PRIMA. La magia della Spinese: Blues corsari a Casalpusterlengo

La doppietta di Bolzoni regala un successo pesantissimo al team di mister Barbieri: battuta la 2^ in classifica, la zona playoff non è un miraggio

Di Fabio Faciocchi | Mercoledì, 17 Gennaio 2018 11:13

La magia della Spinese continua a incantare.

I Blues di mister Barbieri sono reduci da una domenica esaltante: il successo 0-2 sul campo del tostissimo Casalpusterlengo, secondo in classifica, vale oro.

I tre punti conquistati in terra lodigiana sono frutto dell’ennesima prestazione maiuscola: solidità difensiva, manovra sempre più fluida, cinismo in avanti. Nelle ultime stagioni, la Spinese ha sempre potuto contare su interpreti di primo livello in avanti: se il tridente Longaretti-Manclossi-Villa ha visto protagonista assoluto il primo e il saluto del terzo, il reparto offensivo è stato rinforzato con innesti determinanti.

Con Corini in costante crescita e recupero, subentrato a Casalpusterlengo nel finale, sta emergendo prepotentemente Luca Bolzoni: l’attaccante classe ’94 di proprietà della Rivoltana è stato uno dei top player della Seconda Categoria dello scorso anno. Nonostante giocasse nel poi retrocesso Agnadello, Bolzoni è stato in grado di mettere a segno ben 15 gol.
L’ariete di Rivolta si sta confermando anche una categoria più in alto: con la maglia della Spinese ha già raggiunto quota 11 centri in metà stagione. Numeri importanti, garantiti da un bagaglio tecnico completo, fatto di doti aeree e di un mancino potente, ma anche a certificare la qualità offensiva di una manovra sempre più concreta.

Anche a Casalpusterlengo la Spinese ha giocato un match superlativo, in cui hanno brillato tutti gli interpreti: il primo a esaltarsi è stato il portiere Brambilla, strepitoso nello sventare il tentativo di Cheddia con un riflesso impressionante.
Con il passare dei minuti, i Blues hanno preso progressivamente il pallino del gioco, sfiorando il gol con il rientrante Dell’Era, con Longaretti e con Bolzoni, che avrebbe poi deciso la ripresa.

Le sue due reti, infatti arrivano nell’arco di soli tre minuti, a cavallo tra il 13’ e il 16’ del secondo tempo: la maestosa sponda di Lucchetti permette a Bolzoni di trovare lo 0-1, mentre è un gianduiotto l’assist nel corridoio di Longaretti che permette a Bolzoni di insaccare lo 0-2 che non cambierà più.

I tentativi di recupero dei lodigiani, non incisivi, a dire il vero, si sono infranti sulla diga di centrocampo e sulla linea difensiva della Spinese, che si affaccia a questa seconda metà di stagione con grande slancio.

Ora arriva il trittico della verità: imperativo vittoria con il Borghetto, da non sottovalutare perché determinato a conquistare punti per la salvezza, quindi i due big match, nell’ordine con la capolista Senna e Montanaso in lotta per i playoff.

Saranno questi i match che ci sveleranno le reali ambizioni della Spinese per il prosieguo della stagione?

Tiramisù