RUBRICHE. La vecchia guardia fa sognare: Rancati e Uberti Foppa stendono la Gilbertina

I Senior che hanno fatto la storia del CSO Offanengo confermano l'asse vincente anche alla Madignanese: il successo nel recupero sui soresinesi arriva grazie alle loro geniali invenzioni

Di Redazione | Domenica, 24 Dicembre 2017 09:41

Non chiamateli "Vecchi", perché vi tirano matti ancora.

Alberto Uberti Foppa ed Enrico Rancati, per tutti il Gazza, hanno ancora la fame dei ragazzini e tanta voglia di stupire.

Classe '76 Uberti Foppa e classe '81 Rancati: ritrovarli protagonisti in Terza, decisivi con gol e assist ogni domenica, è un segnale importante per il nostro calcio.

Il fatto che non abbiano mai abbandonato i campionati di categoria, nonostante il livello dei tornei Amatori sia cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni, è il segnale che i gemelli del gol hanno ancora voglia non solo di giocare, ma anche di dare il massimo tutte le settimane nell'arco di tutta la stagione, da agosto a maggio.

Un'asse speciale quello tra Uberti Foppa e Rancati, anime dello spogliatoio e leoni in campo: il successo 3-2 sulla Gilbertina del recupero disputato sabato 23 dicembre porta la loro firma.

L'1-0 biancorosso è un capolavoro di Rancati, che dopo pochi istanti dal calcio d'inizio sblocca il punteggio con una bordata delle sue, scoccata da circa 30 metri. 
Il 2-0 della Madignanese è un altro saggio di bravura e astuzia, stavolta di Uberti Foppa: il gol arriva direttamente dalla battuta del calcio d'angolo, calciato forte e a giro per sorprendere il portiere ospite, sorpreso dalla traiettoria perfetta del pallone. Secondo eurogol!
La Gilbertina trova in mischia il gol del 2-1 che riapre il match, ma nel finale Fusari mette Rancati a giocarsi l'uno-contro-uno col portiere gialloverde: palla in rete e 3-1 che chiude i conti, nonostante allo scadere la Gilbertina accorci sul 3-2.

Al triplice fischio del direttore di gara scatta la festa della Madignanese, che trova una vittoria liberatoria e celebra i suoi piccoli-grandi campioni.

È questa la nostra favola di Natale: il calcio sa creare legami che vanno oltre i colori della maglia e un'intesa speciale che solo chi è in campo sa percepire.

Alby e Gazza incarnano alla perfezione lo spirito del nostro calcio: anni di fatiche sui campi del Cremasco, ma la stessa voglia di dare tutto e continuare a divertirsi.

Auguri Campioni!

 

Tiramisù