CREMA 1908. Sprofondo nerobianco: cremini ko a Dro e scivolati in quota playout

L'esordio di mister Bressan sulla panchina della prima squadra in Serie D coincide con una netta sconfitta 3-1 a Dro: qualche segnale positivo, ma la classifica non aspetta e il calendario non sorride

Di Redazione | Lunedì, 19 Febbraio 2018 13:43

Sprofondo nerobianco.

Non è bastata al Crema 1908 la carica data in settimana dal nuovo allenatore Massimiliano Bressan per tornare da Dro con un risultato positivo.

I cremini cadono per 3-1 nello scontro diretto per la salvezza e ora la classifica preoccupa per davvero: i nerobianchi vengono agganciati dalla quota playout e sono chiamati a un calendario non facile.

Mercoledì il turno infrasettimanale vedrà arrivare al Voltini il quotato Pontisola, caricato dal successo di ieri sulla Pro Patria e certamente determinato a non fermarsi proprio ora.
A seguire la trasferta sul campo della Virtus Bergamo e l’impegno casalingo con il Caravaggio, per poi giocarsi sfide decisive con Lumezzane e Ciserano.

Riuscirà il Crema 1908 a invertire la rotta?

 

 

La fase iniziale del primo tempo ha visto le due squadre in sostanziale parità, con uguali occasioni da una parte e dall’altra. Apre i giochi Donida con un colpo di testa parato in sicurezza da Perfetti, mentre un minuto dopo risponde Farimbella con un insidioso tiro da fuori, terminato di poco a lato.
Al 15’ grande occasione per il Crema: sulla punizione di Porcino deviata dalla barriera, interviene Bahirov di testa e gira pericolosamente a rete, ma senza fortuna. Al 16’ è invece il Dro a farsi pericolosissimo: gran tiro da fuori di Stroppa, che Marenco devia sulla traversa con la punta delle dita; sul prosieguo dell’azione è ancora il portiere cremino a ben destreggiarsi in uscita.
Si prosegue ancora nel segno dell’alternanza, che sorride però ai locali: Crema 1908 ancora insidioso con Porcino, mentre il Dro non perdona e trova l’1-0 con un’imbucata centrale che permette a Farimbella di depositare il pallone in rete con (troppa) libertà. Prima dell’intervallo ancora il Dro sfiora la rete con Mengoli, ma para Marenco. L’ultimo sussulto della frazione è di marca cremina: al 46’ Bahirov gira di testa in rete, ma il gol viene annullato per posizione di fuorigioco.

Il secondo tempo si apre con un caso da moviola: al 3’ il nuovo entrato Tonon si esibisce in un gran tiro da fuori, ma la palla impatta sulla parte inferiore della traversa e poi scende verso la linea di porta. Il portiere si ritrova il pallone tra le mani, mentre i nerobianchi protestano per il gol-fantasma: le prime immagini disponibili sembrano confermare la bontà della decisione del direttore di gara, ma resta la sfortuna cremina nella circostanza.
Al 13’ altra bella occasione per il Crema, con Donida che mette in mezzo all’area un pallone pericolosissimo e Giannetti, deviandolo, quasi beffa il proprio portiere. Il forcing del Crema porta inevitabilmente a scoprirsi e al 19’ Casolla viene lasciato solo e libero di mettere al centro dell’area un pallone perfetto per Aquaro, che sigla il 2-0 per il Dro. 

Il Crema torna a provarci, sfruttando anche la superiorità numerica a partire dal 30’, dopo che Mengoli, in seguito a un intervento scomposto sulla trequarti, rimedia il secondo cartellino giallo e lascia in dieci il Dro per gli ultimi 15 minuti.
La mezza rovesciata di Porcino viene parata da Perfetti, mentre le conclusioni di Erpen non portano al gol. Al 40’ ci prova Pagano, seguito dal colpo di testa di Bahirov: nulla da fare.
Il Dro colpisce ancora in contropiede, ancora con Aquaro, che cala il tris al 90’. Il gol della bandiera per i nerobianchi arriva al 48’, dai piedi di Pagano. Magra consolazione per una partita che poteva certamente finire diversamente e che condanna oltremodo i giocatori di mister Bressan.

 

SERIE D – Girone B

DRO - CREMA 1908 3-1
40’ pt Farimbella; 19’ pt e 45’ st Aquaro; 48’ st Pagano

DRO ALTO GARDA: Perfetti, Stroppa, Som, Bertoldi, Tobanelli, Giannetti, Farimbella, Mengoli, Aquaro (47’ st Grossi), Casolla, Pilenga (43’ st Pellegrini).
A disposizione: Chimini, Corradini, Karamoko, Aiello, Kumrija, Ahmetovic, Mauceri.
Allenatore: Michele Ischia.

CREMA 1908: Marenco, Donida, Arpini, Scietti, Pagano, Mantovani (1’ st Tonon), Stankevicius (26’ st Erpen), Ogliari, Mandelli, Porcino (38’ st Capuano), Bahirov.
A disposizione: De Bastiani, Gomez, Gibeni, Matei, Dell’Anna.
Allenatore: Massimiliano Bressan.

Arbitro: Sig. Fabiano Brognati (Ferrara).
Assistenti di Linea: Paolo Tricarico (Udine), Davide Santarossa (Pordenone).
Ammoniti: Tobanelli, Pagano, Giannetti, Arpini, Som.
Espulsi: Mengoli 

 

 

 

Tiramisù