CACCIA'S EYE. L'analisi di Offanenghese - Bedizzolese

La vittoria dei giallorossi per 2-0 vale l'accesso al 2° turno playoff: impresa strepitosa per una matricola in Eccellenza! Sabato prossimo la sfida verità sul campo del Calvina. Mister Caccialanza analizza il successo per 2-0 sulla Bedizzolese

Di Redazione | Lunedì, 07 Maggio 2018 08:43

A cura di Mario Caccialanza


Si sono conclusi i campionati di calcio dilettantistici, la regular season ha emesso i propri verdetti. C’è chi festeggia, chi si dispera e chi, come l’Offanenghese, continua a inseguire un sogno. I giallorossi, dopo una brillante stagione, hanno conquistato il terzo posto in classifica, hanno ottenuto la possibilità di giocarsi i playoff, di disputare il primo incontro tra le mura di casa.

Gli avversari sono i bresciani della Bedizzolese, giunti quarti a un solo punto dai cremaschi. In parità gli incontri di campionato: le due compagini hanno vinto i rispettivi incontri casalinghi.


1° turno playoff - Eccellenza - Girone C

OFFANENGHESE - BEDIZZOLESE

Primo Tempo

00′ – 15′   Il terreno di gioco si presenta in buone condizioni, la tribuna è stracolma di spettatori, si perde qualche minuto per sistemare la rete di una porta, e poi via alle ostilità. Padroni di casa, in completo nero, con il solito 4-3-3; ospiti, in maglia bianca e calzoncini granata, con l’abituale 4-3-1-2. Subito calcio d’angolo per l’Offanenghese, senza esito. Cercano di prendere il comando delle operazioni i bresciani, alzano il proprio baricentro, fanno girar palla ma vengono puniti dalle ripartenze dei locali. Al 6° Colonetti va vicino alla rete, dopo un’ottima combinazione coi compagni, da un corner per i bresciani. Al 7° Forbiti difende il pallone e serve in profondità Ouarrad. Il numero 1 bresciano è in vantaggio, ma è fuori area: è indeciso sul da farsi. L’attaccante cremasco gli ruba palla e appoggia in rete il più facile dei gol.
      Prima valutazione: Offanenghese 10 – Bedizzolese 5.

16′ – 30′   Smaltita la delusione, i bresciani iniziano a far gioco e lo fanno in maniera interessante. Molto offensivo il loro atteggiamento. Fanno girar palla dietro, alzano gli interni di centrocampo sull’esterno, venendo a formare una sorta di 4-1-1-4 e usano il numero 10, l’uomo dietro alle punte, per creare superiorità numerica sugli esterni. Tutto bello, in linea teorica, creano anche buone situazioni offensive, ma a loro manca una vera punta, un uomo gol. I giallorossi fanno densità nella loro metà campo, sono tranquilli, non si scompongono, in attesa di far male in contropiede, sfruttando gli spazi a disposizione.
      Seconda valutazione: Offanenghese 7,5 – Bedizzolese 7,5.

31′ – 45′   Cresce la pressione dei bresciani, aumentano i palloni messi in area locale, le mischie pericolose. Soffrano i padroni di casa, ma riescono a metterci sempre una pezza. Buona combinazione ospite al 35°, palla all’indietro, dal fondo, e conclusione alle stelle di Faini. E quando Eprhaim, attaccante di colore bresciano sempre in movimento, si trova a 10 metri dalla porta spalancata, spara alto, fallendo una facile occasione: è il 43°. Spingono gli ospiti, vanno nuovamente alla conclusione: centrale, facile per Bianchi.
      Terza valutazione: Offanenghese 5 – Bedizzolese 10.

Valutazione al 45′: Offanenghese 22,5 – Bedizzolese 22,5

 

 

Secondo Tempo

46′ – 60′   Partono a testa bassa i bresciani. Subito un corner, senza esito; insistono, schiacciano i locali nella loro metà campo, cercano la rete del pareggio. Miracolo di Bianchi all’ 8° su tiro ravvicinato di Mor e palla in calcio d’angolo. Parte il traversone, Bianchi smanaccia, Colonetti si impossessa del pallone e riparte. Porta palla e serve Ourrad sulla destra. Il numero 11 entra in area e calcia a rete. Il tiro, deviato da un difensore, finisce la sua corsa in fondo al sacco. Buon per i giallorossi, ma prendere gol da corner a proprio favore, è un vero suicidio. Una mazzata per i bresciani: servirebbero ora 3 reti. Un’iniezione di fiducia per i cremaschi: vicini alla meta.
      Prima valutazione della ripresa: Offanenghese 7,5 – Bedizzolese 7,5.

60′ – 90′   La partita finisce praticamente qui, sul secondo gol dei locali. Il ritmo cala sempre più, col passar dei minuti. I padroni di casa mostrano ora buone qualità di fraseggio, in possesso palla: si divertono. Inizia la girandola delle sostituzioni. Nelle file dei locali abbandonano prima Rizzetti e poi Guerini Sebastiano, i 2 centrali di difesa, esausti per il lavoro sulle tracce di Ephraim. Entra Ramundo, si abbassa Tacchinardi. Il vantaggio è rassicurante, il match è in controllo, si arriva, senza sussulti, al triplice fischio.
      Ultima valutazione: Offanenghese 17,5 – Bedizzolese 12,5.

Valutazione finale: Offanenghese 47,5 – Bedizzolese 42,5

 

 

Conclusioni

L’Offanenghese ha vinto, il sogno può continuare: ha vinto meritatamente. Ha sfruttato l’errore altrui, si è difesa con ordine, compatta. E’ vero: in certi momenti si abbassa fin troppo, abbandona Ciccio Forbiti a se stesso, ma a lui non dispiace. Lotta, fa salire i compagni, e quando la squadra riparte sa far male, sa arrivare alla conclusione con pochi passaggi: una squadra umile e concreta.

Ho sentito i commenti di alcuni dirigenti alle mie spalle: “Non è possibile perdere così!”.

E invece è possibile. Buona manovra, ma lenta ed elaborata: a tratti un po’ presuntuosa. E poi troppi errori: difensivi, innanzi tutto, e offensivi, anche per la mancanza di un vero uomo d’area, un vero centravanti.

Convincente la direzione del signor Zambetti di Lovere e dei suoi assistenti. Sempre attento, sempre vicino all’azione, ha tenuto lo stesso metro di giudizio per tutti i 90 minuti, per entrambe le compagini.

 

Tiramisù