PALLA IN RETE! Risultati, Marcatori e Cronache Flash

Ecco il racconto della domenica calcistica cremasca: tutto quello che c'è da sapere sui match disputati oggi!

Di Fabio Faciocchi | Domenica, 18 Marzo 2018 15:03

SERIE D - Girone B

Pergolettese - Rezzato 2 - 1 (Ferrario, Ferrario)
Lumezzane - Crema 1908 1 - 1 (Pagano)

CAPOLAVORO GIALLOBLÙ! Il Pergo si impone 2-1 sul Rezzato capolista grazie alla doppietta lampo di Ferrario: due gol in 11 minuti e partita perfetta dei cremaschi!
I Cannibali, sostenuti dai tifosi, trovano subito il doppio vantaggio: dopo tre turni senza reti, Ferrario è indiavolato! Il bomber al 4' insacca il cross di Boschetti, mentre all'11' trova il diagonale vincente dopo lo scambio con Poesio. Il Re del Gol non perdona!
Segue un match giocato a ritmi altissimi: Boschetti sfiora il tris, il Rezzato ci prova con Jadidi, nel finale il portiere ospite si supera sull'incornata di Poesio.
Nella ripresa partono forte i bresciani, pericolosissimi con l'ex Bertazzoli e Caridi, risposta cremasca con Piras, nuovi tentativi ospiti con Betazzoli. Gli ospiti provano il forcing negli ultimi 20 minuti, ma si esaltano Contini e Baggi, che dominano in mischia e sulle traiettorie aeree. Il Rezzato accorcia all'88' sul 2-1 con Mair, ma nel recupero non arriva la rimonta e il Pergo esulta!

Succede tutto nel primo tempo nello scontro salvezza per i cremini: il Crema 1908 passa in vantaggio con Pagano al 10', ma il Lumezzane pareggia al 33' con il penalty trasformato da Defendi.

 

ECCELLENZA - Girone C

Offanenghese - CazzagoBornato 1 - 1 (Colonnetti)
Castellana - Luisiana 1 - 2 (Dognini, Dognini)

Offanenghese stoppata sull'1-1 tra le mura amiche dal CazzagoBornato: il gol nel primo tempo di Colonnetti è vanificato nella ripresa da Amassoka, con la parità che persiste sino al triplice fischio del direttore di gara.
Primo tempo ottimo dei giallorossi: il 4-4-2 con Troiano e Colonnetti funziona che è una meraviglia, anche se manca concretezza al momento della finalizzazione. Dopo chances importanti per Troiano, Forbiti e Ouarrad è Colonnetti a firmare il vantaggio offanenghese al 37': ripartenza perfetta, addirittura da un corner ospite, innescata da Forbiti e chiusa da Colonnetti con il gol sul primo palo.
Secondo tempo di stanchezza per entrambe le squadre, reduci da tre partite in una settimana, ma gli ospiti trovano il gol in occasione dell'unico tiro in porta del match: Amassoka, ben appostato sul secondo palo, appoggia in rete il cross rasoterra di Daiola. Nel finale pochi altri sussulti: finisce 1-1. Anche senza l'intera posta in palio, resta un punto positivo per l'Offanenghese, che aumenta il distacco dalla 6^ posizione.

"Ultimamente mi rendo utile alla squadra correndo e con sacrificio, per farmi perdonare qualche gol in meno", scriveva.
Come non detto: Dognini prende per mano la Luisiana nello scontro diretto per la salvezza e firma la doppietta che decide il match con la Castellana: due gol pesantissimi siglati in avvio di ripresa al 52' e al 54' e tre punti in Luisiana.
La partita si apre con una Luisiana in grande spolvero: i nerazzurri attaccano bene nei primi minuti, sfiorando il gol con Volpi e centrando una traversa clamorosa con Dognini. Dopo un quarto d'ora di fuoco, però, la Luisiana regala l'iniziativa alla Castellana, che interpreta meglio il match nella restante mezz'ora prima dell'intervallo e sfiora il gol in due circostanze, al 25' e al 35'. Mister Lucchi Tuelli carica la squadra negli spogliatoi e i risultati si vedono subito, con i due gol di Dognini che decidono il match. Primo gol nato da un'imbucata centrale, con il Dogno che finalizza con la stoccata sul secondo palo un bel filtrante; raddoppio nato dal rinvio di Vavassori che innesca Alessandrini, contrastato dalla difesa locale, che si dimentica però di un certo Dognini, lesto nel prendere la sfera e insaccare lo 0-2.
Lo 0-2 si mantiene fino all'88', quando la Castellana trova il gol della speranza solo all'88', non senza la complicità del numero uno Vavassori; nel finale, però, la rimonta locale non si completa e la Luisiana festeggia tre meritati punti d'oro.

 

PROMOZIONE - Girone E

Rivoltana - Soresinese 2 - 2 (Taha, Lera, Scalvenzi, Taha)
Codogno - Romanengo 1 - 1 (Vaccari rig.)
Castelleone - Tribiano 1 - 1 (Cipelletti)

Pari ed emozioni nel derby salvezza: il 2-2 tra Rivoltana e Soresinese matura con un doppio 1-1 al termine di entrambe le frazioni di gioco.
Sul campo disconnesso in riva all'Adda è difficile giocare palla a terra: nei primi minuti pare più efficace la scelta dei locali di cercare improvvise fiammate. Taha è per tre volte mostruoso nelle accelerazioni: al primo tentativo è recuperato in extremis da Appiani che fa valere il fisico; al secondo serve a Cristarella un ottimo pallone, deviato fuori di un soffio; al terzo raccoglie un lancio lungo sporcato da un contrasto aereo e si invola a rete per l'1-0 al 20'.
La Soresinese non si disunisce e, anzi, cresce con l'aumentare della pioggia: i rossoblù ci provano con le stoccate da fuori di Scalvenzi e Lera, che insacca poi l'1-1: movimento a mezzaluna da applausi per eludere il fuorigioco e avventarsi sul filtrante di Cadenazzi; tocco d'astuzia ad aggirare il portiere in uscita (palla a destra, Lera lo passa a sinistra), per poi avventarsi sul pallone da posizione defilatissima e insaccare col piatto un gol chirurgico un gol dal coefficiente di difficoltà stellare. Che gol per Lera!
Nella ripresa Rivoltana subito pericolosa con Invernizzi, ma il gol lo trova la Sore: al 65' Scalvenzi entra in area e insacca l'1-2 per i rossoblù. I paraggio rivierasco arriva all'80': il tiro di Gaimarri non è trattenuto da Visigalli (Bonizzoni ko in settimana) e Taha insacca di rapina il tap-in del definitivo 2-2. Nel finale occasioni prevalenti per i locali, ma il punteggio non cambierà più: bel match!

Punto pesantissimo del Romanengo, in dieci per oltre un tempo e a un passo dall'impresa sul campo della capolista Codogno!
Partono fortissimo i giallorossi, che invocano invano un penalty su Porcu dopo soli dieci minuti, ma subiscono il gol proprio sul ribaltamento di fronte: bellissima triangolazione tra Rancati e Arena, con il primo che insacca l'1-0 superando il portiere Polesel in uscita. Sembra piovere sul bagnato per il Romanengo quando al 40' del primo tempo Rexho viene espulso per proteste, ma nella ripresa i ragazzi di mister Scarpellini partono con il piede sull'acceleratore: Porcu si avventa su un retropassaggio azzardato verso il portiere locale, costretto al fallo da rigore; penalty solare, trasformato da Vaccari per l'1-1. Il gol rovescia l'inerzia del match: nonostante l'uomo in meno è il Romanengo a fare la partita!
Il Codogno resterà poi in dieci per il rosso comminato a Orlandini per fallo di reazione su Ripamonti. Un'occasione per parte nel finale: Polesel para bene, ma è clamorosa la chance per il Romanengo allo scadere. Pozzoli danza tra i difensori avversari e serve il pallone a Simonetti: gran conclusione, fermata solamente da un miracolo del portiere locale Autiero al 90'.

Pareggio importante per il Castelleone, che rimonta il Tribiano e muove la classifica con un punto importante anche per il morale.
Partita piuttosto bloccata nella prima frazione: le occasioni non mancano, ma nascono da fiammate improvvise. La più importante è per i Leoni: sul cross di Sacchi dalla punizione dalla destra, l'incornata di Bellani esce veramente di un soffio al lato dello specchio. In avvio di ripresa gli ospiti passano in vantaggio: al 57' il cross basso da destra di Rancati (subentrato ad Aquilante a inizio secondo tempo) è deviato in rete da Tchetchoua per lo 0-1. Lo stesso Tchetchoua sfiora il bis con una grande azione personale, ma lo slalom vincente sarà quello di Cipelletti, che entra in campo e impiega solo cinque minuti per firmare il pareggio: discesa palla al piede incontenibile la sua, chiusa con la deviazione vincente di punta ad anticipare il portiere lodigiano per l'1-1. Che gol!
Emozioni a grappoli anche nel finale: dopo la punizione di Sangiovanni e la sponda di De Goes, ancora Bellani vicinissimo al gol; Sacchi sfiora il gol per i locali, ma all'ultimo respiro brivido per i gialloblù, con Carioni che stende in area Rancati: per l'arbitro non è rigore e resta così l'1-1, risultato giustissimo per squadre che si sono affrontate a viso aperto.

 

PRIMA CATEGORIA - Girone I

Chieve - Casalpusterlengo 1 - 2 (Bergamaschini)
Montodinese - Senna Gloria 1 - 1 (Capellini)
Mariano Turago - Spinese Oratorio 3 - 4 (Invernizzi, Bolzoni rig., Bolzoni, Longaretti)

Chieve furente con il direttore di gara: i ragazzi di mister Bianchetti giocano un gran match con il Casalpusterlengo e cadono solamente per l'1-2 siglato all'ultimo minuto di recupero, due metri in fuorigioco.
I locali partono forte e passano in vantaggio nel primo tempo con il bel gol di Bergamaschini. Nella ripresa il pareggio ospite con il colpo di testa di Akuetè per l'1-1 non fa disunire il Chieve, che si riversa in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio: Dragoni viene letteralmente abbattuto in area di rigore, ma per l'arbitro è tutto regolare. All'ultimo secondo dei cinque minuti di recupero, la beffa: sugli sviluppi di un lancio lungo ospite, Maraboli parte due metri oltre la linea difensiva chievese; sono tutti fermi in attesa della segnalazione di fuorigioco, che non arriva tra lo stupore generale e la scaltrezza dell'attaccante lodigiano, che firma il gol-partita tra le legittime proteste dei padroni di casa.
Da segnalare l'infortunio occorso a Fusari, costretto al cambio nel primo tempo: un tackle avversario, comunque non cattivo, gli costerà 6 punti di sutura sul fianco.

Montodinese a un passo dall'impresa con la capolista Senna Gloria!
I biancorossi di mister Ferla giocano la partita più bella dell'anno con i lodigiani: occasionissima locale per Lupi Timini nel primo tempo; risposta ospite terminata senza un nulla di fatto. Ancora Montodinese in avanti nella ripresa: dopo aver mancato un'occasione ghiotta è lo stesso Capellini a insaccare l'1-0 al 75', chiudendo col diagonale vincente una bella azione personale. Il Senna sfiora il pareggio poco dopo, ma la Montodinese avrebbe l'occasione del bis, che Familari non riesce a trasformare. Il sogno dei tre punti biancorossi svanisce a soli cinque minuti dal termine, quando il Senna Gloria trova il pareggio beffardo.
Che peccato!

Torna al successo la Spinese, in una partita a dir poco rocambolesca!
Locali in vantaggio dopo soli tre minuti di gioco, ma i ragazzi di mister Barbieri sono bravi a ribaltare il punteggio con Invernizzi (colpo di testa da corner) e con Bolzoni (penalty vincente). La partita resta però apertissima: il Mariano Turago trova il pareggio, ma il 2-2 non resiste sino all'intervallo grazie alla zampata di Bolzoni, che devia in rete il pallone calciato da Corini per il 2-3.
In avvio di ripresa i Blues mettono al sicuro il risultato grazie al gol del rientrante Longaretti: Bolzoni mette di testa un pallone in mezzo all'area, Longaretti si gira e insacca di prima intenzione la palombella del 2-4. I locali non abbassano la guardia e agiscono di rimessa: una ripartenza porta al penalty del 3-4 al 65', ma il punteggio non cambierà più.
Tre punti d'oro per la Spinese, ottenuti non senza fatica su un campo pesantissimo; proteste locali per due gol annullati nel corso del primo tempo.

Tutta la squadra dedica la vittoria a due compagni che nella giornata di martedì andranno sotto i ferri per le rispettive operazioni: Gerlini per il ginocchio e Piccichino per la schiena. Forza ragazzi!

 

SECONDA CATEGORIA - Girone I

Oratorio Sabbioni - Calcio Crema 0 - 4 (Canavese, Ricetti rig., Rebucci, Brugna)
Pieranica - Fontanella 3 - 1 (Ogliari, Remedio, Patroni, Ogliari)
Monte Cremasco - Scannabuese 1 - 1 (Marchesini, Borletti)
Palazzo Pignano - Pianenghese 2 - 0 (Pizzocchero, Irgoli)
Issese - San Paolo Soncino 2 - 3 (Marco Lanzi rig., Marchesi, Marchesi)
Doverese - Ombriano Aurora 2 - 2 (Cantoni, Bianchessi, Anelli, Vigorelli)
Casaletto Ceredano - CSO Offanengo 2 - 4 (Nichetti rig., Romano, Tolasi, Romano, Gorlani, Davide Bombelli)
Bagnolo - Mozzanichese 0 - 1

Sprint Calcio Crema: è l'allungo decisivo?

I nerobianchi si impongono 0-4 nella tana dell'Oratorio Sabbioni, mentre il Fontanella cade a Pieranica e scivola a -11 a 5 giornate dal termine!

Il Calcio Crema non sbaglia l'appuntamento nel derby del "Dossena", ovviamente ai limiti della praticabilità oggi: Ricetti si procura un penalty già al 15', ma l'esecuzione di Marco Bonizzoni termina alta sopra la traversa. Poco male per i cremini, bravi a chiudere in vantaggio il primo tempo con lo 0-1 di Canavese, sull'assist di Marco Bonizzoni. Sabbioni vicinissimi al gol con Spinelli allo scadere del primo tempo. In avvio di ripresa altro penalty per il Calcio Crema: stavolta a procurarselo è Rebucci, mentre a incaricarsi della battuta è Ricetti, che non sbaglia e firma lo 0-2. R&R nuovamente pericolosi in avanti: assist di Ricetti e gol di Rebucci per lo 0-3. Nel finale 0-4 di Brugna, che appoggia in rete un tiro di Ricetti non trattenuto dal portiere sabbionese.

La notizia di giornata arriva da Pieranica, dove i biancoverdi vincono un'autentica lotta nel fango sul Fontanella!
I padroni di casa interpretano al meglio la gara, gagliardi e tosti, trovando il vantaggio con Ogliari, ben imbeccato da Olivari per l'1-0. Il Fontanella beneficia di un penalty contestato per un dubbio contatto con Campana: nella sfida dagli undici metri si esalta però il portiere di casa Vanazzi, che alza in corner con la mano di richiamo la potente esecuzione di Bertolotti! Incredibile, ma vero, i bergamaschi falliscono il secondo penalty consecutivo: Provenzi tocca il pallone con il gomito e il direttore indica il dischetto. Dagli undici metri stavolta si presenta Remedio, ma anche questa conclusione non si rivela vincente, alta!
Nella ripresa il Fontanella preme sull'acceleratore e pareggia con Remedio, bravo a incornare in rete un cross dalla destra, nonostante le proteste locali per la posizione di offside. Il Pieranica però non molla e anzi centra il successo con testa e cuore: dopo un'occasione sfiorata da Ogliari, ecco il 2-1 con la punizione di Olivari, spizzata in rete da Patroni all'angolino. La reazione del Fontanella non porta a conclusione nitide e i biancoverdi affondano il colpo con un altro gol: ripartenza di Ogliari e 3-1 a tu-per-tu col portiere ospite e vittoria meritata per il Pieranica!

Ora la seconda forza del campionato è il Palazzo Pignano, che grazie alla vittoria sulla Pianenghese resta a -8 dal Calcio Crema capolista!
Il campo di Scannabue è ai limiti della praticabilità e, anzi, forse ben oltre, ma il Palazzo centra comunque un successo pesantissimo sugli Orange. Non è un caso che le emozioni del match siano tutte condensate nella prima frazione: la punizione di Pizzocchero vale l'1-0, l'inserimento di Irgoli, sugli sviluppi di un corner calciato corto, fissa il punteggio sul 2-0 che non cambierà più. Poco altro da aggiungere alla storia del match, se non i tanti lanci lunghi dovuti alle pozzanghere su tutto il campo da gioco.

Pari e patta nel big match dal sapore playoff tra Monte e Scannabuese: 1-1, penalty fallito dai biancoverdi allo scadere e tante emozioni in una gara dalla contestata direzione arbitrale.
Partono forte i biancoverdi, che sfiorano il gol al 6', quando Cremonesi salva sulla botta dalla distanza di Piccolo, ma lo trovano poi al 18': pennellata dal limite dell'area di Ferrari, che telecomanda un pallone sulla testa di Marchesini, bravo a incornare in rete lo 0-1. I biancorossi sfiorano il bis con Bellanda nel finale di frazione. Nella ripersa al 60' occasione per i muccesi: il portiere ospite Milani cerca di evitare il corner in scivolata, ma Caputo prende il pallone e calcia, fuori di un soffio. La verve locale è premiata al 70' dal pareggio, nonostante le vane proteste biancoverdi per l'assegnazione di un fallo in favore dei locali al limite dell'area: la punizione di Borletti è un gioiello e vale l'1-1 che non cambierà più. Nel finale occasioni ed emozioni in serie: al 75' cross di Piccolo per l'incornata di Peveralli, terminata di poco a lato; all'80' Isufi si fa ipnotizzare da Milani in un uno-contro-uno che avrebbe potuto cambiare il match; all'82' rigore per la Scannabuese, ma Piccolo calcia sulla traversa; altre polemiche nel finale, ma il punteggio non cambierà più. Che partita!

Resta ai piani alti della classifica anche il San Paolo Soncino, corsaro a Isso, ma non senza fatica: bel colpo per i soncinesi, due volte in svantaggio, ma vincenti!
I locali passano in vantaggio al 5', complice la poca reattività della difesa biancorossa. I soncinesi reagiscono con Consolandi, Scaravaggi e Paderno, ma il pallone non entra; al 32' fuori l'infortunato Ferrari e dentro Marchesi: sarà la mossa che cambierà il match.
Prima dell'intervallo, proprio al 44' Marco Lanzi si procura e trasforma il penalty dell'1-1, ma in avvio di ripresa l'Issese si riporta avanti: il 2-1 arriva al 65' dopo una deviazione col sedere di Zenunaj.
Il man of the match si rivela negli ultimi quindici minuti: il subentrato Marchesi firma il 2-2 al 76', approfittando di un'incertezza del numero uno bergamasco; dopo un altro tentativo, lo stesso Marchesi firma il definitivo 2-3 all'87'. Che rimonta!

Mille episodi e due gol allo scadere: che partita il 2-2 tra Doverese e Aurora!
Primo tempo molto combattuto, più fisico che tecnico: Foglia lancia sul filo del fuorigioco Bianchessi, ma il suo tentativo di pallonetto è parato da un attento Poloni. ; occasione ospite con il colpo di testa di Pavesi, che incorna in area dal dischetto. Anche la ripresa è molto maschia, ma l'Aurora mostra un possesso prevalente: Anelli sfiora un gol in diagonale, preludio al gol ospite al 65'. Dopo una buona manovra palla a terra a centrocampo, l'Ombriano trova lo 0-1 grazie a una bella triangolazione palla a terra tra Ehlmotay e Cantoni, che apre l'uno-due e chiude in gol con la punta.
La Doverese reagisce subito: prima occasione mancata da Bianchessi, che poi si riscatta con il gol dell'1-1, deviando in rete col piattone l'assist dalla fascia di Vigorelli, favorito dal fatto che i difensori ospiti Dipilato e Bertoli si ostacolino reciprocamente.
I gialloneri si sbilanciano alla ricerca del gol-vittoria, ma Poloni abbassa la saracinesca con tre interventi prodigiosi su Bianchessi, Vigorelli, Robesti. L'Aurora sorprende così la Doverese proprio al 90': Anelli vola in contropiede e conclude con un pallonetto sul palo, ma palla entra in rete nonostante il tentativo di salvataggio sulla linea di Senzalari. All'ultimo minuto di recupero, però, la Doverese trova il pareggio: dopo una chance non capitalizzata da Bianchessi, all'ultimo corner Robesti serve il pallone a Vigorelli, che in mischia in area incorna in rete il definitivo 2-2. 

Netta affermazione del CSO Offanengo a Casaletto: i padroni di casa passano in vantaggio con il penalty trasformato al 14' da Nichetti, storico ex di giornata, ma poi si scatena la marea biancoblù. Romano pareggia i conti al 30' del primo tempo, mentre Tolasi ribalta il match per gli ospiti a due minuti dall'intervallo. In avvio di ripresa i padroni di casa non riescono a reagire e il CSO cala il tris al 50' con Romano, bravo a concludere la doppietta personale. Il Casaletto alza il baricentro, ma viene infilzato dalla ripartenza letale di Gorlani, che firma l'1-4. A fissare il punteggio sul definitivo 2-4 è il gol di Davide Bombelli all'80'.

Nelle retrovie un orgoglioso Bagnolo cade solo 0-1 al cospetto della Mozzanichese: i bergamschi trovano il gol partita con una mischia in corner dopo soli cinque minuti nel primo tempo. I bagnolesi macinano gioco per tutto il match, disputando un ottimo primo tempo, ma senza trovare il gol. Nella ripresa i ritmi si abbassano e le occasioni latitano: la Mozzanichese si porta a casa tre punti d'oro per la salvezza. 

 

TERZA CATEGORIA - Girone A

Casale Cremasco - Ripaltese 1 - 0 (Tarenghi)
Salvirola - Sergnanese 2 - 2 (Bonizzoni, Riboli, Tassi, Pandini)
Madignanese - Agnadello 0 - 1 (Besozzi rig.)
San Luigi Pizzighettone - Excelsior Vaiano 0 - 0
Iuvenes Capergnanica - Trescore Gara Rinviata per Impraticabilità del Campo, Causa Pioggia
Paderno Calcio - Oratorio Frassati 3 - 2 (Ciark, Serina rig.)
Gilbertina - Acquanegra 1 - 1 (Armanni)
San Carlo Crema - Oratorio Castelleone 3 - 2 (Vigani, Essis, Carubelli, Essis, Fiori)

Il Casale Cremasco non si ferma più: i gialloverdi si impongono anche sulla coriacea Ripaltese grazie al gol di Tarenghi, che conferma e rinsalda la leadership degli Asinelli in questo campionato. Che momento per il bomber del Casale! 
Succede sostanzialmente tutto nel primo tempo a Casale: Cortesi salva al 15' con un gran riflesso sulla botta di Tiraboschi, ma non può nulla al 30' sul gol di Tarenghi, che addomestica una punizione di Ogliari e firma il perfetto diagonale dell'1-0 che non cambierà più. La Ripaltese recrimina a gran voce con la direzione arbitrale: i rossoverdi protestano per due mancati calci di rigore, uno al 1' e uno al 90'.

I gialloverdi consolidano il primo posto anche in virtù del pareggio dell'Excelsior Vaiano: al Comunale di Pizzighettone finisce 0-0.
Primo tempo non molto brillante: anche se il campo era in buone condizioni, le occasioni latitano. Nella ripresa meglio i vaianesi per iniziativa e occasioni, ma i gialloblù non capitalizzano tre situazioni favorevoli. Nel finale il fondo del campo cede e la gara diventa sempre più difficile, agevolando le rispettive difese, che mantengono lo 0-0.

L'Agnadello torna al successo con un penalty vincente a Madignano, trasformato dopo soli dieci minuti da Besozzi per i gialloneri.
I gialloneri gestiscono il vantaggio sino al triplice fischio del direttore di gara grazie a una prova maschia su un campo ai limiti della praticabilità, al punto che il direttore di gara aveva ritardato l'inizio del match di dieci minuti nella speranza di condizioni migliorative. L'Agnadello resta in dieci al termine del primo tempo per il rosso comminato a Sorrenti (somma di ammonizioni): nonostante la ripresa in superiorità numerica, la Madignanese non riesce a trovare il pareggio e i gialloneri si prendono i tre punti e agganciano il 4° posto, in coabitazione con Ripaltese e Sergnanese.

I biancorossi impattano infatti 2-2 a Salvirola: i gialloverdi mantengono il 3° posto.
Campo ai limiti dell'impraticabilità, ma le emozioni non mancano: il primo tempo si chiude sull'1-1 grazie ai gol di Bonizzoni, che capitalizza l'azione personale di Longhi, e al pareggio sergnanese, firmato da Riboli, sul cross di Scaravaggi.
Nella ripresa le Mucche Pazze passano in vantaggio, sfruttando al meglio un nuovo acuto di Scaravaggi, stavolta finalizzato da Tassi, ma il Salvirola carica a testa bassa e trova il pareggio, con Pandini che approfitta di un retropassaggio sbagliato di Donati verso il suo portiere: l'attaccante gialloverde non perdona, insaccando il 2-2 saltando anche il portiere ospite. Nel finale il forcing dei padroni di casa porta al tiro Bergamaschini e Ammar, murati da Tedoldi, che impedisce al 2-2 di cambiare ulteriormente.

Altra vittoria pesantissima del San Carlo Crema, che dopo la clamorosa vittoria ad Agnadello, si conferma anche tra le mura amiche, imponendosi sull'Oratorio Castelleone.
La punizione di Vigani vale l'1-0 al 22', seguito dal raddoppio del San Carlo già al 32' nel primo tempo con il tap-in di Essis dopo una respinta del portiere ospite. Prima dell'intervallo l'Oratorio Castelleone, che pure aveva mantenuto spesso il possesso e collezionato occasioni con Gusmaroli, fallisce un penalty con Mosconi (traversa), ma riesce a riaprire il match in avvio di ripresa al 57' con l'appoggio in rete di Carubelli per il 2-1. I padroni di casa sono però bravi a ristabilire le distanze con il 3-1 di Essis dopo soli sei minuti: al 63' l'assist di Vigani serve a Essis il pallone del tris. All'83' i castelleonesi trovano il 3-2 con Fiori, al rientro dopo un lungo infortunio, ma gli ospiti non troveranno il pareggio nel finale: il San Carlo potrebbe calare il poker, ma Lanzani pareggia il conto dei penalty falliti grazie alla parata di Fiammeni e non arrotonda il punteggio.

La Frassati è condannata da un penalty allo scadere nella tana del Paderno, su un campo al limite della praticabilità.
Cremonesi in vantaggio con un calcio di rigore, concesso per fallo di mano, ma Cirak pareggia con una gran conclusione da vero bomber spedita all'angolino per l'1-1. Bravi i giallorossi a ribaltare il match prima dell'intervallo: il direttore di gara pareggia il conto dei penalty, assegnando la massima posizione per l'atterramento in area di Urgesi; dagli undici metri Serina trasforma l'1-2. Prima dell'intervallo, però, un contropiede dei cremonesi scattati sul sul filo del fuorigioco porta due attaccanti davanti a Tolotti per il 2-2. Nella ripresa le energie della Frassati scemano, soprattutto a causa di assenze e infortuni, ma il match sembra destinato al pari. Proprio al 90', però, l'arbitro assegna un altro rigore al Paderno, ancora per fallo di mano, costato il 3-2.

Non arriva ai tre punti la Gilbertina: 1-1 la sfida con l'Acquanegra; gol firmati dai bomber delle rispettive squadre, Armanni e Zorza.

 

SERIE C FEMMINILE - Girone A

Mantova - Doverese Sospesa dopo solo 1' per Impraticabilità del Campo, causa Pioggia
Dreamers - Castelleone 3 - 0

Doppia beffa per la Doverese, che si vede rinviare il match della trasferta più lunga dell'anno: nonostante l'evidente impraticabilità del campo, il direttore di gara fa scendere in campo le squadre per pochi istanti, salvo poi rinviare il match. Le giallonere dovranno verosimilmente recuperare la gara in una giornata infrasettimanale, con tutte le difficoltà del caso, tra spostamenti e permessi lavorativi.
Le gialloblù del Castelleone non riescono a muovere la classifica nella tana delle Dreamers: le bresciane si impongono 3-0.

 

SERIE D FEMMINILE - Girone B

Vibe Ronchese - Crema 1908 1 - 1 (De Nardi)

Partita molto fisica per le cremine, che giocano un buon match su un campo pesante, ma che ha retto bene alla pioggia copiosa.
Gara tesa e giocata con intensità, ma con poche occasioni da rete, fino a cinque minuti di fuoco nel cuore della frazione: al 15' miracolo di Uggè, che salva il risultato su un tentativo delle locali; al 20' il vantaggio delle cremine firmato da De Nardi, che scarica in rete un diagonale a fil di palo dopo aver saltato due avversarie, con un pallone velenoso che rimbalza davanti al portiere locale. Nel finale di frazione Uggè mantiene inviolata la porta e difende lo 0-1 condotto dal Crema 1908 negli spogliatoi.
In avvio di ripresa sono le padroni di casa a farsi preferire per atteggiamento e opportunità: al 60' arriva l'1-1, anche se in maniera fortunosa, con il cross non preciso di Trovato e la palla che schizza sullo stinco di Facco per insaccarsi per l'1-1.
Nell'ultima mezz'ora le brianzole si sbilanciano ulteriormente alla ricerca del gol-partita, ma il Crema 1908 è sempre pericoloso in contropiede: occasionissima per Dosso e nuova chance allo scadere per Esposito, ma il punteggio non cambierà più.

Tiramisù