ECCELLENZA. Dognini-Forbiti: una settimana da... Bomber!

El Diez nerazzurro mette i brividi al Calvina Sport, El Toro loco giallorosso stende il Valcalepio con una rete per tempo. E che goal in semirovesciata! Due doppiette da urlo, due super campioni!

Di Stefano Provenzi | Venerdì, 09 Febbraio 2018 14:51

El Diez e il Toro Loco.

Il soprannome pre-nomen è riservato solamente a quei giocatori che riescono ad illuminare il panorama calcistico. Calciatori che, con le loro giocate, convincono gli spettatori delle bontà della spesa del biglietto.

El Diez e il Toro Loco. Due soprannomi così antitetici, ma strettamente legati da un’innata dote calcistica. Il primo, Nicholas Dognini, è da anni una bandiera del mondo nerazzurro, tanto che essersi conquistato quasi subito, per proprietà calcistiche e caratteriali, la meritata fascia da capitano.
Il secondo, Marco Forbiti, ha vestito in questa stagione la maglia dell’Offanenghese, ma dopo soli sei mesi ha già fatto breccia nel cuore dei tifosi giallorossi. Un amore incondizionato per i due da parte delle due tifoserie, maturato ammirandoli sul campo partita dopo partita.

Dognini è la classe al potere, non a caso con il dieci del fantasista incollato sulla schiena: funambolico nello sgusciar via tra le maglie avversarie, pittoresco da calcio da fermo, grazie alla capacità di tinteggiare su calcio piazzato traiettorie di assoluta bellezza. Forbiti fa invece della potenza la sua arma primaria: la sua è sempre una gara di lotta, da toro nella corrida, costantemente a spallate con i difensori, prima di battere i n°1 avversari con il killer instinct da attaccante di razza. Diversi anche nel piede con cui amano accarezzare il pallone, ma non nel risultato finale delle loro conclusioni.

Vedere per credere le giocate con cui hanno aperto le marcature nelle rispettive gare contro Calvina Sport e Valcalepio. Dognini ha trovato lo spiraglio giusto su calcio di punizione, facendo rimbalzare il pallone davanti al portiere come solo i maestri delle palle inattive sanno riuscirci. Nulla di casuale neanche nella splendida realizzazione di Forbiti: sul cross dalla sinistra di Colonnetti, l’attaccante di Melzo si è coordinato alla perfezione sul secondo palo, incrociando la sfera con una torsione da applausi a scena aperta. Una standing ovation meritata per entrambi, che sapranno ripetersi nella ripresa. Protagonisti assoluti della domenica, come quando si affrontarono faccia a faccia il 19 novembre: Forbiti decise il derby cremasco con una rete dopo soli 30”, Dognini andò a centimetri dal pareggio nei secondi 45’, scheggiando l’incrocio dei pali, guarda caso, su calcio di punizione.

El Diez e il Toro Loco. Belli e differenti, tanto che potrebbero completarsi alla perfezione se giocassero insieme in un attacco stellare dal complessivo di 17 reti in 18 partite. Non a caso i due, uscendo da sogni fantacalcistici, sono in coppia nella realtà con Volpi, giocatore simile a Forbiti per caratteristiche, e Colonnetti, trequartista dal piede geniale come il capitano nerazzurro.

E allora via alle celebrazioni di Dognini e Forbiti, protagonisti di una settimana da bomber. E se qualche compagno di squadra scherza sui social: “Ma non è ancora finito il Dognini/Forbiti day?”, la speranza dei due allenatori e di tutto il popolo cremasco è che i due possano continuare a divertirci come fatto fino ad ora. Magari ripetendo l’impresa già da questo weekend.

 

 

Tiramisù