CACCIA'S EYE. L'analisi di Excelsior Vaiano - Casale Cremasco

Il big match di Terza Categoria si conclude con un salomonico, ma rocambolesco, 1-1, deciso da mille episodi: rosso ad Aungurencei, gol annullato a Cassani; vantaggio vaianese in dieci, pari last second del Casale

Di Redazione | Martedì, 13 Febbraio 2018 08:44

Foto FF

Una bella novità per Baloo Calcio.
Tra i nuovi articolisti collaboratori si aggiunge anche il Coach Therapist Mario Caccialanza, che ha deciso di condividere anche con Baloo Calcio il suo pensiero.
Lo sguardo di un mister preparato e appassionato, con un pizzico di irriverenza, un focus su aspetti tecnico-tattici spesso trascurati e anche il giusto tocco di poesia e romanticismo, che nel calcio non fanno mai male.
Un nuovo sguardo sul calcio giocato, costruendo un punteggio pugilistico di stampo meritocratico, calibrato su sei diverse fasi di gioco, scandagliando il match in altrettanti mini-tempi da 15 minuti ciascuno.
In caso di formazioni che si sono equivalse saranno assegnati 7,5 punti a testa, in caso di supremazia di una squadra sull'altra 10 punti per la migliore e 5 per la peggiore, 15 a 0 in caso di manifesta superiorità di una squadra sull'altra.
Ecco quindi l'analisi del match di mister Caccialanza: buona lettura.

 

 

EXCELSIOR VAIANO - CASALE CREMASCO

“Così la smetterai, Matteo, di inviarmi messaggi per mezzo dello zio.” Per la prima volta, oggi, mi accingo a seguire, a commentare un partita di Terza Categoria. Una categoria che non conosco, che non ho mai frequentato, ma il campo di Vaiano, quello sì, lo conosco molto bene, quante battaglie!

L’opportunità mi è data dal big match di questa 20^ giornata. Il Casale, primo in classifica, fa visita all’Excelsior, secondo a 8 punti di distanza. Due società che hanno conosciuto ben altre categorie, che stanno cercando di risalire dal fondo.


Primo Tempo

00′ – 15′   Padroni di casa, in maglia blu, in campo con un ordinato 4-4-2. Gli ospiti, con una maglia verde fosforescente, rispondono con un offensivo 4-3-1-2. Partono con convinzione i locali, vogliono essere protagonisti. Ci impiegano qualche minuto, i giocatori del Casale, a prendere le misure, ma poi alzano il loro baricentro. Poco fraseggio, si velocizza velocemente alla ricerca delle punte. Il primo tiro in porta è del Vaiano, para facile Cucchi. Buona occasione per i locali al 9°, spreca Poloni. Buona spizzata di Tarenghi per Tiraboschi, anticipato.
      Prima valutazione: Excelsior 10 – Casale 5.

16′ – 30′   Comincia la lunga lista dei cartellini gialli: 3 in pochi minuti. La partita è equilibrata, il ritmo è buono, entrambe le formazioni cercano la vittoria. Occasione per il Casale, da azione di calcio d’angolo. Si lotta molto a centrocampo. Nonostante l’impegno, mancano le occasioni da rete. Al 28° il direttore di gara, per un fallo a centrocampo, estrae il secondo giallo ai danni di Aungurencei: rosso e locali in 10.
      Seconda valutazione: Excelsior 7,5 – Casale 7,5.

31′ – 45′   Mister Colucci sposta il 9 sulla destra e ridisegna un 4-4-1. L’espulsione sembra avere un effetto anestetico sul match. Il ritmo rallenta e di molto, la partita non è più frizzante. Al fianco dell’amico Nello, ridiamo alle battute di Primo Tedoldi, primo tifoso del Casale. Sul finire del tempo, gli ospiti alzano un po’ il ritmo.. Costruiscono una buona palla gol con Tarenghi, ma Colombo, attento, respinge la conclusione.
      Terza valutazione: Excelsior 7,5 – Casale 7,5.

Valutazione al 45′: Excelsior 25 – Casale 20

 

 

Secondo Tempo

46′ – 60′   Mister Riluci allarga il fronte d’attacco per sfruttare la superiorità numerica: ora è 4-3-3. Spingono sull’acceleratore gli ospiti, assediano i locali nella propria metà campo, alla ricerca del vantaggio. Conclusione di Cassani dal limite, dopo un minuto, il tiro della punta, deviato da Colombo, finisce la sua traiettoria contro il palo. Insiste il Casale, pressa alto. Sembra fatta al 53°, su cross dalla sinistra. Cassani sta per depositare in rete, ma l’arbitro aveva fermato il gioco per fallo sul portiere. Grossa occasione al 56°, in superiorità numerica, si salvano i padroni di casa.
      Prima valutazione della ripresa: Excelsior 5 – Casale 10.

61′ – 75′   Tiro dal limite di Ogliari al 63°, ancora una volta respinge Colombo. Dopo un minuto, altra grossa occasione: il giocatore ospite mette sopra la traversa a porta vuota. Si scuote la compagine di casa, tenta qualche sortita. Ottiene un corner, al 67°,  dopo una buona occasione. Dalla sinistra parte un buon pallone che viene respinto sul primo palo. La palla si impenna, Pozzi Diego, spalle alla porta, in rovesciata, cerca di ributtarla dentro. Il pallone colpisce una schiena e disegna una beffarda traiettoria che conclude la sua corsa, a fil di traversa, in fondo alla rete. La legge del calcio colpisce come sempre: troppe occasioni buttate al vento. Si sbilanciano troppo gli ospiti, prendono coraggio i locali.
      Seconda valutazione della ripresa: Excelsior 5 – Casale 10.

76′ – 90′   Contropiede di Antononi al 76°. La posizione è regolare, la punta evita il ritorno di 2 avversari e calcia a rete. Sembra fatta, ma Cucchi, questa volta, ci mette una pezza. La manovra del Casale si incarta. Gli ospiti sono padroni del campo, ma faticano a costruire palle gol. Altra occasione per Antononi che spreca, ma questa volta la posizione era di fuorigioco. I padroni di casa riescono ad alleggerire la pressione, gli ospiti sembrano, ora, imprecisi. Vengono concessi 5 minuti di recupero. Buona manovra del Casale sulla destra, il cross di Cassani viene messo in calcio d’angolo. Viene ammonito un giocatore dell’Excelsior e, quando l’arbitro fischia la ripresa del gioco, dalla bandierina Balacchi, col sinistro, calcia un pallone teso che si infila in porta sotto la traversa. Colombo, sorpreso, cerca di smanacciare, ma non trova la palla. Il Casale trova così il pareggio e, un minuto dopo, rischia addirittura di vincere la partita. Attento, questa volta, Colombo.
      Ultima valutazione: Excelsior 7,5 – Casale 7,5.

Valutazione finale: Excelsior 42,5 – Casale 47,5

 

 

Conclusioni

Partita piacevole, combattuta. Ha creato le occasioni per chiuderla, il Casale. Passato in vantaggio, avrebbe potuto chiuderla, il Vaiano. Finisce con un salomonico pareggio. Il Casale conserva il vantaggio sulle inseguitrici e si avvia a vincere il suo campionato. Una squadra formata da giocatori, vecchi e meno vecchi, dotati di piedi ben istruiti. Volendo essere critico, avrebbero dovuto giocare più palla nel primo tempo. Velocizzare maggiormente nella ripresa, in alcuni momenti sono apparsi leziosi.

L’Excelsior è una squadra giovane, con qualche buona individualità. Ha forse perso un’occasione, a livello di punti. Penso abbia acquisito la convinzione di non essere da meno della prima della classe, di avere buone possibilità di essere protagonista fino in fondo.

Il direttore di gara, il signor Del Giudice di Crema, è stato il protagonista della gara: e non avrebbe dovuto esserlo. Ha trasformato 2 mezzi gialli in un rosso, costringendo i locali a giocare in 10 per un’ora. Da lì in poi è andato in confusione, fischiando, e non fischiando, male. Ha tolto la possibilità al Casale di andare in vantaggio, inventandosi il fallo sul portiere. Molto male.

La partita ha avuto anche 2 altri protagonisti: i 2 portieri. Colombo ha salvato più volte il risultato, ma ha regalato agli avversari la rete del pareggio. Cucchi ha regalato la rete del vantaggio ai padroni di casa, ma ha evitato il raddoppio. Portieri: i numeri 1.

 

Tiramisù