ECCELLENZA. Beffa giallorossa: l'Offanenghese resta al palo

La capolista Adrense trova il gol-partita al 91'. Solo applausi per i ragazzi di mister Pelati: traversa di Colonnetti, palo di Forbiti, ma svanisce il sogno di rientrare nella lotta al titolo

Di Redazione | Giovedì, 15 Marzo 2018 22:02

A cura di Luca Bozzetti


Beffa atroce.

Dal sogno di riaprire il campionato al gol subito allo scadere.

L'ascensore delle emozioni condanna l'Offanenghese, che esce però dal campo a testa altissima e tra fragorosi applausi.

Nel big match di recupero con l'Adrense, i giallorossi vengono beffati nel finale dal gol di Masperi, siglato a recupero inoltrato. Non è bastato dominare il match sotto l'aspetto del gioco e delle occasioni da gol. Addirittura due i legni colpiti dai padroni di casa: al 30' la punizione di Colonetti si stampa sulla traversa dopo la deviazione del portiere; al 75' il palo nega il gol a Forbiti.

L'Adrense gioca una gara difensivamente ordinata, cercando di far male in contropiede: non molto di più. Sarà una vittoria di concretezza massima quella dei bianconeri, che al 22' hanno dovuto rinunciare a Zagari per infortunio e dal 60' a Giovinetti, espulso per doppia ammonizione.

Al 91' il gol-partita cambia moltissimo lo scenario delle prime posizioni: dal possibile blitz a -4 dalla capolista, l'Offanenghese scivola a -10 dall'Adrense, che mette il turbo; la lotta playoff diventa sempre più avvincente, con 4 le squadre raccolte in 4 punti.

Domenica l'Offanenghese ospiterà il CazzagoBornato, compagine invischiata in zona playout dai risultati altalenanti: l'occasione per rialzare la testa e continuare a lottare per i playoff.

 

LA CRONACA DELLA PARTITA

La temperatura primaverile fa registrare una grande affluenza di pubblico a Offanengo, vista anche l'importanza della posta in palio. Squadre agli antipodi: ospiti schierati da mister Volpi con un 4-4-2 efficace tanto nella fase di contenimento, quanto nelle ripartenze che portano molti giocatori bianconeri a ridosso dell'area avversaria. Offanenghese tatticamente camaleontica: da un 4-3-3 di partenza, i giallorossi passano nel corso del match prima ad un 4-3-1-2 ed infine ad un 4-2-3-1; determinante la posizione di Piacentini, vero ago della bilancia nello scacchiere giallorosso.

Dopo un'iniziale fase di studio sono gli ospiti a rompere il ghiaccio al 21': ottima verticalizzazione di Ferrari a trovare in area Lorenzi, bravo ad incrociare verso la porta dei padroni di casa, ma il pallone termina largo. L'Offanenghese risponde con una rappresaglia calcistica: ben tre occasioni in nove minuti!

Al 26' il cross da destra di Ourrad pesca l'inserimento di Ferrari: colpo di testa alto. I padroni di casa attaccano a testa bassa: al minuto 30' occasione clamorosa, ma punizione dal limite di Colonetti è deviata sulla traversa da Ravelli. Ed è ancora il numero 1 ospite ad abbassare la saracinesca poco dopo, quando Piacentini indirizza verso l'angolino. Come se non bastassere, sul conseguente calcio d'angolo del numero 10 di casa è Tacchinardi ad andare ad un soffio dal gol, con il colpo di testa di poco alto sopra la traversa. L'Offanenghese è un fiume in piena e crede al sogno di riaprire il campionato: al 39' Forbiti riceve palla spalle alla porta, si gira e calcia non lontano dallo specchio.

Giallorossi indemoniati!

La seconda frazione di gioco continua sulla falsariga della prima: i padroni di casa creano e gli ospiti contrattaccano in contropiede, ma rimangono in inferiorità numerica al 60', a causa dell'espulsione di Giovinetti per somma di ammonizioni.

L'uomo in più sembra rendere la serata perfetta per l'Offanenghese, che resta però... Al palo: al 75' il corner di Colonetti è smanacciato da Ravelli; sul pallone vagante si avventa Forbiti, il cui tiro viene però respinto dal montante. Che sfortuna!

La girandola di cambi effettuata dai due mister ed i ritmi più bassi sembrano accompagnare la partita verso lo 0-0, ma a recupero iniziato, su un pallone proveniente da sinistra, la difesa giallorossa commette l'unica sbavatura della partita: Masperi è libero di prendere la mira e fulminare dal limite l'incolpevole Bianchi, facendo esultare lo spicchio dei tifosi ospiti giunto ad Offanengo.

Giallorossi tra gli applausi, il titolo si colora di bianconero.

Tiramisù