavaldi, Merico)
Doverese - Scannabuese 2 - 3 (Bellanda, Madonini, Madonini, Cariffi, Cappa)
CSO Offanengo - Mozzanichese 2 - 1 (Romano, Fornaroli)
Ombriano Aurora - Fontanella 1 - 2 (Remedio, Jacopo Bertoli, Remedio rig.)
Oratorio Sabbioni - Issese 0 - 0 
Palazzo Pignano - San Paolo Soncino 2 - 1 (Cavalli, Cavalli, Scaravaggi)
Pianenghese - Calcio Crema 0 - 0
Pieranica - Monte Cremasco 0 - 2 (Borletti, Mario Lombardo)

Il Fontanella si laurea Campione d'Inverno!
Successo non scontato per i biancorossi sul campo dell'arcigna Aurora, che impone ai bergamaschi lo 0-0 al termine della prima frazione: solo un'occasione per parte, con conclusioni di Bertolotti e Venturelli; da segnalare anche una potenziale chance per Anelli, fermato in sospetto fuorigioco. In avvio di ripresa botta-e-risposta di fuoco: Fontanella avanti con il guizzo di Remedio, bravo a capitalizzare l'assist di Gallarini al 50' dopo un rimpallo, ma subito agguantato da una magistrale punizione ad aggirare la barriera dello specialista Jacopo Bertoli (una garanzia!) per l'1-1 al 53'. Hategekimana, capitano rossoverde rimedia però la seconda ammonizione nella ripresa per proteste, il match si decide al 70', quando Chinelli si procura il penalty (contestato dai locali, con Cavaletti e l'attaccante locale entrambi in scivolata) che Remedio trasforma nel definitivo 1-2. I rossoverdi cercano orgogliosamente il pareggio, ma la difesa bergamasca tiene. Locali che recriminano per la direzione di gara, ospiti che si prendono l'intera posta in palio.

I bergamaschi non solo chiudono l'andata al 1° posto, allungano sul Calcio Crema, fermato dalla Pianenghese sullo 0-0 in una partita speculare, in cui il computo delle occasioni rende giusto il risultato finale nella sfida che solo lo scorso anno era la più importante in Terza Categoria.
Il possesso prevalente è forse dei cremini, ma la prestazione Orange, accorta e quadrata, è maiuscola: locali pericolosi con Pesenti in mischia e Meta in velocità, Calcio Crema vicinissimo al gol con il tiro di Stabilini, deviato da un reattivissimo Zagheni, bravo a rialzarsi dopo esser scivolato e a salvare la porta, ma la bellezza del primo tempo è in una grande partita a scacchi tra mister e giocatori.
Nella ripresa viene pareggiato anche il computo occasioni, in un match sempre estremamente appassionante: la punizione bomba di Pesenti viene disinnescata dai pugni di Moretti, mentre l'incursione di Tensini è sventata da Zagheni in uscita bassa e con una chances per Rebucci, poi espulso nel finale.

Il Casaletto Ceredano si conferma letale anche a Bagnolo: l'ariete Giavaldi porta avanti i granata al 18', ma un errore difensivo ospite spiana la strada al pareggio gialloblù di Mainas prima dell'intervallo. Nella ripresa la partita viaggia su un sottile equilibrio, che si spezza al 78': è sempre Giavaldi a trovare il gol, con un gran diagonale che bacia il palo e si insacca per l'1-2. Sugli sviluppi di un corner il Bagnolo sfiora il pareggio, ma a chiudere i conti ci pensa Merico, che all'88' firma l'1-3 sfruttando la grande azione sulla fascia e il cross di Talwinder.

All'Oratorio Sabbioni non basta una grande prova per superare i bergamaschi dell'Issese, che escono dal "Dossena" con un punto pesante: nel primo tempo pericolosissimi Grazioli e Bussi, nella ripresa palo di Vanini e miracolo del portiere ospite sul colpo di testa di Carera, con lo 0-0 che persiste sino al triplice fischio del direttore di gara. 

Torna al sorriso il CSO Offanengo: il mercato porta subito i suoi frutti in casa biancoblù!
CSO subito in vantaggio al 15' con Romano, imbeccato dalla punizione tagliata di Zega Gorlani e bravo a ribadire in rete l'1-0; locali sul velluto e bravi a trovare il raddoppio con la botta di Fornaroli al 30', che insacca da corner sul secondo palo. I biancoblù potrebbero arrotondare il punteggio, ma la difesa ospite ferma Stringhi per due volte. La Mozzanichese approfitta però di un errore difensivo locale al 42' con Maschio, che insacca il 2-1. 
Nella ripresa locali ancora pericolosi con Stringhi, ma Nolli rimedia l'espulsione che costringe in dieci il CSO: buona l'amministrazione dei biancoblù, che portano a casa un successo importante.

Anche a Natale i match della Doverese regalano spettacolo: match pirotecnico, con la Scannabuese che vince 2-3, in una gara condizionata da una direzione più che incerta.
Grande partenza dei biancoverdi, subito in vantaggio al 10': palla a destra per Bellanda, il cui tiro-cross sorprende il portiere locale Spoldi, non esente da colpe nella circostanza. Ospiti pericolosi anche al 14' con Cariffi, che prova un corner alla Dognini, calciato direttamente in porta, trovando il legno, e al 18' recriminando per il fallo di mano in area di Settino tocco di mano. La Doverese però pareggia i conti al 20' con la botta di Madonini: grandissima conclusione che vale l'1-1 per un gran gol! 
Grande spavento al 30' per Milanesi, che rimedia un colpo tremendo alla testa, con un taglio poi suturato. Costretto al cambio, fortunatamente non accusa nessuna perdita di coscienza e la situazione sembra non gravissima. In bocca al lupo!
Dopo l'infortunio, la Doverese passa in vantaggio: gran cross di Vigorelli al 38', con Madonini che si esalta colpendo al volo per un'altra rete di pregevole fattura che vale il 2-1 all'intervallo.
La Scannabuese scende in campo nella ripresa determinata a ribaltare il punteggio e già al 50' trova il pareggio: la punizione di Cariffi sorprende però ancora una volta il portiere locale, con palla sotto la pancia per il 2-2. Dopo il pareggio, i biancoverdi mettono il turbo e completano il sorpasso al 68': azione da manuale con Cariffi a servire la sovrapposizione di Ferrari, il cui cross trova la puntuale deviazione di Cappa per il 2-3. Al 78' altre proteste dello Scanna per un mancato rigore, stavolta per un contatto su Marchesini. Non mancano recriminazioni anche da parte giallonera con la direzione. All'83' doppia espulsione a Grasselli reo di aver colpito con un pugno Marchesini, a sorpresa anch'egli espulso. Il 2-3 però non cambierà più: Scannabuese sempre più in alto!

Il 5° posto biancoverde resta condiviso con il sorprendente Monte Cremasco di mister Marazzi, che vince anche a Pieranica!
Partenza di marca biancoverde, sventata da tre grandi parate di Cremonesi: la punizione di Ogliari, la conclusione di Orofino e un nuovo tentativo di Ogliari sono tutti sventati dal numero uno muccese! Gli ospiti provano ad alzare il ritmo nella seconda parte della prima frazione, ma senza costruire moltissimo. Qualche protesta muccese per un tocco di mano in area locale di Provenzi, poi compensata dal mancato secondo giallo a Sangiovanni in occasione del fallo su Orofino. Nella ripresa match ancora combattuto: Orofino alza la mira dopo la sponda di Manzaro, mentre il Monte non perdona il fallo di Borgo al limite. La punizione di Borletti è perfetta, a scavalcare la barriera e spiovere all'angolino basso per lo 0-1. Nel finale il Pieranica si spegne e il Monte gestisce alla grande sfiorando il raddoppio con Isufi, murato da Ponzoni, e trovandolo in pieno recupero: Ponzoni mette sulla traversa la punizione di Marco Lombardo, ma non può nulla sul tap-in di Mario Lombardo, per lo 0-2 che chiude i conti.

 

TERZA CATEGORIA - Girone A

Excelsior Vaiano - Acquanegra 3 - 1 (Antononi rig., Battaglia, Diego Pozzi)
Gilbertina - Casale Cremasco 1 - 2 (Cassani, Poletto, Ramazzotti)
Iuvenes Capergnanica - Agnadello 1 - 2 (Marelli, Marelli, Venturelli)
Oratorio Castelleone - Sergnanese 1 - 1 (Luca Borgonovo, Beacco)
Paderno Calcio - Madignanese 3 - 2 (Fusari, Rancati)
Salvirola - San Carlo Crema 2 - 2 (Marzagalli, Pandini rig., Marchesini rig., Pandini)
San Luigi Pizzighettone - Ripaltese 3 - 2 (Lubrino, Lubrino rig.)
Trescore - Oratorio Frassati 1 - 2 (Barca, Singh, Plizzari)

Casale Campione d'Inverno in Terza!
I ragazzi di mister Riluci chiudono il girone d'andata a +6 sul 2° posto, ora in mano all'Excelsior Vaiano: che seconda parte di stagione ci attende?
I gialloverdi, nel frattempo, guardano tutti dall'alto in basso con un'altra vittoria: Cozzolino colpisce due legni nella prima frazione, il palo al 7' con un bel diagonale e la traversa al 32' dopo un bel pallonetto, rimbalzato sulla riga e poi liberato dalla difesa soresinese. Il vantaggio del Casale è solo rimandato al secondo tempo: Cassani si gira benissimo in area e non perdona con l'1-0 dopo pochi istanti. Casale sulle ali dell'entusiasmo e bravo a raddoppiare già al 10' della ripresa: sulla punizione di Ogliari il colpo di testa di Poletto vale lo 0-2 che blinda il risultato. La Gilbertina accorcia le distanze solamente all'85' con Ramazzotti in mischia, ma il Casale tiene bene: tre punti e primato assoluto!

Finale thrilling tra Oratorio Castelleone e Sergnanese, con i locali che fermano i biancorossi in un finale dalle mille emozioni!
I locali partono forte con Bernabè e Borra, colpendo un palo con Mosconi. La Sergnanese si desta nel secondo tempo e spinge con decisione nella ripresa: dopo una grande occasione con Triassi, gli ospiti beneficiano della superiorità numerica per il rosso comminato a Bettinelli al 75'. E il match si accende: il forcing ospite si sempre fa più insistente, ma il Castelleone è in agguato e colpisce un secondo legno. I biancorossi trovano lo 0-1 proprio sul ribaltamento di fronte con Luca Borgonovo, che appoggia in rete col piattone sul cross di Mazreku all'85'. Sembra fatta per le Mucche Pazze, ma al 90' arriva un penalty per l'Oratorio Castelleone: Bernabè si fa ipnotizzare dagli undici metri da Tedoldi, ma il nuovo arrivato Beacco, dal Castelleone di Promozione, insacca l'1-1 finale.

Cala il tris l'Excelsior Vaiano, che chiude l'andata con un gran successo sull'ostico Acquanegra: mattatore del primo tempo è il gialloblù Antononi, che al 35' trasforma il penalty dell'1-0 e si rende protagonista in altre due circostanze. I cremonesi escono dagli spogliatoi con più determinazione e trovano il pareggio con Valdameri al 63', ma i vaianesi hanno una reazione da grande squadra e vincono nel finale: gol di rapina in mischia di Battaglia, che all'83' firma il sorpasso. L'1-2 è presto seguito dall'1-3 di Diego Pozzi, che chiude i conti al 90' con un colpo di tacco al volo su una punizione messa al centro. Diamantino!
Vaiano lanciatissimo e al 2° posto solitario!

Grande match tra Iuvenes ed Agnadello: vantaggio giallonero con Marelli, bravo a insaccare un traversone nel primo tempo, ma la Iuvenes è sempre lì e fallisce con Mazzocchi il penalty del possibile pareggio. Nella ripresa ancora Marelli, ancora su un cross, gonfia la rete per lo 0-2, ma Venturelli si inventa un gran gol all'86' e apre al forcing finale dei capergnanichesi. Suspense nei sei minuti di recupero, con un'occasionissima allo scadere per Zejno, nuovo arrivato in casa neroverde, che però non trova il gol; per i locali da segnalare anche il buon esordio del difensore Barcillesi, arrivato dal Trescore.

Parte col botto il Trescore: gol SPAZIALE di Barca, che sfoggia il colpo più spettacolare del suo repertorio per insaccare l'1-0. Sugli sviluppi di una rimessa laterale, dopo una sponda, ecco la sua rovesciata clamorosa: solo applausi per l'ariete gialloblù! La Frassati tiene però botta e pareggia subito dopo con Singh, che insacca sul secondo palo il cross di Pagliari. Nella ripresa l'ago della bilancia pende a favore dei giallorossi, che proprio al 90' trovano il gol-vittoria: acuto di Singh sulla fascia e cross al centro per Plizzari che appoggia in rete l'1-2 finale.

Gol ed emozioni a Izano: tra San Carlo e Salvirola finisce 2-2! 
Verdiblù in vantaggio con Marzagalli, che ribadisce in rete la conclusione parata di Essis, ma restano dubbi sulla posizione di partenza dell'attaccante locale per l'1-0. Immediata la reazione del Salvirola, che porta all'atterramento di Pezzotti in area e al penalty trasformato da Pandini per l'1-1. Il pareggio dura però pochissimo perché Essis ruba subito palla a Jori, entra in area e si procura un penalty contestatissimo dagli ospiti, che invocano invano la simulazione: dal dischetto si presenta capitan Marchesini, che non fallisce il 2-1. Nella ripresa il Salvirola attacca a testa bassa: Pezzotti e Maraffino colpiscono rispettivamente palo e traversa, prima del 2-2 firmato da Pandini sulla verticalizzazione di Pezzotti. Nel finale prosegue il forcing salvirolese, ma senza successo: il San Carlo porta a casa il pareggio.

Il San Luigi Pizzighettone supera per 3-2 la Ripaltese: rivieraschi pericolosissimi in tre circostanze nel primo tempo, ma sempre murati dalle parate superlative di Cortesi. I rossoverdi cambiano però faccia nella ripresa e trovano lo 0-1 con Lubrino, però subito pareggiato dal San Luigi Pizzighettone con l'1-1. Nuovo vantaggio della Ripaltese con il penalty trasformato di giustezza ancora da Lubrino per l'1-2. La gioia del vantaggio dura ancora una volta pochi istanti, perché i rivieraschi ristabiliscono subito la parità con il 2-2, seguito dal gol-partita: il 3-2 lascia però una scia di polemiche, per la posizione di fuorigioco dell'attaccante locale e l'atteggiamento ostile per tutto il match dei cremonesi.

Ko identico per la Madignanese, sconfitta per 3-2 dal Paderno.
Anche qui cremaschi in vantaggio, grazie alla stoccata da fuori area di Fusari, che si insacca all'angolino per lo 0-1. I cremonesi si rendono pericolosi con un palo e una traversa, ma è ancora la Madignanese ad andare in gol: l'asse CSO Offanengo splende anche in biancorosso, con la sponda di Uberti Foppa a beneficio di Gazza Rancati per uno 0-2 dedicato ai Senior e ai romantici del calcio nostrano.
Nella ripresa dura quindici minuti la resistenza madignanese: un beffardo tiro-cross si insacca alle spalle di Volpini per l'1-2 che riapre il match. Gli ospiti non riescono a reagire e in dieci minuti prima incassano il pareggio con l'incornata di Barborini e poi il 3-2 allo scadere: dopo un miracolo di Volpini, i locali trovano un comodo tap-in da tre punti.

 

SERIE C FEMMINILE - Girone A

Olimpia Paitone - Doverese 5 - 1 (Veluti)
Castelleone - Minerva Milano 0 - 1

La Doverese si scioglie alla prima difficoltà contro la pur forte capolista Olimpia Paitone: dopo un buon avvio, con le giallonere in gara, il gol del vantaggio locale taglia le gambe alle doveresi, che incassano poi la manita delle padroni di casa. Dopo l'1-0 nella prima frazione, l'Olimpia Paitone chiude il match all'intervallo con il parziale di 3-0. La Doverese si sbilancia per provare a riaprire il match nella ripresa, fermata dalle parate della numero uno locale e incassa altri due gol in ripartenza. Il gol della bandiera porta la firma di Veluti al 76'.
Non era sicuramente questa la partita per provare a invertire la rotta: la sosta gioverà certamente alla Doverese, che ha solo bisogno di ricaricare energie fisiche e mentali per consolidarsi a un livello più alto in Serie C.

Prova di orgoglio del Castelleone, che tiene bene il campo al cospetto del pur quotato Minerva Milano, che si impone solamente per 0-1.
Le gialloblù se la giocano alla pari, nonostante la partenza in salita: il Castelleone subisce lo 0-1 al 7' del primo tempo sull'imbucata vincente, che si rivelerà essere l'unica vera occasione milanese e il gol-partita. Le castelleonesi reagiscono immediatamente: grandi occasioni per Stucchi e Longhi, con il gioco nelle mani delle leonesse e le ospiti pronte solo in ripartenza, ma mai pericolose.
Nella ripresa le squadre si equivalgono, con il gioco che ristagna per lo più a centrocampo: poche le occasioni da rete, ancora sull'asse Longhi-Stucchi quella gialloblù e terminata sulla traversa quella ospite, ma nessun gol.
Segnali di ripresa per il Castelleone, con buone prove delle nuove arrivate Orzi, Oro, Duina.

 

SERIE D FEMMINILE - Girone D

Crema 1908 - 

 

Tiramisù