PROMOZIONE. Castelleone, provaci ancora!

I gialloblù proveranno a riscattare con l'Acos Treviglio il ko nel turno infrasettimanale con la Settalese: il gap di 6 punti dai playout non è incolmabile, ma serve svoltare al più presto

Di Redazione | Domenica, 25 Marzo 2018 10:14

A cura di Luca Bozzetti

Nel recupero serale della 24esima giornata il Castelleone cade per la quarta volta consecutiva nelle ultime sei gare disputate: oggi serve una prova da Leoni affamati.

La distanza dalla zona playout resta di 6 punti, ma ora la preoccupazione è maggiore. Nel recupero infrasettimanale è stato premiato il cinismo di una Settalese compatta ed organizzata, capace di sfruttare le uniche due occasioni da gol nell’arco della partita. Per la squadra di Felice Rossi è la cronaca di una caduta inaspettata, viste le speranze e gli innesti estivi, prima, e invernali, poi. La Settalese, insieme a Rivoltana e Soresinese, è la squadra più quotata per uscire dalla zona salvezza. Proprio la prossima sfida con il Melegnano potrebbe essere un crocevia della stagione sia per i giallorossi, che potrebbero definitivamente lo spettro della retrocessione.

Il Castelleone invece affronterà tra poche ore l'Acos Treviglio: una sfida che sembra proibitiva a livello di classifica, anche se i Leoni hanno fatto vedere le cose migliori con le big. Nella trasferta di Settala i gialloblù hanno tenuto alta la pressione per i primi 15’, provando alla prima azione una punizione dal limite di tempo Sangiovanni uscita di poco a lato. Dopo la rete del vantaggio di testa di Colombo, i gialloblù non trovano però la forza di reagire e la partita diventa un monologo giallorosso, sancito dal bis del colpo di testa di Marchese. Nella seconda frazione di gioco gli ospiti prendono in mano il pallino del gioco, attuando però in possesso sterile. Solo due le occasioni da rete per il Castelleone: al 75' Bellani con una girata volante calcia sopra la traversa. È lo stesso numero 6 ospite a siglare in mischia il gol del 2-1 della speranza in mischia. Speranze infrante a qualche centimetro dal palo nel recupero, quando Marrone da buona posizione spedisce fuori. Una prestazione caratterizzata da molti nervosismo in campo e poche idee, lo specchio della negativa stagione gialloblù.

Tiramisù