PROMOZIONE. Come gode questo Romanengo: un Poz-Por-no!

Giallorossi strepitosi e corsari 1-2 a Tribiano con Porcu e Pozzoli: 5° posto confermato. Che vittoria! Sore ko 0-2 col Sant’Angelo, pari amaro del Castelleone a Melegnano

Di Redazione | Martedì, 16 Gennaio 2018 10:11

A cura di Luca Bozzetti

Porcu + Pozzali = playoff?

L'equazione dalle parti di Romanengo, auspicata in estate, non sembrava così matematica fino alla trasferta di Castelleone, vero turning point della stagione biancorossa.
Poi la risalita in classifica e i piccoli grandi cambiamenti del mercato, caratterizzato dalla cessione di Zega Gorlani e dall’arrivo di bomber Pozzali.
L'intesa da subito instaurata con il compagno di reparto Porcu e con tutta la squadra, sta facendo davvero volare il Romanengo. La squadra di mister Scarpellini conferma il quinto posto play-off con una strepitosa vittoria in quel di Tribiano.
Il bollente catino lodigiano viene violato dalle due reti del tandem d’attacco romanenghese: per il bomber ex Codogno arrivato nel mercato di dicembre è già la 4^ rete, mentre per Porcu è il sigillo numero 7 in stagione.
Dopo il vantaggio del Tribiano allo scadere del primo tempo, con il tiro-cross di Brucciani a sorprendere Polesel per una mezza autorete, nella ripresa sempre più nebbiosa il Romanengo cresce di tono. I giallorossi prendono il comando del gioco e colpiscono nel finale: l’incornata di Porcu in rete all’80’, su un bel pallone crossatogli da Vaccari (un difensore libera sulla linea, ma la palla era già oltre), e la rasoiata di Pozzoli al 90’ per il definitivo 1-2 fanno godere questo Romanengo, che balla ai ritmi di un Poz-Por-no!
La vittoria di Tribiano ribadisce ulteriormente e consacra definitivamente la forza degli uomini di Scarpellini, capace di esaltarsi in trasferta: non è forse un caso che i giallorossi abbiano totalizzato più punti lontano dal "Comunale" rispetto a quelli guadagnati sul sintetico di casa.

Vittoria importante, ma specchietti retrovisori sempre ben controllati: Acos Treviglio e San Giuliano distano nell’ordine uno e due punti. Incroci pericolosi quelli della prossima giornata: se il Romanengo andrà proprio a sfidare l’Acos, molto interessante sarà la sfida che vedrà opposti Tritium ed Atletico San Giuliano, rispettivamente terza e settima forza del girone.

Castelleone, che amarezza! I gialloblù portano a casa un solo punto da Melegnano: la rete del pareggio in rimonta dei leoni arriva dal dischetto con Cipelletti, vero trascinatore della squadra di mister Rossi. I soliti 15' di black-out erano costati l’1-0 in mischia di Bianchi, a segno per il Melegnano. Rabbiosa la reazione del Castelleone, con tante occasioni sprecate fino al pareggio arrivato con il penalty; da segnalare un gol annullato a Sacchi nel primo tempo: sanzionato, con più di qualche dubbio, un presunto fallo di Marrone sul portiere.

La prossima sfida sarà decisiva: al "Dosso" arriva la Rivoltana reduce da 8 sconfitte nelle ultime 8 gare. I rivieraschi sono caduti anche domenica, sconfitti 2-4 dall’Atletico San Giuliano. Non è bastata la buona prova, condita dal gol, del giovane classe 2000 Achab. Chi uscirà meglio dallo scontro diretto?

Sconfitta pesante quella della Soresinese che al "Comunale" in 4 minuti si vede risucchiata in zona play-out dalle reti di Kraja e Cissè. Dopo un primo tempo opaco, terminato 0-1 per il Sant’Angelo, i rossoblù rimangono addirittura in 9 in avvio di ripresa: in soli dopo 8 minuti del secondo tempo, infatti, Migliorati e Appiani vengono allontanati dal terreno di gioco, entrambi per doppia ammonizione ed entrambi per proteste. La Sore calcia di rado verso lo specchio della porta dei Barasini e viene punita due volte allo scadere, del primo e del secondo tempo. Per una compagine partita con alte ambizioni, la sfida esterna di Settala diventa fondamentale: un vero e proprio scontro diretto.

Tiramisù