TERZA. Tra poche ore in campo un turno scoppiettante!

Big Snow sconvolgerà anche la Terza? Sosta per il maltempo dal doppio volto, tra chi ne approfitta per ricaricare le batterie e chi interrompe bruscamente un momento positivo

Di Redazione | Domenica, 11 Marzo 2018 10:23

 

L’ondata gelida che ha invaso la nostra provincia si ripercuoterà anche sul campionato di Terza Categoria? Non che ci si annoi quest’anno, ma nelle ultime settimane sembravano finite le sorprese, con le prime della classe che avevano imboccato un trend molto positivo e gli unici punti persi erano quelli che si mangiavano a vicenda negli scontri diretti. All’orizzonte si preannunciava una primavera calda al vertice, ma non è questo il torneo dell’ovvietà e se son finiti i colpi di coda delle outsider,  ad aggiungere imprevedibilità alla stagione  è l’inverno che da il suo ultimo (forse, ndr) colpo di coda, con neve, ghiaccio ed inevitabile sospensione. Vedremo se contribuirà a rimescolare le carte.

Sosta al sole, anche se coperto dalle nubi, per la capolista. Importantissima affermazione del casale nel derbyssimo del Serio e vetta ancora lontana per le avversarie. Il caldo primaverile tanto sospirato dalle outsider, ritenuta ormai l’unica arma che potesse rallentare il passo della capolista, sembra non aver intenzione di palesarsi. La corazzata di Riluci ha comunque dimostrato di essere resiliente a tutto e più, nemmeno il sole di Ferragosto sarebbe, a mio avviso, in grado smorzare la verve di questi ragazzotti, semplicemente da applausi quanto stanno facendo quest’anno ed uscire indenni anche da questa pausa equivarrebbe ad una prova del nov, rimarrebbero a quel punto pochi ostacoli al gran traguardo.

Fa il suo dovere l’Excelsior che mantiene intatte le distanze con un secco 1-0 nella difficile sfida al Paderno. Il timbro di Andrea Raimondi  consegna meritatamente ai gialloblu la vittoria, con un Paderno costretto ad interrompere la  pazza rincorsa intrapresa nel 2018, vedremo se sarà solo una battuta d’arresto e sapranno rimettersi subito in carreggiata, li attende un altro scontro ad alta quota a Sergnano. Mucche pazze che gioveranno della pausa per oliare i nuovi meccanismi dopo il cambio di panchina, c’è fiducia nell’ambiente nonostante la sconfitta nella gara più sentita dell’anno ma non ci sono più bonus da spendere, i ragazzi di Beretta hanno davvero poco margine d’errore per entrare nella post-season. Serviranno maggiori rifornimenti per Borgonovo, non ancora messo in condizionare di pungere come  ha mostrato nell’andata. Importanti saranno i recuperi di Mazreku e Cantamessa, oltre alla crescita dei giovani che il mister ha già mostrato di saper valorizzare.

Chi non avrà gradito la pausa forzata sarà sicuramente la Ripaltese. Successo di capitale importanza quello ottenuto contro l’Agnadellese. Treno preso in corsa dai ragazzi di Zucchetti che guadagnano la posta nei minuti conclusivi, quando la gara sembrava ormai incanalata su un pareggio che avrebbe fatto più comodo alla squadra di Sacchi. Roberto Valdameri è il vero uomo in più di questa squadra, centrocampista di quantità e qualità che ha portato parecchie reti a Zucchetti in questa stagione, la sua doppietta è una sentenza, 3 a 1 e rilancio in piena zona playoff per i rossoverdi. Il derby con la Madignanese è una gara da non sbagliare, anche se il fascino di queste sfide nasconde sempre grandi insidie.

Ultimo scontro caldissimo dell’ultimo week end giocato è andato in scena al Comunale di Pizzighettone. Grande affermazione del Salvirola, guidata dal suo uomo rappresentativo Pandini, regola 3-1 i locali. Maraffino mette a segno la seconda rete per gli ospiti, in mezzo ai due sigilli del forte attaccante. Gol della bandiera messo a segno da Baini, San Luigi sempre più lontano dalla zona che conta.

Nelle altre gare da segnalare le affermazioni dell’Acquanegra contro il San Carlo, Gastaldi e Cantenucci per il 2 a 0 finale, e dell’Oratorio Castelleone sulla Iuvenes Capergnanica. Prima vittoria nel 2018 per gli uomini di De Giuseppe che con un inizio da brivido hanno compromesso l’ottimo girone d’andata che faceva sognare scenari migliori, che la prestazione, impreziosita dalle marcature di Borra ed Ubbiali, possa dare uno slancio ai castelleonesi, per un finale di stagione più che onorevole.

Pareggio nelle restanti gare in programma. Muove la classifica la Madignanese nel difficile campo di San Bernardino, un Uberti Foppa inesauribile risponde a Basso Ricci. Pari sia nei gol che nelle espulsioni Trescore e Gilbertina. Barca apre le danze, poi doppio espulsione e nel finale un contestato gol di Paderno regala il pari, comunque meritato, agli ospiti.

Giornata apparentemente tranquilla la 24esima. Capolista che riprenderà da Acquanegra, unica squadra tuttavia in grado di fermarli all’andata con un pirotecnico 5-2. Testa coda da non sottovalutare per Salvirola, Agnadello e Ripaltese, che nell’ordine affronteranno Trescore, San Carlo e Madignanese.

Sergnanese-Paderno la gara più accattivante, due squadre che avranno sfruttato la pausa per riprendersi dalle sconfitte dell’ultimo turno, trend completamente opposto per le compagini, gran ritorno e difficile andata per il Paderno, esatto contrario per Sergnano, esito rebus per una gara che ha già le sembianze dell’ultima spiaggia.

L’Excelsior ospita una Iuvenes che fatica a ritrovarsi in questo nuovo anno, ma la Primavera è prima di tutto speranza, vedremo se sbocceranno i giovani di Venturi.

Chiudono il quadro Frassati-Gilbertina e Castelleone-San Luigi Pizzighettone. Lontani dalle ansie da vertice, ci faranno godere sicuramente un pomeriggio di gran calcio e giocate sopraffine.

La parola spetta ora ai campi, sicuramente sgombri dal manto bianco, ma probabilmente ancora pesanti della tanta acqua accumulata, Un ulteriore fattore da tenere in considerazione. La primavera tarda ad arrivare ma il campionato si accorcia e resta poco tempo per alzare la voce, sempre che non ci si sia raffreddati con questo tempo!!!

 

Tiramisù