PERGO. Altra missione compiuta: 3-0 al bacio! Gialloblù al 4° posto

Il gol-lampo di Boschetti e la doppietta di Ferrario valgono tre punti d’oro e confermano un ruolino super per mister De Paola: 6 vittorie e 2 pareggi in 8 gare sulla panchina cremasca. Fin dove si potrà spingere questo Pergo?

Di Redazione | Lunedì, 19 Febbraio 2018 14:29

Foto Dognini per U.S. Pergolettese 1932


Altra missione compiuta, ancora nel migliore dei modi. Una vittoria al bacio.

Una Pergolettese in salute, con una prestazione generosa e di qualità, regola il Levico Terme con un 3-0 che rispecchia fedelmente la superiorità mostrata dai gialloblù al Voltini nell’anticipo del sabato pomeriggio, dettato dalle festività per il carnevale cremasco in programma domenica. Il gol di Boschetti e la doppietta di Ferrario hanno determinato il punteggio che allunga a 8 la serie di risultati utili consecutivi dei gialloblù. Da quando siede sulla panchina della Pergolettese, infatti, mister De Paola ha fatto registrare 6 vittorie e 2 pareggi: un cammino da primatista, senza considerare che l’en-plein è sfumata solamente per due partite sfortunate.

Nell’immediato dopo-gara euforia dilagante, ma già bollenti spiriti prontamente sedati nella giornata di domenica, in vista di altri due impegni di grande rilevanza: la trasferta a Ciliverghe nell'infrasettimanale e il match al Voltini col Darfo saranno altri due test di livello per confermare una classifica nel segno del quattro.

Il Pergo vola infatti al 4° posto in classifica, a -4 dal Pontisola terzo e a +4 sul sesto posto della Virtus Bergamo, entrambe con una gara in più dei cremaschi.

 

 

La rete di Boschetti, pescato in area da un preciso lancio di Manzoni, con un gran diagonale dopo soli 8 minuti, ha spinato la strada ai gialloblù di casa, permettendo loro di incanalare la gara secondo i canoni più congeniali. Per tutto l’arco dell’incontro, gli ospiti trentini non hanno mai dato l’impressione di poter impensierire la granitica e solida difesa cremasca, orchestrata ancora una volta da un Contini superlativo: basti pensare che Leoni ha dovuto intervenire solo in un paio di occasioni nel match, passando un pomeriggio di tutta tranquillità.

La differenza dei valori in campo è stata sin dall’inizio evidente, con i centrocampisti cremaschi che hanno dominato in mezzo al campo, dettando i tempi di gioco e imprimendo sempre pericolosità alle azioni offensive.
Un Poesio in gran spolvero ha dimostrato il suo enorme talento, che emerge domenica dopo domenica; capitan Manzoni sta sciorinando prestazioni con giocate di altre categorie; il rientrante a tempo pieno Piras ha dimostrato di meritarsi il posto lasciato libero dall’assenza di Dragoni per un attacco febbrile e candidandosi a una maglia da titolare per le prossime uscite.

Lo stesso Piras è cresciuto man mano col passare dei minuti della gara: nella ripresa è stato davvero incontenibile, regalando a bomber Ferrario un lancio col contagiri, assist al bacio che lo avrebbe portato a procurarsi il penalty del definitivo 3-0 e della 23^ rete in campionato del bomber.

 

 

Se nelle prime giornate mister De Paola aveva puntato tutto sul carattere, badando a concretezza e solidità, l’atteggiamento mostrato dal Pergo nelle ultime giornate è stato completato da una nuova qualità della manovra. Il calcio intenso e propositivo mostrato dai gialloblù è stato apprezzato e sottolineato dagli applausi dal pubblico presente con applausi per tutti i 95 minuti di gara.

Continuo possesso palla, insistenza nel cercare prima il raddoppio e poi il terzo gol: una mentalità vincente inculcata nei giocatori nelle sedute di allenamento da mister De Paola. L’intensità crescente richiesta durante le sedute settimanali di preparazione ha portato a far sì che in campo non ci sia mai stato un attimo di sosta, ma un martellamento continuo verso l’area trentina, andata spesso in difficoltà.

Chiuso il primo tempo in vantaggio per 1-0, nella ripresa il secondo gol ad opera di Ferrario, servito al bacio in area da Boschetti (gran partita anche la sua), ha spento subito ogni residua speranza per il Levico di poter tentare di riprendere il risultato, rimanendo spettatore delle giocate dei gialloblù di casa, che avrebbero poi calato il tris nel finale.

A fine gara ecco la grande soddisfazione di tutto l’ambiente gialloblù per la prestazione offerta e per il filotto di risultati positivi, ma anche grande determinazione nel provare a ripetersi nei prossimi impegni.

 

 

SERIE D – Girone B

PERGOLETTESE – LEVICO TERME 3 – 0
8' pt Boschetti; 12' st Ferrario, 42' st Ferrario rig.

PERGOLETTESE: Leoni, Brero, Villa (43' st Armanni), Manzoni (23' st Guerci), Baggi, Contini (45' st Premoli), Piras, Poesio, Ferrario, Morello (32' st Peri), Boschetti (39' st Rossi).
A disposizione: Ghirlandi, Fantinato.
Allenatore: De Paola Luciano

LEVICO TERME: Bastaniello, Cosentini, Castellan, Xamin (20' st Fanelli), Brugger, Severgnini, Bertoldi, Pancheri, Alberti (20' st Rippa), Rinaldo (21' pt Nardelli), Brusco (39' st Curzel).
A disposizione: Stefani, Micheli, Andreatta, Battista, Osler.
Allenatore: Manfioletti Stefano

Arbitro: Sig. Modesto Federico della Sez. di Treviso
Assistenti: Sig. Citterio Pierpaolo della Sez. di Verona e Sig. Zanette Steven della Sez. di Conegliano.
Ammoniti: Castellan, Piras, Brugger, Curzel
Note: giornata coperta, terreno allentato, angoli 7-4, spettatori 450, recuperi 1'+4'.


Tiramisù