CACCIA'S EYE. L'analisi di Offanenghese - Governolese

I giallorossi vincono lo scontro diretto per i playoff grazie a una sassata di Forbiti. Gli ospiti fanno valere fisicità e tenacia, ma non sfondano: vittoria meritata per l'Offanenghese? Ecco l'analisi di mister Caccialanza

Di Redazione | Lunedì, 19 Febbraio 2018 15:28

Una bella novità per Baloo Calcio.
Tra i nuovi articolisti collaboratori si aggiunge anche il Coach Therapist Mario Caccialanza, che ha deciso di condividere anche con Baloo Calcio il suo pensiero.
Lo sguardo di un mister preparato e appassionato, con un pizzico di irriverenza, un focus su aspetti tecnico-tattici spesso trascurati e anche il giusto tocco di poesia e romanticismo, che nel calcio non fanno mai male.
Un nuovo sguardo sul calcio giocato, costruendo un punteggio pugilistico di stampo meritocratico, calibrato su sei diverse fasi di gioco, scandagliando il match in altrettanti mini-tempi da 15 minuti ciascuno.
In caso di formazioni che si sono equivalse saranno assegnati 7,5 punti a testa, in caso di supremazia di una squadra sull'altra 10 punti per la migliore e 5 per la peggiore, 15 a 0 in caso di manifesta superiorità di una squadra sull'altra.
Ecco quindi l'analisi del match di mister Caccialanza: buona lettura.

 

 

 

OFFANENGHESE - GOVERNOLESE

Due vittorie, due sconfitte e il turno di riposo già osservato. Questo il cammino dell’Offanenghese nel girone di ritorno. E oggi, i giallo rossi affrontano i mantovani della Governolese, a pari punti in classifica, ma con una partita in più, in un importante match in ottica playoff.


Primo Tempo

00′ – 15′   Partenza ad alti ritmi. Intenso corpo a corpo, in stile pugilistico, delle due contendenti, nell’intento di guadagnare campo, di prendere il comando delle operazioni. Padroni di casa, in giallo rosso, col solito 4-3-3 e con Piacentini, a destra, libero di accentrarsi. Ospiti in maglia rosso blu. Di non semplice spiegazione la loro disposizione in campo: diciamo un, non ortodosso, 4-4-2, in fase di non possesso, che diventa un 3-5-2, a sinistra, in fase di possesso. Accontentatevi così. Mantovani per primi al tiro, centrale. Risposta immediata dei cremaschi con Ferrari dal limite, Piccinardi, portiere ospite, mette in angolo con la punta delle dita. Il tiro di Marchesini, dall’azione di calcio d’angolo, è centrale. Si corre e si chiacchiera molto in campo: Bianchi lo fa notare al direttore di gara che, da parte sua, fischia molto poco. Cresce l’Offanenghese, si abbassa la Governolese.  Brutta tegola per i padroni di casa dopo 12 minuti di gioco. Ramundo, da solo, si accascia al suolo e, dopo alcuni minuti, verrà sostituito da Oprandi. Ci prova Forbiti da 25 metri: il proiettile sfiora di poco la traversa.
      Prima valutazione: Offanenghese 10 – Governolese 5.

16′ – 30′   Clamorosa occasione per gli ospiti da azione da calcio d’angolo: conclusione fuori, ma si era alzata la bandierina. Ci prova ancora Forbiti: si libera e calcia a rete, fuori di poco. La partita è viva, combattuta e giocata ad alti ritmi. Al 20° Ciccio Forbiti riceve palla 10 metri fuori dall’area. Si gira, gli viene concesso qualche centimetro di troppo, carica il sinistro e scarica un missile, terra aria, che si insacca all’incrocio dei pali: gol fantastico. Rischiano subito i giallo rossi: Marchesini si salva di mestiere. Ingenuità difensiva: è Bianchi a metterci la pezza. Ancora una conclusione di Forbiti, di poco sopra la traversa. Rischiano l’autorete i mantovani, la palla finisce tra le mani del portiere.
      Seconda valutazione: Offanenghese 10 – Governolese 5.

31′ – 45′   Il ritmo non cala, ma ora sono gli ospiti a guadagnare campo. Al 35° ottima manovra dei mantovani sulla destra, perfetto il cross, errata la conclusione a porta spalancata. Bresciani, il mister mantovano, al 40°, opera la sua prima sostituzione: dentro una punta e primi spostamenti.
      Terza valutazione: Offanenghese 5 – Governolese 10.

Valutazione al 45′: Offanenghese 25 – Governolese 20

 

 

 

Secondo Tempo

46′ – 90′  Le due squadre hanno speso molto nel primo tempo, cala il ritmo della gara. Si rintanano nella loro metà campo, i padroni di casa. Manovrano gli ospiti, alla ricerca della rete del pareggio. Si commette qualche errore di troppo nei disimpegni. La pressione è costante, ma gli avversari non arrivano mai alla conclusione. Dentro un’altra punta per gli ospiti, dentro un centravanti di peso. Sprecano un interessante contropiede i locali. Aumenta la pressione dei mantovani.  Qualche mischia, in area giallo rossa, ma nessun problema per Bianchi. Buoni scambi, per gli ospiti, fino al limite, manca l’ultimo passaggio. Dopo quasi mezz’ora di pressione, gli ospiti devono tirare il fiato, i padroni di casa possono alzarsi e respirare.
Mister Bresciani opera tutti i cambi a sua disposizione e ordina l’assalto finale. Tante punte in campo per i mantovani, discreta manovra, numerosi palloni messi dentro, nessuna  conclusione a rete degna di nota. Sofferenza, quella sì, per i giallo rossi, ma sacrificio, da parte di tutti, a difesa dell’importante risultato e un paio di pregevoli interventi di Marchesini in mischia. La partita sembra non finire mai, i locali non ripartono più, gli ospiti attaccano a testa bassa, senza trovare la via del gol. Sull’ennesimo cross nell’area dei padroni di casa, l’arbitro decreta la fine dell’incontro. C’è troppa gente, gomito a gomito, e Lonighi, numero 3 ospite, sfoga la sua rabbia su un avversario. Mentre il direttore di gara gli mostra il cartellino rosso, mister Pelati chiama i suoi in mezzo al campo per evitare il peggio.
      Valutazione della ripresa: Offanenghese 15 – Governolese 30.

Valutazione finale: Offanenghese 40 – Governolese 50

 

 

 

Conclusioni

Vittoria voluta, cercata, difesa a denti stretti, da parte dei giallo rossi. Una vittoria importante, che consente loro di proseguire nel loro cammino, al di là di ogni previsione. Una vittoria di squadra e dopo aver perso, per infortunio, l’importante perno difensivo. Però, dal momento che si vince facendo gol, a Forbiti vanno i doverosi complimenti per l’ennesima rete, ancora una volta esagerata. “Senza dimenticare da dove siamo partiti e da dove attingiamo i nostri giovani” mi confida un, a dir poco, soddisfatto Alberto.

Buona la prestazione della Governolese: è mancato solo il gol. Deludente l’apporto delle due punte, buttate nella mischia per recuperare il risultato.

Ci siamo lamentati in molti dell’operato del signor Foresti di Bergamo. Lasciava correre forse troppo e non ammoniva mai, nel primo tempo. Alla fine ha avuto ragione lui. Con la massima calma e tranquillità, senza essere invasivo, ha condotto in porto una partita non proprio facile: vedi episodio finale. E sì: complimenti.

 

Tiramisù