CREMA 1908. Marenco para tutto: la Finalissima è possibile

L’estremo difensore del Crema si esalta neutralizzando un penalty nella semfinale di andata di Coppa Italia Serie D: 0-0 e qualificazione che si deciderà sul campo padovano del Campodarsego. Domani il Trento

Di Redazione | Sabato, 21 Aprile 2018 15:32

Foto Giulio Giordano per Crema 1908

Vigilia del match con il Trento in casa cremina: la vendetta sui gialloblù potrebbe significare salvezza in Serie D.

Tra le fila del Crema 1908, però, sono ancora vive le emozioni di Coppa: un obiettivo incredibile per una matricola.

È Matteo Marenco il protagonista indiscusso della prima delle due partite valevoli per la semifinale di Coppa Italia Serie D tra Ac Crema e Campodarsego. Suo infatti l’intervento che decide il risultato: al 35’ del secondo tempo nega il vantaggio ai padovani parando il rigore calciato da Kabine. Si va così in parità assoluta a giocarsi il tutto per tutto mercoledì 2 maggio a casa del Campodarsego, dopo una partita in cui il Crema ha fatto meglio degli ospiti nel primo tempo, mentre ha subito un forte calo fisico alla metà del secondo tempo a causa un po’ del caldo, un po’ della stanchezza non del tutto smaltita del dopo-derby.

La prima grande occasione della partita è di marca nerobianca: al 6’ un bellissimo fraseggio tra Porcino e Pagano si conclude con un cross al centro, dove Bahirov solo davanti alla porta non riesce a direzionare bene il pallone. Al 14’ il Crema, già privo di presenze importanti come quelle degli squalificati Ogliari e Gomez, perde anche Tonon, per un brutto infortunio al ginocchio. Al suo posto entra Gentile, che si mette subito in mostra al 17’ servendo un pallone bellissimo per Pagano, che mette la palla in area dove arriva Erpen, ma il suo tiro viene respinto quasi sulla linea. Al 20’ si mette in mostra il Campodarsego con Kabine, che di tacco serve un bellissimo assist a Pietribiasi, il cui tiro viene parato da Marenco. Lo stesso Marenco si supera al 24’ sul tiro ravvicinato di Beccaro, andando poi anche a riprendersi il pallone in uscita. Al 39’ gran punizione a giro di Erpen, deviata con la punta delle dita da Brino. Brivido al 44’: Kabine, in sospetta posizione di fuorigioco, si trova solo davanti a Marenco ma colpisce il palo.

 

 

Il secondo tempo si apre ancora con un brivido nell’area del Campodarsego: retropassaggio sbagliato intercettato da Bahirov, che poi viene però fermato dall’estremo difensore dei veneti. All’8’ gran botta di Porcino che si infrange contro la difesa avversaria. Al 15’ buon pallone per Michelotto che non riesce però a deviare verso la porta. Sale poi il Campodarsego, con possesso palla insistito e con tanti cambi che danno forza al gioco dei veneti. Dopo un batti e ribatti pericoloso in area del Crema al 31’, al 35’ arriva il rigore, per un fallo netto di Scietti: Kabine calcia dagli 11 metri, ma Marenco intuisce la direzione e para. Al 36’ gol annullato al Campodarsego per fuorigioco. Al 37’ ancora Kabine solo davanti alla porta, sbaglia la conclusione a rete di testa. Ultima occasione al 46’, con Aliù protagonista di un buon dribbling in area, ma la sua conclusione finisce sull’esterno della rete.

Molto soddisfatto mister Bressan a fine partita: «Siamo entrati in campo molto bene, e nel primo tempo la supremazia è stata nostra. Poi nel secondo tempo si sono fatti sentire sia il gran caldo, sia il fatto di avere ancora la stanchezza, fisica e psicologica, da derby. In una situazione di caldo tale ci avrebbe fatto comodo un giocatore come Gomez, che purtroppo era squalificato. Comunque i ragazzi si sono comportati benissimo, e hanno lottato con tutte le forze residue fino all’ultimo. A loro va tutto il mio plauso, e ora ce la giochiamo al ritorno».

Menzione particolare, naturalmente, per Marenco: «Solitamente nel calcio si parla di gol e di bomber, e a volte ci dimentichiamo che altri giocatori possono dare un contributo identico a quello di un gol. Oggi, e già tante altre volte è successo, Marenco è stato il protagonista, e quindi è bene ricordarlo. Anche in campionato sono tanti i punti che abbiamo fatto grazie a lui».

 

 

COPPA ITALIA - SERIE D

Semfinale Andata

CREMA 1908 - CAMPODARSEGO 0 - 0

CREMA: Marenco, Donida, Scietti, Pagano, Stankevicius (42’ st Arpini), Erpen (18’ st Scapini), Matei, Mandelli, Porcino, Bahirov (14’ st Ferrario), Tonon (14’ Gentile).
A disposizione: De Bastiani, Mantovani, Capuano, Gibeni, Dell’Anna.
Allenatore: Massimiliano Bressan.

CAMPODARSEGO: Brino, Dario (15’ st Ndoj), Sanavia, Trento (1’ st Radrezza), Barison, Leonarduzzi, Michelotto, Marcolini, Pietribiasi (16’ st Aliù), Kabine, Beccaro (21’ st Caporali).
A disposizione: Pirana, Zanon, Brentan, Menale, Rizzolo.
Allenatore: Gianfranco Fonti.

Arbitro: Sig. Antonino Costanza (Agrigento).
Assistenti: Sig. Lorenzo Colasanti (Grosseto), Sig. Andrea Ammannati (Pisa).
Ammoniti: Trento, Dario, Porcino, Stankevicius, Scietti

 

Note: rigore al 35’ st parato da Marenco su Kabine

Tiramisù